• Calabria, pauroso incidente sull'autostrada: diversi feriti

    it.blastingnews.com
  • Si va verso la federazione tra Puglia Popolare e Forza Italia: il centro destra si rafforza in Puglia

    www.corrieresalentino.it
  • Alla fine Padoan difende Bankitalia (con ambiguità)

    www.huffingtonpost.it
  • Estorsione, la Procura di Bari indaga sul consigliere di Stato Francesco Bellomo

    www.ilsole24ore.com
  • "Gli offesi siamo noi". Gli Stati Uniti mettono il veto sulla risoluzione egiziana contro Gerusalemme capitale

    www.huffingtonpost.it
  • Roma, si dimette Scozzese, la commissaria del debito del Campidoglio

    roma.repubblica.it
  • Treno deraglia su autostrada nello stato di Washington: almeno 6 morti e 77 feriti

    www.repubblica.it
  • Napoli, 17enne accoltellato alla gola

    napoli.repubblica.it
  • L'ex ministro Altero Matteoli è morto in un incidente stradale sulla via Aurelia

    www.ilsole24ore.com
  • Manovra: cambia web tax, passa dal 6% al 3% ma non su e-commerce

    www.ilsole24ore.com
  • Ars, eletti i vicepresidenti: Di Mauro e il 5 stelle Cancelleri

    palermo.repubblica.it
  • Padova, sparò al ladro e lo lasciò sanguinante per strada: macellaio condannato a 4 anni e 11 mesi

    www.ilfattoquotidiano.it
  • M5S, Di Maio: voterei per l'uscita dall'euro. Renzi: follia per l'economia

    www.corriere.it
  • Niente cena di Natale: ritiro a Milanello, fino a quando non si sa

    www.sportmediaset.mediaset.it
  • Roma, Raggi: inopportuna sepoltura di Vittorio Emanuele nel Pantheon

    www.tgcom24.mediaset.it
  • Donna accoltellata nel Milanese: il compagno si è costituito ai carabinieri

    milano.repubblica.it
  • L'Austria valuta cittadinanza ai sudtirolesi

    www.lapresse.it
  • Biotestamento, la «Battaglia di Irene»: il marito racconta la moglie vinta dalla malattia

    www.corriere.it
  • Porto San Giorgio, alla Società Operaia la festa natalizia con i premi

    www.corriereadriatico.it
  • Cile, la destra torna al governo con il milionario Piñera. Prossime sfide la riforma della sanità e delle pensioni

    www.ilfattoquotidiano.it
  • La stufa funziona male: muore carbonizzato nell'incendio del letto

    Un novantenne di Guardia Sanframondi, in provincia di Benevento, è stato trovato carbonizzato all'interno della propria abitazione in seguito ad un incendio divampato all'interno...

    Intercettazioni, il cdm bilancia il decreto. Accesso diretto agli atti per i giornalisti

