Shop With US Online NewsJS
  • GIUSEPPE DI MATTEO SCIOLTO NELL'ACIDO, RISARCIMENTO 2,2 MILIONI/ Ultime notizie: il ruolo dei boss mafiosi

    www.ilsussidiario.net
  • Roma, fatta per Olsen: sarà il sostituto di Alisson. Al Copenaghen 11,5 milioni di euro

    sport.sky.it
  • Open Arms denuncia la Libia ma non l'Italia/ Migranti, ultime notizie: l'allarme del Papa a San Pietro

    www.ilsussidiario.net
  • Napoli-Carpi 5-1, la squadra di Ancelotti già brilla

    www.gazzetta.it
  • Higuain al Milan? / Ultime notizie: contatto tra Leonardo e Beppe Marotta per l'attaccante della Juventus

    www.ilsussidiario.net
  • Castel Volturno, tragedia in mare: 70enne cerca di salvare la nipotina e muore

    www.tgcom24.mediaset.it
  • SERLE, RAGAZZINA AUTISTICA SCOMPARSA/ Ultime notizie, Vigili del Fuoco: "Pensiamo sia ancora viva"

    www.ilsussidiario.net
  • Marchionne in terapia intensiva, condizioni irreversibili. Il nuovo ceo di Fca Manley già al lavoro

    www.ilsole24ore.com
  • Stuprata più volte dal fratello, resta incinta: 15enne condannata per aver abortito

    www.ilmessaggero.it
  • Germania, trionfa Hamilton. Delusione Ferrari: Vettel sbatte sul più bello

    www.gazzetta.it
  • Dybala, che invito a Pjanic! "Resta alla Juve"

    www.sportmediaset.mediaset.it
  • Dl dignità, scontro Di Maio-Pd sugli indennizzi | M5s: stanno coi padroni

    www.tgcom24.mediaset.it
  • Salvini legittima l'annessione della Crimea, l'Ucraina convoca l'ambasciatore

    www.today.it
  • Continua l'allerta meteo: stato di attenzione fino a lunedì alle 14

    www.ilgazzettino.it
  • Tanti auguri Baby George, una nuova foto per festeggiarlo

    www.vanityfair.it
  • SCONTRINO OMOFOBO: RISTORANTE OFFENDE COPPIA GAY/ Roma, ultime notizie: striscione Forza Nuova contro ...

    www.ilsussidiario.net
  • Tav. Salvini, sostegno a forze polizia

    www.ansa.it
  • Napoli, De Laurentiis: "Cavani? Mai a 58 milioni. E Rodrigo mi piace..."

    www.gazzetta.it
  • Papa Francesco sui migranti: "Dolore per tragedie, comunità agisca"

    www.ilgiornale.it
  • Assalto sul bus col coltello, paura e feriti in Germania

    www.iltempo.it
  • Iran, scossa di terremoto magnitudo 5.9 nel pomeriggio: 300 feriti

    Sono poco meno di 300 le persone ferite nel terremoto di magnitudo 5.9 che ha scosso, in Iran, la città di Tazehabad nella provincia occidentale di Kermanshah alle 14.45 ora locale...

    Boris «squatter»: l’ex ministro non lascia la super residenza del governo

    Sono tantissimi i senzatetto nella capitale britannica, affetta da una endemica crisi degli alloggi: e spesso si trasformano in squatter, ossia si installano abusivamente in edifici disabitati. Da due settimane a questa parte al loro elenco si è aggiunto uno squatter di lusso: Boris Johnson, l’ex ministro degli Esteri, che lunedì 9 si era dimesso dal governo in polemica con la soft Brexit propugnata da Theresa May. Solo che il pirotecnico BoJo (come lo chiamano qui) si è guardato bene dallo sloggiare da Carlton House, la sfarzosa residenza ufficiale dei ministri degli Esteri, che si trova a poca distanza da Buckingham Palace. E il motivo è che anche Boris è tecnicamente un senzatetto: la sua casa di proprietà, una palazzina georgiana di quattro piani nel quartiere intellettual-chic di Islington, è affittata. E dunque lui non può tornarci.

    Shark Week: la 30° edizione su Discovery Channel

    La programmazione della settimana interamente dedicata agli squali. Da lunedì 23 luglio fino a domenica 28 luglio 2018, su Discovery Channel, avrà inizio la programmazione riguardante la Shark Week, l'appuntamento annuale con la settimana interamente dedicata agli squali, giunta alla trentesima edizione. La di quest'anno andrà in onda in contemporanea mondiale su Discovery Channel e sarà caratterizzata da due ore di programmi in prima tv ogni sera e da 15 speciali in prima tv assoluta.

    Accadde nel rock, oggi 23 luglio: Travis, Alison Krauss, Piero Piccioni, Depeche Mode, Amy Winehouse, Slash, Edoardo Bennato

    23 lug 2018 - 1973: Nasce a Stafford, UK, Francis Healy, chitarrista e tastierista dei Travis.

    Germania, Özil dice basta con la Nazionale: "Razzismo e mancanza di rispetto"

    Dopo le tante polemiche suscitate dalla foto insieme a Ilkay Gundogan con il contestato premier turco Erdogan il centrocampista dell'Arsenal ha annunciato l'addio alla maglia della Mannschaft: "Rispetto le origini della mia famiglia, quella foto la rifarei, l'ho accettata...

