• DIRETTA/ Roma-Milan (risultato finale 0-2) streaming video e tv: Gattuso sbanca l'Olimpico!

    www.ilsussidiario.net
  • Gb, esplosione a Leicester: stabile di due piani devastato

    www.tgcom24.mediaset.it
  • M5S, Di Maio: «Costa ministro dell'ambiente, tre donne a Esteri, Viminale e Difesa»

    www.ilmessaggero.it
  • Maltempo a Roma, il Campidoglio: "Lunedì scuole chiuse"

    roma.repubblica.it
  • Palermo, aggressione a una troupe di Striscia la notizia: colpo di fucile contro l'auto allo Zen

    palermo.repubblica.it
  • Juventus-Atalanta rinviata per neve: forse si recupera il 14 marzo

    www.gazzetta.it
  • Mwc 2018: Samsung lancia Galaxy S9: "Lo smartphone è il telecomando della nostra vita"

    www.repubblica.it
  • In acqua mentre fa torrentismo, disperso

    www.ansa.it
  • Rossella Schettino contro De Falco: "Con quella telefonata crocifisse mio padre"

    www.quotidiano.net
  • Tragedia sfiorata sul Ponte: traffico bloccato per il crollo di un traliccio

    www.ilgazzettino.it
  • Violento terremoto in Papua Nuova Guinea: magnitudo 7,5

    it.blastingnews.com
  • Malore durante la messa, muore parroco

    www.ansa.it
  • Nuova scossa al nordest, sciame sismico in atto, paura nel Triveneto

    it.blastingnews.com
  • Firenze, esplosione nell'armeria della questura: un morto

    www.ilmessaggero.it
  • Italiani scomparsi in Messico, arrestati 4 poliziotti: «Venduti a un gruppo criminale per 43 euro»

    www.ilmessaggero.it
  • Desenzano, incendio alla discoteca Art/ Ultime notizie Brescia: 17 intossicati, 70 ricoverati in ospedale

    www.ilsussidiario.net
  • Berlusconi: infamia accusarmi di mafia, io ne sono vittima

    www.askanews.it
  • Veltroni in campo per Gentiloni: senza maggioranza, si torni a votare

    www.corriere.it
  • Trodica, 19enne morta. Fermato il padre per omicidio

    www.ilrestodelcarlino.it
  • Siria, Ong: "Tregua violata, bombe su Ghouta. Almeno 7 morti" | Il Papa: "Basta violenza"

    www.tgcom24.mediaset.it
  • Italiano muore in Egitto in vacanza facendo kitesurfing

    Un uomo di 65 anni, residente a Trieste, è morto durante una vacanza con la moglie in Egitto, sul Mar Rosso, mentre era in mare per praticare kitesurfing. Lo riferisce il Tg Regionale Rai. Quando l'uomo era già in acqua si sarebbero levate improvvisamente forti raffiche di vento che lo avrebbero colpito mentre eseguiva un salto spingendolo contro un molo causando un impatto violento. Secondo i media, l'uomo era esperto di questa pratica sportiva.

    E Potere al Popolo vuole l'amnistia se il reato è per la "lotta sociale"

    Francesco Curridori Potere al Popolo, la lista in corsa per le elezioni del prossimo 4 marzo e guidata da Viola Carofalo, attivista di un centro sociale di Napoli, ha inserito nel suo programma la soluzione a tutti i problemi giudiziari degli antagonisti: l'amnistia per i reati legati alle lotte sociali, sindacali e ambientali e «la depenalizzazione di una serie di reati, ereditati dall'ordinamento fascista del Codice Rocco». E non è tutto. Una volta salvati i black bloc e i lanciatori di bombe carta, Potere al Popolo vuole schedare gli agenti che quelle bombe le ricevono, inserendo i codici identificativi sulle loro divise. Per risolvere l'emergenza casa invece l'idea è di dare ai sindaci la facoltà di requisire gli immobili sfitti in barba alla proprietà privata. Infine, abolendo l'articolo 5 della legge Lupi, il partito salva gli abusivi che si allacciano alle reti elettriche, idriche e del gas altrui. L'illegalità regna sovrana.

    Roma-Milan, contestazioni della Curva Sud contro la squadra e Pallotta a fine match

    Pagine Romaniste – La Roma perde 2-0 contro il Milan e non mancano contestazioni e fischi al termine del match. A pochi minuti dalla fine della sfida sono arrivati cori dalla Curva Sud che intonavano: “ Tifiamo solo la maglia”,“Venite sotto la Curva”. Inoltre non sono mancati dissensi anche verso il presidente James Pallotta.

    Bungaro torna in tour, sarà a Roma il 28 maggio

    Bungaro è pronto per il tour nazionale, dopo la sua strepitosa partecipazione alla 68° edizione del Festival di Sanremo, dove insieme ad Ornella Vanoni e Pacifico, ha presentato il...

    Giù le mani dall'amico fragile: non santificate De André

    Questa del principe libero è la storia vera che scivolò in una fiction in una doppia sera: verrebbe voglia di metterla così la levata di scudi del popolo deandreiano, che...

    Bolt: "Ho firmato per una squadra di calcio, martedì scoprirete quale"

    ROMA - "Ho firmato per un club di calcio. Scoprite con chi martedì alle 8". Così, su Twitter, l'ex velocista giamaicano Usain Bolt ha dato appuntamento ai suoi fan per svelare quale sarà la sua nuova avventura sportiva. Grande appassionato di calcio, tifoso del Manchester United, il pluricampione olimpico, 32 anni il prossimo 21 agosto, ha sempre detto che il suo sogno è quello di giocare a calcio. Oltre ai Red Devils, il giamaicano in passato aveva avuto qualche contatto con i tedeschi del Borussia Dortmund, la squadra che giovedì ha eliminato l'Atalanta dall'Europa League.