    Una vittoria dei giornalisti e del ministro della Giustizia Andrea Orlando. Il Consiglio dei ministri ha infatti recepito due importanti modifiche al decreto legislativo sulle intercettazioni che permetteranno ai rappresentanti della stampa di accedere direttamente agli atti depositati e quindi pubblici, anche se si tratta di ordinanze di custodia cautelare. Una seconda modifica riguarda l'ampliamento del diritto di difesa che permetterà una maggiore tutela del lavoro degli avvocati. Ma sicuramente è la nuova norma sulla stampa ad essere effettivamente rivoluzionaria. Perché permetterà - come si diceva - un accesso diretto agli atti depositati, senza intermediazione di nessuno (né di pubblici ministeri, né di avvocati) e questo permetterà una maggiore trasparenza del lavoro dei giornalisti che non dipenderà più dalle parti del processo, con i conseguenti condizionamenti. Nel decreto originario il Guardasigilli aveva inserito questa disposizione. Misura che poi era stata tolta. Ora su parere della Commissione giustizia della Camera è stata reintrodotta e approvata dal Cdm, Il testo del decreto diventerà definitivo con il passaggio all'ultimo consiglio dei ministri dell'anno, la prossima settimana. Ed entrerà in vigore dopo sei mesi dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale. La norma relativa all'accesso dei giornalisti invece entrerà in vigore dopo 12 mesi, a motivo del necessario adeguamento tecnico-giuridico: in particolare dovrà essere diramata un 'apposita circolare a tutti gli uffici giudiziari, dovranno essere approntati gli appositi moduli per le richieste. "Si tratta di un adeguamento degli uffici che richiederà un po' più di tempo rispetto alle altre norme" , spiegano a via Arenula. Il decreto, nell'attuare una revisione della disciplina delle intercettazioni volta a rendere maggiormente equilibrata la salvaguardia fra interessi parimenti meritevoli di tutela a livello costituzionale, introduce disposizioni volte a incidere sull'utilizzazione, a fini cautelari, dei risultati delle intercettazioni, nonché a disciplinare il procedimento di selezione delle comunicazioni intercettate, secondo una precisa scansione temporale. La finalità è quella di escludere, in tempi ragionevolmente certi e prossimi alla conclusione delle indagini, ogni riferimento a persone solo occasionalmente coinvolte dall'attività di ascolto e di espungere il materiale documentale, ivi compreso quello registrato, non rilevante a fini di giustizia, nella prospettiva d'impedire l'indebita divulgazione di fatti e riferimenti a persone estranee all'oggetto dell'attività investigativa. Più tempo ai difensori. È stato introdotto un innalzamento da cinque a dieci giorni del termine temporale attributo alle difese per l'esame del materiale intercettato, una volta che questo sia stato depositato, prevedendo anche una prorogabilità del termine in ragione della quantità del materiale investigativo raccolto e della sua complessità; l'anticipazione del rilascio di copia dei verbali di trascrizione sommaria (quella effettuata dalla polizia giudiziaria in corso di operazioni), una volta disposta l'acquisizione ad opera del giudice con pressoché definitiva espulsione, salvo recupero in udienza preliminare o in dibattimento, del materiale che in un primo momento era stato ritenuto irrilevante e che poi, anche in ragione di elementi sopravvenuti, venga diversamente valutato. Diffusione di registrazioni fraudolente. Il Comunicato di Palazzo Chigi spiega inoltre che "Tra le misure principali, il testo prevede: - l'introduzione nel Codice penale del delitto di «diffusione di riprese e registrazioni di comunicazioni fraudolente». La norma punisce con la reclusione fino a quattro anni chiunque, al fine di recare danno all'altrui reputazione o immagine, diffonde con qualsiasi mezzo riprese audio o video, compiute fraudolentemente, di incontri privati o registrazioni, pur esse fraudolente, di conversazioni, anche telefoniche o telematiche, svolte in sua presenza o con la sua partecipazione. La punibilità è esclusa solo se la diffusione delle riprese o delle registrazioni deriva in via diretta ed immediata dalla loro utilizzazione in un procedimento amministrativo o giudiziario o per l'esercizio del diritto di difesa o del diritto di cronaca. Il delitto è punibile a querela della persona offesa. Ecco le principali novità. Maggiori tutele per i difensori. È assicurata una maggiore tutela della riservatezza nelle comunicazioni tra avvocato difensore e assistito. Il divieto, già previsto, di attività diretta di intercettazione nei confronti del difensore, con conseguente inutilizzabilità delle relative acquisizioni, viene infatti ampliato, prevedendo che l'eventuale coinvolgimento, in via anche solo occasionale, del difensore nell'attività di ascolto legittimamente eseguita, non possa condurre alla verbalizzazione delle relative comunicazioni o conversazioni; - l'introduzione del divieto di trascrizione, anche sommaria, delle comunicazioni o conversazioni ritenute irrilevanti per le indagini, sia per l'oggetto che per i soggetti coinvolti, nonché di quelle che riguardano dati personali definiti sensibili dalla legge, sempre ove non fossero ritenute rilevanti a fini di prova, fatta salva la facoltà del pubblico ministero di disporre, con decreto motivato, che le comunicazioni e conversazioni siano trascritte nel verbale quando ritenute rilevanti per i fatti oggetto di prova e altresì necessarie al medesimo fine, se attengono a dati personali sensibili. Deposito degli atti in due fasi. Una nuova disciplina del deposito degli atti riguardanti le intercettazioni e la selezione del materiale raccolto, con l'introduzione di una procedura in due fasi. Tale procedura prevede dapprima il deposito delle conversazioni e delle comunicazioni, oltre che dei relativi atti, e solo successivamente l'acquisizione di quelle rilevanti e utilizzabili e il contestuale stralcio, con destinazione finale all'archivio riservato, di quelle irrilevanti e inutilizzabili. Inoltre, il pubblico ministero viene individuato come garante della riservatezza della documentazione, poiché a lui spetta la custodia, in un apposito archivio riservato, del materiale irrilevante e inutilizzabile, con facoltà di ascolto ed esame, ma non di copia, da parte dei difensori e del giudice, fino al momento di conclusione della procedura di acquisizione. Superata l'udienza stralcio. Di conseguenza, viene ridefinita la procedura volta a selezionare il materiale raccolto dal pubblico ministero e, come previsto dalla delega, si prevede un meccanismo differenziato di acquisizione nel caso in cui il materiale d'intercettazione rilevante sia stato già utilizzato per l'emissione di un provvedimento cautelare. Si supera quindi il precedente modello incentrato sulla cosiddetta «udienza stralcio», caratterizzato dal fatto che tutto il materiale d'intercettazione era sin da subito nel fascicolo delle indagini preliminari, invece che essere collocato in un archivio riservato, con la conseguenza che doveva essere interamente esaminato al fine dell'eliminazione del troppo, del vano e dell'inutilizzabile. Tutela della privacy delle persone non indagate. Tutto ciò al fine di escludere, sin dalla conclusione delle indagini, ogni riferimento a persone solo occasionalmente coinvolte dall'attività di ascolto e, in generale, il materiale d'intercettazione non rilevante a fini di giustizia, nella prospettiva di impedire l'indebita divulgazione di fatti e riferimenti a persone estranee alla vicenda oggetto dell'attività investigativa. Inoltre, il pubblico ministero viene individuato come garante della riservatezza della documentazione, poiché a lui spetta la custodia, in un apposito archivio riservato, del materiale irrilevante e inutilizzabile, con facoltà di ascolto ed esame, ma non di copia, da parte dei difensori e del giudice, fino al momento di conclusione della procedura di acquisizione. Trojan horse. È previstauna nuova disciplina delle intercettazioni di comunicazioni o conversazioni mediante immissione di captatori informatici in dispositivi elettronici portatili (i cosiddetti trojan horse). È previsto che tali dispositivi non possano essere mantenuti attivi senza limiti di tempo o di spazio, ma debbano essere attivati da remoto secondo quanto previsto dal pubblico ministero nel proprio programma d'indagine e che, tra l'altro, debbano essere disattivati se l'intercettazione avviene in ambiente domiciliare, a meno che non vi sia prova che in tale ambito si stia svolgendo l'attività criminosa oggetto dell'indagine o che l'indagine stessa non riguardi i delitti più gravi, tra i quali mafia e terrorismo, di cui all'articolo 51, commi 3-bis e 3-quater, del Codice di procedura penale; vale invece la semplificazione delle condizioni per l'impiego delle intercettazioni delle conversazioni e delle comunicazioni telefoniche e telematiche nei procedimenti per i più gravi reati dei pubblici ufficiali contro la pubblica amministrazione, attraverso la previsione di presupposti meno restrittivi per la relativa autorizzazione.