    Vettel, quel piccolo particolare che la dice lunga

    Vettel, quel piccolo particolare che la dice lunga. Il ferrarista vive una giornata da sogno che diventa un incubo. Una vittoria che sembra certa, magari da dedicare a Marchionne, finisce dritta nel muro. Ed è in quel frangente che si manifesta la grandezza umana del pilota  RIVIVI IL GP DI GERMANIA LE CLASSIFICHE DEL MONDIALE. Parole chiave: sky sport voice , guido meda , FERRARI , GP GERMANIA , skysportvoice , VETTEL

    Ancelotti si gode il suo Napoli: «E con Milik e Mertens siamo ok»

    «Abbiamo una squadra di qualità, non lo scopriamo stasera. Questa gara ci dà buone indicazioni, c’è spirito e facciamo cose positive». Così Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli intercettato dai microfoni di Saky al fischio finale del match amichevole contro il Carpi stravinto per 5-1 dagli azzurri. «Abbiamo avuto un’ottima concentrazione per tutto il match, anche questa è una cosa importante per questo gruppo. Allan esterno basso? Può giocare anche lì, come Hysaj può stare a sinistra. Sono giocatori esperti che possono darci una mano senza alcun problema».  Anche in avanti tante sperimentazioni per Ancelotti, in attesa di avere il gruppo al completo. «Insigne centrale? Tutte le punte che abbiamo ci aiutano molto nel gioco che facciamo. Lorenzo viene giù a prendere il pallone, sa giocare molto bene tra le linee. Ma anche Mertens e Milik ci danno una mano in quel senso», ha aggiunto. «Arek è arrivato da poco, adesso aspettiamo il 6 agosto per Mertens. Poi ci sono Inglese e Vinicius che stasera hanno anche segnato», ha risposto parlando degli eventuali arrivi di mercato. «Sono soddisfatto di questi giorni di lavoro, ci stiamo divertendo e lavoriamo senza alcuna fatica. Quando ci si diverte vengono fuori tante nuove idee».

    Giffoni 2018, Matano e Scianna nel nuovo film di Miniero

    Un gorilla come protagonista, una trama insolita ed un cast d'eccezione: si potrebbe riassumere così la pellicola di Luca Miniero «Aspettando il gorilla», in uscita sul...

    Due passaporti agli altoatesini. La Farnesina: "Iniziativa ostile"

    Claudio Cartaldo Continua lo scontro tra Italia e Austria sul doppio passaporto agli altoatesini. La Farnesina chiede chiarimenti a Vienna. Si preannuncia un fine luglio di fuoco tra Austria e Italia sul caso del doppio passaporto agli altoatesini. Vienna, infatti, non sembra disposta a retrocedere ed ha già in serbo una legge per rendere il tutto operativo. A riportare la notizia della legge era stato, sabato, il quotidiano austriaco Tiroler Tageszeitung. Il disegno di legge verrà presentato in parlamento a settembre dal governo austriaco, già entrato in contrapposizione con il Belpaese per il blocco dei confini al Brennero. In serata, è arrivata la dura replica del ministero degli Esteri italiano. Il Ministro degli Affari Esteri, Enzo Moavero Milanesi, ha infatti dato incarico all'Ambasciatore d'Italia a Vienna, Sergio Barbanti, di domandare chiaramenti ufficiali all'Austria. E lo stesso ha fatto la Farnesina, rivolgendosi però all'ambasciatore austriaco a Roma. Un braccio di ferro che potrebbe durare almeno fino a settembre, quando - eventualmente - Kurz e soci decideranno se portare davvero in Parlamento il disegno di legge. "Qualora quanto prospettato dalla stampa risultasse confermato - si legge in una nota della Farnesina - verrebbe considerato un'iniziativa inopportuna e sostanzialmente ostile, tenuto conto in particolare del ruolo di presidenza semestrale dell'Unione Europea attualmente ricoperto dall'Austria". Nel pomeriggio anche Giorgia Meloni si è espressa sulle intenzioni di Vienna. "Inaccettabile la volontà dell'Austria di concedere la cittadinanza austriaca agli italiani di lingua tedesca e ladina, ponendo così le basi della secessione dell'Alto Adige - ha scritto su Facebook la leader di FdI - Non abbiamo ancora sentito parole nette e decise del Governo Conte e di Matteo Salvini contro questa aggressione diplomatica all'Italia. Fratelli d'Italia è pronta alle barricate per difendere l'Italianità di quelle terre. Se l'Austria perseguirà sulla sua strada, chiederemo che non sia riconosciuta la doppia cittadinanza italiana - austriaca: chi vorrà quella di Vienna, perderà quella italiana e il privilegio di 'minoranza linguistica'".

    Fognini vince a Bastad, ma perde in finale nel doppio.

    Roma - A Bastad, luogo storico del tennis svedese, è arrivata la settima vittoria in carriera di Fabio Fognini, che in finale allo Swedish Open ha superato in tre set l’ex n.7 del mondo Richard Gasquet (oggi n.29). Una vittoria, quella nell’Atp 250 che in un ricchissimo albo d’oro (Rosewall, Santana, Borg, Wilander, Nadal...) conta anche i nomi di Tonino Zugarelli (1975), Corrado Zugarelli (1976), Paolo Canè (1989) e Andrea Gaudenzi (2001), per Fabio vale anche la 14esima posizione in classica mondiale, a un solo posto dal suo miglior piazzamento (n.13 ottenuto nel 2014). Solo Adriano Panatta nella storia Open del nostro tennis ha vinto più tornei (10) di Fabio che con il successo di oggi ha staccato Paolo Bertolucci (6).