    Barcellona, Samsung lancia il Galaxy S9

    Barcellona - All’anteprima del Mobile World Congress di Barcellona, che apre ufficialmente i battenti domani, Samsung svela il Galaxy S9, il suo nuovo smartphone top di gamma che punta tutto sulla comunicazione visiva e attinge alcune caratteristiche dai rivali, in primis Apple. Il pezzo forte del Galaxy S9, e del fratello maggiore S9+, è la fotocamera «reimmaginata» , che prende spunto dal funzionamento dell’iride e introduce un obiettivo a doppia apertura focale: lascia passare più luce se l’ambiente è buio e meno luce quando è troppo luminoso.

    Greta Gerwig regista da Oscar: «Il film ideale? Tra Fellini e Truffaut»

    Con «Lady Bird» ha ottenuto cinque nomination: un record per una esordiente. L’attrice infatti debutta dietro la cinepresa con la storia di una ragazza che sogna la metropoli

    Napoli, Milik risponde a Sarri: «Sono quasi pronto»

    «Almost ready. Forza Napoli», lo annuncia Arkadiusz Milik dai social. L’attaccante polacco è pronto, ha recuperato dopo il secondo infortunio e scalpita per tornare in campo. Intanto si è fatto immortalare durante l’allenamento in procinto di tirare in porta, e vuole tornare a farlo a tutti gli effetti anche nei match importanti per dare il suo contributo alla squadra e lottare tutti uniti per il titolo. Maurizio Sarri nelle ultime conferenze stampa è stato molto chiaro sulla situazione del numero 99 azzurro: «Non lo porto per fargli fare il turista. Quando sarà pronto per giocare lo dirà lui a me», aveva detto il tecnico. Ecco perché con ogni probabilità non è ancora fra i convocati neanche per il posticipo di lunedì sera con il Cagliari. Ma è vicino il momento del rientro, ed è proprio Milik ad annunciarlo a gran voce sul web.

    Caserta, spara e uccide il datore di lavoro: «Ho fatto una stupidaggine»

    I loro rapporti di lavoro non erano buoni, ma nonostante tutto abitavano da poco nello stesso stabile, lì dove si è consumata la tragedia davanti agli occhi atterriti degli...

    Paul McCartney augura buon compleanno al compianto George Harrison - FOTO

    Sir Paul McCartney ha usato il suo account Twitter ufficiale per augurare al compianto compagno di band George Harrison un felice compleanno. La star dei Beatles, scomparsa nel 2001, avrebbe compiuto oggi 75 anni. McCartney ha condiviso una foto in bianco e nero della coppia, accompagnata dal messaggio:

    Roma-Milan, problema al flessore per Pellegrini che chiede la sostituzione

    Lorenzo Pellegrini, calciatore della Roma, ha accusato un problema al flessore durante il match contro il Milan. Secondo quanto riportato da Sky, il centrocampista avrebbe chiesto il cambio a mister Di Francesco.

    Esplosione in caserma, muore un artificiere reggino

    E’ un artificiere di Reggio Calabria il poliziotto morto nell’incendio divampato oggi pomeriggio nella caserma Fadini di Firenze. Giovanni Politi, 51 anni, sovrintendente, aveva appena terminato il suo servizio allo stadio Artemio Franchi e stava presumibilmente riponendo la propria attrezzatura nel

    Oscar 2018, miglior film animato: ecco perché il favorito non è più Coco

    Va bene sarà l’ennesima statuetta per la Disney Pixar. Però, signore e signori, tra i candidati per il miglior lungometraggio d’animazione c’è parecchia classe da vendere: Ferdinand, Loving Vincent, The breadwinner, Baby Boss. Per almeno tre motivi, non tutto è ancora deciso. Proviamo a spiegarvi il perché. L'articolo Oscar 2018, miglior film animato: ecco perché il favorito non è più Coco proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Volley, Superlega: Perugia cade a Modena, Civitanova soffre ma vince a Piacenza

    ROMA - La caduta della capolista. Nel big match della domenica, la Sir Safety Conad Perugia, imbattuta da dicembre, si arrende al PalaPanini contro la terza della classe, l'Azimut Modena, che si impone per 3-2 (21-25, 25-20, 25-20, 21-25, 15-13). Gli umbri, già certi da un pezzo del primato della stagione regolare, si consolano con i 30 punti realizzati da Atanasijevic. I campioni d'Italia della Cucine Lube Civitanova mettono al sicuro la piazza d'onore della regular-season piegando al PalaBanca la Wixo Lpr Piacenza per 3-2 (29-25, 28-26, 23-25, 25-19, 15-13). A poco meno di 24 ore di distanza, la Diatec Trentino risponde alla Calzedonia Verona, riprendendosi il quarto posto in classifica di SuperLega, che gli scaligeri le avevano momentaneamente sottratto conquistando i tre punti in palio sabato a Vibo Valentia. L'immediato ritorno al +2 in classifica rispetto ai veneti è stato velocemente realizzato grazie al successo per 3-0 (25-15, 27-25, 25-21) al PalaTrento sulla Biosì Indexa Sora nella 13esima giornata di ritorno: per staccare definitivamente il piazzamento ai piedi del podio nella stagione regolare senza dover guardare ai risultati degli avversari, ai gialloblù servirà vincere con qualsiasi punteggio il confronto del ventiseiesimo turno in casa di Monza fra sette giorni. L'ultimo confronto casalingo del torneo ha visto Lanza e compagni imporre sin dal via il proprio elevato ritmo, facendo leva sulla buona serata del servizio (a segno direttamente 9 volte, tre solo con Kovacevic) e dell'intero fronte d'attacco, in cui...

    Lega, Maroni contro il fotoritocco che nasconde la parola Nord alla marcia di Milano

    La distanza che separa ormai Roberto Maroni da Matteo Salvini, resa evidente dalla diserzione del governatore lombardo dalla manifestazione leghista di sabato a Milano, è tutta in post condiviso sul suo sito Facebook. L'antefatto: un candidato leghista in Puglia pubblica sulla sua pagina Facebook una foto del corteo del Carroccio nel capoluogo lombardo. Sullo sfondo del candidato in marcia si vede una bandiera con la scritta "Prima il Nord". Ma qualche tempo dopo quella bandiera, con tanto di Alberto da Giussano, scompare.