    Rocchi: “Il primo bilancio della VAR è assolutamente positivo, ma non deve essere invasiva”

    “Il bilancio dei primi mesi con la Var è assolutamente positivo, si sapeva che le polemiche sarebbero arrivate. E’ un momento decisivo per il campionato, dunque c’era da aspettarsele.

    Luca Barbarossa da Sanremo al tour ?Roma è di tutti?

    Dopo la conferma della sua partecipazione al Festival di Sanremo con il brano “Passame er sale”, Luca Barbarossa annuncia anche un tour teatrale. Dal 16 marzo, il via da Bari, sarà in tournée con «Roma è de tutti», uno spettacolo in cui il cantautore romano proporrà - oltre al suo repertorio storico - anche il nuovo lavoro discografico in romano, in uscita il 9 febbraio. Questo disco, interamente scritto da lui stesso, è un lavoro artigianale nel quale il romano suona come la lingua che si parla e si ascolta per le strade della Capitale: una pigrizia mentale, un italiano sporcato da accento locale, una parlata e un orizzonte sociale e umano che ritraggono una città che è soprattutto uno stato d'animo. Ma l'uso del romano svela quella indolente e sorniona amarezza caratteriale che contraddistingue chi romano è o si sente. Il disco racconta storie quotidiane e universali, storie durate una vita, storie di vite da fame vissute alla periferia del mondo, storie di vite di diete e inappetenze vissute in casa. Qui i primi concerti annunciati: 16 marzo Bari, 17 marzo Foligno (Pg), 18 marzo Rimini, 21 marzo Napoli, 24 marzo Genova, 26 marzo Milano, 7 aprile Montegranaro (Fm), 10 aprile Torino, 19 aprile Belluno, 20 aprile Firenze. Poi il 29 giugno a Roma.

    La "Cambogia" dei Bastard Sons of Dioniso in versione #NoFilter: il video

    I Bastard Sons of Dioniso sono tornati: "Cambogia" è il loro sesto album di inediti, anticipato da due singoli: "Non farsi domande", uscito lo scorso giugno, e la title...

    Esclusiva Acerbi: "Prima mi credevo invincibile"

    Esclusiva Acerbi: "Prima mi credevo invincibile" Il difensore del Sassuolo si racconta in esclusiva a Sky Sport: "100 partite consecutive senza mai saltare un minuto? Sono orgoglioso di questo record. Prima non facevo una vita sanissima, poi tutto è cambiato. Prima della malattia mi sentivo invincibile. Milan? In quel momento non era pronto" Parole chiave: sassuolo , francesco acerbi , fan club , serie a 2017-2018

    Brexit, May: "Fare un secondo referendum sarebbe un tradimento"

    Un secondo referendum sulla Brexit sarebbe un "tradimento" degli elettori britannici. Lo ha affermato la premier conservatrice Theresa May nel suo intervento alla Camera dei Comuni. "Il modo migliore per avere il peggiore accordo con l'Ue sarebbe quello di alludere al fatto che siamo d'accordo su un secondo referendum", ha aggiunto la May.

    Sci, Coppa del Mondo: Olsson trionfa a sorpresa nello slalom parallelo dell'Alta Badia

    ROMA - Matts Olsson trionfa per la prima vittoria in carriera, conquistando il gigante parallelo che ha chiuso la sessione di Coppa del mondo in Alta Badia. Il 29enne svedese si è imposto nella finale per il primo posto superando il norvegese Henrik Kristoffersen, dopo essersi tolto la soddisfazione di superare in semifinale l'austriaco Marcel Hirscher, alla fine costretto ad accontentarsi del terzo posto (quarto il norvege Aleksander Kilde). Olsson vantava un secondo soto nel gigante di Garmisch e un terzo posto nel gigante di Kranjska Gora, ottenuto nella passata stagione. Gara deludente per i cinque italiani presenti: Manfred Moelgg e' stato eliminato al primo turno da Kjetil Jansrud, Florian Eisath ha ceduto al canadese Erik Read, Riccardo Tonetti ha ceduto nel derby a Luca De Aliprandini, che negli ottavi si e' fermato per mano del croato Filip Zubcic, infine Roberto Nani ha approfittato del forfeit nel turno iniziale di Manuel Feller, ma si è inchinato negli ottavi a Justin Muriser. La coppa del mondo uomini resta sulle Dolomiti ma si sposta in Trentino, a Madonna di Campiglio, dove venerdì ci sarà il classico slalom speciale notturno sul Canalone Miramonti. Alberto Tomba sarà ospite d'onore: 30 anni fa il bolognese ottenne la prima delle sue tre vittorie sul Canalone e l'anniversario sarà celebrato in prossimità della gara.

    «Victoria», un «royal drama» fra lotte di potere e intrighi amorosi

    La serie «Victoria», ispirata alla vita della sovrana che ha dato il suo nome a un’epoca narra le vicende tratte dai diari personali della Regina (interpretata da Jenna Coleman)

    Savoia, il ministro Minniti: "Pietà non è dare ragione"

    Quella del ritorno delle spoglie dei Savoia in Italia "è una vicenda ordinaria per un Paese che dopo decenni riesce a fare i conti con un pezzo della propria storia, non per dare ragioni o torti, ma per dare pietà". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Marco Minniti, sul caso che ha destato diverse polemiche. "E' chiaro - ha sottolineato Minniti - che la memoria condivisa non significa stabilire il bilanciamento dei torti e delle ragioni".

