• ASCOLI, PROF FA GLI AUGURI DI COMPLEANNO A HITLER SU FACEBOOK/ Lui fa chiarezza: “Erano per Walter Hahn!”

    www.ilsussidiario.net
  • Governo, Berlusconi: “Facciamo accordo con il Pd”. Salvini: “Senza la Lega, io a disposizione del Colle”

    www.ilfattoquotidiano.it
  • «Trump ha invitato Putin alla Casa Bianca». Vladimir «contento»

    www.ilsole24ore.com
  • Vallanzasca: no dei giudici alla libertà condizionale

    milano.repubblica.it
  • Papa Francesco da Alessano a Molfetta tappe sui luoghi di don Tonino Bello

    www.lagazzettadelmezzogiorno.it
  • Tangenziale ovest: tir perde il carico e invade la corsia opposta, incidenti a catena

    milano.repubblica.it
  • Roma Eur: donna carbonizzata nel parco Tre Fontane/ Identificata 49enne, una operaia italiana: “è un omicidio”

    www.ilsussidiario.net
  • Tragico infortunio nel Canavese, addetto alle pulizie muore schiacciato sotto un carico di polietilene

    torino.repubblica.it
  • AUSTRIA, SCONTRO FRA TRENI A SALISBURGO/ Ultime notizie, 54 passeggeri feriti: convoglio partito da Venezia

    www.ilsussidiario.net
  • Autostrada A10, incidente tra Savona e Spotorno. In fiamme pullman di studenti

    www.quotidiano.net
  • Autista di pullman pieno di studenti viene colto da malore: collisioni a catena

    www.lecceprima.it
  • ALABAMA, GIUSTIZIATO IL CONDANNATO PIU' ANZIANO DELLA STORIA/ Uccise un giudice che era contrario alla ...

    www.ilsussidiario.net
  • Bressanone, donna uccisa a Bolzano: fermato il marito/ Tanti sospetti nei confronti dell'uomo

    www.ilsussidiario.net
  • Lascia 1 kg marijuana in treno, arresto

    www.ansa.it
  • Rapina Sicurtransport: quel blitz “perfetto”, la pista pugliese e il regalo alle cosche

    www.cn24tv.it
  • Meteo, Italia capovolta: caldo record al Nord, pioggia al Sud

    www.repubblica.it
  • Swaziland, il re Mswati III cambia il nome al paese/ Si chiamerà eSwatini, per non confonderlo con la Svizzera

    www.ilsussidiario.net
  • Cosa sta accadendo in Russia?

    www.trend-online.com
  • Brescia, la mamma investe il figlio in retromarcia/ Morto il bambino di 4 anni: poco tempo fa un caso simile

    www.ilsussidiario.net
  • Euroflora Genova 2018/ Anche i fiori dell'amore nei parchi di Nervi

    www.ilsussidiario.net
  • Il capo della Polizia Gabrielli a Napoli «Sconforto per video agenti violenti»

    «Abbiamo intrapreso un'azione disciplinare e, come anticipato dal questore, non saremo assolutamente teneri». Lo ha detto il capo della Polizia, Franco Gabrielli, a margine di un appuntamento a Napoli, in riferimento alla reazione violenta di due agenti motociclisti della Polizia di Napoli contro un giovane colpevole di avere eluso i controlli, ripresa con un cellulare e finita sul web dov'è diventata virale. Io vedendo le immagini - ha detto ancora Gabrielli - ho provato sconforto per la gratuità delle affermazioni e anche per una violenza assolutamente non giustificata. Ho però pensato alle centinaia di poliziotti, carabinieri e finanzieri che tutti i giorni fanno il loro dovere e lo fanno con grande passione con grande dedizione, buttando il cuore oltre l'ostacolo. Quell'azione in qualche modo ha compromesso o poteva compromettere questo grande lavoro».

    Salvini litiga con Berlusconi che ora guarda al Pd: Rosato: sta sognando

    Il leader del Carroccio: “Sbaglia Berlusconi quando dice che gli italiani votano male e risbaglia quando dice che si deve riportare al governo il Pd". La lite Salvini-Berlusconi spianerà la strada a un governo solo Lega- 5Stelle?

    Basket, Trento in volo verso i play off. Buscaglia: ''Noi ci proviamo sempre''

    ROMA - Alla fine Trento c'è sempre. La Dolomiti è una delle squadre più calde del momento in serie A e comincia il rush finale (-4 al termine della stagione regolare) dal quinto posto, raggiunto con un girone di ritorno fatto di 8 vittorie (le ultime quattro consecutive) e tre sconfitte, un rendimento che ha rimediato ad una prima parte di stagione con troppi alti e bassi. Coach Buscaglia, era solo questione di tempo o cos'altro? "Era anche una questione di tempo. Ci sono tante variabili all'inizio, giocatori che funzionano subito in un sistema nuovo, altri che arrivano dopo. La squadra inizialmente è stata non solo ondivaga ma probabilmente non aveva ancora la capacità di rendersi di conto di quali fossero le proprie forze. Abbiamo dovuto creare gerarchie, bilanciamenti, sentivamo però di avere qualcosa. Ci ha aiutato molto l'impegno di Eurocup, è stato un momento di grande energia. Lì abbiamo iniziato a costruire un pezzetto di casetta e quell'esperienza ci è servita per continuare a costruirla". Andata sulle montegne russe: 2 vittorie nelle prime 9 giornate, poi 4 vinte e altre due perse."Non avere per un mese e mezzo Gutierrez e Shields può costarti quella partita che poi sarebbe servita per entrare nelle prime otto, ma quello degli infortuni è un fattore con cui tutte le...