    Martin Garrix ha chiuso alla grande le Olimpiadi Invernali 2018

    L'edizione 2018 delle Olimpiadi Invernali  - guarda qui tutti i momenti indimenticabili - si è chiusa nel migliore dei modi. La cerimonia di chiusura della grande manifestazione sportiva è iniziata nella mattinata di domenica 25 febbraio.

    Roma, Totti: «Schick fondamentale, puntiamo forte su di lui»

    «Contro lo Shakhtar ho visto una Roma in un certi momenti inaspettata: un primo tempo straordinario e un secondo tempo non da Roma. Purtroppo siamo usciti dal campo con una sconfitta, ma con un risultato che ci lascia pienamente in corsa». Così Francesco Totti a Premium nel pre-gara di Roma-Milan dove parla anche i Patrick Schick, in campo dal 1': «È un giocatore straordinario, fondamentale per il nostro gruppo e siamo contenti di essere riusciti a strapparlo alla Juventus - le sue parole - Puntiamo fortissimo su di lui. Nainggolan in calo? È un giocatore di altissimo livello e la gente si aspetta sempre il top: ultimamente non sta facendo tanti gol, ma le sue prestazioni sono sempre state importanti. Il suggerimento a Buffon di smettere solo quando si sarebbe sentito sicuro di farlo? Non c'era alcun riferimento alla mia vicenda. A me ogni tanto, in tribuna, viene anc © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Asti: in media caduti 10 centimetri di neve, allerta ghiaccio

    Nella provincia di Asti è scattato il piano antineve, su 1.200 km complessivi di strada. Nelle ultime ore non si è verificato alcun grave disagio, ma c'è allerta ghiaccio per le temperature di molto al di sotto dello zero previste a partire dalla prossima. In media nell'Astigiano è caduta una decina di cm di neve, con punte di 15-20.

    Alfred Brendel: «Non suono più il pianoforte, la musica è nella testa»

    Il compositore, 87 anni, riceverà il 31 marzo il premio Pordenone Musica per la sua arte e attività didattica. «Dopo il ritiro preferisco scrivere poesie e dipingere»

    Via allo stage con la Nazionale. Inglese si fa male e dà forfait

    Dopo il difensore del Torino Kevin Bonifazi anche un altro giocatore, l'attaccante del Chievo Roberto Inglese non potrà rispondere alla convocazione di Di Biagio per lo stage...

    Troupe di "Striscia la notizia" aggredita a Palermo: spari sull'auto

    Una troupe della trasmissione televisiva Striscia la Notizia è stata aggredita questo pomeriggio nel quartiere Zen 2 di Palermo. L'inviato Vittorio Brumotti stava conducendo un'inchiesta sullo spaccio della droga. L'aggressione è avvenuta in via Costante Girardengo. Nei giorni scorsi il giornalista e gli operatori avrebbero ripreso diversi spacciatori tra le strade del quartiere popolare alla periferia del capoluogo siciliano. Oggi sono andati per raccogliere interviste chiedendo ai residenti se conoscessero o meno alcuni pusher. E' bastato poco per scatenare la reazione del quartiere che è uno dei più redditizi per lo smercio degli stupefacenti in città. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, un gruppo di giovani avrebbero iniziato a lanciare pietre contro la vettura su cui viaggiavano Brumotti e gli operatori. In pochi istanti c'è stata una fitta sassaiola e un grosso pezzo di cemento è stato tirato dal balcone di una delle abitazioni del quartiere finendo sul tetto della macchina. Una volta fuggiti i giornalisti si sono accorti anche di un foro nella lamiera della macchina che sarebbe stato sparato da una calibro 12. I carabinieri della Compagnia di San Lorenzo stanno eseguendo i rilievi. Non è la prima volta che allo Zen avvengono intimidazioni simili. Nelle scorse settimane un autobus è stato colpito da pietre e dai proiettili di una carabina. La troupe della trasmissione che va in onda su Canale 5 è stata soccorsa da polizia e carabinieri. Dopo l'aggressione l'inviato e i suoi hanno continuato e concluso il lavoro allo Zen con la scorta dei militari dell'Arma.

    Massimo Boldi a Domenica Live: "Io e Christian De Sica presto di nuovo insieme"

    “Il litigio con Christian? Era tutto concordato, abbiamo giocato e ci siamo divertiti così. Siamo amici da sempre e non potremmo mai litigare”. Così Massimo Boldi, ospite di Barbara d'Urso a Domenica Live insieme a tutta la sua famiglia (le tre figlie più due nipoti), ha commentato il presunto deterioramento dei rapporti con il collega Christian De Sica, suoi partner in molti film. Una boutade, quindi, tanto che i due signori della commedia italiana starebbero pensando di tornare a recitare insieme: “Stiamo cercando di trovare un’idea, mi auguro che riusciremo a fare un nuovo film insieme”. Il comico ha poi ricordato la moglie Marisa, scomparsa nel 2004: “Sono passati molti anni, ma è come se fosse ieri. Siamo sempre insieme”.

    Roma-Milan, problema alla caviglia per Under. Il turco ha chiesto il cambio a Di Francesco

    Cengiz Under, calciatore della Roma, durante la partita contro il Milan è uscito anzitempo dal campo per un problema alla caviglia. Come riferisce Sky, l’attaccante turco ha chiesto il cambio ad Eusebio Di Francesco a causa del forte dolore.

    M5s, lo sfogo Caiata dopo la partita del Potenza: “Se eletto mi batterò come un leone”

    “Io sono candidato, corro, sarò eletto o non sarò eletto, la gente mi voterà o non mi voterà: questo non mi importa perché in questi due giorni io ha avuto qualcosa di più importante dell’elezione e del Parlamento. Ho avuto l’affetto della gente di Potenza e se sarò eletto mi batterò per questa gente come […] L'articolo M5s, lo sfogo Caiata dopo la partita del Potenza: “Se eletto mi batterò come un leone” proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Isola dei Famosi, Paola Di Benedetto è la più bella del reality

    Margherita Conte La vicentina classe 1995 è stata la prima italiana ad interpretare il ruolo di "madre natura" in Ciao Darwin. Potrebbe uscire dall'Isola dei Famosi nella prossima puntata, ma Paola Di Benedetto ha già vinto il programma per la sua bellezza. La giovane vicentina classe 1995 si sta facendo notare nel programma Mediaset per le sue forme. I costumi che indossa sull'Isola, infatti, lasciano ben poco all'immaginazione. Ma del resto, la Di Benedetto è stata "madre natura", la prima italiana, nella settima edizione di Ciao Darwin, quindi ha tutte le carne in regola per mostrare il suo fisico anche sulle bianche spiagge dell'Honduras. In questa settimana Paola si trova in nomination insieme a Franco e Gaspare. Per rimanere sull'Isola, la vicentina dovrà fare affidatamento sui suoi quasi 300mila follower di Instagram. Altrimenti dovrà fare le valigie e tornare in Italia, dove magari ad attenderla all'aeroporto ci sarà Francesco Monte, con cui nella breve permanenza dell'ex tronista era nata qualcosa di più di una semplice amicizia.