    Mondiali Russia, Villar: "Situazione Spagna è grave"

    Franco Grilli La Spagna adesso rischia davvero di non partecipare ai mondiali di Russia 2018. E a lanciare l'allarmae è il presidente federale, Angel Maria Villar. La Spagna adesso rischia davvero di non partecipare ai mondiali di Russia 2018. E a lanciare l'allarmae è il presidente federale, Angel Maria Villar che è stato sopseso dal suo incarico dopo l'arresto per corruzione. E proprio Villar lancia l'allarme per i prossimi mondiali: "È una situazione grave. Il Consiglio di Stato sta facendo in modo che la Federazione non rispetti le leggi, pretende che si annullino le elezioni senza che la legge lo consenta e sarà l'unico responsabile se la Spagna dovesse restare fuori dal Mondiale. Non sarà colpa mia, la situazione è grave". L'attacco è per il governo centrale di Madrid. Villar poi nega del tutto di aver fatto pressioni sulla Fifa per avviare verifiche sulle "ingerenze delle'esecutivo spagnolo sulla federazione". Villar ha poi ribadito la sia innocenza protestando anche per la sospensione dall'incarico in Lega: "Non credo di tornare in carcere perchè non ho fatto nulla. La mia sospensione è ingiusta e dovrei essere ancora io a presiedere la Rfef. Chiediamoci perchè conflitti di questa natura non avvengono in altri Paesi come Germania, l'Italia o Inghilterra, dove lo Stato rispetta l'autonomia delle Federazioni". Di fatto dopo il caso che ha coinvolto il presidente della Federazione, il Consiglio Superiore dello Sport che fa riferimento all'esecutivo avrebbe chiesto al Consiglio di Stato nuove elezioni. Il parere non è ancora arrivato. Ma questo passaggio potrebbe rientrare proprio nelle casistiche delle ingerenze da parte del governo sulla Lega e quindi la violazione dello statuto Fifa e il conseguente rischio dell'esclusione dalle coppe internazionali come il Mondiale. Speciale:  Russia 2018 focus

    Vestiti Capodanno 2018: 9 look per ragazze che odiano la gonna!

    Lasciati ispirare e crea un outfit da urlo per Capodanno. The post Vestiti Capodanno 2018: 9 look per ragazze che odiano la gonna! appeared first on News Mtv Italia.

    Sicurezza e smartphone, accordo commerciale tra Samsung e Wind

    Roma - Wind ha annunciato oggi il lancio, fino al 21 gennaio 2018, di “Samsung Mobile Care”, il servizio pensato dalla casa produttrice coreana per proteggere lo smartphone dai danni accidentali, tipicamente non coperti dalla garanzia convenzionale. Con l’acquisto di uno smartphone Samsung, il servizio Samsung Mobile Care è incluso per 12 mesi senza nessun costo aggiuntivo. In particolare, “Samsung Mobile Care” offre un’estensione della garanzia convenzionale, della durata di 12 mesi dalla data di acquisto, che mette a disposizione un intervento di riparazione da danno accidentale, con servizio di ritiro e riconsegna gratuita del dispositivo al domicilio indicato. Il valore di “Samsung Mobile Care” va da 79 a 129 euro.

    Mercato Roma. L’a.d. del Sassuolo: “Berardi e Politano a gennaio non si muovono”

    Nei giorni scorsi si è parlato molto di un possibile scambio tra la Roma e il Sassuolo con protagonisti Under e Politano. Ci ha pensato l’a.d. del Sassuolo, Giovanni Carnevali, a spegnere queste voci e quelle anche sul passaggio di Berardi in giallorosso. In occasione degli Italian Sport Awards il dirigente ha parlato ai microfoni di TmwRadio. Queste le sue parole: Cosa manca a Berardi? Quest’anno purtroppo ha avuto un infortunio da cui sta recuperando. È arrivato in un momento di difficoltà suo ma anche della squadra, che ora sta facendo passi in avanti. Sono convinto che sia una questione di condizione fisica e di consapevolezza, e che a breve tornerà ai livelli di una volta.

    X Factor 2017: Samuel Storm sogna il Forum come super ospite

    X Factor 2017: Samuel Storm sogna il Forum come super ospite. I sogni di Samuel Storm volano altissimi visto che, da qui a cinque anni, desidera una grandissima carriera, tanto da, magari, tornare sul palco di X Factor da super ospite. Parole chiave: x factor 2017 , fedez , samuel storm

    L'Aquila, schianto sulla statale 80: due feriti gravi

    L'AQUILA - Un grave incidente stradale si è verificato in serata all'Aquila, lungo la statale 80, nel tratto tra il bivio di Cansatessa e quello di San Vittorino.

    Federica Sacco ed Enrico Fioravante campioni campani assoluti 2017

    Doppio tris. Federica Sacco ed Enrico Fioravante si confermano numeri 1 in Campania e non solo per classifica. I due napoletani hanno vinto per il terzo anno consecutivo i Campionati Assoluti campani, sui campi del Cus Napoli (con montepremi di 5000 euro). La Sacco ha battuto nella finale per il titolo Giulia Porzio (tesserata per il TC Napoli e quest'anno entrata nel ranking Wta di doppio), nella ripetizione della sfida del 2015 e del 2016, dominando 6-1 6-0. Per la Sacco, tennista del Fireball Napoli, allenata dal maestro Lino Sorrentino, si chiude un anno super, con quattro successi a livello di circuito internazionale ITF, Junior, con il titolo di singolare e doppio vinto ai campionati under 16 italiani (nove scudetti in carriera), con l'oro in Winter Cup e il bronzo in Summer Cup under 16 con l'Italia, negli Europei di categoria per nazioni. Insomma, una stagione super per una ragazza del 2002 e che nel 2018 vivrà il suo secondo anno da under 16. Per la baby tennista napoletana gli obiettivi principali sono chiari: puntare a migliorare la classifica mondiale ITF Junior per conquistare un posto nei main draw di tornei del Grande Slam come Roland Garros e Wimbledon, e iniziare, gradatamente, l'attività internazionale open, senza trascurare convocazioni in Nazionale e l'attività nazionale. Già a gennaio prossimo per lei ci sarà il primo raduno con la Nazionale italiana giovanile per fare il punto sulla sua preparazione invernale.Enrico Fioravante, 27 anni, tesserato per il Team Avino San Giuseppe Vesuviano, un trascorso in nazionale giovanile, una finale ai Tricolori under 16, tanti anni in classifica Atp e nel circuito mondiale, ha battuto in finale il promettente under 16 irpino Mauro De Maio (2002, Country Club Avellino), sorpresa del torneo, 6-2 6-2, completando il tris dopo gli scudetti del 2015 e del...