    Ardea, il ricordo di Franco Califano nella sua casa-museo

    “Chi sono io …”: nella Casa Museo Franco Califano, ad Ardea, il 21 aprile, alle 17, torna l’appuntamento con la musica e la poesia, volto a celebrare il grande artista romano e a ricordare l’uomo. A distanza di cinque anni dalla sua morte, avvenuta il 30 marzo del 2013, la Trust Onlus Califano replica la commemorazione dell’autore, al quale, certo, molto deve il patrimonio della musica italiana. Una personalità singolare quella di Califano che con testi quali “Tutto il resto è Noia”, “La mia Libertà”, “Non escludo il ritorno” (così come si legge, per sua volontà, sulla lapide della tomba), ha lasciato un segno indelebile nei cuori di chi ha fatto delle sue canzoni oltre un motivo, uno slogan di vita. L’evento organizzato della Onlus in collaborazione con la Associazione Filarmonica di Ardea presieduta da Patrizia Andreoli e il patrocinio del Comune, porta ancora una volta sul palco, per rendere omaggio al Maestro, nomi illustri della letteratura, e del giornalismo televisivo. Tra i relatori, ospite della serata, per il secondo anno consecutivo Umberto Broccoli, che con parole di grande entusiasmo ha definito Califano tra gli artisti più rivoluzionari della musica italiana. Al tavolo per questa nuova edizione dedicata all’autore e moderata da Massimo Cinque (regista, autore televisivo) anche Michele Mirabella (autore, attore, giornalista e conduttore televisivo) e Massimiliano Lenzi (giornalista, scrittore e autore televisivo).

    GF15: chi è Luigi Mario Favoloso, fidanzato di Nina Moric

    Elisabetta Esposito Al Grande Fratello 15 è entrato Luigi Mario Favoloso: è conosciuto non solo per essere il fidanzato di Nina Moric, ma anche per essersi candidato alle elezioni con Casa Pound. Una delle sorprese di questo GF15 si chiama Luigi Mario Favoloso. Il suo è un nome molto noto al pubblico televisivo e al popolo del Web. Favoloso è infatti il fidanzato di Nina Moric: i due formano una coppia da ben quattro anni e spesso si mostrati insieme al pubblico, in particolare sui social network. Favoloso, classe 1988, è nato a Torre del Greco e oggi è residente a Milano. Ha partecipato ad alcuni salotti televisivi, ma è soprattutto un imprenditore - ha lavorato soprattutto in Svezia, ma anche in Italia - ed è anche un digital manager, stando alla sua scheda sul sito del Grande Fratello. Di recente si è occupato anche di politica, candidandosi alle ultime elezioni con Casa Pound Italia. "Io odio il politicamente corretto, odio le frasi fatte - ha dichiarato nel video di presentazione del reality show - Mi piacciono le persone che dicono quello che pensano senza pensare alle conseguenze, quindi con chi cerca per forza di acchiappare le simpatie delle persone io non vado d'accordo". Favoloso, così come già accennato, sta con Nina Moric da 4 anni e varie indiscrezioni parlano di un matrimonio tra i due in autunno. "Come in tutte le relazioni, all'inizio c'è tanta passione, c'è tanta foga, poi dopo vengono i sentimenti veri - ha chiosato ancora Favoloso - Io sì, io la sposerei. Io penso che alla fine di questa esperienza o il nostro rapporto sarà consolidato e ci sposeremo oppure tac!".

    Svezia, Ibrahimovic indesiderato "È solo un egoista, non ci serve"

    Rachele Nenzi Dopo le dichiarazioni di partecipazione al Mondiale, Ibrahimovic viene duramente attaccato da un compagno di Nazionale. Ibrahimovic ha gonfiato il petto e al canale ABC ha dichiarato che sarebbe andato sicuramente in Russia. Al Mondiale. Sottolineando però che non avrebbe aggiunto altro. Ora - andando oltre alla convocazione che non è certa da parte del ct della Svezia - qualcuno storce il naso contro l'attacante in forza ai Los Angelse Galaxy. Attacco frontale "Non ho idea se verrà convocato o meno, dipenderà dal tecnico, ma noi ci siamo qualificati senza di lui". Dichiarazioni chiare che nell'immediato suonano stonate e poco pacifiche. Il grido di battaglia è di Karl-Johan Johnsson, estremo difensore del Guingamp (Ligue1) e secondo portiere della Svezia. Il portiere ha chiarito alla rivista francese Main Opposée che Ibra non è ben voluto: "Lui è un egoista, un individualista sia come persona che come giocatore. Noi invece siamo un gruppo. Non ho dubbi che se venisse convocato giocherebbe bene, ma noi dovremmo cambiare totalmente il nostro gioco, perché tutto sarebbe subordinato a lui e alle sue giocate. Alla fine, ci siamo meritati di andare in Russia senza di lui, con un sistema ben definito e collaudato e non sono così sicuro che il tecnico voglia nuovamente modificare tutto", come riporta La Gazzetta dello Sport.

    Varese Ligure, a rischio radicalizzazione: allontanato migrante ospite della Croce Rossa

    La Spezia - «Sei un porco, un cane, un miscredente. Se trovo il modo ammazzo tutti. Algerini, marocchini, tunisini di tutto il mondo». Frasi pronunciate all’indirizzo di quegli arabi che, secondo un richiedente asilo del Mali che adesso sarà rimpatriato, non rispettavano fedelmente il Corano. L’uomo, un giovane ospite di una struttura della Croce Rossa di Varese Ligure (La Spezia), sospettato di essere a rischio radicalizzazione è stato allontanato dalla provincia della Spezia e accompagnato dalla polizia al Cie di Torino da dove non potrà allontanarsi nell’attesa che gli venga revocata la richiesta di permesso d’asilo per poi essere rimpatriato. Il ragazzo di 22 anni arrivato in Sicilia nel 2016 con un barcone e ospitato a Varese Ligure, aveva dimostrato di non voler integrarsi in alcun modo non partecipando nemmeno alle attività proposte dalla struttura fino a arrivare a una vera escalation di minacce nell’ultimo mese nei confronti degli operatori e degli altri richiedenti asilo considerati “impuri”. Il giovane aveva dato in escandescenze anche a marzo quando era stato portato in prefettura per avviare le pratiche della revoca del diritto d’asilo.