    "Riverdale" omaggia cinema e anni Ottanta

    Luca Beatrice Come capitò per Stranger Things, anche Riverdale strizza l'occhio ai cinefili più consumati, a cominciare dai titoli dei singoli episodi che citano celebri film e i loro autori. Pare che i maggiori consumatori della nuova tv siano adolescenti e teenager. Si spiegherebbe così la crescente quantità di serie in cui i protagonisti non sono ancora entrati nell'età adulta. Riverdale rientrerebbe dunque in tale categoria: giovani gli attori, universitario l'ambiente, quella provincia americana profonda in cui tutto si consuma all'interno dei campus e nei dintorni, tipici i tormenti amorosi, le amicizie contraddittorie e instabili, gli scontri con i grandi, le ambizioni spesso frustrate di chi vive lontano dall'adrenalina metropolitana. Eppure Riverdale non è soltanto questo. È tanta roba in più, un indovinatissimo format tra i migliori dell'ultimo anno, tredici puntate ora su Netflix e una nuova stagione in arrivo. Come capitò per Stranger Things, anche Riverdale strizza l'occhio ai cinefili più consumati, a cominciare dai titoli dei singoli episodi che citano celebri film e i loro autori: da L'infernale Quinlan (Orson Welles) a Omicidio a luci rosse (Brian De Palma), da L'ultimo spettacolo (Peter Bogdanovich) a Faster Pussicat Kill Kill (Russ Meyer), da I ragazzi della 56ª strada (Francis Ford Coppola) a Il dolce domani (Atom Egoyan). Al di là della trama, è una sfida continua a cogliere riferimenti e rimandi. La storia di Riverdale si dipana in maniera molto complessa e articolata per un sapiente mix fra i continui colpi di scena (la fa da padrone il Lynch del primo Twin peaks) e la noia studiata della commedia adolescenziale. Come spesso accade, la provincia è il luogo in cui si nascondono i più terribili segreti oltre la soglia dell'apparenza. Sta per iniziare un nuovo anno scolastico e Jason, fratello gemello dell'inquietante Cheryl, muore improvvisamente: sembra una tragica fatalità, invece si tratta di un omicidio. Ma chi può avere ucciso il ragazzo, e perché? Amici, compagni, genitori, insegnanti, tutti potenzialmente indiziati, mentre intorno la rete di rapporti si complica tra amori impossibili o mai nati, scontri e invidie. La verità stenta a venire a galla e il «giallo» si infittisce. Non si tratta però solo di un mystery. Affiora la passione dell'autore Roberto Aguirre-Sacasa per il cinema postmoderno, per quello stile che predilige il tempo sospeso e indefinito: se il gusto ricorda gli anni '80, i ragazzi sono tutti forniti di smartphone e tablet, unico chiaro indizio di ambientazione in un (quasi) presente. Bravi davvero gli attori giovani, curiosa la parte di Luke Perry, indimenticato eroe di Beverly Hills 90210, qui padre barbuto del tormentato Archie, apprendista musicista, personaggio positivo quando si schiera contro i bulli della scuola, eppure attraversato da ombre e malinconie. Speciale:  C-cultura focus

    Napoli-Carpi: 5-1. Soft il passaggio Sarri-Ancellotti. Ora la parola d'ordine è flessibilità

    (lapresse) In tribuna circa 4000 spettatori dal nostro inviato MARCO AZZI Trento – È un passaggio di testimone soft, anche se già s’intravedono delle differenze tra il nuovo Napoli di Carletto Ancelotti (solido, duttile e meno compassato) e quello allo stesso tempo più spettacolare e monotematico di Maurizio Sarri, il cui eccellente lavoro non sarà comunque disperso. La facile vittoria degli azzurri (5-1) con il Carpi, formazione di serie B, è apparsa infatti una promettente sintesi tra passato e presente. Nell’attesa ovviamente di verifiche più probanti, che arriveranno all’inizio di agosto.

    Tennis, Cecchinato batte Pella e vince il torneo di Umago

    Antonio Prisco Dopo la vittoria di Fognini a Bastad, Marco Cecchinato vince il torneo di Umago, battendo l' argentino Guido Pella 6-2 7-6, conquistando il secondo titolo della carriera. Giornata storica per il tennis italiano: dopo la splendida vittoria di Fognini, Marco Cecchinato supera Guido Pella e conquista l' Atp 250 di Umago. Positivo il ritorno sul rosso per il tennista siciliano, dopo l'exploit al Roland Garros. Superato qualche rischio di troppo al primo turno contro il ceco Vesely e aver messo agevolmente in fila Djere e Trungelliti, l'azzurro trova in finale l'argentino Guido Pella, mancino numero 72 del ranking. Precedenti che non sorridono all'italiano, due volte sconfitto contro l'argentino. È il terzo anno consecutivo con un italiano in finale a Umago dopo Fognini e Lorenzi, Cecchinato cerca il secondo titolo della carriera mentre Pella non ha ancora vinto un torneo nel circuito maggiore ma ha due finali perse. Comincia il match, primo game infinito con Cecchinato che, un pò in difficoltà sulle traiettorie mancine di Pella, annulla due palle break. Ottimo approccio del tennista azzurro, che con le sue tipiche variazioni conquista il primo break e si porta avanti 4-1. Cecchinato, molto concentrato al servizio, gestisce bene il vantaggio, l'argentino perde ancora la battuta e il primo set si chiude 6-2 per l'italiano. Secondo set più equilibrato: l'azzurro sciupa due break point per andare subito avanti ma è di Pella il primo break, molto abile in risposta, e l'argentino si porta sul 3-2. Pronta reazione di Cecchinato, che recupera lo svantaggio e va 4-4. Si va al tie break, subito in discesa per l'italiano che vola 4-0. Pella poi accorcia 4-3 ma é freddo il tennista italiano a chiudere 7-4. Vince cosi il torneo di Umago, dimostrando di avere maggiori soluzioni di gioco su questa superficie. Si conclude una giornata storica per il tennis italiano con due vittorie in poche ore. Splendido successo per Marco Cecchinato, che dopo Budapest, conquista il secondo titolo della carriera. Raggiunge con questa vittoria la posizione numero 22 in classifica, il suo best ranking. Disputerà da lunedì l'Atp 500 di Amburgo, dove incontrerà al primo turno il francese Gael Monfils.

    Del Bufalo e Chillemi a Giffoni: bellezze in passerella sul blue carpet

    Una serie di episodi tutti al femminile e dalle mille sfumature, che prendono spunto dalle personalità delle loro protagoniste: è questo il concept della sitcom di Instagram...