    ?Raiuno, tra Sanremo e fiction occhio al ritorno della Corrida

    In attesa del Festival di Sanremo e continuando con Che tempo che Fa e le fiction di successo, Raiuno aspetta Sanremo. Intanto però per ingannare l’attesa il 2018 scatta con la prima serie dell’anno nuovo (da lunedì 8 gennaio) con il battesimo di Francesca Archibugi nelle sei serate di Romanzo Famigliare, coproduzione RaiFiction-Wildside con protagonisti Vittoria Puccini, Guido Caprino, Fotinì Peluso, Marco Messeri, Anita Kravos e Andrea Bosca, con la partecipazione di Anna Galiena e Giancarlo Giannini. Un altro appuntamento clou di inizio anno è al giovedì con Alberto Angela e le sue Meraviglie, quattro puntate a partire dal 4 gennaio alla scoperta della Penisola dei Tesori.

    Maternità surrogata, la Consulta: “Il giudice è sempre tenuto a valutare l’interesse della verità e quello del minore”

    Dovranno scegliere tra la verità e l’interesse di un bambino i giudici della corte d’Appello Civile di Milano che avevano sollevato una questione di costituzionalità sull’articolo 263 del codice civile che regola l’impugnazione del riconoscimento per effetto di veridicità. La Consulta infatti non accolto l’eccezione anche se, leggendo la sentenza depositata, ha indicato una strada da […] L'articolo Maternità surrogata, la Consulta: “Il giudice è sempre tenuto a valutare l’interesse della verità e quello del minore” proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Inter, Ausilio: «Siamo pronti e vogliamo vincere trofei»

    «Non ci si ferma mai e noi siamo pronti. Ci sono gare importanti, non bastava il campionato, c'è anche il derby di Coppa Italia e ci faremo trovare pronti».

    Paola Iezzi, De Sica, Bosso, Sylvestre Il Natale che canta italiano

    Mai come quest’anno le nostre voci rileggono i classici. Swing e improvvisazioni con il trombettista Fabrizio Bosso; la raccolta trash di Christian De Sica

    Caos a casa De Benedetti: il figlio smentisce il padre

    Paolo Bracalini L'Ingegnere critica la linea di "Repubblica" e l'erede lo zittisce sul giornale: "Non rappresenta il gruppo" C'è maretta in casa De Benedetti e il problema è Repubblica. Stavolta non c'entra direttamente il caso Scalfari (la sua uscita pro Berlusconi ha traumatizzato tutta la galassia dei «repubblicones»), ma non siamo troppo lontani. Dopo Repubblica che redarguisce il suo fondatore, ecco infatti Repubblica che si dissocia dal suo storico editore. All'Ingegnere, a lungo numero uno del gruppo editoriale da poco ceduto ai figli, non piace granché il quotidiano e lo ha fatto sapere pubblicamente, per giunta in un'intervista al competitor Corriere della Sera. Una stroncatura per interposto quotidiano che ha fatto saltare sulla sedia la redazione di Repubblica e costretto il figlio di De Benedetti, Marco, attuale numero uno del gruppo, a prendere le distanze dal padre a nome dei vertici e degli azionisti della Gedi Spa (già Gruppo Espresso). Ma cosa aveva detto di tanto imbarazzante l'Ingegnere? Dopo l'apprezzamento dovuto al restyling grafico, Carlo De Benedetti ha demolito la linea di Repubblica: «Un giornale ha bisogno di spifferi, correnti, energie. Un giornale non è solo latte e miele; è carne, è sangue. Può avere curve; ma deve avere anche spigoli». Non solo, anche la doppia direzione Calabresi-Cerno non gli sta bene («Resto contrario, nessun grande giornale al mondo utilizza questa formula»). Per finire, la frecciata alla prole: «Sono stato l'unico imprenditore italiano a donare l'azienda ai figli». Concetto ripetuto: «La Cir, l'azienda che ho loro donato, ha più di 300 milioni di liquidità», subito dopo aver definito «commovente» la scelta di Luciano Benetton di tornare a guidare il gruppo di famiglia rovinato dalle scelte dei successori (chiaro il messaggio?). Su pressione del comitato editoriale, e dopo aver già dato spiegazioni in un incontro con il cdr, Marco De Benedetti ha dovuto placare gli animi dei giornalisti con una nota scritta e pubblicata dal quotidiano per smentire coram populo l'Ingegnere. «L'intervista rilasciata da mio padre qualche giorno fa ha generato disorientamento, con riferimento alla posizione della società nei confronti di Repubblica - dichiara De Benedetti jr - Le opinioni espresse nell'intervista non rappresentano né il pensiero degli azionisti, né quello del vertice della società, che sono tutti determinati a proseguire sulla strada tracciata». Compreso il mantenimento della doppia direzione, scelta osteggiata da Carlo De Benedetti. Il vero motivo, raccontano gli spifferi, è che l'ex editore sarebbe stufo della direzione di Mario Calabresi, che avrebbe tentato senza successo di sostituire con Massimo Giannini, l'ex vice di Ezio Mauro da lui rimpianto («è stato un grandissimo direttore») al timone di Repubblica. L'operazione è stata stoppata dai vertici della Gedi, in particolare dall'amministratore delegato Monica Mondardini, dominus del gruppo con cui i rapporti non sarebbero più ottimi. In un retroscena di Dagospia si racconta che è «la Mondardini, cara a John Elkann, che ha apparecchiato la coppia impossibile Calabresi&Cerno», mentre secondo altre indiscrezioni di Lettera43 «il sempre più malmostoso Carlo a tutti i giornalisti della prima nidiata scalfariana che lo vanno a trovare racconta che Repubblica è allo sbando, sia dal punto di vista della linea politica che dei risultati economici». Le critiche dell'Ingegnere sarebbero rivolte alle scelte editoriali, ma anche alla fusione con la società editrice di Elkann (De Benedetti parla bene solo di Marchionne), e poi alla scarsa incisività del figlio Marco come editore. L'ottantatreenne Carlo, invece, sembra sempre affascinato dal mondo dei giornali. Che ne voglia comprare un altro?