    Preziosi su Ballardini: «Parleremo. Non voglio soffrire come in questi due anni»

    Genova - Preziosi torna a parlare di presente e futuro del Genoa: «Ballardini ha fatto un grande lavoro, tra di noi c’è stima e gli sarò sempre grato. Ho in mente un piano, non voglio più soffrire come in questi ultimi due anni. Parlerò con il mister quando raggiungeremo la salvezza matematica, ci vedremo e ci parleremo per capire se c’e condivisione. Non è ancora il momento di dire nulla. Tornerò allo stadio presto, stiamo lavorando per il futuro: Criscito ha rifiutato offerte importanti pur di tornare da noi. E spero di poter tenere Perin che è genoano dentro. Vedremo se arriverà qualche opportunità per lui, io spero di no. E Lapadula sta dimostrando di essere un grande attaccante, ha solo pagato l’inizio di stagione difficile». Riguardo al tema stadio: «Oggi ho visto Ferrero, aspettiamo la perizia da parte del Comune. Ci sono lavori talmente tanto grandi che lo pagherei zero. Saremo in condivisione ma spero sempre di poter avere la Casa del Genoa».

    Mario Biondi, posticipati a dicembre i live di Roma e Milano

    Sono stati spostati al mese di dicembre i due concerti del cantante nato a Catania previsti per il mese di maggio a Roma e a Milano. In particolare, la data romana del 17 maggio al Palalottomatica slitta al 27 dicembre e cambia anche la location: Mario Biondi si esibirà all’Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia, della Capitale. Per quanto riguarda, invece, il concerto di Milano del 20 maggio, si va al 5 dicembre, non più, come programmato, al Mediolanum Forum di Assago, bensì al Teatro degli Arcimboldi della città meneghina. Coloro che hanno già acquistato i biglietti per le due date potranno utilizzarli per i nuovi concerti, senza dover procedere in alcun modo alla sostituzione del biglietto. Sul comunicato di stampa che annuncia il posticipo si legge che “sarà loro garantito un settore di analogo valore” rispetto a quello acquistato per le location inizialmente previste. Per tutti gli altri, i biglietti sono già disponibili per l’acquisto su ticketone.it e nei punti vendita Ticket One.

    Insegnanti donne in pensione prima degli uomini (per legge). E il giudice condanna il Miur per discriminazione

    Nel 2014 due docenti abruzzesi di 65 anni avevano chiesto di rimanere in servizio per totalizzare più contributi, pur avendo raggiunto l'età per il trattamento anticipato di vecchiaia. Prima erano state autorizzate, poi la marcia indietro a causa del decreto legge 90/2014 del governo Renzi. Ma i docenti uomini, per i quali i requisiti sono più alti, avevano potuto restare in aula anche oltre i 65. L'articolo Insegnanti donne in pensione prima degli uomini (per legge). E il giudice condanna il Miur per discriminazione proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Portland, la festa è finita prima di iniziare

    Portland, la festa è finita prima di iniziare. I Blazers sono stati l’outsider a Ovest più credibile a Golden State e Houston per tutta la seconda parte della regular season, arrivati al 3° posto in volata, ma crollati sul più bello. Doveva essere una lunga post-season e invece sembra già arrivata a conclusione. Parole chiave: nba playoff

    "Grande Fratello 15", Lucia Bramieri piange al ricordo del marito

    E' tempo di confessioni e di lacrime al " Grande Fratello 15". Lucia Bramieri seduta in giardino con Alessia e Valerio si lascia andare a qualche confidenza: "Sono una che ha sbagliato mille volte. La vita tanto mi ha dato e tanto mi ha anche tolto..." E qui la nuora di Gino Bramieri scoppia a piangere ripensando a Cesare, suo marito e figlio del grande comico, scomparso nel 2008: "E' il mio tallone d'Achille..." "Cesare è l'unico argomento che mi rende debolissima e stata una sofferenza che ancora non mi tolgo dalle spalle", dice Lucia asciugandosi le lacrime, mentre i due ragazzi cercano di consolarla come possono. "Io mi ritengo fortunata, perché ho avuto un marito che mi ha dato tutto quello che aveva e forse anche di più", continua una volta che si è ripresa: "Lui era un marito di quelli che stava dalla mia parte a prescindere. Se qualcuno gli diceva di avermi vista fare una cosa brutta, lui non veniva a casa a chiedermi se fossi davvero io, lui andava da chi gli aveva detto questa cosa e negava tutto: 'Tu sei un pirla... quella non era mia moglie'".

    Video choc, intervistato sui vitalizi l’ex ministro Landolfi prende a sberle il giornalista di La7: “Faccia di cazzo”

    È avvenuta ieri in pieno centro a Roma l’aggressione da parte dell’ex ministro Mario Landolfi (FdI) ai danni di Danilo Lupo, inviato di La7 per Non è l’arena di Massimo Gieltti, che stava realizzando interviste sul tema dei vitalizi ai politici. L’inviato di Non è l’arena stava chiedendo un parere a Mario Landolfi che si è […] L'articolo Video choc, intervistato sui vitalizi l’ex ministro Landolfi prende a sberle il giornalista di La7: “Faccia di cazzo” proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Lukaku lascia il procuratore Raiola per essere seguito da Jay-Z

    Romelu Lukaku centravanti del Manchester United ha mollato il procuratore Mino Raiola per passare alla Roc Nation Sports, la società fondata dal rapper americano Jaz-Z, marito della popstar Beyoncé. Classe 1993, il belga di origini congolese è passato dall’Everton ai red devils per 84 milioni di euro. È il secondo giocatore importante che passa alla scuderia americana dopo Jerome Boateng del Bayern Monaco. La Roc è una realtà in grande espansione: cura i diritti sportivi di Kevuin Durant, stella dei Golden State Warriors, di Danny Green dei San Antonio Spurs e ha diversi atleti nell’Nfl. E e nel pugilato, come Andre Ward.

    The Voice of Italy 5: gli ammessi alle Battles dopo i Knock Out

    The Voice of Italy 2018, gli ammessi alle Battles dopo i Knock Out. E intanto Al Bano parla di Michael Jackson, con il quale ha avuto a che fare in tribunale.

