• Il Ppe riabilita Berlusconi. E Silvio rassicura sul 3%

    www.lastampa.it
  • Juve al minimo

    www.lastampa.it
  • ACCUSATO DI STUPRO DALLA FIGLIA SI SUICIDA/ E se la fine di quell'uomo fosse anche colpa nostra?

    www.ilsussidiario.net
  • Filippine, eruzione del vulcano Mayon

    www.ansa.it
  • Calcio e diritti TV, fallisce la seconda asta: la Serie A sbarca in Spagna?

    it.blastingnews.com
  • Napoli, agguato di camorra, uccisa una 43enne con diversi precedenti penali

    napoli.repubblica.it
  • Caserta, uccide la moglie e spara ai passanti: 5 feriti | Barricato per ore, poi si spara in testa e muore

    www.tgcom24.mediaset.it
  • Trump tagliato fuori dalla "vecchia politica" sullo shutdown

    www.repubblica.it
  • Mercato: la Roma cede Dzeko al Chelsea, Sanchez ufficiale allo United

    www.repubblica.it
  • "Né comunisti, né grillini" Così la mafia controlla il voto

    livesicilia.it
  • Pranzo da 1.100 euro a Venezia, ecco le prove degli studenti giapponesi

    corrieredelveneto.corriere.it
  • Giallo in Thailandia: 62enne di Chiavenna ucciso, fatto a pezzi e bruciato

    www.ilgiorno.it
  • Caso Matacena, la difesa di Claudio Scajola

    www.lettera43.it
  • Riciclaggio, chiesto processo per Fini e Tulliani

    www.rainews.it
  • Pedofilia, Papa Francesco: "Ho sbagliato a chiedere le prove alle vittime, per loro è stato uno schiaffo"

    www.repubblica.it
  • Torino,avviso garanzia portavoce sindaca

    www.corrieredellosport.it
  • Flat tax, a beneficiare dell'aliquota unica sarebbero soprattutto i ricchi

    www.ilfattoquotidiano.it
  • Sappiamo chi saranno i candidati del M5S in Parlamento (un pezzo, almeno)

    www.ilpost.it
  • L'eccellenza in arancione. Ecco i 227 superborghi d'Italia

    www.repubblica.it
  • Raggi: “Presto saranno rinominate le vie di Roma intitolate a chi aderì al Manifesto della razza”

    www.lastampa.it
  • Napoli, donna boss uccisa con tre colpi al volto: l'ombra della faida di camorra

    Due colpi per fermarla, altri tre da distanza ravvicinata per finirla. Chi ieri sera ha sparato a Annamaria Palmieri, di 54 anni, la donna trovata morta nel Bronx di San Giovanni a Teduccio, non voleva lasciarle scampo. Non una intimidazione, né una punizione: una sentenza di morte, firmata nei tribunali di camorra ed eseguita senza pietà davanti alla casa del figlio e a pochi passi dalla roccaforte di uno dei clan della zona. All'arrivo delle forze dell'ordine la vittima era riversa al suolo, la faccia sull'asfalto, in una pozza di sangue. Inutili i tentativi di rianimazione: i proiettili l'avevano uccisa praticamente sul colpo. Poco dopo, quando si è diffusa la notizia, in strada si sono riversati parenti e conoscenti, le forze dell'ordine hanno continuato a lavorare in un'atmosfera tesa, pesante. Sul posto anche gli esperti della Polizia Scientifica, che hanno rinvenuto e repertato tre bossoli vicino al corpo, altri due dello stesso calibro sono stati invece trovati a una decina di metri. Verosimile che i sicari avessero seguito la donna fino alla casa del figlio, o la stessero aspettando appostati nei paraggi, e le abbiamo sparato non appena è uscita dall'edificio. Le indagini sono affidate alla Squadra Mobile della Questura di Napoli e agli investigatori del commissariato San Giovanni della Polizia di Stato, che ieri sera, insieme a una pattuglia del commissariato Ponticelli, hanno effettuato i sopralluoghi, anche per verificare l'esistenza di eventuali telecamere che potrebbero aver ripreso l'omicidio o fornire indicazioni sui killer.

    Filippine, 40mila persone in fuga per attività vulcano Mayon

    Sono salite a quarantamila le persone fuggite dai villaggi nei pressi del vulcano Mayon, il più attivo delle Filippine. Molto intensificato nelle ultime ore il flusso di lava e soprattutto la colonna di fumo che sovrasta il vulcano. Secondo le autorità, potrebbe verificarsi una violenta eruzione "esplosiva" entro breve tempo, poche ore o qualche giorno al massimo. Innalzato a 4 su un massimo di 5 il livello di allerta.

    La tristezza di Dzeko e l’orgoglio dei suoi tweet. È il momento di Schick, domani vuole la Samp

    La Repubblica (F.Ferrazza) – Un addio lento e, per certi versi, struggente, perché Edin Dzeko lo avrebbe volentieri evitato. E così, mentre il suo trasferimento al Chelsea diventa sempre più realtà, l’attaccante ha ieri condiviso su Twitteruna statistica che lo vede coinvolto — da quando ha esordito con la maglia giallorossa nell’agosto del 2015 — in ben 64 dei gol realizzati dalla Roma, mettendone a segno 46. Sono invece 18 le reti arrivate grazie a un suo assist, per numeri che il ragazzo mette in evidenza, gonfiando virtualmente il petto mentre è in ritiro con i compagni a Milano. In ritiro e in piena trattativa per trovare l’accordo con il club inglese, mentre Di Francesco ha analizzato il pareggio contro l’Inter, preparando subito la gara di domani sera contro la Sampdoria. Dzeko ha incontrato nell’hotel di Cornaredo — dove i giallorossi alloggiano — il suo manager italiano, Martina, per una situazione che inevitabilmente distoglie le energie mentali del bosniaco che a San Siro è stato tra i peggiori in campo. Di contro, quasi fiutasse che il suo momento sta arrivando, Schick si è messo in mostra durante la partitella di allenamento di ieri, realizzando un gol a pallonetto, di sinistro, dalla distanza. In attesa che si definisca la trattativa per Dzeko, da capire se Di Francesco deciderà di schierare Patrik, contro la sua ex squadra, la Samp, anche se dopo la gara con l’Inter il tecnico ha ammesso di voler far giocare Edin fin quando lo avrà a disposizione. Chiusa nel frattempo — in attesa di quella del numero nove — la questione legata al trasferimento al Chelsea di Emerson, per una ventina di milioni.

    Houston supera Miami, Bucks ok dopo il cambio

    Houston supera Miami, Bucks ok dopo il cambio. I Rockets recuperano 15 punti e vincono nel finale grazie ai 28 di James Harden. Il coach ad interim Joe Prunty conquista il primo successo sulla panchina dei Bucks, trascinati dai 35 punti di Kris Middleton e i 32 di Malcolm Brogdon. Crolla Washington a Dallas e perde anche Philadelphia a Memphis. Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui. Parole chiave: nba 2017-18

    Shoah, Veltroni racconta in un docu-film la storia di Sami Modiano, sopravvissuto a Birkenau

    L?orrore della Shoah in un documentario del regista Walter Veltroni, che racconta la vicenda umana ed universale di Sami Modiano, deportato da ragazzino nel lager di Birkenau, insieme alla...

    Isola dei Famosi, la leggenda del fantasma a cavallo: "Un fascio di luce sul letto"

    Serena Pizzi Alessia Marcuzzi ha rivelato in diretta che sull'Isola dei Famosi c'è il fantasma di una ragazza e anche Craig Warwick ha sentito la sua presenza: "Non è cattiva" Alessia Marcuzzi durante l'ultima puntata di Verissimo ha rivelato in diretta che sull'Isola dei Famosi c'è il fantasma di una donna che va a cavallo. "Sembra che nelle edizioni passate dell'Isola, di altri Paesi, però, non quella italiana, qualcuno abbia visto il fantasma di una ragazza che andava a cavallo - aveva spiegatoAlessia Marcuzzi a Silvia Toffanin -. È successa una cosa strana. Il sensitivo Craig Warwick ha detto alla produzione 'Ho sognato il fantasma di una ragazza' ma lui non sapeva niente della leggenda". Questa sera, durante la prima puntata dell'Isola, Alessia Marcuzzi ha spiegato per la prima volta ai naufraghi la leggenda del fantasma. La conduttrice, poi, ha mandato anche in onda un filmato nel quale viene mostrato il sensitivo Craig mentre confessa agli altri vip che con loro c'è una presenza. "Lei - ha esclamato Warwick mentre i naufraghi erano in albergo prima di sbarcare sull'Isola - non è pronta a tutte queste persone che entrano nella sua casa. Non è felice, ma non è cattiva". Il racconto da brividi ha lasciato spaesati i naufraghi e gli opinionisti dell'Isola dei Famosi. Ma non è tutto perché la conduttrice ha aggiunto: "La cosa che ci ha stupiti, oltre al fatto che Craig che non sapeva nulla e ha sentito la presenza, è che hanno fatto una foto a un letto vuoto. Sembrava non ci fosse nulla di strano, poi la produzione ha visto in mezzo al letto un fascio di luce".