    LIVE – Roma-Milan 0-2: Calabria per il raddoppio degli ospiti – FOTO e VIDEO GOL

    Pagine Romaniste (dall’Olimpico F.Biafora – Y.Oggiano – G.Conflitti) – Vincere per riprendersi il terzo posto, momentaneamente usurpato dalla Lazio. Vincere per riscattare la sconfitta di Champions League contro lo Shakhtar Donetsk. C’è solamente una possibilità per la Roma di Eusebio Di Francesco, che questa sera all’ Olimpico ospita il Milan di Rino Gattuso. I rossoneri sono tornati in forma dopo un lungo periodo di appannamento e vengono nella Capitale per cercare di aprirsi un varco tra le pretendenti al quarto posto. Per contrastare il “Diavolo”, i giallorossi si schierano con il 4-2-3-1 composto da Alisson alle spalle di Peres, Manolas, Fazio e Kolarov. In mediana un turno di riposo a De Rossi, che lascia spazio a Pellegrini insieme a Strootman e Nainggolan, nel solito ruolo di trequartista. Davanti torna titolare Schick, affiancato da Under e Perotti. LE FORMAZIONI UFFICIALIAS ROMA (4-3-3) : Alisson; Bruno Peres, Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini (78′ Gerson), Strootman, Nainggolan (C) (64′ Dzeko); Cengiz Under (73′ Defrel), Schick, Perotti. A disposizione: Skorupski, Lobont, Florenzi, Juan Jesus, Capradossi, Silva, De Rossi, El Shaarawy. Allenatore: Eusebio Di Francesco. Squalificati: – Diffidati: De Rossi, Fazio, Dzeko. Indisponibili: Gonalons, Karsdorp.

    Gianni Morandi: ha preso il via il suo 'd’Amore d’autore tour' – FOTO / VIDEO

    Dopo la data zero di Jesolo, ha preso il via ufficiale ieri sera, sabato 24 febbraio, all’Rds Stadium di Rimini il "Gianni Morandi Tour 2018 d’Amore d’autore”, il nuovo tour del.

    Serie C, Siena scavalca Livorno in vetta. Padova tiene, scivolone del Lecce

    ROMA  - E' una giornata dalle indicazioni importanti, quella che chiude il mese di febbraio in serie C, la 27esima. In attesa che a chiudere il "weekend lungo" sia il posticipo Ravenna-Pordenone lunedì sera, la Robur Siena sfrutta al meglio lo stop forzato del Livorno per sorpassarlo al comando del girone A nel gruppo B il Padova primo della classe pare gestire il margine sulle inseguitrici, mentre fa rumore invece il tonfo del Lecce, capolista nel girone C, sconfitto in casa dalla Juve Stabia proprio nel turno in cui il Catania riposava e i salentini potevano prendere il largo. ROBUR SIENA SCAVALCA LIVORNO IN VETTA, LUCCHESE SBANCA PISA - Nel girone A la Robur Siena approfitta dello stop forzato del Livorno (ad Arezzo non si è giocato per i noti problemi societari) per balzare al comando e mettere ancor più sotto pressione i labronici di Sottil. Ci pensa Santini, alla seconda firma stagionale, a piegare la resistenza dell'Olbia e regalare ai bianconeri di Mignani (in serie positiva da dieci turni) il primo posto: la rete dell'attaccante di Bagno a Ripoli, approdato in Toscana a gennaio in prestito dall'Ascoli, permette di salire a quota 42, un punto in più rispetto al Livorno, che però adesso ha due gare in meno. Manca la chance al contrario il Pisa, sconfitto a domicilio in uno dei tanti derby toscani dalla Lucchese (a segno Cecchini).

    Tiziano Ferro: quest’anno sarà tutto dedicato alla scrittura del suo nuovo album

    Tiziano Ferro ha le idee molto chiare su quali saranno i suoi impegni per questo 2018. Oggi domenica 25 febbraio, Tiziano ritirerà un premio importantissimo. Si tratta dell' Italian Excellence Award 2018 che il cantautore ritirerà nel corso della 13° edizione di "L.A., Italia - Film Fashion and Art Fest" , manifestazione che premia l' eccellenza artistica italiana.

    Bonucci a fine primo tempo: “Dobbiamo essere più lucidi nell’ultimo passaggio. Dietro stiamo facendo buone cose, ma anche la Roma si sta difendendo bene”

    Leonardo Bonucci, difensore del Milan, al termine del primo tempo della gara contro la Roma ha rilasciato alcune dichiarazioni. Queste le sue parole: BONUCCI A MEDIASETCome si spezza questo equilibrio? Serve una giocata, dobbiamo essere più lucidi nell’ultimo passaggio. Dietro stiamo facendo bene.