    Lazio, rinnovo de Vrij: si apre la settimana decisiva

    La proposta del club è salita fino a un triennale da 2,5 milioni a stagione e clausola rescissoria fissata a 27-28 milioni.Il giocatore ha detto già no...

    In sala con la famiglia da Coco a Jumanji

    Il dominio sul botteghino delle feste è di Star Wars - Gli ultimi Jedi di Rian Johnson, ma non mancano le grandi uscite che mirano a portare nelle sale i pubblici di ogni età......

    Giovanardi si fa da parte: "Non mi ricandido"

    Il senatore era in parlamento dal 1992 (agf) Il senatore modenese Carlo Amedeo Giovanardi, 67 anni, non si ricandiderà alle prossime elezioni politiche.  E' stato lo stesso senatore, che oggi fa parte del nuovo partito di centro destra Idea, a darne l'annuncio. Giovanardi è stato in parlamento ininterrottamente dal 1992 fino ad oggi, entrando da deputato della Dc. Recentemente, nel 2014, si è anche candidato alle elezioni amministrative per diventare sindaco di Modena, dove ha ottenuto il 3,9% dei voti. In questa legislatura è stato fiero oppositore di due leggi approvate in parlamento, quella sulle unioni civili per le coppie omosessuali e quella sul biotestamento.

    Caso Ljajic, respinto il ricorso della Roma sui bonus da pagare alla Fiorentina

    Il Collegio di Garanzia del Coni ha respinto il ricorso presentato, l’8 novembre 2017 dalla Roma nei confronti della Fiorentina, della Figc e della Lega Serie A, contro la...

    Intervista a Tom Walker: ‘Nel 2018 uscirà il mio nuovo album’

    Tom Walker è un cantautore e musicista britannico classe ’91 originario di Manchester. Ha pubblicato il suo singolo di debutto "Sun Goes Down" nel marzo 2016, seguito da una serie di altri brani come "Fly Away With Me" del giugno 2016 e “Play Dead” del settembre 2016. Il 19 maggio 2017 il musicista britannico pubblica per la Relentless Records il suo primo EP intitolato “Blessings”, a ottobre esce poi il suo ultimo singolo “Leave A Light On”, brano scritto dallo stesso artista insieme a Steve Mac (già produttore di “Shape of You” di Ed Sheeran). Nel 2017 ha partecipato al Glastonbury e al BBC Festival. Abbiamo avuto l’occasione di incontrare Tom Walker durante una sua visita a Milano e ci siamo fatti raccontare la genesi del suo ultimo singolo e come ci si sente ad aver raggiunto il grande pubblico.

    Napoli-Udinese, parla Di Natale: «Oddo bravo allenatore, ma questo è l'anno degli azzurri»

    Una sfida molto sentita quella di domani al San Paolo per Totò di Natale. Il napoletano che ha sposato la causa dell’Udinese durante la sua carriera ha sempre conservato l’azzurro sempre nel cuore: «Ho sostenuto la squadra della mia città anche da lontano. Ma nel lavoro ho fatto scelte diverse», ha spiegato l’ex attaccante. Scelte dure, ma Di Natale ha sempre dato priorità alla famiglia. E magari, se fosse ancora fra i giocatori del club friulano, domani avrebbe cercato di evitare la sfida, come ha spesso fatto ai tempi in cui giocava. Anche perché, come ha più volte rivelato, soffriva a segnare contro gli azzurri: «Era come far gol a mio fratello». Ora crede che il Napoli sia pronto per lottare fino alla fine in Serie A: «Quest'anno stiamo assistendo ad un grandissimo campionato, ma secondo me alla fine si ridurrà ad una sfida fra Napoli e Juventus», ha commentato ai microfoni di Sky Sport. E aggiunge: «Anche l’Inter e la Roma stanno facendo bene, sono vicine alla vetta, ma per me non sono le favorite. E la sconfitta con i bianconeri ci può stare per la squadra di Sarri, niente di preoccupante».

    Anche i Queens of the Stone Age al Lucca Summer Festival

    Anche i Queens of the Stone Age al Lucca Summer Festival. Dopo il grande successo del 2017 con i Rolling Stones, anche l’edizione 2018 del Lucca Summer si preannuncia ricca di nomi importanti: ultimi, in ordine di annuncio, i Queens of the Stone Age. La band statunitense sarà in Italia per partecipare anche agli I-Days Festival. Parole chiave: i days festival , lucca summer festival , firenze rocks , queens of the stone age

    Lazio, Inzaghi concede un giorno di riposo. Domani la cena di squadra

    Il riposo dopo il pareggio. Simone Inzaghi ha concesso una giornata libera ai suoi ragazzi. All?indomani del 3-3 in casa dell?Atalanta, i biancocelesti non si sono allenati.