    Il Chelsea insiste la Roma anche l’unico indeciso è proprio Dzeko

    La Repubblica (M.Pinci) – Per decidere, aspetterà domani. Non un ultimatum, solo la voglia di prendersi qualche ora per riflettere. Il presente della Roma è appeso ai dubbi di Dzeko sul trasferimento al Chelsea: un affare da 30 milioni più bonus, a cui aggiungerne altri 20, sempre con premi annessi, che il club di Conte verserà per Emerson. Ma se il terzino brasiliano a Londra finirà per andarci , forse già oggi, il centravanti non ha ancora detto sì. Anzi, nelle ore successive al pareggio di Milano con l’Inter, la bilancia non pendeva per la soluzione favorevole: lo stipendio che offre il Chelsea, circa 3,5 milioni, è meno di quanto percepisca Edin a Roma ma per un anno in più. Non è però solo una questione di soldi. La famiglia Dzeko – lui e la splendida moglie Amra non vede di buon occhio l’idea di traslocare a gennaio, con un bimbo di 4 mesi e una di 2 anni, e solo 3 mesi dopo aver comprato casa. L’affare però è avviatissimo e oggi il suo agente, Redzepagic, volerà a Londra per trovare l’accordo economico col Chelsea. Silvano Martina, ex portiere e amico di Dzeko, lo ha invece raggiunto ieri nel ritiro milanese di Cordaredo per provare a limare le sue perplessità. Dopo aver parlato con Monchi, si è intrattenuto col centravanti nella hall dell’hotel. Dzeko, cupo e nervoso, ha chiesto tempo: domani il dilemma si scioglierà. La Roma spera nel “sì”, per sistemare i conti e poter dare la caccia a un esterno che salti l’uomo, il tipo di giocatore che serve a Di Francesco per rivitalizzare un attacco spento. Monchi segue profili diversi: Zyech e Dolberg dell’Ajax, ma pure Berardi del Sassuolo. Il sogno è Mahrez, difficilissimo. Saltasse l’affare Dzeko, il piano B sarebbe riavviare con la Cina i contatti per Nainggolan. Dal Guangzhou però nessuno s’è più fatto sentire.

    Maltempo, Livigno nuovamente isolata per neve e vento

    Le abbondanti nevicate delle ultime 48 ore e il vento in quota hanno spinto a ripristinare l'ordinanza di chiusura della strada del passo del Foscagno, facendo così ripiombare nell'isolamento Livigno (Sondrio). Le chiusure delle strade sono state decise per il rischio di caduta valanghe e quindi per ragioni di sicurezza. Martedì mattina si valuterà la possibile riapertura, anche perché la luce del giorno abbassa la soglia del pericolo.

    Joe Perry - la recensione di "SWEETZERLAND MANIFESTO"

    Joe Perry, durante la pausa/limbo in cui gli Aerosmith si stanno crogiolando, sforna un lavoro solista a base di rock anni Settanta - cioè la musica che meglio sa interpretare e scrivere.

    Caos Cavs: i compagni prendono di mira Kevin Love

    Caos Cavs: i compagni prendono di mira Kevin Love. In un incontro di squadra prima dell'allenamento, i compagni hanno messo in dubbio la legittimità del malore provato da Kevin Love, andato via dalla debacle con gli Oklahoma City Thunder durante l'intervallo e assente il giorno dopo in allenamento. Solo quando il lungo ha potuto spiegare le sue ragioni la situazione è tornata a calmarsi. Parole chiave: kevin love , cleveland cavaliers

    Antonio Cananà è il nuovo prefetto della provincia di Savona

    Savona - Antonio Cananà, 58 anni compiuti in questi giorni, è il nuovo prefetto della provincia di Savona. Nominato dal Consiglio dei ministri di venerdì scorso, sostituirà l’attuale prefetto Giorgio Manari che ha assunto l’incarico nel maggio del 2016. Origine salernitana, da oltre 20 anni residente a Roma, Cananà è stato nominato prefetto nel luglio dello scorso anno. Opera nell’Amministrazione da 27 anni con un curriculum di altissimo profilo: per 6 anni è stato a Belluno oltre ad un più breve incarico alla Prefettura di Bologna, 10 anni al Dipartimento dei vigili del fuoco, 3 anni al Dipartimento dell’immigrazione, uno e mezzo all’Agenzia che si occupa dei Beni confiscati alla mafia e negli ultimi sei anni all’Ufficio legislativo del ministero dell’Interno e con precedenti esperienze in comuni commissariati nel Bellunese e ad Arezzo.

    Isola, i nominati della prima puntata

    Si entra già nel meccanismo del gioco con le nomination. Dopo aver ascoltato i voti dei 18 naufraghi, Alessia ufficializza il primo nominato del gruppo: Marco Ferri. La sua sfidante - scelta dal mejor Francesco Monte - è Eva Henger. E' possibile votare tramite: sito ufficiale di Isola, app Mediaset Fan, chatbot della pagina Facebook ufficiale dell'Isola e sms.

    Allegri: «Importante aver tenuto passo del Napoli». Ballardini: «Primo tempo troppo timidi»

    Con il ritorno in campo dopo la sosta torna anche il sorriso ad Allegri. Nonostante la flessione nel finale, frutto «della stanchezza che ha creato ansia da risultato più che occasioni per il Genoa», la Juventus ha tenuto il ritmo di un Napoli «che sta facendo cose straordinarie anche se noi non siamo da meno: era importante vincere per rimanere in scia e per tornare al meglio dopo la sosta». Tanti gli aspetti positivi registrati dal tecnico, dalla buona prestazione di Mandzukic, «sfortunato dato che poteva far gol», alla prova generosa di Higuain, che nonostante non sia riuscito a sbloccarsi in zona gol «ha giocato per la squadra, ha fatto una bella prestazione di cui sono contento, presto tornerà al gol». «I ragazzi hanno capito a 20' dalla fine che non ce la facevano più e hanno cambiato partita - ha aggiunto Allegri -, pensando più a difendersi e a portare a casa il risultato». Non è mancata la risposta alla polemica innescata da Sarri sul calendario, respinta con forza dal tecnico bianconero: «Non è di mia competenza, mi portano il calendario, vedo quando si deve giocare e andiamo. Non replico a Sarri che dovrebbe essere contento per il grande campionato del Napoli, che sta dando vita ad un bel duello con noi, anche se è momentaneo visto che altre possono ritornare in gioco». Non è soddisfatto del primo tempo Ballardini, «in cui il Genoa è stato timido», salvo poi cambiare atteggiamento dopo la ripresa: «Abbiamo fatto un'ottima partita, abbiamo messo in difficoltà la Juventus e voglio dire bravi ai miei giocatori». Meno soddisfatto invece della prestazione in zona gol, con poche occasioni create: «Per noi è importante avere gli attaccanti che stanno bene, quando sono in forma possiamo fare bene». Per chiudere con la sua favorita per la corsa...

    Usa, esplode piattaforma di trivellazione in Oklahoma: cinque operai dispersi

    Un’esplosione, l’incendio e cinque persone disperse. Sono gli effetti di un incidente accaduto all’interno di una piattaforma di trivellazione in Oklahoma, gestista dalla Red Mountain Energy. Secondo le autorità locali, al momento della detonazione, sul posto si trovavano 22 operai, diciassette dei quali sono stati messi in salvo grazie all’intervento di tre eliambulanze. Ma degli […] L'articolo Usa, esplode piattaforma di trivellazione in Oklahoma: cinque operai dispersi proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Motley Crue, il film "The dirt" in produzione a febbraio: il cast

    Se ne parla da molto tempo, ma ora siamo finalmente ai nastri di partenza:  la biografia dei Mötley Crüe  "The Dirt: Confessions of the World’s Most Notorious Rock Band" sta...