    «Sanremo Young» e l’onda lunga del successo di Baglioni

    Dopo il successo del Festival Rai1 vive un momento di piena sintonia con il pubblico. Sembra riuscito anche il programma di Antonella Clerici alla scoperta di nuovi talenti

    Indiscrezione sull'Isola dei Famosi: "Magnolia vuole chiuderla prima"

    Margherita Conte La società di produzione del programma starebbe valutando la chiusura anticipata per colpa del cannagate. Colpo basso per l'Isola dei Famosi. L'ormai noto "cannagate" sta scuotendo a tal punto il programma Mediaset che Magnolia starebbe valutando di chiudere prima i battenti. A lanciare la bomba è Anticipazioni.tv. Il sito speciliazzato in programmi televisivi svela le intenzioni della società di produzione dell'Isola dei Famosi. "Sembra proprio che la produzione, Magnolia, stia seriamente valutando l'ipotesi di chiudere in anticipo il reality show di Canale 5", si legge nell'articolo. La motivazione? Il famoso "cannagate", che dalla seconda puntata è diventato protagonista del reality. Dagli ultimi servizi mandati in onda da Striscia la Notizia sembrerebbe che l'intero cast e la produzione, e probabilmente anche Alessia Marcuzzi, fossero a conoscenza della presenza di marijuana all'interno della casa in cui i naufraghi hanno soggiornato prima di sbarcare sull'Isola. Tale circostanza è stata confermata anche da Cecilia Capriotti che, ospite a Domenica Live, dichiara con fermezza che Eva Henger aveva già parlato con la produzione prima di dire la sua verità in diretta. Se tutto ciò fosse confermato la veridicità del programma crollerebbe. Proprio per questi motivi, Magnolia starebbe valutando di prendere una drastica decisione, quella di calare in anticipo il sipario.

    Giorgia in lacrime a C'è posta per te: "C'è sempre qualcosa per cui lottare"

    Marianna Di Piazza "Per chi resta è ancora peggio, credo che il cielo sia il posto dove si trovano le anime, io quando cerco qualcosa guardo sempre in alto" "Sei una donna speciale e meriti un regalo speciale". Dopo queste parole la cantante Giorgia, ospite d'eccezione della puntata di C'è posta per te, si è commossa e con lei tutto il pubblico del programma di Maria De Filippi. La cantante romana ha sostenuto Martina, che voleva fare una sorpresa alla madre Tiziana. La donna ha perso giovanissima l'altra figlia Francesca e da allora lotta contro la depressione. Ma Giorgia ha cercato di rincuorarla con degli omaggi speciali. Il primo è una porzione di cielo che raffigura la costellazione del Leone, il segno zodiacale della figlia scomparsa a 21 anni. Poi la cantante ha dato forza a Tiziana: "Non puoi abbandonare Martina: ricorda che hai anche un'altra figlia. Per chi resta è ancora peggio, credo che il cielo sia il posto dove si trovano le anime, io quando cerco qualcosa guardo sempre in alto". Immediato il riferimento al suo ex fidanzato Alex Baroni, morto in un tragico incidente stradale, che ha commosso tutti. Così come il saluto della cantante alla donna: "Mi permetto di abbracciarti - ha detto Giorgia -. Sono rimasta toccata dalla vostra storia. Senti l'energia di Francesca con te? Io sono sicura che l'anima non muore mai, se guardi in fondo al tuo cuore sono sicura che qualcosa per cui lottare ogni giorno c'è".

    A Domenica Live tutte le gaffe di Francesca Cipriani

    Dalla Terra piatta alla sua personalissima versione dell'inno americano, Francesca Cipriani ha regalato ai telespettatori dell' Isola dei Famosi chicche indimenticabili di puro divertimento. Domenica Live ha deciso di omaggiare la comicità (spesso involontaria) della naufraga abruzzese con un servizio che ha raccolto, uno dopo l'altro, i momenti più esilaranti della sua permanenza all'Isola. E non solo. Perché Francesca Cipriani ha cominciato a collezionare gaffe  già dai tempi de La Pupa e il secchione, programma a cui partecipò nel 2010, quando scambiò il ritratto di Dante Alighieri per “un cartone animato” e quando le mostrarono una foto di Elvis Presley chiedendole chi fosse e lei rispose: “E' crepato?”.

    Ballando con le stelle, l'annuncio di Milly Carlucci: "Ci sarà un terzo conduttore"

    Margherita Conte Svelato il cast completo del programma targato Rai1. Tra gli aspiranti ballerini anche Jessica Notaro e Giovanni Ciacci. Nell'edizione 2018 di Ballando con le stelle c'è una grande novità. Milly Carlucci ha infatti annunciato la presenza di un terzo conduttore. Il prossimo 10 marzo tornerà su Rai1 Ballando con le Stelle, programma di successo condotto da Milly Carlucci e Paolo Belli. A pochi giorni dalla prima diretta, è proprio la bionda presentatrice, ospite a Domenica In, ad annunciare una novità: la presenza di un terzo conduttore. La Carlucci però non si sbilancia e decide di rivelare il nome ma, dice, "è giovane, bello, atletico e alto... molto alto". Il cast completo Nelle stesse ore è però stato svelato il cast completo. Si cimenteranno nell'arte della danza Stefania Rocca, Nathalie Guetta, Eleonora Giorgi, Amedeo Minghi, Massimiliano Morra, Cristina Ich, Gessica Notaro, Giovanni Ciacci, Giaro Giarratana, Akash Kuman, Francisco Porcella, Don Diamont. Confermata la giuria di esperti composta da Guillermo Mariotto, Fabio Canino, Ivan Zazzaroni e Selvaggia Lucarelli. Al comando sempre Carolyn Smith. A completare il cast il direttore di Di Più Sandro Mayer e la criminologa Roberta Bruzzone, che commenteranno le perfomance.

    Emergono nuovi dettagli sullo sviluppo di Kingdom Come: Deliverance

    Nel corso di una recente sessione di domande e risposte l’executive producer, Martin Klíma di Kingdom Come: Deliverance ha svelato nuovi interessanti retroscena sul travagliato sviluppo dell’ambizioso gdr targato Warhorse Studios affermando quanto segue: ” mi sarebbe piaciuto avere più tempo per migliorare il gioco, perchè penso sia questo il trattamento che merita un gioco […] L'articolo Emergono nuovi dettagli sullo sviluppo di Kingdom Come: Deliverance proviene da GamesVillage.it.