    Cresce la pressione su Macron: il caso Benalla lo fa traballare

    Claudio Cartaldo Dopo il licenziamento del collaboratore che aveva picchiato un manifestante, non si frenano le polemiche su Emmanuel Macron. Dalle stelle alle polemiche politiche. La vittoria del Mondiale di calcio per Macron può rivelarsi un incredibile autogol, molto peggio di quello segnato da Mandzukic alla finale di Mosca. A infastidire i sogni notturni del presidente francese c'è infatti il caso Benalla, il collaboratore registrato in un video mentre picchia un manifestante. Oggi Macron, secondo Le Parisien, avrebbe ricevuto ieri all'Eliseo i ministri dell'Interno e della Giustizia Gérard Collomb e Nicole Belloubet per discutere della delicata vicenda. Domani, infatti, il ministro dell'Interno dovrà riferire in parlamento sulla questione. Il collaboratore è stato licenziato ed è agli arresti, ma per gli oppositori di Macron la lettera di licenziamento sarebbe arrivata troppo in ritardo. Quando ormai la polemica era scoppiata. Sono tre infatti le indagini aperte sul caso. Una quella del Parlamento, poi quella della magistratura e della polizia. Macron per ora si è trincerato dietro alle indagini reputando "non necessario" dire qualcosa. Ma anche nella sua maggioranza di governo c'è chi pensa che sarebbe necessario "comunicare velocemente e chiaramente per cercare almeno di fermare il caso". "Si cerca di coprire un affare di Stato dietro una procedura di licenziamento molto tardiva", ha detto ieri Laurent Wauquiez dei Repubblicani, assicurando che "Macron dovrà rendere conto ai francesi" La procura di Parigi ha affidato a un giudice istruttore le indagini e per ora il collaboratore di Macron è indagato per le accuse di violenza e interferenze nell'esercizio di funzione pubblica rivolte. Insieme ad Alexandre Benalla, nella bufera è finito anche Vincent Crase (dipendente del partito del presidente La Republique En Marche). Per loro è già stata richiesta l'interdizione dai pubblici uffici. Intanto tre agenti di polizia, quelli che avrebbero trasmesso i filmati di videosorveglianza al Benalla, l'accusa ha chiesto che fosse loro vietato svolgere la funzione per la quale hanno commesso i presunti reati. Per tutti e cinque la Procura di Parigi ha ordinato l'arresto, quando fino a sabato sera erano solo stati fermati e tenuti in custodia di polizia.

    Mercato Roma. Dalla Svezia: fatta per Olsen arriva per 11,5 milioni di euro. Domani probabilmente in Italia

    Con l’addio di Alisson, la Roma deve necessariamente acquistare un nuovo portiere titolare. Nelle ultime ore si è fatta prepotente la candidatura di Olsen che ha battuto la concorrenza di Areola. Il portale svedese aftonbladet.se fa sapere che l’accordo tra i giallorossi e il Copenaghen è stato raggiunto sulla base di 11,5 milioni di euro. Il giocatore potrebbe arrivare nella capitale già domani ed essere presentato la prossima settimana.

    Madonna stalker dopo dopo un bacio alla modella: «Era il mio capo e mi ha molestata»

    Si sono conosciute sul set del videoclip "Justify my love", negli anni Novanta, ma il "colpo di fulmine" sarebbe scattato solo per una delle due, la popstar Madonna.

    G20, tutti contro il protezionismo: inappropriati i dazi di Trump

    G20, tutti contro il protezionismo: inappropriati i dazi di Trump. Il vertice, che si è tenuto a Buenos Aires, ha messo in risalto una crescita mondiale meno sincronizzata. Tria: l’Italia mantiene una tendenza positiva. Parole chiave: g20 argentina economia tria

    F1, Gp di Germania: Ferrari, quanti errori nel giorno più inatteso

    Non è facile mettere in ginocchio Lewis Hamilton. C’era riuscito Vettel sabato, piazzando una pole simile a una stoccata micidiale mentre il suo primo avversario era fermo, colpito, spaventato, alla vigilia di una corsa già smaltata di rosso. Cosi, sembrava proprio a tutti, infatti, dati alla mano. Un patrimonio consolidato da una partenza perfetta, da una macchina velocissima, gettato nella sabbia del Motodrom a un passo dal trionfo. Vettel: perduto in un bicchiere d’acqua, proprio lui che sul bagnato ha cominciato a vincere, a Monza, dieci anni fa. L’inversione dei ruoli, nel giro di 24 ore, è stata impressionante. A Hockenheim, nel Mondiale, persino nella mimica facciale. Da +8 per Seb a +17 per Lewis, destinato a subire pur rimontando, capace di pressare e passare con il ritmo di chi guida in stato di grazia. Una impresa. Clamorosa al pari del capitombolo di Sebastian, il quarto dell’anno, per comporre un altro bottino, quello dei punti persi da un pilota che spesso sa vincere in modo entusiasmante, che talvolta si perde in un cono d’ombra misterioso. Preso da fregole e nervosismi che compaiono nelle parole, nei gesti altrimenti impeccabili. Ieri, qualche avvisaglia, prima del tonfo. Colpi di freno in eccesso, una stizza manifestata nei pochi giri dietro a Raikkonen e, forse, la consapevolezza di intravvedere negli specchietti l’immagine del suo nemico, dato per battuto ma capace di infastidirlo persino in un giorno così propizio, così prezioso. Dunque, una corsa come un manifesto molto esauriente. Nel quale compare il potenziale intatto...

    Lucia Lavia: «Quanti equivoci a teatro per “Shakespeare in love”»

    Una delle scene più comiche è quando Will, credendo che Viola sia un giovane attore che deve interpretare il personaggio di Giulietta, le insegna il modo in cui baciano le donne. Siamo infatti in pieno teatro elisabettiano e, a quel tempo, alle donne era vietato recitare, dunque i ruoli femminili erano impersonati da uomini. «Shakespeare in love», il pluripremiato film di John Madden (7 premi Oscar, tra cui miglior film e attrice protagonista a Gwyneth Paltrow) approda al Teatro Romano di Verona, dal 25 al 28 luglio, con la regia di Giampiero Solari, che sottolinea: «Trattandosi di Shakespeare e di Romeo e Giulietta, la cui storia come tutti sanno è ambientata a Verona, ci pare azzeccata la location della rappresentazione, continuamente citata nel testo: è una sorta di metalinguaggio che non capita spesso». L’adattamento teatrale originale è firmato da Lee Hall e lo spettacolo ha debuttato tre anni fa a Londra, ma la versione italiana è firmata da Edoardo Erba. Protagonisti in scena Lucia Lavia (figlia di Gabriele Lavia e Monica Guerritore), nel ruolo di Viola, e Marco De Gaudio in quello del Bardo. «La mia Viola de Lesseps — racconta Lavia — è una ragazza che appartiene alla ricca borghesia londinese, ma è talmente appassionata di teatro che, pur di salire alla ribalta, si camuffa da uomo, con il falso nome di Thomas Kent, e si presenta a un provino per accaparrarsi una parte in commedia». Will, giovane autore emergente, non riuscendo a scrivere un copione che gli è stato commissionato, Romeo e Ethel - la figlia del pirata, vaga per le strade di Londra senza soldi, in ritardo con la consegna del testo, alla ricerca d’ispirazione. «Quando al provino conosce Thomas, non sapendo che è Viola — spiega De Gaudio — è colpito dalla convincente, appassionata tempra recitativa dell’aspirante attore e decide di ingaggiarlo per una commedia ancora...