    Inter e Roma le nuove maestre dell’antigol

    Il Giornale (R.Signori) – L’ultimo velo è caduto davanti agli occhi del maestoso San Siro: Inter e Roma sono diventate maestrine dell’antigol. O peggio: damigelle di corte e niente più.

    Le forze dell'ordine "arrestano" il governo sul nuovo contratto

    Chiara Giannini Contrari anche i militari: «Solo 44 euro di incremento al mese? Contentino inaccettabile» È scontro aperto tra i Cocer e i rappresentanti delle forze di polizia e il governo sul rinnovo del contratto nazionale di lavoro dei comparti Sicurezza e Difesa. «Un vergognoso contentino pre elettorale che non possiamo accettare», spiegano gli addetti del settore schierati dalla parte di militari e agenti. Anche perché la Corte costituzionale si espresse nel 2015 sulla vicenda e in tre anni solo adesso, alle porte con le elezioni, si trova il tempo di proporre di corsa una soluzione che scontenta i più. Oggi si terrà l'ennesimo incontro in cui le organizzazioni sindacali e le rappresentanze militari daranno battaglia per far sì che la proposta dell'esecutivo non si trasformi nella solita medaglia al petto per i partiti in vista della prossima tornata elettorale del 4 marzo. Contrari alla firma, oltre ai sindacati di polizia, anche i rappresentanti dei Cocer di Aeronautica, Marina e Carabinieri. È possibile che anche i sergenti dell'Esercito si schierino dalla loro parte, mentre daranno il loro assenso al nuovo contratto nazionale ufficiali e marescialli della Forza armata di terra. C'è chi dice «per paura di ripercussioni interne», visto che il Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, è proprio dell'Esercito. Che succederà? Che l'amministrazione, probabilmente, darà il suo assenso alla proposta del governo, nonostante il malcontento generale. Ma fino a quel momento i militari diranno un «no» secco e importante contro una proposta di contratto che è molto distante dalle loro richieste e che, se dovesse passare, andrà sicuramente a influire sull'opinione politica di coloro che, pur indossando una divisa, restano anche cittadini con diritto di voto. Finora nessuna normativa è stata messa sul tavolo della trattativa, ma solo una proposta economica di aumento del 3,48 per cento degli stipendi mensili lordi, che in soldoni fanno circa 44 euro. C'è chi opta per il «pochi, maledetti ma subito», e c'è chi, come il deputato di Forza Italia, Elio Vito, fa notare che, nonostante le iniziative parlamentari per impegnare il governo su questo fronte, si sia riusciti solo «a strappare risorse stentate, mai effettivamente stanziate». «Hanno buttato 5 miliardi di euro continua - per i clandestini e continuano a riservare le briciole per chi si occupa della nostra sicurezza». Non si fa attendere la dichiarazione del luogotenente Antonello Ciavarelli (Cocer Marina e Guardia Costiera): «Dopo oltre 8 anni di mancato contratto le norme sono addirittura state interpretate al ribasso. Un esempio? Quando le navi sono in missione internazionale si forfettizza l'orario di lavoro riconoscendo meno di 3 euro all'ora al posto dello straordinario. Lo stesso criterio aggiunge - avviene per le motovedette della Guardia costiera. Si rischia la vita per salvarne altre per 3 euro l'ora. I colleghi chiedono dignità e riconoscimento per i sacrifici che si fanno per la Nazione. Ecco perché chiediamo di non firmare se non c'è un confronto democratico sul contratto normativo». Sulla stessa linea il maresciallo Marco Cicala (Cocer Aeronautica): «Ci sono state presentate delle tabelline con ripartizione a pioggia chiarisce - senza che si entrasse minimamente nel merito. Sono pronto al confronto, a lavorare sui temi e risolvere le tante criticità che vive il personale che rappresento, ma dico che per fare un contratto come si deve occorre il tempo, quel tempo necessario per rendere più funzionale lo strumento militare».

    L'Isola dei Famosi al via: Casella come Fantozzi, attacco di panico per Francesca Cipriani

    Ci sei o ci fai? È questo il tormentone dell' Isola dei Famosi. Fin dalla presentazione dei naufraghi, dalle prime battute e dallo sbarco in Honduras, infatti, si è capito che questa edizione del reality avrà due pungiball per le battute dello studio, dei Gialappa's, e del pubblico dei social. Si tratta di Giucas Casella e dell'esplosiva, quanto imprevedibile, Francesca Cipriani. Il primo si sta sempre più malgioglizzando per essere un personaggio. Finge di vedere tutti perché dotato di poteri da paragnosta, quando in realtà, vista la sua non più tenera età, potrebbe aver bisogno del pastore tedesco che lo accompagni. Per il momento le uniche certezze che è riuscito a ottenere il mago è che Alessia Marcuzzi quando lancia la pubblicità dice la parola magica al pubblico davanti alle telecamere: "Guardami guardami! Pubblicità". La seconda certezza è l'accostamento che ha ricevuto dalla sua vecchia amica Mara Venier: "Giucas sembra Fantozzi". Di sicuro la sua stravaganza sarà uno dei temi più dibattuti. Come è stato per Malgioglio al recente Gf Vip. La seconda, la Cipriani, è già stata colpita dalla prima crisi di panico, quando si doveva buttare dall'elicottero. "Non voglio morire", ha aggredito perfino il pilota pur di non buttarsi giù. Chi invece ha allarmato la capitaneria di porto della zona, come hanno sottolineato i telespettatori che seguono la diretta sui social, è stato il tuffo in mare dall'elicottero da Nadia Rinaldi. Per l'occasione si è temuto uno tsunami ma l'allarme è rientrato presto grazie anche all'adorabile complimento della Marcuzzi (che vestita da Pinocchio nell'indole) le ha detto: "Nadia, ti trovo in perfetta forma".

    Il brasiliano che ha stregato Roma, Diego Alves: «Ora Alisson è il Pelè dei portieri»

    Il Giornale (L.Guelpa) – « Quando ti trovi a dover competere con Ederson e Alisson, alla fine è meglio accontentarsi di essere riserva di entrambi. Sogno il mondiale con il Brasile, ma mi rendo conto di non avere possibilità di fronte a due colossi come loro. E adesso basta con questa storia dei portieri brasiliani scarsi». Diego Alves ammette la superiorità dei suoi due colleghi e in cuor suo sa che il ct verdeoro Tite lo chiamerà un po’ come fece Lippi con Peruzzi nel 2006, sperando nello stesso esito finale. L’ex portiere del Valencia, da qualche mese rientrato in patria nel Flamengo, è stato a un passo dal sostituire Alisson nella Roma. È accaduto quando l’estremo difensore giallorosso si stava per accordare con il Liverpool di Klopp. Il matrimonio sarebbe stato solo rimandato per celebrarsi in estate ( Real e Psg permettendo), ma nel frattempo i tifosi romanisti si godono il gigante che non ha nulla da invidiare a Donnarumma, Courtois o Neuer. Anzi, forse in questo momento il 25enne Alisson Becker è il miglior portiere in circolazione in Europa per tecnica, personalità e rendimento. I suoi numeri fin qui dicono 2.340 minuti giocati (26 partite), 21 gol subiti, 12 incontri a porta inviolata. La Roma ha la seconda miglior difesa della Serie A a pari merito con la Juventus e dietro al Napoli. Rispetto ai partenopei i giallorossi hanno subito il doppio dei tiri in porta, e Alisson il doppio delle parate effettuate. L’altra sera a San Siro contro l’Inter è stato a dir poco fenomenale. D’accordo, ha raccolto in fondo alla rete la conclusione di Vecino, ma per tutta la gara ha tenuto a galla la Roma dall’assalto nerazzurro. Il ragazzo ha numeri importanti, e ammette di essere cresciuto dopo aver iniziato a leggere pagine della Bibbia ed essersi sposato con Natalia, « che mi ha regalato serenità». La sua carriera è iniziata mentre si stava chiudendo quella del milanista Dida. Era il 12 ottobre del 2014: nella sfida del Brasileirao contro la Fluminense il tecnico dell’International di Porto Alegre, Abel Braga, decise di rimpiazzare Dida proprio con il ragazzone di origini tedesche (di Saarbrucken per la precisione) e che due anni dopo venne ceduto alla Roma per circa 8 milioni di euro. Oggi la sua valutazione di mercato vale almeno dieci volte tanto. « Ma lui non si preoccupa–...