    Una Giacca: un corto celebra l’amore di Giorgio Armani per la moda e il cinema

    Una Giacca: il capo icona dello stilista italiano è anche il protagonista del corto realizzato dai ragazzi che hanno preso parte alla prima edizione di Armani/Laboratorio, il progetto pche sostiene i giovani talenti del cinema. L'articolo Una Giacca: un corto celebra l’amore di Giorgio Armani per la moda e il cinema proviene da VanityFair.it.

    MWC 2018: Alcatel presenta la nuova famiglia di smartphone con prezzi a partire da 89€

    TCL presenta la sua nuova lineup di smartphone, tutti dotati di schermi 18:9, formata da 5 dispositivi con cui punta a coprire la fascia medio-bassa del mercato. L'articolo MWC 2018: Alcatel presenta la nuova famiglia di smartphone con prezzi a partire da 89€ proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Conto alla rovescia verso il voto. Fari sul pil 2017

    MILANO -  I mercati seguono con attesa l'ultima settimana prima del voto italiano n programma domenica 4 marzo. Gli investitori temono soprattutto che la consultazione, come è probabile, non produca alcuna maggioranza chiara in grado di governare. Una paura espressa chiaramente anche dal presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker. Parole che la scorsa settimana hanno anche creato qualche turbolenza a Piazza Affari, con lo spread risalito verso quota 140 punti. Pochi giorni prima del voto, venerdì, il nostro Paese attende il dato definitivo sulla crescita del Pil italiano nel quarto trimestre e quindi per l'intero 2017. Il dato grezzo, utilizzato come denominatore in termini assoluti per i parametri di finanza pubblica come rapporto debito/pil e deficit/pil, è risultato in crescita dell'1,4% mentre nella nota di aggiornamento al Def il governo a fine settembre aveva previsto un +1,3%.

    "Dal 2022 Fca cambia tutto: darà l'addio alle auto diesel"

    Giovanni Neve L'annuncio del Financial Times. La decisione sarebbe dettata dal crollo della domanda e dai costi crescenti per rendere la tecnologia in linea con gli standard delle emissioni. No comment di Fca. "Fca abbandonerà i motori diesel dalle auto passeggeri a partire dal 2022". Per il momento non è un annuncio ufficiale. Anzi, si tratta di un'indiscrezione (non confermata) riportata dal Financial Times secondo cui il gruppo torinese avrebbe optato per questa soluzione a causa del crollo della domanda e dei costi crescenti per rendere la tecnologia in linea con gli standard delle emissioni. Secondo il Financial Times, la decisione di non produrre più motori diesel riguarderebbe tutti i brand del gruppo e sarebbe già stata messa nero su bianco nel nuovo piano finanziario che sarà presentato il prossimo primo giugno. Cosa ci sia di vero in questa indiscrezione del quotidiano finanziario britannico è difficile dirlo. Fca, che possiede i marchi Jeep, Ram, Dodge, Chrysler, Maserati, Alfa Romeo e Fiat, ha preferito non commentare la notizia. Dopo che, lo scorso anno, Toyota aveva specificato che probabilmente non lancerà altri modelli con un motore diesel, il gruppo di Torino è l'ultimo costruttore di auto che non ha ancora detto "addio" a questo tipo di carburante. La settimana scorsa la Volkswagen ha, infatti, annunciato che avrebbe abbandonato la tecnologia dalla sua gamma. Fca, sempre secondo quanto risulta a Ft, ha deciso di non fare più auto diesel mentre manterrà questo combustibile per i suoi veicoli commerciali, compresa la gamma di camion pick-up degli Stati Uniti, come il RAM 1500. Fca è stata l'unica grande casa automobilistica in Europa, lo scorso anno, a vedere aumentare la propria quota di vendite di diesel, in parte a causa della sua esposizione al mercato italiano, dove la domanda per questa tipologia di carburante è ancora forte. In totale, il 40,6% delle auto vendute da Fca in Europa erano diesel, secondo i dati di Jato Dynamics, in leggero aumento rispetto al 40,4% del 2016. In Europa le vendite di diesel nel 2017 sono scese al 43%, in Italia invece il carburante rappresenta ancora il 56%. Una volta il diesel era il carburante più diffuso in Europa ma dopo il dieselgate ha perso quote di mercato complice anche l'opposizione politica e i piani di molte città europee che lo vogliono vietare. Per anni, i governi e le case automobilistiche hanno promosso il diesel per ridurre le emissioni di CO2 rispetto alla benzina. Ma le rivelazioni del 2015 secondo cui Volkswagen ha montato 11 milioni di motori a livello globale con un software progettato per ingannare i regolatori sui livelli di inquinamento ha scatenato una reazione politica e i con i governi hanno iniziato a tagliare gli incentivi per questo tipo di carburante. In Europa nel 2017, secondo i dati di Jato Dynamics, le vendite di veicoli diesel sono diminuite dell'8%, portando la quota di mercato al 43,8%. Per Fca, la decisione di abbandonare tale carburante è dovuta al crescente costo di rendere la tecnologia conforme alle sempre più severe norme sulle emissioni. Secondo stime del settore il costo per lo sviluppo di motori diesel conformi alle nuove norme europee sarà maggiore del 20% rispetto al passato, rendendo le auto meno accessibili ai consumatori. Allo stesso tempo, diminuiscono i costi delle auto elettriche su cui i produttori stanno puntando per abbattere le emissioni.

    Seconda Guerra mondiale, le fasi cruciali in 25 foto arrivate dal fronte

    Dispacci ufficiali dei vertici militari britannici pubblicati in un recente libro hanno dato nuova luce ad alcune battaglie cruciali della seconda guerra mondiale. Come il film "Into the storm - La guerra di Churchill" del 2008 o il recente "Nell'ora più buia" e il blockbuster britannico "Dunkirk", la pubblicazione sui dispacci militari di questo periodo caldissimo della nostra storia mette in luce dettagli finora sconosciuti delle operazioni contro i nazisti nel 1940, compresa l'evacuazione di Dunkirk e la Battaglia d'Inghilterra tra l'estate e l'autunno del 1940.

    Fca, verso l’addio al diesel nel 2022?

    Fiat Chrysler potrebbe dire addio al diesel per le auto passeggeri entro il 2022, in seguito al crollo della domanda e all'aumento dei costi per rendere la tecnologia in linea con...