    Sciolto nell’acido dalla mafia, risarcimento da 2,2 milioni alla famiglia Di Matteo

    Roma - Il tribunale civile di Palermo ha stabilito un risarcimento di 2,2 milioni di euro alla mamma di Giuseppe di Matteo, Francesca Castellese, e al fratello del bambino, Nicola. Per il giudice Paoli Criscuoli - come scrive il Giornale di Sicilia - «è stata lesa la dignità della persona, il diritto del minore a un ambiente sano, a una famiglia, a uno sviluppo armonioso, in linea con le inclinazioni personali, a un’istruzione. Beni e interessi di primario rilievo costituzionale che, pertanto, trovano diretta tutela, anche risarcitoria»; già 400mila euro sono stati versati come provvisionale.

    Napoli-Carpi 5-1, gli azzurri danno già spettacolo

    TRENTO - È un passaggio di testimone soft, anche se già s'intravedono delle differenze tra il nuovo Napoli di Carletto Ancelotti (solido, duttile e meno compassato) e quello allo stesso tempo più spettacolare e monotematico di Maurizio Sarri, il cui eccellente lavoro non sarà comunque disperso. La facile vittoria degli azzurri (5-1) con il Carpi, formazione di serie B, è apparsa infatti una promettente sintesi tra passato e presente. Nell'attesa ovviamente di verifiche più probanti, che arriveranno all'inizio di agosto.     La nuova parola d'ordine del Napoli è flessibilità: nelle rotazioni tra titolari e anche nei cambi di modulo, che Ancelotti chiede alla sua squadra di alternare pure nel corso della stessa partita. È successo di nuovo nel secondo test stagionale degli azzurri, che nel tredicesimo giorno del loro ritiro estivo hanno affrontato allo stadio Briamasco di Trento il Carpi, lasciando momentaneamente il quartier generale di Dimaro. Oltre alla maggiore resistenza dello sparring partner, dunque, Insigne e compagni hanno dovuto fare i conti con la temperatura molto più calda, al di là dell'inevitabile stanchezza per le doppie sedute quotidiane d'allenamenti. Ma i circa quattromila spettatori in tribuna si sono lo stesso divertiti e ne hanno approfittato innanzitutto per osservare da vicino i nuovi acquisti, desiderosi a loro volta di farsi notare e di strappare i primi applausi.

    Donato Carrisi, dopo ?La ragazza nella nebbia? torna al cinema con ?L'uomo del labirinto?

    «Tornerò sul set nella primavera del prossimo anno, ma non posso dire di più. Altrimenti dovrei uccidervi tutti» scherza lo scrittore e regista Donato Carrisi a Ischia Global per ritirare il premio Truman Capote nell’ambito del 16esimo Film & music festival. Il suo prossimo film, dopo “La ragazza nella nebbia”, esordio da David di Donatello, si intitolerà “L’uomo del labirinto” con uscita autunno 2019. Il film è tratto dal romanzo che lo stesso scrittore italiano di thriller più letto al mondo definì «La storia che più mi ha spaventato scrivere: è quella di una ragazza scomparsa e ritrovata, di un uomo senza più nulla da perdere e di una caccia al mostro con risvolti psicologici». Con Carrisi nel gala di chiusura di Ischia Global al Regina Isabela premiata la Colorado Film (Ischia Studios of the years, premio ritirato da Alessadro Usai) casa di produzione (gruppo Rainbow) tra cinema e televisione, artefice di successi come il film di Carrisi e di vari format tv come “Eccezionale Veramente” in onda su La7. «Torno a Ischia dopo dieci anni esatti - ha raccontato lo scrittore e regista - In quel periodo decisi di lasciare il lavoro di sceneggiatore e di dedicarmi esclusivamente alla stesura del mio primo libro. Mi considerarono tutti un matto, persino la donna che amavo qui a Ischia mi mollò. Ora sono felice di tornare in questa isola, di nuovo innamorato». Al bar Maria di Forio, dove Capote amava intrattenersi nel corso del suo lungo soggiorno ischitano nel 1949, Carrisi ha svelato il suo modo di incontrare nuove storie. «Leggo con molta attenzione i giornali ogni mattina, le storie sono li. L’attualità è sempre un ottimo spunto per ogni libro. Una indagine sul male come quella di Capote in “A sangue freddo” credo non l’abbia fatta nessuno, è di una...

    Sergio Marchionne sarebbe in condizioni irreversibili

    Sergio Marchionne: gli aggiornamenti sulle condizioni di salute del manager italo-canadese. È in coma nell'ospedale universitario di Zurigo, sarebbe in condizioni irreversibili.