    Napoli, aggressione all'inviato di Striscia durante un servizio sullo spaccio

    Oggi pomeriggio verso le ore 16, nel rione Traiano a Napoli, Vittorio Brumotti e la sua troupe hanno subito un nuovo attacco con insulti, lancio di uova e di pietre, oltre a un tentativo di bloccare le loro auto, mentre erano impegnati in un servizio sullo spaccio di droga. Lo fa sapere 'Striscia la notizia' spiegando che, "dopo aver raccolto informazioni e materiale video nel corso del weekend, oggi l'inviato di Striscia si è presentato con una serie di foto degli spacciatori più attivi del quartiere, chiedendo alla gente del posto se li conosceva". "Immediata è stata la reazione: l'auto blindata di Striscia è stata circondata da una decina di uomini incappucciati che hanno tirato calci contro il mezzo, accompagnati da insulti, minacce e lancio di uova e sassi", spiega. Il servizio andrà in onda domani sera a Striscia la notizia.

    Isola dei Famosi, Giucas e Amaurys fanno i loro bisogni in diretta

    Serena Pizzi Amaurys Pérez e Giucas Casella hanno fatto divertire i telespettatori dell'Isola con un siparietto un po' particolare: "Ragazzi vi prego andiamo avanti" Dopo le difficoltà di Francesca Cipriani a buttarsi dall'elicottero, all'Isola dei Famosi c'è stato uno sketch tra Giucas Casella e Amaurys Pérez che ha fatto divertire il pubblico. I due naufraghi, infatti, dopo essersi buttati dall'aereo, hanno raggiunto l'Isola. Alessia Marcuzzi li ha subito accolti con un caloroso applauso, ma dopo poco ha dovuto mandare la pubblicità. Subito dopo l'interruzione pubblicitaria, però, Daniele Bossari ha preso la parola per segnalare il siparietto divertente: "Alessia, scusami se ti interrompo. 30 secondi fa Giucas e Amaurys hanno fatto la gara di chi fa la pipì più lontana". La conduttrice dell'Isola dei Famosi è rimasta senza parole: "Ma davvero? Giucas, Amaurys, non potevate farla in mare? Ci siete stati fino ad ora". Immediatamente il pubblico è scoppiato a ridere e anche Stefano De Martino non riusciva a stare serio: "Aiutatemi, qui non ce la faccio". E come a volersi giustificare, Giucas Casella ha commentato: "Dovevo fare la pipì, ma la stavo facendo vicino a Pérez. L'ho guardato e mi sono spaventato perché ho visto una bestia". Il doppio senso ha scaldato gli animi sull'Isola e solo l'intervento della padrona di casa ha riportato la calma: "Ragazzi, abbiamo capito. Basta, questa Isola è un po' così..."

    Dzeko al passo d’addio. Il bosniaco al Chelsea per sanare il bilancio

    Il Giornale (M.Di Dio) – Corre solitario in allenamento e non si sa quanto triste. Sul campo di Settimo Milanese, lontano dunque da Trigoria e dagli echi di una piazza in fermento per il mercato di gennaio da uscite eccellenti, Edin Dzeko riflette sul suo futuro prossimo. Londra e il Chelsea lo aspettano per la sua seconda esperienza in Premier League, lui – che prepara con i compagni il recupero di campionato con la Sampdoria – si è preso qualche ora in più per decidere. Il bosniaco a Roma sta bene, ha da poco comprato casa (che sta ristrutturando) e avrebbe voluto mettere radici nella Capitale dove è nato il suo secondo figlio. Sarebbe tentato dall’idea di dire no e rimandare tutto all’estate, visto che al Chelsea, almeno al momento, non giocherebbe la Champions League, sarebbe chiuso da Morata (e Hazard ha detto chiaramente come non ci sia bisogno di nuove punte) e si trasferirebbe senza sapere con certezza il progetto tecnico della prossima stagione. Roma e Chelsea sembrano però ormai in dirittura d’arrivo per l’accordo da 50 milioni più 10 di bonus, accordo che comprende anche la cessione – questa di fatto già definita nei dettagli – di Emerson Palmieri. L’agente di Dzeko è a Londra per sbloccare l’impasse creatasi sui termini di pagamento e sull’entità dei bonus. C’è addirittura chi parla di una telefonata di Antonio Conte, il tecnico dei Blues, che ha voluto accertarsi personalmente della volontà del calciatore rilanciando sull’ingaggio.

    Spara dal balcone e ferisce 5 persone, uccide la moglie e si barrica in casa: un sostenitore di Forza Nuova semina il panico nel Casertano

    Scene da far west a Bellona, nel Casertano, dove un uomo di 48 anni, Davide Mango si è affacciato al balcone della sua abitazione e ha iniziato a sparare verso la strada con un fucile: 5 le persone ferite, nessuna in pericolo di vita, tra cui il comandante della stazione dei carabinieri di Vitulazio. L'uomo, sostenitore di Forza Nuova, si è barricato in casa, in via Cafaro, e ha detto di aver ucciso la moglie: la notizia del decesso è stata confermata successivamente dal 118 e dalla Questura. I carabinieri stanno cercando di convincerlo alla resa. La figlia dell'uomo, una ragazza di 14 anni, è riuscita a fuggire dall'abitazione in tempo ed è stata portata al sicuro. Successivamente l'uomo ha tentato il suicidio. Carabinieri e polizia si sono posizionati di fronte alla palazzina. Dall'interno dell'abitazione, al secondo piano, nessuna risposta. Le luci sono spente. L'uomo, oltre ad aver sparato colpi di pistola e altri con fucile da caccia, nel corso del pomeriggio ha lanciato dal balcone anche alcuni oggetti. Il racconto dell'amico: "È una cosa inspiegabile, non mi ha mai parlato di problemi particolari" "Davide si è fermato con la sua auto davanti al bar nei pressi di casa sua, imbracciava un fucile; è entrato nel locale e ha sparato verso il barista rimasto ferito. Poi è uscito e ha sparato ad una donna, quindi è salito a casa e ha esploso diversi colpi contro la moglie. É uscito sul balcone sparando a chiunque gli capitasse sotto tiro". Così Vincenzo, militante di Forza Nuova e amico di Mango. "È una cosa inspiegabile, veniva spesso a cena da me perché vivo da solo, ma non mi aveva mai parlato di problemi particolari" aggiunge. "Ci eravamo conosciuti cinque anni fa a Caserta nel corso di un'iniziativa di Forza Nuova; era nata una bella amicizia". Qualcuno riferisce di problemi con la moglie. Dal panificio vicino all'abitazione di Mango, la titolare dice di aver "udito numerosi spari e di aver abbassato le serrande per paura".

    Da Gomorra alla fiction su Rocco Chinnici: Cristiana Dell?Anna interpreta la figlia del giudice antimafia

    Andrà in onda domani su Rai 1 alle 21.20 il film tv “Rocco Chinnici – È così lieve il tuo bacio sulla fronte”. Tratta dall’omonimo libro scritto dalla figlia del magistrato antimafia, Caterina, la fiction non racconta solo il servitore dello Stato, che nel 1983 fu ucciso da Cosa Nostra con un’autobomba piazzata sotto casa sua a Palermo. Il libro e poi la sua trasposizione televisiva narrano soprattutto l’uomo e il padre amorevole che fu Chinnici, sempre attento a seguire la crescita dei suoi tre figli, nonostante il suo gravoso impegno nella lotta alla criminalità organizzata siciliana. Fu lui, infatti, a istituire il pool antimafia, di cui facevano parte anche Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, che portò alla sbarra 475 imputati in quello che fu definito il maxi processo di Palermo. Diretto da Michele Soavi e prodotto da Rai e Casanova, il film vede come protagonista Sergio Castellitto, che incarna Rocco Chinnici. Mentre Manuela Ventura è Tina, moglie del giudice. Invece, a interpretare Caterina, loro primogenita, è Cristiana Dell’Anna, attrice napoletana già nota al pubblico per aver vestito i panni delle gemelle Cirillo nella soap opera “Un posto al sole”, ma soprattutto per averla apprezzata nel ruolo di Patrizia Santoro nelle ultime due stagioni di Gomorra.