    L'affondo di Berlusconi sui 5Stelle: "A Mediaset pulirebbero i cessi"

    Luca Romano Il leader di Forza Italia: "Ma che stanno a fare questi che non hanno mai fatto nulla nella vita. Nessun accordo con loro" "Devo dire che gli italiani hanno votato molto male ed adesso quello che segue va di male in peggio". Così il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, fotografa la situazione attuale dopo la fne del secondo giro di consultazioni. Poi sferra un attacco durissimo nei confronti del Movimento 5 Stelle: "Ma che stanno a fare questi qui che non hanno mai fatto niente della vita... Ma dai... Prendiamo consapevolezza di chi sono e con chi abbiamo a che fare. Uno: Cinque stelle è il partito dei disoccupati. Due: è il partito di chi vuole raggiungere il potere per togliere a chi ha e prendere per sé. Io davvero mi trovo di fronte a questo destino: a 12 anni sono dovuto scendere in piazza ad attaccare i manifesti perchè ero contro i comunisti, nel '94 scesi in campo per tutelare l'Italia dagli ex comunisti e oggi, alla mia età, devo tornare in campo per difendere il mio paese da M5S. Mi sono abbastanza rotto!". Poi l'affondo sui grillini: "È gente che non ha mai fatto nulla nella vita: nella mia azienda li prenderei per pulire i cessi". Di Maio? "Ha una buona parlantina, non posso negarlo, ma non ha mai combinato niente di buono per sé, per la sua famiglia, per il Paese. Non possiamo affidare l'Italia a gente come lui. Nessun accordo è possibile con i 5 Stelle, un partito che non conosce l'abc della democrazia, che prova invidia sociale, formato solo da disoccupati, e che rappresenta un pericolo per l'Italia", ha tuonato il leader forzista.

    Caso Bergamini: "Il cerchio delle indagini si sta chiudendo"

    "Il procuratore capo di Castrovillari Eugenio Facciolla sta per chiudere le indagini sull'omicidio di Denis perché ora abbiamo tutti gli elementi per parlare di delitto e non di suicidio". Lo ha detto l'avvocato Fabio Anselmo, legale della famiglia di Denis Bergamini, il calciatore del Cosenza morto

    Ghost stories, fantasmi contro scettici: si mette male

    Fantasmi e diavoli scatenati, terrorizzanti e metafisici, urlanti e sbeffeggianti. È l'agguato che l'aldilà tende al professor Philip Goodman, anchorman campione di scetticismo che ha costruito le sue fortune televisive smascherando truffe nel paranormale. Ma l'osso si fa duro quando s'incaponisce su tre casi difficili da smontare. Così in altrettanti capitoli e un epilogo zeppo di prodigi, neppure troppo rivelatore nel racconto circolare che, quando si chiude, contagia la fine col principio, i britannici Jeremy Dyson e Andy Nyman dei League of Gentlemen fabbricano, rivisitando una loro pièce teatrale, il film di spettri più eccitante e atipico degli ultimi anni.

    Bologna calcio, a Casteldebole spunta uno striscione in sostegno di Donadoni

    striscione "Pagaci il biglietto" di ieri  di LUCA BACCOLINI 20 aprile 2018 Seguici su Facebook per essere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla città e dalla regione © Divisione La Repubblica Gruppo Editoriale L'Espresso Spa - P.Iva 00906801006

    Roma, Di Francesco: "Il Liverpool? Sia uno stimolo per affrontare la Spal"

    ROMA - "La Spal è una squadra molto organizzata che concede poco agli avversari. Dobbiamo concretizzare al meglio le occasioni perché sarà una partita difficile e delicata. Inoltre, sarà una delle prime gare col caldo e mi auguro di affrontarla nel miglior modo possibile sotto ogni punto di vista". Eusebio Di Francesco alla vigilia della sfida di Ferrara continua a chiedere ai suoi di tenere alta la concentrazione sul campionato nonostante la semifinale di Champions col Liverpool sia alle porte. "Abbiamo fatto qualcosa di straordinario, ma non dobbiamo fermarci qui - avverte -. La mia testa è solo alla partita con la Spal perché da qui alla fine ci saranno 5 gare fondamentali e saranno poche le possibilità di andare a riprendere i punti". Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo, il tecnico giallorosso annuncia che cambierà qualcosa rispetto alla gara col Genoa ("anche se non posso cambiarli tutti"), il rientro di Perotti ("è pronto e sarà convocato"), il probabile turno di riposo per Dzeko ("giocare tante gare di fila non è facile") e il forfait di Kolarov: "Non sarà convocato a causa di un affaticamento muscolare, al suo posto giocherà uno tra Jonathan Silva e Luca Pellegrini, col primo favorito". Di Francesco, la Spal ha fermato la Juventus e ha messo in difficoltà il Napoli: quali sono le insidie della partita di domani? "La Spal è una squadra molto organizzata che concede poco agli avversari. Dobbiamo concretizzare al meglio le occasioni perché sarà una partita difficile e delicata. Inoltre sarà una delle prime gare col caldo e mi auguro di affrontarla nel miglior modo possibile sotto ogni punto di vista". Quali sono le condizioni di Perotti? "Diego è prontissimo, vediamo se farlo giocare titolare. Non ci sarà invece Kolarov a causa di un affaticamento muscolare". Dzeko può riposare domani? "Lo vedo molto carico, ma è ovvio che giocare tante partite di fila non è facile, quindi valuterò insieme a lui.  Con la Spal giocherà Edin oppure Schick". Qual è il suo pensiero sulle code lunghissime per il biglietto di Anfield? "Si vede che abbiamo fatto qualcosa di straordinario ma non...

    "Grande Fratello 15": Alessia bellezza al sole, sfoggia un fisico mozzafiato

    Splende il sole nella Casa del " Grande Fratello 15" e i ragazzi ne approfittano per rilassarsi, iniziando a conoscersi. A sfoggiare un fisico da modella è la bella Alessia, 22enne torinese, che studia Economia e Statistica. Figlia di mamma napoletana e papà calabrese, ha tratti tipicamente mediterranei. E qualcuno, tra i ragazzi, sembra già essersi accorto del suo fascino... "Hai un viso stupendo e un sorriso che attacca". Alberto, il Tarzan di Viterbo, ha già tentato i primi approcci lusingandola. Ma Alessia, per il momento, non ha fretta in campo sentimentale. "L'amore? Diciamo 'puntini di sospensione'. Vorrei un uomo che sia protettivo, che sia presente. Speriamo che prima o poi qualcuno mi si pigli!" aveva raccontato durante i provini prima di entrare nella Casa.