    Super Liello, quando l'età davvero non conta in corsia

    Fatica, questa sconosciuta. Nora Liello un patrimonio del nuoto italiano, un tesoro inestimabile del Circolo Nautico Posillipo. Sportiva attiva, di esempio per le giovani generazioni, incollate sempre in maniera ossessiva al pc o attaccate al cellulare, destinate inevitabilmente ad ingrassare, la «nonna volante» non avverte in corsia i suoi 87 anni. Donna dei record, che nel recente passato ha addirittura infranto di 1.37 secondi il tempo che apparteneva a Gamenara e che resisteva dal 1999, continua a trionfare. Indisturbata e in scioltezza. Sprinta e vira, bracciata dopo bracciata, riesce a piazzarsi davanti e toccare per prima la mattonella. Ai recenti campionati master italiani Herbalife a Palermo naturalmente il pieno di medaglie. Mai a mani vuote. Tris di vittorie nei 50 e 100 stile libero e nei 50 dorso, più tre staffette. «Non facevo un passo, se non ricevevo complimenti non solo da uomini ma anche da ragazze. Tutto bene fino a quando posso», racconta sorridente Liello, che in Sicilia ha alzato anche una coppa nel circuito supermaster M85. Festeggiano inoltre Barbara Horr prima nei 200 misti, seconda nei 200 dorso e quarta nei 200 rana; «Iron» Amedeo Acquaviva chiude con due secondi posti nei 200 e 400 misti; si fa apprezzare Enrico Caruso con un secondo posto nei 50 dorso ed un quarto nei 50 sl; Angelo Lettera si posiziona secondo nei 200 dorso e sesto nei 100 dorso; strappa due terzi posto nei 50 e 100 sl Gianpiero La Monica. Perennemente in alto i colori del Sodalizio napoletano. E se le congratulazioni giungono sincere dal capitano Paride Saccoia, dal portierone Tommi Negri e dall’arcigno difensore Gigi Foglio, vuol dire che l’impresa è stata ampiamente realizzata. Quando l’età non conta davvero,...

    Classifica Singoli FIMI 20 luglio 2018: Amore e Capoeira di Takagi e Ketra e Giusy Ferreri sempre in testa

    Takagi e Ketra, Giusy Ferreri e Sean Kingston dominano ancora la top 10 FIMI dei singoli più venduti in Italia: ecco la top 10 aggiornata al 20 luglio 2018.

    L'Ong insiste e torna in Libia: "Lo faremo finché necessario"

    Claudio Cartaldo La nave di Proactiva Open Arms torna in mare alla volta della Libia: "Ci torneremo tutte le volte che sarà necessario mentre ci sono persone che rischiano di morire" Non si arrendono. Anzi, rilanciano. E ripartono alla volta della Libia, o meglio dello spicchio di mare che divide Tripoli dall'Italia. Lì, come hanno fatto fino a questi giorni, proveranno a intercettatre barconi carichi di immigrati per caricarli sulla loro nave. Poi, chissà. La nave "Open Arms" dell'ong spagnola Proactiva Open Arms torna, infatti, ha lasciato il porto di Maiorca intorno alle 17 di oggi per far rotta verso il Sud del Mar Mediterraneo. Nel mare nostrum meridionale, con ogni probabilità, riprenderanno le loro operazioni in zona Sar (Search and rescue) di competenza libica. Con un messaggio su Twitter, dove si vede un breve video della loro imbarcazione che salpa, l'ong ha annunciato che la nave "torna lì dove le vite si perdono senza senso. E ci torneremo tutte le volte che sarà necessario mentre ci sono persone che rischiano di morire". Intanto, però, arriva la notizia che la Marina libica ha salvato e riportato in Libia 40 migranti, tra cui un bambino. La Open Arms era arrivata a Maiorca, dove è approdata ieri, dopo aver recuperato al largo della Libie una donna (Josefa) e i cadaveri di due migranti, tra cui un bambino. Dopo le feroci polemiche e accuse all'Italia e alla Libia, l'Ong aveva deciso di far rotta verso la Spagna perché non considera più il Belpaese un luogo sicuro dove sbarcare. Arrivati nella penisola iberica, il fondatore Oscar Caps e l'equipaggio hanno consegnato nelle mani del procuratore locale una denuncia per omissione di soccorso indirizzata non all'Italia, come si pensava in un primo momento, ma (tra gli altri) al comandante della motovedetta libica che - secondo loro - avrebbe abbandonato in mare Josefa. Dalla Guardia costiera di Tripoli, intanto, sono arrivate le risposte alle "calunnie" della Ong: "È illogico che una pattuglia della guardia costiera libica salvi 165 migranti, lasciando andare alla deriva due donne e un bambino", ha scritto la Marina di Tripoli che ora chiede una indagine neutrale sul caso.

    Ancelotti: "Questo gruppo mi piace sempre di più"

    Ancelotti: "Questo gruppo mi piace sempre di più" L'allenatore ha commentato ai microfoni di Sky Sport il successo per 5-1 sul Carpi, in amichevole: "Ho un gruppo che mi fa lavorare senza fatica, ci divertiamo. Insigne falso nueve? Lo sa fare bene, come Mertens e Milik" NAPOLI, CRESCITA CONTINUA: POKERISSIMO AL CARPI. SERIE A, TUTTE LE AMICHEVOLI DI OGGI. Parole chiave: napoli , carpi , carlo ancelotti

    Il rapper 6ix9ine in ospedale: è stato rapito e derubato

    Il rapper Tekashi 6ix9ine è stato rapito e derubato questa notte: attualmemte è in ospedale, in convalescenza. Secondo quanto riporta TMZ,  Daniel Hernandez - questo il suo vero nome - sarebbe stato rapito da tre uomini a volto coperto che lo aspettavano di fronte a casa, mentre tornava da una sessione di registrazione di un video. Sarebbe stato colpito con la pistola, e caricato in macchina in stato di incoscienza. Appena risvegliatosi, ha dovuto aprire la casa ai malviventi che lo minacciavano, ed è stato derubato di gioielli per il valore di 750.000 dollari e  20.000 dollari in contanti. La compagna e la figlia di Tekashi erano in casa ma non hanno riportato ferite. 6ix9ine sarebbe stato quindi portato via nella macchina, riuscendo a liberarsi e saltare fuori, chiamando quindi la polizia