    Darmian, pressing su Mourinho

    Il Messaggero (E.Trotta) – Matteo Darmian rappresenta la soluzione multitasking a Trigoria. Abile sia a sinistra sia a destra, il terzino del Manchester United sarebbe, infatti, il sostituto ideale del partente Bruno Peres e all’occorrenza di Kolarov, considerando che Emerson Palmieri è virtualmente del Chelsea (contratto di quattro anni da 2,5 milioni di euro per il brasiliano; 20 milioni più 5 di bonus per la società giallorossa). L’esterno ex Torino è da tempo in orbita Roma. Sabatini aveva provato a prenderlo più volte, senza successo. E ora anche Monchi ha deciso di puntare su di lui, intensificando i contatti con gli agenti, che nelle scorse ore hanno ricevuto pure nuove telefonate da Valencia. Darmian, ricordiamolo, a Manchester fatica a trovare spazio con continuità. Gradirebbe un ritorno in Italia, ma sa che il suo futuro dipende tutto dallo United. Tradotto: il club di Mourinho, che ieri ha annunciato l’ingaggio di Sanchez, dovrebbe accettare la formula del prestito con riscatto circa 12-15 milioni di euro accennata dalla Roma. Altri nomi sul taccuino: Bereszynski (Sampdoria), Juanfran (esterno destro, Atletico Madrid), Alex Telles (terzino sinistro, Porto). Offerti pure Gaspar (Fiorentina), Diogo Dalot (Porto B). L’ALTERNATIVA – Sondaggio anche per Criscito (Zenit) che ha il contratto in scadenza il 30 giugno. Al club di Trigoria è stato accostato anche Laxalt, in orbita Atalanta, ma dal Genoa arrivano smentite. L’uruguaiano (scadenza 2021) è poi un esterno di sinistra alto, abile soprattutto nel 3-5-2, che in carriera ha giocato poco a destra. Monchi lo ha visionato nei mesi scorsi, rimandando nuovi approcci a giugno. Costa 10 milioni di euro. Intanto i liguri monitorano Skorupski, in previsione di una trattativa estiva.

    Caserta, uccide la moglie e poi spara sui passanti dal balcone: 5 feriti. Barricato in casa per ore, poi si suicidia

    Spara nel bar vicino alla sua abitazione e di nuovo in strada, poi sale le scale di casa, si affaccia dal balcone e inizia a sparare all’impazzata con un fucile da caccia, ferendo 5 persone. Una cinquantina di colpi in tutto. Infine le urla e gli scatti d’ira. “Ho ucciso mia moglie”, ripete più volte l’uomo […] L'articolo Caserta, uccide la moglie e poi spara sui passanti dal balcone: 5 feriti. Barricato in casa per ore, poi si suicidia proviene da Il Fatto Quotidiano.

    "Isola dei Famosi": Marco Ferri ed Eva Henger sono i primi nominati

    GLI ASPIRANTI ISOLANI - E' il momento dei non famosi che hanno partecipato a "Saranno isolani". Chi entrerà tra Deianira, Franco e Valerio? Alessia apre il televoto. All'isola intanto sono arrivati i fenicotteri, tutti trainati... da Amaurys. SECONDA PROVA RICOMPENSA - Adesso tocca ai nuovi arrivati, Giucas, Amaurys, Eva e Jonathan. Adesso toccherà a loro recuperare le casse. Prima c'è un piccolo fuori programma con Casella e Perez che si appartano (ma non troppo visto che la telecamera li inquadra) per fare pipì (con tanto di commenti di Giucas sulle dimensioni di Amaurys...). Si aprono le casse: Eva trova una stuoia, Giucas una tazza, Amaurys uno zerbino e infine Jonathan un pattino da ghiaccio.

    De Rossi salta anche Marassi, Strootman resta in regia

    Il Messaggero – Esperimento riuscito: Kevin Strootman non ha fatto sentire l’assenza di Daniele De Rossi in cabina di regia. L’olandese sembra essere rinato e lo deve a Di Francesco che gli ha cucito addosso – anche per necessità – un nuovo ruolo nel 4-1-4-1 esibito domenica sera a San Siro. Contro l’Inter, Kevin è stato il migliore a centrocampo ed ora si prepara giocare di nuovo davanti alla difesa, al Ferraris (designato Orsato l’arbitro della gara non disputata lo scorso 9 settembre), in una gara determinante per il quarto posto. « Se gioco così non aiuto nessuno» ha detto Kevin dopo la sconfitta contro l’ Atalanta all’Olimpico, imbestialito con se stesso a tal punto da pensare all’addio e ricominciare in un altro club (magari in Premier), lontano da Roma e dai problemi. Dopo la sosta invernale, però, Strootman è tornato rigenerato ed Eusebio, oltre a lavorarci tatticamente, ha intrapreso con lui un percorso di rigenerazione mentale. De Rossi è bloccato a causa del problema al polpaccio, anche ieri a Settimo Milanese ha svolto lavoro differenziato e a Genova invece di sedere in tribuna accanto a Totti, probabilmente riuscirà ad andare in panchina. A dettare i tempi della squadra, allora, ci penserà di nuovo Kevin chiamato a confermarsi dando sicurezze ad un ambiente che ne ha un disperato bisogno. EUROGOL DI PATRIK – Con Dzeko in partenza per Londra, Schick scalpita e punta a prendersi il posto al centro dell’attacco. Selfie, autografi e sorrisi con i tifosi della Roma di Milano e provincia (circa una cinquantina, saranno mille domani a Marassi) dopo l’allenamento al centro sportivo Sedriano, poi un gol da applausi durante la seduta: palla sul lato destro dell’area di rigore e gol di sinistro a scavalcare il portiere. Un antipasto di quello che potrebbe fare il ceco una volta sbloccato mentalmente, e chissà se la partenza di Dzeko non sia un primo passo per prendersi la Roma all’alba dei sui 23 anni. La formazione anti-Sampdoria potrebbe subire qualche cambiamento rispetto a quella schierata contro l’Inter: Gerson, sostituito al 69’ per crampi, dovrebbe farcela, così come El Shaarawy. Il grande dubbio risiede in attacco: se la Roma non avrà ancora completato la cessione di Dzeko, l’allenatore lo vorrà...

    Isola, Franco Terlizzi è ufficialmente il diciottesimo naufrago

    Il diciottesimo e ultimo naufrago de L'Isola dei Famosi è Franco Terlizzi. Lo ha deciso il pubblico. Il 55enne di Bitonto era uno dei finalisti di Saranno Isolani, il pre-reality che ha anticipato L'Isola, e ha battuto al televoto gli altri due concorrenti: Deianira Marzano e Valerio Schiavone. Franco - che racconta di essere sposato con due figli - è pronto per unirsi agli altri naufraghi. E ha dichiarato di voler partecipare per prendersi una vacanza da... sua moglie! Chissà come lo accoglieranno gli altri concorrenti...

    Dzeko, profumo di Londra

    Il Messaggero (U.Trani) – La fumata bianca c’è, pure se ancora non si vede: Dzeko va a Londra da Conte proprio come Emerson. Trovato l’accordo tra il Chelsea e la Roma:50 milioni (30 per l’attaccante e 20 per il difensore) più 10 di bonus. E se Pallotta ringrazia Monchi per i 38 milioni di plusvalenze, Di Francesco si ritrova a metà stagione senza il centravanti titolare e il terzino sinistro di scorta. A Marassi, domani sera contro la Sampdoria, ripartirà da Schick. Ma presto la rosa giallorossa accoglierà il sostituto del bosniaco. Non nel ruolo. L’obiettivo è l’esterno offensivo che il tecnico chiede dall’estate scorsa. La lista è lunga. Di possibili rinforzi e inquietanti interrogativi. LUNGA ATTESA – Edin, intanto, si è comportato da romanista fino in fondo, presentandosi in pubblico ancora con la tuta del club giallorosso, seguendo i compagni a Settimo Milanese per l’allenamento di giornata, sedendosi a tavola con i compagni, nell’hotel di Cornaredo, a colazione, pranzo e cena. E’ presente fisicamente in ritiro, ma è come se fosse già a Londra. Dove si è spostato il suo procuratore Irfan Redzepagic per trattare con i dirigenti del Chelsea. Il centravanti, raggiunto in albergo dall’ intermediario Martina e dalla sorella, si era inizialmente irrigidito sulla durata del contratto. Avrebbe voluto un prolungamento biennale per arrivare al 2022 con i Blues (il rapporto con la società di Pallotta scade il 30 giugno del 2020). Abramovich, facendo uno strappo alla sua regola (chi ha più di 30 anni, viene vincolato solo per 1 stagione, con l’opzione per la successiva), lo ha parzialmente accontentato: 1 anno...