    “Buon compleanno” a Hitler, bufera sul prof: «Ammiro le sue opere artistiche»

    Ascoli Piceno - Felice Spicocchi, vice preside e docente dell’Istituto Tecnico Agrario «Ulpiani» di Ascoli Piceno ha fatto gli auguri ad Adolf Hitler, nato il 20 aprile 1889, in un post sul proprio profilo Facebook. L’augurio naturalmente non è passato inosservato, al punto che il post è stato rimosso poco dopo. Sul social il professore questa mattina ha scritto la frase: «Einhundert neunundzwanzig alles Gute zum Geburtstag Wuensche», che tradotto significa «Centoventinove volte auguri di buon compleanno». Immediate le polemiche, dentro e fuori la scuola.

    Fed Cup a Genova, Jasmine Paolini sarà la prima azzurra a scendere in campo.

    Genova- Sarà Jasmine Paolini la prima azzurra a scendere in campo domani, a Valletta Cambiaso, nella sfida di Fed Cup che vedrà l’Italia capitanata da Tathiana Garbin contro il Belgio, incontro valevole per i playoff/promozione al World Group 2019. Paolini (numero 145 nel ranking Wta) è stata preferita a Deborah Chiesa come seconda singolarista, e affronterà, alle 13.30, Elise Mertens, numero uno della selezione belga (n.17 Wta) fresca vincitrice del torneo di Lugano. «Forse è meglio giocare per prima così so anche a che ora toccherà a me - il commento di Jasmine Paolini - la Mertens è fortissima ma ce la metterò tutta. Sono contentissima che la capitana mi abbia dato fiducia, ma per me l’importante è poter fare parte di questo bellissimo gruppo azzurro». A seguire, come stabilito dal sorteggio effettuato stamattina a Valletta Cambiaso, scenderà in campo la numero uno azzurra, Sara Errani (n.91 Wta) che se la vedrà con la belga Alison Van Uytvanck (n.50).

    Concerti, Motta: tutte la date del tour di ‘Vivere o morire’

    Il cantautore pisano ha reso note le date del tour che lo porterà sui palchi italiani per presentare la sua ultima fatica discografica, “Vivere o morire”, uscita lo scorso 6 aprile, ideale seguito di “La fine dei vent’anni”. La tournée vera e propria di Motta sarà preceduta da quattro anteprime, concentrate tra il 26 e il 31 maggio – qui i dettagli. Il “Motta live 2018” proseguirà poi durante l’estate, secondo il seguente calendario: 10 luglio, Flowers Festival, Collegno (TO) 11 luglio, Terrasound, Pescara 14 luglio, Abbabula Festival, Sassari 20 luglio, Goa Boa, Genova 13 agosto, Sziget Festival, Budapest 30 agosto, Sferisterio, Macerata

    Regionali Molise, 4 candidati: ma sfida sarà tra M5s e centro-destra

    Domenica si vota per l'elezione del presidente e della giunta regionale in Molise. A giocarsi la partita quattro candidati: rispettivamente di centrodestra, di centro-sinistra, del M5s e di Casapound. Ma la vera sfida sarà tra la coalizione azzurra e i Cinque Stelle. Un match importante tanto da far scendere in campo i rispettivi leader nazionali in sostegno del propio candidato. Matteo Salvini ne è convinto. "L'esito del voto influirà sulle sorti dell'esecutivo".

    Montecarlo, Dimitrov primo semifinalista

    Grigor Dimitrov è il primo semifinalista del torneo Atp Masters 1000 di Montecarlo (terra, montepremi 4.872.105 euro). Il bulgaro, numero 5 del mondo e quarta testa di serie, sconfigge il belga David Goffin, numero 10 del ranking Atp e 6 del seeding, con il punteggio di 6-4, 7-6 (7-5) in un'ora e 46 minuti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Instinct, il terzo episodio non va in onda su Rai2 dopo l'accusa di plagio

    Debutta domenica su Rai2 Instinct finita al centro delle polemiche per aver copiato un episodio di Bones al punto che CBS lo ritira e non andrà in onda domenica su Rai2

    Montecarlo, Dimitrov in semifinale: battuto in due set il belga Goffin

    Grigor Dimitrov è il primo semifinalista del torneo Atp Masters 1000 di Montecarlo (terra, montepremi 4.872.105 euro). Il bulgaro, numero 5 del mondo e quarta testa di serie, sconfigge il belga David Goffin, numero 10 del ranking Atp e 6 del seeding, con il punteggio di 6-4, 7-6 (7-5) in un'ora e 46 minuti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Che Tempo Che Fa, gli ospiti di domenica 22 aprile: tra gli altri Giorgio Napolitano, Claudio Bisio, Toto Cutugno e i Rudimental

    Gli ospiti della prossima puntata di Che Tempo Che Fa, in onda domenica 22 aprile alle 20.35. Domenica 22 aprile alle 20:35, su Rai 1, nuovo appuntamento col talk show di Fabio Fazio Che tempo che fa. Ad accogliere i telespettatori, in collegamento con Fabio Fazio, il Presidente Emerito della Repubblica Giorgio Napolitano.

    Fognini contro l'arbitro: "Non gioco più"

    Fognini contro l'arbitro: "Non gioco più" Gesto di protesta del tennista italiano, che durante il quarto di finale di doppio insieme al compagno di squadra e Nazionale Simone Bolelli ha subito, a sentirlo, un'ingiusta decisione arbitrale. Ecco com'è andata. TENNIS, LA CRONACA DEI QUARTI DI MONTECARLO. Parole chiave: atp montecarlo , simone bolelli , masters 1000 montecarlo , fabio fognini

    Avengers: Infinity War - nuova action figure "Hot Toys" di Iron Spider

    Hot Toys annuncia una nuova action-doll per il nuovo "Iron Spider" di Avengers: Infinity War. Il prossimo 25 aprile approda nei cinema italiani Avengers: Infinity War aka Avengers 3, film che non solo riunirà il più spettacolare parterre di supereroi Marvel in un solo film, ma sarà un capitolo di transizione che cambierà l'Universo Cinematografico Marvel introducendo i fan alla "Fase 4". Nel lasso di tempo intercorso tra "Captain America: Civil War" e "Infinity War" il nuovo Peter Parker di Tom Holland accetterà il posto offertogli la prima volta da Tony Stark nel finale di , e lo troveremo schierato contro Thanos con il suo "senso di ragno" allerta e un costume nuovo di zecca.