    Da Higuain a Morata sino a Pjanic, quanti campioni agitano il mercato

    Meno di un mese all’inizio del campionato e alla fine del mercato, il vero padrone dell’estate. Nella settimana della compilazione dei calendari, giovedì negli studi di Sky, molti affari dovrebbero sbloccarsi. Non è più il tempo dell’attesa. Gli allenatori premono, i direttori sportivi lavorano anche nel fine settimana. Il mondo non finisce a Cristiano Ronaldo. Vale anche per la Juve, che adesso vuole vendere: Rugani è a un passo dal Chelsea per oltre 50 milioni di euro, Higuain potrebbe vestire la stessa maglia, quella dei Blues, ma il Pipita è anche la prima scelta del Milan. L’ombroso argentino è uno dei casi più intriganti dell’estate. Di sicuro lascerà Torino per una cifra intorno ai 60 milioni. Toccherà a lui agitare il già agitatissimo solito ballo delle punte. Gli uomini del fondo Elliott pensano allo juventino, che Leonardo voleva già al Paris Saint Germain. Ieri sera ci sarebbe stato un primo approccio con i bianconeri. Gli inglesi però sono in vantaggio. Sarri rivorrebbe con sé Higuain ma il mercato dei Blues lo conduce, anche in maniera prepotente, Marina Granoskaia, che gode della fiducia incondizionata di Abramovich. Senza contare che il nuovo allenatore, in Australia, vuole capire bene le intenzioni di Morata: tra i due potrebbe anche scoppiare l’amore. Vedremo. Il destino del 9 juventino e quello di Alvaro è legato a filo doppio e balla tra Londra e Milano. La Juve, parlando di attaccanti, vende anche il croato Pjaca, che vuole andare alla Fiorentina. L’ultimo contatto con i viola, sabato sera, è stato però negativo. Una semplice parolina è diventata una sorta di muro al momento invalicabile: obbligo (di riscatto). Marotta e Paratici lo pretendono, Corvino non lo vuole. La Samp è pronta a accontentare i bianconeri e a Firenze valutano altre soluzioni. Pjanic è una specie di tormento per Allegri. Il regista è passato nella scuderia di Fali Ramadani che, tradotto nel linguaggio contorto del mercato, significa mettersi in vetrina. Il Manchester City però smentisce l’interesse per il bosniaco e il Chelsea per adesso sembra a posto con Jorginho e Fabregas. Crescono però le azioni del Paris Saint Germain. La situazione è fluida. La Juve pensa anche a comprare: Godin nel cuore della difesa, Darmian per rinforzare la batteria di esterni bassi, Marcelo se dovesse andarsene Alex Sandro,...

    Il ritorno di Mary Poppins, Emily Blunt nei panni della storica tata

    L’attrice inglese passa dai film storici alle commedie fantastiche, ora è la nuova star Disney: «Nel sequel un po’ di mistero. Julie Andrews? È un’icona inimitabile»

    Germania, Ozil lascia la nazionale dopo le polemiche per la foto con Erdogan: «Razzismo e mancanza di rispetto»

    Mesut Oezil si ritira dalla nazionale tedesca, dopo le polemiche seguite alle foto scattate con il presidente turco Erdogan prima dei mondiali di Russia.

    I ragazzi intrappolati nella grotta, storia da grande romanzo

    Il documentario americano «Thailandia: 18 giorni per la salvezza», in onda sul Nove ha avuto il merito di fare luce in modo essenziale sugli aspetti più tecnici dell’operazione

    De Zerbi: "A Sassuolo divertimento al primo posto"

    De Zerbi: "A Sassuolo divertimento al primo posto" L'allenatore del Sassuolo ha parlato a Sky Sport della prossima stagione: "Per me è il primo anno in cui potrò lavorare dall'inizio. Io e Squinzi siamo ambiziosi, ci troviamo. Obiettivi? Ancora presto, ma conterà come faremo risultato" SERIE A, TUTTE LE AMICHEVOLI DI OGGI. Parole chiave: sassuolo

    Alessia Marcuzzi, fisico statuario a 45 anni: vacanze bollenti in Costa Azzurra

    Alessia Marcuzzi continua ad attirare attenzione. La conduttrice è molto attiva sui social e dopo il "bikini bridge" che ha mandato in delirio i fan su Instagram, arrivano le foto bollenti pubblicate dal settimanale "Oggi" durante le vacanze in Costa Azzurra. LEGGI ANCHE ---- > Marcuzzi scatenata al ritmo di Cicale La Marcuzzi si sta godendo sole e mare e ha scelto la Francia per trascorrere le sue vacanze  assieme al marito Paolo Calabresi Marconi

    Cecchinato conquista Umago: Pella si arrende in due set

    Dopo Fognini, c'è gloria anche per Marco Cecchinato. L'azzurro, dopo il titolo conquistato a Budapest lo scorso aprile, ha concesso il bis stagionale al "Plava Laguna Croatian Open" di Umago. In finale il 25enne palermitano, numero 27 del ranking mondiale e terzo favorito del seeding, ha battuto 6-4 7-6 il mancino argentino Guido Pella. Per Marco, che quest'anno ha raggiunto anche le semifinali al Roland Garros, è il secondo titolo in carriera. © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Da James Taylor & Bonnie Raitt a Sting & Shaggy, da Mannarino a Bregovic dal 23 al 29 luglio

    Il cartellone completo degli concerti a Roma dal 23 al 29 luglio. Lunedì 23 luglio Cantautori/James Taylor a Caracalla con Bonnie RaittYou’ve Got a Friend (scritta da Carole King per il suo album Tapestry del 1971 e incisa e resa celebre nello stesso anno da James Taylor nell’album Mud Slide Slim and the Blue Horizon, è un pezzo di storia della canzone d’autore made in Usa e un pezzo di memoria di chi ha vissuto quel periodo e persino di chi ha visto Taylor cantare quel brano 47 anni dopo, insieme a Giorgia, all’ultimo festival di Sanremo. Con settant’anni compiuti il 12 marzo, 6 Grammy Award alle spalle, 100 milioni di dischi venduti, un posto sia nella Rock and Roll Hall of Fame che nella Songwriters Hall of Fame, Taylor torna a Roma con una band formata da alcuni dei migliori musicisti americani, dal batterista Steve Gadd al chitarrista Mike Landau, da Luis Conte (percussioni) a Kevin Hays

    Da Del Piero a Malagò: "Molinari nella storia"

    Da Del Piero a Malagò: "Molinari nella storia" Francesco Molinari ha scritto una pagina importante della storia del golf italiano. Da Del Piero a Malagò: tutti i complimenti per l'azzurro. FRANCESCO MOLINARI: UN FENOMENO DEL GOLF. MOLINARI NELLA STORIA. Parole chiave: francesco molinari , golf

    Moscon tenta di colpire in corsa un avversario: espulso con la Var

    Il Tour de France di ciclismo finisce per Gianni Moscon. Il trentino, fido scudiero di Chris Froome e dell'attuale maglia gialla Geraint Thomas, è stato espulso dalla corsa gialla.