    Isola, gara di... pipì tra Giucas Casella e Amaurys Perez

    Giucas Casella e Amaurys Perez hanno iniziato la loro avventura all' Isola dei Famosi con una prova "tutta loro": la gara della... pipì. "A chi la fa più lontano". "Giucas non me lo aspettavo da te", ironizza la conduttrice che, incredula, fa rivedere la clip in cui i due naufraghi si contendono la vittoria di questa gara molto particolare. Il tutto, infatti, è accaduto durante la pubblicità. Ma Daniele Bossari, da bravo opinionista, vede tutto e "smaschera" i due vip.

    Con la Samp ipotesi Schick dal 1° minuto

    Leggo (F.Balzani) – Ancora bandiera bianca. Daniele De Rossi non sarà a disposizione nemmeno nel recupero di campionato di domani sera contro la Sampdoria.

    Alessia Marcuzzi, novità (di stile) all'Isola: «Indosserò solo abiti che ho già nell'armadio»

    Alessia Marcuzzi una di noi: la conduttrice dell'Isola dei Famosi, dopo aver sfoggiato nel corso degli anni outfit da sogno dei più famosi couturier, ha annunciato una novità...

    Dzeko prepara i bagagli

    Leggo (F.Balzani) – Dzeko è pronto a vestirsi di Blues e a ricoprire di sterline una Roma alla disperata ricerca di soldi. L’affare per portare il bosniaco al Chelsea, infatti, è ormai chiuso e si attende solo l’ok definitivo di Edin che si è preso qualche ora di tempo per ragionare sull’offerta e per parlare con la famiglia dell’improvviso (e inaspettato) trasloco. Ieri nell’hotel a Milano dove la squadra ha alloggiato sono arrivati il padre e la sorella di Dzeko oltre all’agente italiano Martina. Quello bosniaco, Redzepagic, doveva partire ieri per Londra ma problemi legati al visto hanno rinviato il viaggio a domani. Per far cadere le resistenze di Edin è arrivata la telefonata di Conte e un contratto 1+1 da 7 milioni. L’accordo totale dovrebbe arrivare oggi. La Roma si era già persuasa. Poco più di 60 milioni (bonus compresi) per la coppia Emerson-Dzeko: 25 per il terzino, 35 per l’attaccante. Una doppia plusvalenza benedetta per il Fair Play finanziario, un’operazione incomprensibile dal punto di vista tecnico considerato che la Roma è in corsa su due fronti. Così dopo aver ceduto il miglior assist man della scorsa stagione in serie A (Salah con 10) la Roma si appresta a salutare il capocannoniere. La coppia più bella della recente storia giallorossa si ritroverà avversaria in Premier. Se Dzeko ha le valigie sul letto, chi le ha praticamente già imbarcate è Emerson. L’italo-brasiliano avrebbe firmato via e-mail un contratto da 4 anni e mezzo a 2,5 milioni. In mattinata dovrebbe lasciare il ritiro romanista e volare a Londra. Non dovrebbe arrivare dall’Inghilterra il sostituto di Edin. La Roma ha messo in ghiaccio il prestito di Batshuayi e scartato (per il momento) l’ipotesi Sturridge. Monchi è alla ricerca di un esterno per riportare Schick al centro. In Olanda ha fatto seguire Ziyech, in Italia piace il solito Berardi ma il ritorno di fiamma più recente è per Deulofeu del Barça. Lo spagnolo conosce bene Monchi (al Siviglia nel 2015) e il calcio italiano visto il recente passato al Milan. Costo? Quindici milioni. Altri 10 andrebbero spesi per un terzino con Darmian sempre in pole. Il resto va in cassa in attesa dei sacrifici estivi. Rischiano Nainggolan(la Cina...

    Isola, Stefano De Martino si tuffa dall'elicottero

    Fisico scolpito e sorriso in bella vista. Il primo ad arrivare sulla spiaggia della Palapa è proprio lui: Stefano De Martino, l'inviato di questa edizione de L'Isola dei Famosi. "Ce l'ho fatta, non pensavo", ha subito detto il ballerino dopo essersi tuffato dall'elicottero e aver deliziato gli occhi di tutte le donne. Nessun inviato prima lo aveva fatto. E ha poi aggiunto: "E' un paradiso. I naufraghi non se la passeranno certo male".

    L'Italia parte con il piede giusto: travolta a Genzano la Polonia

    L’Italia del Futsal parte bene. L’amichevole con la Polonia disputata oggi al PalaCesaroni di Genzano si è conclusa con un roboante 7-0. Splendida la cornice di pubblico, il palazzetto gremito in ogni ordine di posti, che ha visto gli Azzurri di Roberto Menichelli avvicinarsi agli Europei in Slovenia con la marcia giusta. Ordine tattico, tenuta mentale ed entusiasmo sono state le chiavi di questa vittoria che già allo scadere della prima frazione aveva assunto le dimensioni della goleada con due reti realizzate da uno scatenato Calderollo. Lima, sua la doppietta, Baron e Merlim fanno il resto, chiudendo poi il match col risultato finale di 7-0. L’Italia partirà il 25 gennaio alla volta di Novigrad per l’ultima amichevole contro la Francia (26 gennaio) e poi a Lubiana per esordire contro la Serbia il primo febbraio. Menichelli schiera nel quintetto di partenza Mammarella tra i pali, poi Honorio, De Luca, Fusari e Murilo. La partita entra subito nel vivo, con l'Italia che ha il pallino del gioco in mano e la Polonia che prova a sorprendere gli Azzurri con la tattica del portiere di movimento. Sul finire del primo tempo si scatena Calderolli e arriva il doppio vantaggio: il giocatore dell'Acqua&Sapone raccoglie due assist di De Oliveira e batte Kaluza, che fino a quel momento era stato impeccabile. Nella ripresa il c.t. cambia il portiere, con Miarelli che prende il posto di Mammarella. A metà tempo, De Oliveira si fa parare un tiro libero, ma l'Italia è viva e trova ancora la via del gol. Stavolta è Lima a siglare il 3-0 sul terzo assist di De Oliveira, poi Baron realizza il quarto gol con la complicità di Zastawnik (che rimpalla la sfera nella propria porta). Il quinto gol lo realizza Lima, che punisce il portiere dalla distanza; poi arriva la sesta...

    "Non voglio morire": Francesca Cipriani rimanda il tuffo per... la paura

    Inizio con il botto per la nuova edizione de L'Isola dei Famosi. Non deludono mai le performance dell' ex gieffina Francesca Cipriani che, poco prima di tuffarsi dall'elicottero, si è lasciata prendere dal panico. "Chiamiamo un esorcista per la Cipriani", ha scherzato Alessia Marcuzzi. La conduttrice ha provato a calmarla, ma il pubblico non è riuscito a trattenere la risata. Nonostante le rassicurazioni, la naufraga non ce l'ha fatta. Il suo tuffo è rimandato.

    Higuain ancora a secco, Szczesny senza voto

    PAGELLE Szczesny n.g. Taarabt e Pandev gli fanno il solletico. Serata di relax, zero parate, un’uscita alta nel finale. Lichtsteiner 6,5 Tra Barzagli e De Sciglio la spunta lo svizzero, prestazione attenta in fase difensiva e più arrembante del solito nella metà campo avversaria: sfiora il raddoppio con un tiro cross velenoso nella ripresa, Izzo salva il Genoa.  (dal 39’ st. Barzagli n.g.)