    Marco Materazzi: "Buffon? Se lo avessi fatto io in quanti mi avrebbero difeso?"

    Mario Costa Secondo Materazzi le proteste di Buffon sono comprensibili, ma al portiere bianconero il pubblico e la stampa avrebbero riservato un trattamento speciale. Materazzi non le ha mai mandate a dire, in campo e fuori, con avversari e compagni di squadra. Colonna portante dell'Inter per un decennio abbondante e campione del mondo con gli azzurri nel 2006, dopo aver mosso i primi passi da allenatore in India è tornato in Italia per dedicarsi alla famiglia. Interpellato dalla stampa sulla questione Real-Juve che continua a tenere banco, non si è tirato indietro. Parlando di Buffon, ha definito comprensibile il comportamento del portiere bianconero, che a pochi secondi dal termine della gara ha visto fischiare un rigore di cui ancora oggi si discute. Le veementi proteste che hanno portato all'espulsione e le dichiarazioni nel post gara hanno diviso l’opinione pubblica e Materazzi non usa giri di parole per sottolineare come a Gigi sia stato riservato un trattamento speciale, almeno rispetto a quanto pubblico, tifosi e addetti ai lavori avrebbero fatto con lui: "Avrei voluto vedere se fosse successo a me, in quanti avrebbero preso le mie parti come hanno fatto con Gigi, che è stato difeso a spada tratta". Intervistato da Premium Sport, l'ex 23 neroazzurro parla del momento importante della sua Inter, di come la lotta a tre per la Champions con Lazio e Roma si deciderà probabilmente all'ultimo turno, quando la squadra di Spalletti affronterà proprio i biancocelesti di Inzaghi all'Olimpico. A proposito, impossibile non richiamare alla mente quel Lazio-Inter del 5 maggio 2002, quando Materazzi e compagni caddero rovinosamente nella capitale consegnando lo scudetto nelle mani della Juve. Un accenno anche a come, stando al suo parere, le polemiche nei confronti di Icardi siano del tutto sterili: "Mi vien da ridere perché uno che fa 25 gol a campionato non ha bisogno di fare salti di qualità".

    "Grande Fratello 15", i toni si accendono: Lucia esplode contro Alberto

    Si accende il cima all'interno della Casa del " Grande Fratello 15". Alberto decide di "classificare" gli altri coinquilini stabilendo chi per lui è un buono e chi invece non lo è. Lucia scatta: "Basta! Sei pesante! Io ho il coraggio di dirtelo, ma tutti qui lo pensano! Non ci conosci, non sai la storia di nessuno, non stabilire se uno è buono oppure non lo è!". La nuora di Bramieri si sfoga dicendo di portare alla luce un disagio comune a tutto il gruppo... Il Tarzan di Viterbo, si è improvvisato "life coach" dei ragazzi della Casa. E questo atteggiamento che non è piaciuto affatto a Lucia: "Lasciaci vivere, fai il tuo gioco e basta. Oddio, guarda ce l’avevo qua. E cavolo qui non abbiamo bisogno di un maestro, è da stamani che parli, parli, parli e non si capisce cosa vuoi dire. Tu non sai niente di noi, nulla di nessuno di noi. Ma tu cosa ne sai delle nostre vite?! Io non li voglio i tuoi complimenti". E continua: "A me basta che taci e chiudi quella tua bocca. Sono stufa di sentirti. Basta è da stamani che vai in giro a dire ‘tu sei buono, tu sento che sei agitato, tu devi fare il modello’. E infine aggiunge: "Io voglio che tu la pianti. Stai diventando pesante".

    Marquez si scusa, Rossi: «Il mio pensiero l’ho già detto»

    Roma - La MotoGp prova a ripartire dalla pista e superare l’ennesimo incidente tra Marc Marquez e Valentino Rossi. Il riaccendersi dell’astio tra «due divinità» del motociclismo - come li ha definiti Johann Zarco ad Austin - ha monopolizzato l’interesse di media ed appassionati, mettendo in ombra la vittoria di Cal Crutchlow a Termas de Rio Hondo. «In Argentina ho fatto tutto quello che ritenevo opportuno e tornerei a farlo. Ho detto che non cambierò il mio modo di correre, ma mi piace imparare dagli errori. Da quella domenica tutti possiamo imparare molte cose. Non ho alcun rancore verso Valentino, gli ho subito chiesto scusa, non avrei nessun problema a parlare con lui». Marquez ha parlato prima della conferenza stampa ufficiale ed è stata l’occasione per chiarire, spiegare e a provare a tendere una mano. Valentino Rossi parla in conferenza stampa a tarda sera. « Le mie dichiarazioni in Argentina? Ho riguardato la gara e penso esattamente le stesse cose, confermo le mie parole, ma è meglio guardare avanti - ha sottolineato il pesarese - Noi come Senna e Prost? Loro si giocavano il Mondiale, invece quello che è successo in Argentina non ha avuto senso perché Marquez mi avrebbe superato alla curva successiva. Ma magari un giorno ci siederemo insieme e ne parleremo».