    «The Minister’s Black Veil» con Willem Dafoe (in incognito)

    L’attore con il volto coperto in scena a Napoli in uno spettacolo di Romeo Castellucci: «Di lui si vedrà solo la bocca». Da mercoledì al festival Quartieri di vita a Napoli

    Giacomelli e la foto di Totti: la Procura della Figc apre un fascicolo

    È con tutta probabilità in arrivo l’apertura di un fascicolo da parte della Procura della Figc, dopo le notizie stampa su una foto di Totti su profili social dell’arbitro Piero Giacomelli,...

    Lo spoiler di Genny Savastano: «Sì, stiamo già lavorando a Gomorra 4»

    Cappello di lana in testa, occhiali scuri e le dita di una mano in primo piano a indicare il numero quattro. Con questa foto, pubblicata qualche ora fa sulla sua pagina Facebook, l’attore Salvatore Esposito ha voluto comunicare importanti novità sul seguito di Gomorra – La Serie in onda sulla piattaforma Sky e di cui è protagonista. E se l’immagine è un po’ criptica, il post che l’accompagna lo è molto meno: «Inizia la settimana che ci porterà al gran finale di stagione di Gomorra3 ed io immaginando la vostra tristezza – scrive l’interprete di Genny Savastano –. Vi annuncio con gioia che é già in fase di scrittura Gomorra 4!!! Ora vi toccherà solo aspettare venerdì per sapere chi ci sarà e chi no». Dunque, i fan della serie nata da un’idea di Roberto Saviano possono stare tranquilli: le due puntate che Sky trasmetterà venerdì sera decreteranno solo la fine della terza stagione, mentre la serie avrà un seguito. Resta solo da vedere se la faida che si è aperta tra il clan di Forcella, comandato da Enzo “Sangue blu”, e i confederati avrà un vero vincitore. E ancora: Genny e Ciro riusciranno a tornare al potere nella loro Secondigliano? E Patrizia, regina del doppiogioco, sarà capace di portare a compimento i suoi piani oscuri? La sera del 22 dicembre queste domande troveranno delle risposte. Ma probabilmente qualcuna resterà irrisolta in attesa della quarta stagione.

    Da Malagò a Gina Lollobrigida, sport e spettacolo ricordano Giuliano Gemma

    La federazione pugilistica italiana ha organizzato anche quest'anno la manifestazione per ricordare il popolarissimo attore scomparso, grande appassionato...

    Ozpetek torna al cinema dal 28 dicembre: «La mia ?Napoli velata? è femmina»

    Un mistery-thriller pieno di fantasmi, doppì, allucinazioni in una realtà altrettanto doppia e allucinata, il tutto con dentro la storia d'amore di una sola notte, ma piena...

    Wickam dalla Premier League a Napoli. Ma per un tatuaggio

    Fermo ai box per la rottura del legamento crociato, il giocatore del Crystal Palace, Connor Wickam, ha adornato il suo corpo con un nuovo tatuaggio. Il 23enne attaccante ha scelto il tatuatore napoletano Costantino Sasso, in arte Costattoo, per un lavoro di cover up sul suo “sleeve tattoo”, tatuaggio sul braccio a manica. «Mi ha contattato su Instagram – spiega Sasso, tatuatore da 24 anni – facendomi i complimenti per i miei lavori e mi ha chiesto un appuntamento. Il fatto che sia venuto direttamente dall’Inghilterra per farsi tatuare da me mi riempie d’orgoglio». Non si tratta del primo calciatore che passa nel suo studio di Marigliano: sono stati qui gli azzurri Giaccherini e Hysaj e i familiari di Insigne. © RIPRODUZIONE RISERVATA

    A Cinecittà la "Fabbrica dei sogni": la storia d'Italia rivive attraverso 150 scatti fotografici

    Dentro la "Fabbrica dei Sogni" si svolge una festa lunga ottant'anni. Grazie alla mostra allestita nello Studio 1 dal titolo "Cinecittà. Fatti e personaggi tra il cinema e la cronaca" è possibile rivivere il cambiamento e l'evoluzione dell'Italia. Ideata e organizzata da Istituto Luce, Ansa e Cinecittà si Mostra, in coincidenza con gli 80 anni dalla nascita degli studi sulla Tuscolana, la storia del nostro Paese scorre così davanti agli occhi dei visitatori, in una cavalcata che dal 1937 arriva fino al 2017. «Abbiamo cercato di dare un ordine storico e cinematografico al passare degli anni - dichiarano Alida Cappellini e Giovanni Licheri, progettisti della mostra -. Alcune fotografie non sono mai state viste prima d'ora e raccontano la vita degli italiani. Foto d'epoca che abbiamo ingrandito per dare al pubblico il piacere di vedere il tempo che scorre; un po' come se si stesse attraversando un ideale red carpet, fino ad arrivare all'ingrandimento finale della "Venusia", dal bozzetto originale Giantito Burchiellaro per il "Casanova" di Federico Fellini».

    Venditti sbaglia l'inno della Roma alla festa di Natale: il video diventa virale e Max Giusti lo difende

    «Non la sa manco lui, la sappaimo meglio io te», scherza Max Giusti rivolto alla telecamere. E il lui di cui parla il conduttore è nientemeno che Antonello Venditti.