    Flavio Fusi, di cronache infedeli e di grande umanità

    C’è un luogo nella mia biblioteca concreta e mentale che si chiama Non aver paura di essere onesto. Lo metto lì, Flavio Fusi, in quella terra di grandi reporter, insieme ad Aidan Hartley, Ryszard Kapuściński, Tiziano Terzani, Azra Nuhefendić, Peter Froberg Idling, Robert Fisk. Cronache infedeli (Voland), il suo primo vero libro dopo una vita […] L'articolo Flavio Fusi, di cronache infedeli e di grande umanità proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Colazioni del mondo. Russia: pane e kolbasa, blinis, syrniki

    La cucina russa è poliedrica, ma al mattino le pietanze che accomunano le diverse zone del Paese sono pressoché le stesse, sia dolci che salate. Ecco le specialità della colazione e la ricetta dei blinis. La colazione in Russia Quella russa è una tavola che nel corso dei secoli ha inglobato pietanze e prodotti di diverse culture, etnie e religioni presenti nel territorio, e che per questo presenta una cucina variegata, dalle mille anime, contaminata dagli influssi più disparati. Fortemente legata alla tradizione contadina, soprattutto alla coltivazione di cereali e ortaggi che danno vita alle zuppe tipiche locali, la gastronomia russa non è solo quella opulenta dei banchetti sfarzosi e i piatti succulenti del periodo zarista. Si tratta, soprattutto, di una cucina “povera”, basata sui frutti della terra, dai legumi alle verdure, senza dimenticare i tuberi, fra le ricchezze principali del Paese, e sul pesce d'acqua dolce, di lago o di fiume, ma anche caviale e aringhe. Molto diffusi anche burro, miele, panna acida, tutti ingredienti che vanno a costituire la singolare e golosa tradizione dolciaria. Un posto di primo piano ce l'ha il pane, immancabile durante ogni pasto della giornata, utilizzato per accompagnare le minestre, ma anche e soprattutto per la prima colazione.   Fra carni insaccate e frittelle, ecco quali sono le più popolari abitudini alimentari dei russi al mattino (tutte da provare in abbinamento a un'immancabile tazza di tè, magari un buon Russian Caravan, una miscela di oolong e due tè neri cinesi, il keemun e il lapsang souchong). La tradizione dell'arte bianca Si comincia con la colazione salata, a base di pane e salsiccia. Grazie alla diffusa presenza di cereali, il Paese ha saputo creare una tradizione dell'arte bianca solida e complessa, ricca di prodotti diversi, dalle consistenze, i profumi e i sapori più svariati. Fra i tanti prodotti, molto popolare è il darnitskij, un pane nero a base di farina di segale e frumento, nato a Leningrado nei primi anni '30 e preparato con la zakvaska, la pasta madre. C'è poi il pane di segale, apprezzato soprattutto a Mosca, e per questo detto stolichnij (“della capitale”). E ancora il karavai, pane tipico di tutti i paesi est-europei, solitamente servito in occasione dei matrimoni: un prodotto di origini antiche a base di farina bianca e dalla forma rotonda, tradizionalmente decorato con figure simboliche come il sole, la luna, gli uccelli o altri animali. In passato erano le donne - le cosiddette korovainytsi - a preparare il pane per la sposa: la coppia di uccelli rappresentava i coniugi, mentre gli altri animali la famiglia e gli amici. Secondo la credenza popolare, il karavai era simbolo di fortuna e prosperità per gli sposi, che dovevano dividerlo con tutti gli invitati alla fine della cerimonia. Infine, la nareznoj, una pagnotta di frumento dalla forma allungata e caratterizzata da profonde righe in superficie, utilizzata spesso per preparare i panini.   Kolbasa: la salsiccia simbolo dell'URRS Qualsiasi sia il pane portato in tavola, ad accompagnarlo è sempre la kolbasa, la tipica salsiccia di di maiale, manzo, tacchino, agnello, pollo o vitello, disponibile in diverse varianti, dalla classica a quella affumicata. La sua origine è legata alla storia dell'Unione Sovietica e alle difficoltà che seguirono la Rivoluzione di ottobre del 1917, quando le risorse alimentari erano sempre più limitate e la carne scarseggiava. Questo - secondo la tradizione - fino al 1936, quando Stalin non chiese a Anastas Mikoyan, che era a capo dell'industria alimentare, di trovare soluzioni tecnologiche innovative per sfamare il popolo, dimostrando così al mondo che la Repubblica Sovietica era ancora prospera e godeva di ottime condizioni economiche. Mikoyan partì dunque per gli Stati Uniti, alla ricerca di un'idea. A quel tempo, in America, era in voga un prodotto insolito, la Bologna sausage, un salume simile alla mortadella ma dal gusto molto diverso, a base di pollo, tacchino, bovino e maiale. Ispirandosi a questo prodotto a basso costo ma sostanzioso, una volta tornato a Mosca, decise di introdurre un alimento simile, con elevato contenuto proteico e per questo chiamato doktorkaya kolbasa, “salsiccia del dottore”.   Blinis, le crespelle di buon augurio Non mancano, poi, le colazioni dolci, prime fra tutte quelle a base di blinis accompagnati con frutta fresca o sciroppata, confetture e conserve, ma è possibile trovarli anche in versione salata. Si tratta di una sorta di crespelle a base di farina e lievito, una preparazione che affonda le sue radici nel Medioevo e nata, come spesso accade, per errore. La tradizione vuole che a creare le frittelle sia stato un viaggiatore russo affamato, che lasciò accidentalmente un impasto d'avena sul fuoco, ottenendo così una sorta di pizzetta tonda e piatta. La ricetta divenne poi popolare durante il periodo pre-quaresimale, durante il quale le donne preparavano i blinis come segno di buon auspicio per un raccolto generoso. Nel tempo divennero, sempre più, parte integrante della cultura russa, tanto da essere consumati in occasione delle nascite e dei funerali, fino a diventare famosi anche fuori dai confini nazionali.   Syrniki, le frittelle dei contadini Il tipico formaggio cremoso a latte vaccino prodotto in Germania, il quark, in Russia diventa tvorog ed è protagonista dei syrniki, frittelle simili ai pancakes, insaporiti con panna acida, marmellata, confetture, miele o salsa di mela. A volte impreziosite con uva passa, in Russia sono conosciute anche come tvorozhniki, e si compongono di formaggio, farina, uova e zucchero. In sostituzione del quark, si posso utilizzare – con risultati un po' diversi - anche i fiocchi di latte o altri formaggi cremosi come la ricotta. È una specialità di umili origini, nata dapprima come colazione tipica delle famiglie contadine più povere, che potevano fare affidamento sui latticini di loro produzione, e poi diffusasi ben presto anche fra i ceti sociali più elevati. Il nome deriva dal termine “syr”, che indica il formaggio con cui viene preparato.   La ricetta: blinis Ingredienti. 150 g. di farina 00. 1 cucchiaio di lievito secco. 250 g. di latte tiepido. 1 uovo. 1 pizzico di sale. Mescolare insieme tutti gli ingredienti in una ciotola capiente. Coprire con la pellicola e lasciar riposare per un'ora. Riscaldare una padella antiaderente e, aiutandosi con un cucchiaio, prelevare un po' di impasto e metterlo a cuocere. Dovrà avere una forma rotondeggiante. Quando l'impasto inizierà a fare delle bollicine in superficie, il primo lato sarà cotto. Girare il blini e cuocere l'altra parte. a cura di Michela Becchi. Colazioni del mondo. Francia: croissant, madeleine, crêpes. Colazioni del mondo. India: naan, upma, puttu, masala chai. Colazioni del mondo. Regno Unito: English breakfast, porridge, muffin inglesi. Colazioni del mondo. Stati Uniti: cereali, pancakes, doughnuts, bagel, French Toast. Colazioni del mondo. Brasile: açai bowl, bolo de fubà, pão de queijo, frutta tropicale. Colazioni del mondo. Grecia: baklava, loukoumade, koulouri, yogurt. Colazioni del mondo. Giappone: misoshiru, tofu, dashimaki, doroyaki. Colazioni del mondo. Italia: cappuccino e cornetto, biscotti, ciambellone, pane e marmellata. Colazioni del mondo. Australia: Vegemite, avocado con uova, lamingtons, anzac biscuits. Colazioni del mondo. Portogallo: pastel de Nata, torrada, galão, queijadas de Sintra.