    Emigratis, Pio e Amedeo in Russia per incontrare Toto Cutugno fanno il pieno di ascolti

    Chiusura in bellezza per " Emigratis", che ha onorato il passaggio in prima serata con ottimi ascolti: seguito da una media di 2.032.000 spettatori e il 9,54% di share sul pubblico totale, ha raggiunto il 33% di share sul target di rete 15-34 anni. Nell'ultima puntata Pio e Amedeo sono andati in Russia da Toto Cutugno, convincendo il cantante a farli salire sul palco con lui. In Russia il cantautore è un vero e proprio idolo delle folle, capace di vendere oltre 100 milioni di dischi. La coppia comica lo ha raggiunto al pianoforte e, dopo una dedica alla mamma di Amedeo, "Mamma Rosa", e un selfie sulle note di "Soli", è cominciato il classico fuoco di fila di domande scomode... "Ma perché in Italia non ti venerano come ti venerano in tutto il mondo?" hanno chiesto a Cutugno, che non si è scomposto: "Non sono gradito anche perché con le persone maleducate ho un carattere particolare".

    Premier, la top 10 dei più veloci: non c'è Salah

    Premier, la top 10 dei più veloci: non c'è Salah. OptaJoe ha stilato la classifica dei venti giocatori che hanno registrato la velocità massima in questa stagione di Premier League. Tra i primi 10 non c'è l'egiziano, autore di una stagione fantastica, mentre compaiono ben tre elementi del Manchester City. Parole chiave: moussa sissoko , mohamed salah , theo walcott , raheem sterling , premier league

    Pillole di saggezza: Fiorella Mannoia

    Una donna determinata e sempre attenta alla realtà che la circonda, che non ha nessuna paura a esporsi per sostenere le proprie ragioni: il pubblico italiano adora Fiorella Mannoia anche...

    Serie C: Livorno e Siena si giocano a distanza il primato, il derby Catania-Trapani sceglie l'anti-Lecce

    ROMA  - Scocca l'ora del terzultimo atto della stagione regolare per il campionato di serie C. E sarà molto probabilmente decisiva la 36esima giornata nello sprint per la promozione diretta. Ad aprire una quattro giorni tutta da vivere è venerdì sera l'anticipo Pisa-Pontedera, uno dei tanti derby che propone in questo turno il girone A, che poi manda in scena il resto del programma sabato, mentre domenica toccherà alle gare dei gruppi B e C, con il posticipo di lunedì sera fra Catania e Trapani chiamato a dire se una delle due compagini può insidiare la capolista Lecce. LIVORNO DIFENDE PRIMATO IN SARDEGNA, SIENA RICEVE CUNEO -  Il girone A, quello dei continui colpi di scena al vertice, propone un altro sabato assai gustoso per gli appassionati. Il Livorno, tornato al comando, dopo il felice ritorno in panchina di Andrea Sottil al posto di Luciano Foschi, è impegnato a difendere il primato sul terreno dell'Arzachena che a questo punto deve guardarsi le spalle per non farsi risucchiare in zona playout. La Robur Siena, chiamata a recuperare due punti ai labronici, dopo il ko ad Arezzo che le è costato la vetta cerca il riscatto contro il Cuneo, per il quale ormai le speranze di salvezza dovrebbero passare dagli spareggi.

    Turchia, Gunes colpito da un oggetto lanciato dagli spalti in Fenerbahce-Besiktas

    Marco Gentile L'allenatore del Besiktas è stato colpito da un oggetto lanciato dagli spalti nella semifinale di Coppa di Turchia contro il Fenerbahce. L'arbitro ha sospeso la partita ma nel tunnel degli spogliatoi c'è stata una rissa che ha coinvolto calciatori e staff di entrambe le squadre. In Turchia, si sa, i tifosi sono molto focosi ma anche i calciatori hanno dimostrato di esserlo nel match Fenerbahce-Besiktas. Le due squadre si stavano affrontando nella semifinale di ritorno della coppa nazionale ma la gara è stata sospesa al 59' per via del lancio di un oggetto, presumibilmente un pezzo di un seggiolino, che ha colpito in pieno l'allenatore del Besiktas Senol Gunes che si è accasciato a terra. Questo brutto episodio accaduto al Sukru Saracoglu Stadium ha indotto così il direttore di gara a sospendere la partita e così le due squadre hanno fatto rientro negli spogliatoi. Purtroppo, però, non tutto è filato liscio visto che anche alcuni giocatori di Fenerbahce e Besiktas si sono resi protagonisti di una rissa nel tunnel che porta agli spogliatoi. Secondo le prime ricostruzioni l'acceso diverbio culminato poi in rissa sarebbe avvenuto tra diversi calciatori e membri dello staff di entrambe le squadre con il vice allenatore di Gunes, Gultekin che avrebbe riportato lievi ferite. Sul terreno di gioco è intervenuta anche la polizia che ha cercato di sedare gli animi per evitare che la situazione degenerasse anche sugli spalti. Türkiyeyi üçüncü yapmış dediğiniz adam Türkiyenin 1 numaralı yüzkarası #ŞenolGüneş #senolgunes @Fenerbahceliyiz @Fenerbahce @12numaraorg @fbruhuorg pic.twitter.com/6fPxeoEol7. — Korhan ÇAĞLA (@korhancagla) 20 aprile 2018.

    Alimentazione, una colazione sostanziosa aiuta a dimagrire

    Una dieta che prevede una colazione sostanziosa non solo fa bene alla salute, ma aiuta a dimagrire. E' quanto emerge da uno studio israeliano della Tel Aviv University secondo cui il pasto mattiniero, seguito da un pranzo di media entità e una cena leggera, stimolerebbe la perdita di peso. I ricercatori hanno osservato per tre mesi lo stato di salute di una trentina di volontari, obesi con diabete di tipo 2 e un'età media di 69 anni. Una parte del gruppo preso in esame è stata sottoposta alla cosiddetta "dieta B" (colazione abbondante, pranzo più piccolo e cena decisamente leggera), mentre il resto dei soggetti ha seguito la dieta 6M" : sei mini-pasti quotidiani. "Non è quanto si mangia, non sono le calorie di per sé è anche a che ora del giorno si mangia. Il metabolismo cambia a seconda delle ore. Una cosa è una fetta di pane al mattino una alla sera", ha spiegato la coordinatrice del team di ricerca Daniela Jakubowicz.