    Armani vestirà la squadra Olimpica e Paralimpica ai Giochi invernali

    EA7 Emporio Armani sarà official outfitter della squadra Olimpica e Paralimpica Italiana per i Giochi invernali di Pyeongchang 2018. Continua così la collaborazione tra Giorgio Armani, il CONI e il Comitato Paralimpico, avviata in occasione dei Giochi di Londra 2012 e proseguita con l’edizione invernale di Sochi 2014 e i Giochi di Rio del 2016. Gli atleti indosseranno capi sportivi firmati EA7 nel tempo libero e nelle occasioni ufficiali per tutta la durata della manifestazione. Il kit consegnato a ciascun atleta è un guardaroba modulare che include una giacca e un pantalone tecnici da sci, una mantella tecnica, un piumino lungo, un pile, polo e t-shirt in bianco e blu con dettagli in fantasia tricolore, un maglione, un pantalone in warm cotton e un completo tecnico seamless come primo strato. Completano la fornitura gli accessori: guanti, cappello, sciarpa, due paia di scarpe modello trial waterproof con grip antiscivolo nelle versioni alta e bassa, trolley, gymbag, zaino porta scarponi e messenger. I capi sportivi sono realizzati nell’iconico ed elegante blu navy con dettagli grafici tricolore, e logo EA7. Il completo da sci destinato al podio si distingue per il look elegante dall’impronta active; il tessuto tecnico è realizzato con materiali performanti di ultima generazione che rispondono ai più alti standard di qualità.

    Serena Rossi, una bellezza naturalmente travolgente

    Amatissima attrice di Un posto al sole, la prima cosa a colpire di lei sono i capelli ricci che deve tenere a bada con balsamo e maschere. Segue i consigli di un nutrizionista per stare in forma ed è un'amante dell'abbronzatura

    Torino, "Vero Amore" alla Gam: in mostra la Pop art italiana

    Sessanta opere di artisti che al meglio hanno rappresentato l'arte popolare italiana in esposizione alla Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea

    Stelle alla cannella, i biscotti tedeschi da regalare a Natale

    Le stelle alla cannella sono biscottini tedeschi buonissimi e semplici che potete preparare in casa e regalare ai vostri amici, sono deliziosi e si conservano per qualche giorno.

    Dopo la diagnosi di tumore via carne e latticini. Ma è un grosso errore

    I pazienti fanno tanti errori eliminando cibi che in fase di malattia sono utili: un buono stato nutrizionale è indispensabile per combattere il tumore e tollerare le cure, infatti ogni anno circa 35mila pazienti oncologici muoiono a causa di carenze di nutrienti

    Smartphone e salute: nuove direttive dal dipartimento della sanità della California

    I pericoli per la salute legati all’utilizzo eccessivo e scorretto dei telefoni cellulari non sono certo una novità e ciclicamente... L'articolo Smartphone e salute: nuove direttive dal dipartimento della sanità della California proviene da iSpazio.

    A novembre Xbox One X ha venduto 430.000 unità negli Stati Uniti, superando di molto quanto fatto da PlayStation 4 Pro l'anno precedente - Notizia

    L'informazione da un insider. Che Xbox One X sia la console più potente sul mercato ormai lo sanno anche i sassi, anche perché Microsoft ce lo ricorda in continuazione, ma come stanno andando le vendite? A quanto pare molto bene, relativamente alle aspettative. Stando ai dati riportati dall'insider John Harker, famoso per i "sales threads" sul forum NeoGAF prima e su Resetera ora, raccolti dai nostri amici di Red Ring, solo negli Stati Uniti, a novembre, Xbox One X ha venduto 430.000 unità. Per fare qualche confronto, a novembre dello scorso anno, PlayStation 4 Pro vendette 260.000 unità, mentre a ... Notizie giochi.

    Borsalino, respinto concordato: fallita storica azienda di cappelli

    La Borsalino, storica azienda alessandrina di cappelli, è fallita. Il tribunale ha respinto infatti la richiesta di concordato della Haeres Equita srl, la società dell'imprenditore svizzero Camperio che gestisce l'azienda dopo l'affitto del ramo. Lo rendono noto i sindacati che nel pomeriggio incontreranno i curatori, Stefano Ambrosini e Paola Barisone, e i lavoratori. Dall'azienda, al momento, non è stata data nessuna comunicazione ufficiale.

    L’importanza della luce

    Progettato da Zaha Hadid, l’edificio principale del MAXXI di Roma si presenta come sovrapposizione e [...] The post L’importanza della luce appeared first on Interni Magazine.

    Pietrasanta - Un'Audi A5 si arena sulla spiaggia

    A Marina di Pietrasanta, in provincia di Lucca, un automobilista si è avventurato sulla spiaggia arenandosi a bordo della sua Audi A5 Sportback. Il tratto percorso sulla sabbia della Versilia è stato piuttosto breve: mentre il guidatore si stava allontanando dal mare, infatti, il peso dell'auto l'ha fatta sprofondare. Insabbiata. Nell'immagine, pubblicata sui social network dall'ex vice sindaco di Pietrasanta e ripresa dall'Ansa, si può vedere l'Audi A5 Sportback arenata a pochi metri dal mare. Il sistema di trazione integrale quattro in questo caso non è bastato per trarre d'impaccio la quattro porte tedesca: probabilmente una volta bloccatosi il guidatore ha iniziato ad accelerare, scavando la sabbia con le ruote e affossando ancor di più l'auto. Ora, oltre a dover chiamare un carro attrezzi per far recuperare la sua auto, il proprietario dovrà anche pagare una multa salata in quanto la circolazione sulle spiagge è severamente vietata.

    Montagne: le cattedrali di roccia più affascinanti del mondo

    Paesaggi imponenti, colori suggestivi e a volte inconsueti, picchi arditi ed eroici: le montagne sono tra gli elementi geografici in cui la natura più si diverte a creare scenari spettacolari e impressionanti. Ne abbiamo scelti dieci, tra i più belli e curiosi ai quattro angoli del pianeta.

    Che cos'è la Forza di Coriolis? #Sapevatelo

    Ogni settimana una curiosità, una notizia sui temi trattati da National Geographic. Tornate a trovarci e non perdete l'appuntamento con Sapevatelo su Nat Geo.