    Le migliori offerte di amazon di Domenica 25 febbraio

    Dopo l’Amazon Prime Day e in attesa del prossimo Black Friday amazon propone qualche offertina per ingannare l’attesa Prima di visionare la lista delle offerte proposte, vi ricordo le nostre classifiche sempre aggiornate: Classifica miglior smartwatch android di febbraio 2018 Classifica miglior tablet android di febbraio 2018 Classifica miglior smartphone android di febbraio 2018 (...)Continua […]

    Stoccolma, inaugurati i primi autobus elettrici senza conducente

    In Svezia, a Kista, sono stati introdotti i primi autobus elettrici privi di conducente. Questi mezzi, grandi come un minivan, possono trasportare fino a dodici persone e possono raggiungere i 20 km/h. I bus sono dotati di speciali sensori per il riconoscimento degli ostacoli lungo il percorso, mentre a bordo è sempre presente un autista pronto a prendere il controllo del mezzo in caso di necessità. Il bus, chiamato EZ10, collega il centro commerciale di Kista e la Victoria Tower lungo un percorso lungo 1,5 chilometri. I mezzi sono stati realizzati grazie al contributo di aziende come Ericsson, IBM e Fujitsu. Per la prima corsa è stato condotto un piccolo esperimento: i passeggeri sono stati bendati e a loro insaputa fatti salire sul mezzo. Una volta scoperto di essere su un bus senza conducente non sono mancate le reazioni di sorpresa.

    Cittadinanzattiva: "Accesso alle cure non è uguale per tutti". E chiede modifica Costituzione

    IL diritto alla salute è davvero accessibile per tutti in Italia? Per Cittadinanzattiva no, non lo è. Ed è per questo che l'organizzazione chiede l'integrazione di un articolo della Costituzione italiana. Per farlo lancia la campagna "La salute è uguale per tutti" e, con l'appoggio di 50 realtà fra organizzazioni civiche, associazioni mediche e di pazienti, e di numerosi testimonial chiede in maniera trasversale al Parlamento che si insedierà dopo le elezioni del 4 marzo un'integrazione all'articolo 117 della Costituzione: "Unostrumento per contribuire alla riduzione delle disuguaglianze in ambito sanitario".  Una proposta sostenuta dalla campagna social #diffondilasalute (www.diffondilasalute.it), per chiedere ai cittadini di attivarsi a sostegno della tutela del diritto alla salute (per farlo niente raccolta firme ma un bacio virtuale diventerà il simbolo di un "contagio"). La campagna. Una nuova battaglia per Cittadinanzattiva che parte dalla nascita del Servizio sanitario nazionale (giusto 40 anni fa), basato sui "principi dell'universalità, dell'uguaglianza e dell'equità" e plana sul "consolidamento di una condizione di frammentazione e difformità territoriali" che ha portato per Cittadinanzattiva a una disparità di prestazioni da perte delle Regioni: "Alcune sono in grado di assicurare servizi e prestazioni all'avanguardia altre faticano a garantire anche solo i Livelli Essenziali di Assistenza, in violazione di quanto previsto dall'articolo 32 della Costituzione", spiegano dall'organizzazione.

    E' morto Folco Quilici, l'ultimo dei grandi documentaristi

    Si è spento stamattina all'ospedale di Orvieto all'età di 87 anni. Con i suoi film ha raccontato il rapporto tra l'uomo e il mare. Il ministro Franceschini: "Sempre avanti rispetto agli altri". Il Wwf: "Un faro che continuerà a illuminare il nostro racconto"

    Art residency nel paesaggio

    Quattro artisti hanno lavorato a stretto contatto con il paesaggio e immersi nella vita rurale del Veneto. Il risultato è un’interessante lettura a più voci delle identità locali. The post Art residency nel paesaggio appeared first on Abitare.