    Porsche 911 GT3 RS - Al Ring in meno di 7 minuti, è record - VIDEO

    6:56.4, bastano questi numeri per riassumere una performance destinata a entrare nella storia. Alla Porsche 911 GT3 RS sono infatti bastati meno di 7 minuti per completare i 20,6 km dell'anello nord del Nürburgring, quel Nordschleife protagonista della spasmodica caccia di record che negli ultimi anni ha coinvolto tutti i principali costruttori di auto sportive. Configurazione stradale. A segnare il nuovo primato è stata la versione facelift della due posti stradale guidata dal pilota del team ufficiale Porsche Kévin Estre che, insieme a Lars Kern, grazie ai 520 CV del flat six 4.0 litri aspirato e alla nuova aerodinamica della sportiva, è riuscito a migliorare di ben 24 secondi il crono della GT3 RS precedente. Per stabilire il nuovo record sono stati effettuati quattro diversi giri tutti ben al di sotto dei sette minuti: il miglior rilevamento cronometrico, fatto segnare da Estre, ha visto la GT3 RS partire alle 11:40 del mattino con condizioni meteorologiche ottimali con temperatura dell'aria di 14 e l'asfalto a 18. Gli pneumatici utilizzati per conquistare il nuovo record erano rigorosamente stradali, dei Michelin Pilot Sport Cup 2 R da 265/35 ZR 20 allanteriore e da 325/30 ZR 21 al posteriore che, pur non essendo ancora previsti come primo equipaggiamento, presto saranno ordinabili nelle concessionarie ufficiali della Casa. Il primato, segnato lo scorso 16 aprile, ha portato la più estrema delle 911 stradali a essere la terza sportiva della Casa di Zuffenhausen ad aver completato ufficialmente un giro dell'Inferno Verde in meno di sette minuti: in passato ci erano già riuscite le 918 Spyder e 911 GT2 RS, forti rispettivamente di un powertrain ibrido da 767 CV e di un motore biturbo da 700 CV.

    Le cotolette light in padella con la ricetta facile

    Le cotolette light in padella sono un secondo piatto buono e versatile che potete preparare nella vita di tutti i giorni, io vi consiglio di servirle sul momento, perché appena fatte sono...

    Berlino: nelle vie della città più creativa d'Europa

    Una città aperta e dinamicissima, che conserva però un’atmosfera inquieta e insieme affascinante, che riporta alla mente la storia e i drammi del XX secolo. Dopo la caduta del muro, chi sente parlare di Berlino, pensa in primo luogo alla Porta di Brandeburgo, l'edificio più famoso della capitale. Per decenni è stato simbolo di divisione ma anche il cuore di una metropoli sempre spumeggiante, fonte inesauribile di idee e impulsi, arte, cultura e creatività. La città raffinata - Il Kurfürstendamm, l'elegante viale metropolitano per antonomasia, i grandi magazzini Kaufhaus des Westens, meglio conosciuti come KaDeWe, le boutique di tendenza e le gallerie raffinate sono il volto dei quartieri occidentali di Berlino, come pure gli splendidi quartieri residenziali e naturalmente la celeberrima vita notturna. Per definirsi perfetta, una serata a Berlino prevede una visita al Friedrichstadt-Palast, il teatro di varietà più grande della Germania.

    Anna Foglietta: «Sono donna prima che madre»

    L'attrice romana torna nella seconda stagione de «La mafia uccide solo d'estate 2», la serie di Pif dove interpreta una mamma degli anni Settanta «molto travagliata». Ma lei ha un motto diverso, che le ha insegnato Alda Merini. L'articolo Anna Foglietta: «Sono donna prima che madre» proviene da VanityFair.it.

    Fmi: spagnoli più ricchi degli italiani, nel 2017 compiuto sorpasso

    Gli spagnoli sono più ricchi degli italiani: il Pil procapite della Spagna ha superato quello dell'Italia nel 2017. E' quanto emerge dai dati diffusi del Fmi che confrontano i Paesi sulla base della "parità del potere d'acquisto". Lo riporta il Financial Times citando alcuni dati del Fondo monetario internazionale. Secondo le rilevazioni, la Spagna sarà il 7% più ricca dell'Italia nei prossimi 5 anni. Dieci anni fa l'Italia era il 10% più ricca.

    Microsoft sta pensando alla nuova Xbox? Lo suggerisce un annuncio di lavoro

    Stando a un recente annuncio di lavoro, Microsoft si è messa alla ricerca di un Electrical Engineer DRAM Memory Lead per il futuro di Xbox. Microsoft ha pubblicato un nuovo annuncio di lavoro per la posizione di Electrical Engineer DRAM Memory Lead, con l'obiettivo di studiare nuove soluzioni hardware per il futuro di Xbox. Forse bolle qualcosa in pentola in vista della next-gen? Prosegui la lettura

    Facebook sposta 1,5 miliardi di utenti in Usa per aggirare l'Unione europea

    Facebook ha spostato oltre 1,5 miliardi dei suoi utenti fuori dalla portata della nuova legge europea sulla privacy. Mark Zuckerberg, Ceo del social, ha disatteso la promessa di estendere ai suoi 2,1 miliardi di iscritti le tutele previste dal Gdpr (General Data Protection Regulation). Il nuovo regolamento garantirà la protezione dei dati personali solo agli account europei, statunitensi e canadesi ma non a quelli che risiedono in Asia, Africa, Australia e in America Latina. Fortunatamente per i 30 milioni di italiani attivi sul social... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO: Accesso illimitato agli articoli Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:

    La Nasa lancia nello spazio il telescopio che cerca pianeti con forme di vita

    Il lancio nel pomeriggio : il satellite TESS (Transiting Exoplanet Satellite Survey) analizzerà oltre 200.000 delle stelle più luminose al di fuori del nostro sistema solare

    I must di zona Tortona

    Sempre carica di energia, zona Tortona si propone come un must della Milan Design Week con tante installazioni dal significato emozionale, tanti spunti per pensare al nostro futuro e al nostro presente. The post I must di zona Tortona appeared first on Abitare.

    Palazzo Citterio, il gioiello di Milano fresco di restauro, si svela alla città

    Palazzo Citterio ce l’ha fatta. Da oggi il progetto che negli ultimi quarant’anni ha dato vita all’operazione “Grande Brera” vede il proprio completamento sempre più vicino.