    Kuzminskas allo scadere, l'Olimpia batte Cremona

    Kuzminskas allo scadere, l'Olimpia batte Cremona. Un'altra vittoria con brivido per l'Olimpia, reduce dal canestro decisivo sulla sirena di Theodore a Vitoria in Eurolega. Il successo nel posticipo della 16^ giornata deciso da Kuzminskas a un secondo dalla fine RISULTATI E CLASSIFICA DELLA SERIE A DI BASKET. Parole chiave: vanoli cremona , serie a basket 16.a giornata , olimpia milano

    Che fascino queste 50enni

    Anche se gli anni avanzano lo charme sembra non arretrare di un passo. E a dimostrarlo è il loro continuo successo: superati gli 'anta' le celeb sono più attraenti che mai

    Venezia in maschera, tra canali e campielli

    Per oltre due settimane, dal 27 gennaio prossimo sino al 13 febbraio, Venezia e Mestre prendono infatti le sembianze di un grande circo. Per l’occasione, verranno utilizzati alcuni elementi del circo italiano Togni, contraddistinti dalle classiche righe di colore giallo e rosso, e che erano stati utilizzati nelle scenografie del film “La strada” di Federico Fellini. L’esordio - Ad aprire ufficialmente il Carnevale, sabato 27 gennaio, 18 , sarà la Festa Veneziana, appuntamento che ogni anno trasforma il rio di Cannaregio in un vero e proprio palcoscenico sull’acqua. Nello spettacolo di quest’anno, “VeCircOnda”: il carosello dei cavalli, il carrozzone della soubrette, l’acrobata, i clown, gli animali esotici. Lo spettacolo verrà replicato alle 20.

    Usa impone a Cina dazi su pannelli solari, Pechino: è un abuso

    La Cina esprime "forte disappunto" contro la decisione del presidente Donald Trump di imporre dazi sulle importazioni di pannelli solari e lavatrici. Lo ha detto Wang Hejun, a capo dell'Ufficio indagini commerciali del ministero del Commercio cinese, definendo la mossa, secondo i media locali, "un abuso dei rimedi commerciali".

    Una ricca galleria di nuove immagini per Valkyria Chronicles 4 - Notizia - PS4

    Valkyria Chronicles 4 uscirà in Europa nel corso del 2018. SEGA ha pubblicato una nuova galleria di immagini di Valkyria Chronicles 4, prossimo capitolo del gioco di ruolo strategico a turni ideato da Kei Mikami. Negli scatti vengono ripresi i personaggi di Miles Aabek, Dan Bentley e Ronald Albee, oltre ad alcuni veicoli blindati e menù di gioco. Valkyria Chronicles 4 è un nuovo capitolo nella serie di strategici con elementi RPG di Sega. Il gioco è ambientato nel 1935 all'interno di un mondo alternativo in cui imperversa la Second Europan War tra la Federazione Atlantica e l'Autocratica Alleanza Imperiale ... Notizie giochi PlayStation 4.

    Roma celebra i grandi maestri: "100 anni di fotografia Leica"

    Non ce ne rendiamo nemmeno conto, ma molte delle immagini impresse nella nostra memoria sono state realizzate con una Leica. La macchina fotografica, ideata a inizio '900, ha rivoluzionato infatti il mondo della fotografia. Tanto che il fotografo Henri Cartier-Bresson disse: "Le altre macchine fotografiche che ho provato mi hanno sempre convinto a ritornare a lei" . Ora la Leica viene celebrata a Roma con una mostra: " I Grandi Maestri. 100 anni di fotografia". Fino al 18 febbraio 2018 è possibile ammirare al Vittoriano più di 350 stampe d'epoca originali.

    Dalla Cina con furore: Huawei lancia la sfida a Apple

    Dalla Cina con furore. Non è solo il titolo di un famoso film con Bruce Lee ma una realtà con la quale gli italiani stanno scendendo a patti. Dopo il mondo del pallone con Milan e Inter, tocca a quello degli smartphone essere "colonizzato". A guidare l’invasione c’è Huawei che nel 2017 ha vissuto in Italia una crescita enorme diventando, alle spalle di Samsung, seconda come numero di cellulari venduti, con una quota di mercato a ottobre del 26,7% che sale al 32% quando si parla di dispositivi Android. Merito senza dubbio di prodotti che hanno fatto breccia nel mercato, come la serie P o il Mate 10 Pro, frutto di grandi investimenti nel settore della ricerca: 45 miliardi di dollari in 10 anni. E proprio la ricerca e sviluppo il cuore del successo di Huawei che ha deciso di tenersi lontana dalle fluttuazioni di Borsa e mantenere un azionariato diffuso tra i dipendenti per poter investire al meglio i grandi margini che ricava non solo nel settore consumer, e quindi smartphone, tablet, orologi, ma anche da quello che per anni è stato il suo cuore, ossia le infrastrutture. Huawei, infatti, ha "cablato" praticamente mezzo mondo, la metà che non è in mano a Cisco.

    Incentivi per auto elettriche, il ministro Calenda: "Ci stiamo pensando"

    "Stiamo ragionando in ambito della Sen (Strategia energetica nazionale), sulla possibilità di incentivare il passaggio alle auto elettriche e alle auto a metano e ibride". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, a margine della presentazione del rapporto GreenItaly sottolineando che gli incentivi saranno "soprattutto per le famiglie che hanno redditi più bassi e macchine più vecchie". Italia fuori dal carbone entro il 2025 - Tra gli obiettivi della Sen, la Strategia energetica nazionale presentata in Parlamento, spicca quello di portare l'Italia fuori dal carbone entro il 2025. "Questa è una grande spinta per la tecnologia e la qualità della vita", ha commentato Calenda.

    Indian Scout FTR 750: la preferita dai privati per il Flat Track AMA 2018

    Saranno sei i piloti privati che quest’anno correranno il campionato AMA di flat track con la Indian Scout FTR 750. La Indian ha vinto nel 2017 il campionato costruttori, mettendo ai primi tre posti della classifica Jared Mees, Bryan Smith e Brad Baker.   Tra i sei piloti privati 2018 ci saranno: Kenny Coolbeth Jr, tre […] L'articolo Indian Scout FTR 750: la preferita dai privati per il Flat Track AMA 2018 sembra essere il primo su Super Moto Tecnica.

    Madrid Fusion '18 Report. Prima giornata:Dacosta e il Disfrutar, i portoghesi Rodrigues, Silva e Sá Pessoa e il Giappone di Hasegawa

    Ragionamenti sulla sapidità, lo studio delle acidità e il ritorno all'artigianalità contraddistinguono il primo giorno della sedicesima edizione di Madrid Fusion, congresso che, nella capitale spagnola, apre le danze degli eventi gastronomici dell'anno. "Quarta generazione: i protagonisti del futuro": il focus del convegno, con le ponencias, tra gli altri, di Henrique Sa Pessoa, Quique Dacosta, Oriol Castro, Eduard Xatruch. Quique Dacosta Partiamo dalla fine, dall'intervento conclusivo della prima mattinata di Madrid Fusion 2018, che può dare indicazione di quali fuoriclasse la corazzata Spagna sia ancora in grado di sostenere e sfoderare. Così dopo vari anni di assenza da questo palco, Quique Dacosta arriva in grande forma a delineare lo stato attuale del suo tempio gastronomico di Denia (Comunità Valenciana): barba curata, camicia bianca d'ordinanza, tra i decani dell'avanguardia spagnola, presentato da un video immaginifico da superstar che anticipa il contenuto della sua ponencia, il sale. Dopo tanti risultati consolidati, Dacosta si fa forte di uno stile indiscusso e celebrato da tutto il mondo e che potrebbe bastargli per arrivare alla pensione. Cambia invece le carte in tavola, presentando i risultati concreti di numerosi esperimenti sulla salagione del pesce, che vanno a modificare nel profondo alcuni grandi classici delle conserve di mare, a partire dalla bottarga. Dopo 3500 anni (pare che già gli egizi consumassero bottarga), arriva finalmente Quique Dacosta a dirci che l'uso aggressivo del sale per la disidratazione totale delle sacche ovariche non ci rappresenta più, non è lo specchio dei nostri tempi, e per gusto e per la perdita della sua funzione originaria, quella della conservazione in assenza di tecnologie per il controllo della temperatura. Non è certo il primo a riflettere sull'argomento (in Italia ci basta il nome di Gianfranco Pascucci a ricordarci la riflessione sull'affinamento del pescato), ma lo fa in maniera organica, presentando, con una precisione empirica che molto contraddistingue gli chef spagnoli, i vari risultati di sapore e consistenza ottenuti lavorando il pesce con una nuova ottica sull'uso del sale. Bottarga 2.0. E così abbiamo le uova di muggine, lavate con acqua e sale e seccate per due giorni all'aperto, che diventano una bottarga umida e cedevole; l'enorme sacca ovarica della mulva (pesce atlantico di grandi dimensioni) affinata per avere una texture cremosa, che ricorda quella della torta del casar (o per fare un paragone nostrano, del gorgonzola al cucchiaio). Le uova di baccalà, marinate con pimentón, sale e zucchero, assumono forma e corpo di una sobrasada maiorchina (nell'aspetto come la nostra 'nduja), ma Dacosta non si ferma a bottarghe et similia, lavorando sulla stagionatura del pesce come fosse quella del maiale. Ed è proprio il maiale del mare, il tonno, il protagonista: utilizzando una sorta di camera di affinamento fatta di sale, ma senza porre il pesce a contatto diretto con quest'ultimo, ecco la splendida ventresca di tonno stagionata cinque mesi, sfruttando la circolazione dell'aria e l'asciugatura naturale dei liquidi; il filetto di tonno rosso, affumicato per 24 ore, quindi inserito in un tunnel di sale, sempre senza contatto diretto e sempre lasciando la pelle, che, con la sua componente grassa, mantiene la barra dell'idratazione. C'è la parte finale del lomo, dal sapore sanguigno e selvaggio, curata per una settimana con erbe aromatiche, per addomesticarne il sapore. E pure il polpo, salato con acqua di mare, stagionato un giorno e poi passato alla fiamma diretta per 5 minuti: non ha perso idratazione in una stracottura tradizionale e contiene ancora tutta la sua acqua, addirittura lacrima all'interno.   Il Portogallo Arriva finalmente il lato b della penisola iberica, spesso ingiustamente trascurato nei grandi consessi gastronomici internazionali: è il Portogallo e la sua cucina di pesce a far capolino sul palco di MF - grazie anche, ricordiamolo perché senza il sostegno delle istituzioni non si va lontano, all'Ufficio del Turismo di Lisbona - schierando tre dei suoi interpreti più noti e attivi nella capitale, che vive uno stato di grazia gastronomico e un'apertura anche nel pubblico più conservatore alla cucina di ricerca. Una cucina che, nelle parole di José Carlos Capel, critico gastronomico de El Pais, oltre a essere il fondatore di Madrid Fusion, "non teme confronti e può guardare da pari le altre grandi correnti europee".   Joâo Rodrigues. Il primo a intervenire è Joâo Rodrigues, del Feitoria di Belém, ristorante in cui il culto della materia prima e del piccolo produttore assume valenza identitaria. È per il recupero del gesto, Rodrigues, del rapporto diretto con pescatori e contadini, della conoscenza profonda dei meccanismi e delle difficoltà che sottostanno alla produzione del cibo. Fattore da comunicare ai propri clienti, anche con un ritorno dell'artigianalità in sala: ecco così comparire (anche qui, ci verrebbe da dire, pensando a Riccardo Camanini) una pressa con cui si estraggono i succhi delle teste grigliate dei gamberi imperiali, che vanno ad arricchire i gamberi stessi, con un utilizzo del brodo molto tipico nella gastronomia portoghese.   Alexandre Silva. Una rivisitazione del passato è presente anche in Alexandre Silva, del Loco (dal latino "luogo", non derivato di locura), insegna che da un paio d'anni è andata ad arricchire la scena gastronomica lisboeta nel barrio di Estrela. Il ritorno all'infanzia di Silva, contraddistinta da una memoria gustativa dell'acido e delle acidità, come metodo di conservazione, ci riporta anche qui a quanto sta avvenendo in Italia con la ricerca del background gustativo salentino di Floriano Pellegrino al Bros di Lecce. Altro punto di congiunzione l'uso diffuso del garum, che Silva estrae da vari pesci, dalle ostriche al baccalà. Nella ponencia del cuoco portoghese questo filone si esemplifica in un'interessante escabeche (o scapece), in cui le componenti acide e grasse dell'antica tecnica di "cottura" sono entrambe ottenute da un'alga locale. Così nel piatto presentato abbiamo ostrica con olio, acqua e aceto (tutti e tre di alga) e una spruzzata finale di garum che è il cappello finale di un crescendo 100% iodato. Henrique Sá Pessoa. Diverso il tenore dell'intervento di Henrique Sá Pessoa, celebrity chef con all'attivo libri, show televisivi e vari locali, tra i quali la tavola gourmet Alma e gli informali Tapisco e il box nel Mercato da Ribeira, gioiellino gastronomico cittadino. Il suo è un twist on classic, una rivisitazione in piena regola di un grande classico della ricettistica portoghese, il bacalhau à Braz, sorta di golosissimo pastone di baccalà, cipolle, patate fritte, uova e olive nere. Se non tocca nel cuore la ricetta tradizionale - pericolosissimo reintepretare il baccalà, in Portogallo, terreno minato come da noi la pasta! -Sá Pessoa sicuramente la migliora nella tecnica, cercando di tenerne la cremosità molto evidente, e la raffina nella presentazione, utilizzando una sfoglia di baccalà e olive nere, che alla vista va a ricordare la calçada portuguesa, ossia i decori dei marciapiedi che contraddistinguono le città lusitane.   Il Disfrutar di Barcellona Cucine diverse tra loro, accomunate dalla spinta all'innovazione e da una sorta di omogeneità generazionale: Madrid Fusion quest'anno ha come tema il futuro visto dalla quarta generazione di chef (la conta comincia in ottica iberica, da quando Juan Mari Arzak e compagni cominciarono a dar lustro alla grande cucina dei Paesi Baschi). Della quarta generazione spagnola fanno sicuramente parte Oriol Castro, Eduard Xatruch e Mateu Casañas (unico assente), i tre bullinians cuore e anima del Disfrutar di Barcelona, tra le tavole più acclamate dalla critica gastronomica oggi. Tutto il contrario dell'immediatezza e della venerazione del prodotto cui siamo abituati oggi la prima parte della loro ponencia, prepotentemente dominata dall'utilizzo di una macchina coreana chiamata OC'OO che praticamente unisce in sé le cotture a pressione, a vapore, in ceramica, con controllo di tempi e temperature. Una macchina che i tre utilizzano per stravolgere texture, sapore e colore di vegetali e frutta, per ottenere succhi, caramelizzazioni ed estratti dal gusto concentrato, che però, dopo 7, 14 addirittura 17 ore di cottura appaiono tutti dello stesso colore scuro (quasi nero), togliendo poesia cromatica e, probabilmente, componenti nutrizionali ai cibi. Divertente, invece, e qui ritroviamo finalmente lo spirito burlone della cucina di Adria, il gioco sull'uovo fritto, stravolto con tuorli non tuorli dai colori cangianti e dai sapori sorprendenti, dal salmone al pesto, dal tartufo alla barbabietola.   Il Giappone che diverte e si diverte Giocoso (contro ogni aspettativa) anche il primo momento dedicato al Giappone, nazione ospite di questa edizione. Ad aprire gli interventi del paese che non smette di ispirare i grandi cuochi di tutto il mondo è Zaiyu Hasegawa, del ristorante Den di Tokyo, locale diventato famoso per un menu degustazione, ispirato al tradizionale Kaiseki, che rivisita lo spirito nipponico secondo contaminazioni internazionali e istanze della contemporaneità. Partito dal servire piatti tradizionali, Hasegawa ha viaggiato per il mondo, assorbito ispirazioni, per rivoluzionare la sua cucina, rendendola tutt'altro che rigida e granitica come codice nipponico imporrebbe. Così sul palco arrivano delle alette di pollo fritte ripiene di riso - in pieno stile USA, con tanto di scatolina alla KFC - che nel menu sostituiscono il riso che prepara alla degustazione del matcha.   Non cambia negli anni l'assetto classico della giornata congressuale, con il pomeriggio dedicato a varie esperienze regionali della penisola iberica. Si parla di tapas con alcuni chef andalusi, dell'importanza delle fibre con Mario Sandoval del Coque, di diritto all'immaginazione con la fenomenale Elena Arzak, di pasticceria e di esperienze di nuovi format, dalla cucina in sala di Es Molí d´en Bou (Mallorca) all'alta cucina informale del Singular di Iñigo Lavado a Irun.   www.madridfusion.net.   a cura di Pina Sozio.

    Alzheimer, l'ansia è un possibile sintomo: maggior accumulo di una tossina nel cervello

    L'ansia nell'anziano potrebbe essere un primissimo sintomo di Alzheimer, che si manifesta già anni prima dell'esordio della demenza, ovvero ben prima della comparsa di...

    Il Vaticano alla Biennale Architettura di Venezia

    La notizia ora è ufficiale. In un comunicato diramato il 22 gennaio, la Santa Sede ha confermato le indiscrezioni che giravano in rete: il ... L'articolo Il Vaticano alla Biennale Architettura di Venezia sembra essere il primo su Living.