    Fca, Manley è già al lavoro: vertice con i manager al Gec, poi i conti

    Com'è nel suo stile, il giorno dopo la rivoluzione al vertice di Fca, il nuovo amministratore delegato Mike Manley è già al lavoro a Torino. Le strategie del gruppo, domani e martedì, saranno sul tavolo del Gec (Group Executive Council), l'organismo decisionale del gruppo, costituito dai responsabili dei settori operativi e dai capi funzione. LEGGI ANCHE ---- > Marchionne in condizioni irreversibili Al Lingotto ci saranno circa venti top manager che in questi anni hanno fatto riferimento a Sergio Marchionne e ora dipenderanno da Manley: è la prima riunione esecutiva della nuova era ma non ci sono decisioni sconvolgenti da prendere. La scelta è di andare avanti con il piano industriale presentato il primo giugno a Balocco, la parola d'ordine è continuità. I fari sono puntati anche su Piazza Affari per capire quale sarà, domani alla riapertura, l'impatto della svolta sui titoli del gruppo. Poi, mercoledì, ci sarà l'approvazione dei conti del secondo trimestre 2018, con l'annunciato azzeramento del debito.

    Il lusso del riposo

    Una nuova idea di ospitalità ha debuttato questa estate nel cuore del centro storico di Roma. L’Elizabeth Unique Hotel è una dimora di charme, situata nella nobile residenza di Palazzo Pulieri Ginetti, che invita gli ospiti a vivere un’ esperienza su misura dei propri desideri.

    La beffa dei primi ricordi: frutto dell'immaginazione uno su 4

    C'è chi si rivede piccolo mentre muove i primi passi sorretto da mamma e papà e chi, invece, ricorda il sorriso fatto alla nonna in un giorno d'estate in spiaggia.

    FilmFest 2018 ha calato il sipario ma le potenzialità sono enormi

    TAORMINA “L’avventura”: il capolavoro di Michelangelo Antonioni – girato in gran parte tra Taormina, Messina e provincia – è il simbolo, con la splendida immagine di Monica Vitti, del 64mo Taormina FilmFest, che si è concluso ieri sera con la cerimonia di premiazione condotta da Salvo La Rosa nel Te

    Hamilton sotto investigazione al GP di Germania 2018: vittoria a rischio?

    Lewis Hamilton durante il GP di Hockenheim che ha vinto ha attraversato la linea che separa la corsia dei box e la pista: è under investigation. Il successo potrebbe essergli tolto.

    Starfield sarà il più grande salto nella storia dei videogiochi?

    Sono emerse in rete alcune indiscrezioni su Starfield, secondo le quali sarà il più grande salto nella storia dei videogiochi. Di Starfield, annunciato da Bethesda nel corso dello scorso E3, sappiamo davvero poco, se non che sarà un RPG sci-fi che darà il via ad un nuovo franchise. Nelle scorse ore è tornato però alla ribalta un video pubblicato diverse settimane addietro che riporta una dichiarazione decisamente importante. Prosegui la lettura

    Emma Marrone, lite con i follower a causa di un caffè: «Non vi si regge»

    Doveva essere solo un caffè, invece si è scatenata la polemica. Emma Marrone ha condiviso una foto del piano cottura con la macchinetta ma qualcuno ha avuto da obiettare sulla pulizia della cucina. LEGGI ANCHE ---- > Emma Marrione, relax in spiaggia in mini bikini E lei però ha risposto subito per le rime: «Volevo dire a tutte le signorine Rottermaier che la cucina è la mia e la lavo quando mi pare. E penso anche a tutte quelle donne che non cucinano per non sporcare. Ogni tanto siate leggere per favore, perché veramente non vi si regge».

    Mobilità sostenibile, Roma ultima tra le capitali europee

    Il rapporto ha analizzato 13 capitali europee (Amsterdam, Berlino, Bruxelles, Budapest, Copenhagen, Londra, Madrid, Mosca, Oslo, Parigi, Roma, Vienna e Zurigo), assegnando a ciascuno parametro utilizzato per stilare la classifica (sicurezza stradale, qualità dell’aria, gestione della mobilità, trasporti pubblici, mobilità attiva) un massimo di 20 punti, per un totale potenziale di 100 punti. Secondo l'analisi, al primo posto si classifica Copenaghen, con un punteggio di 57 su 100, seguita da Amsterdam (55) e Oslo (50). Al quarto posto a pari merito Londra e Berlino (34,50 punti), seguite da Mosca (30,75). Ultima classificata la Città eterna, che totalizza solo 27 punti. Il risultato di Roma è determinato da performance negative in particolare per quanto riguarda la sicurezza stradale e la gestione della mobilità, ma anche per il basso livello di utilizzo della bicicletta e i pochi spostamenti a piedi. In termini di sicurezza, lo studio ha rilevato che durante il 2016 nella Caputale si sono registrati 25 incidenti mortali che hanno coinvolto ciclisti e 47 che hanno coinvolto pedoni. Nello stesso periodo, ci sono stati 110 incidenti ogni 10mila spostamenti in bici e 133 incidenti ogni 10mila spostamenti a piedi. A conti fatti, Roma è la città più insicura tra quelle analizzate in quanto a sicurezza stradale.

    Fenomeno Ufo, il Cun lancia le mappe mentali

    Segnalo un’iniziativa curiosa e inedita del Centro Ufologico Nazionale: ha realizzato uno strumento innovativo per favorire la conoscenza del fenomeno Ufo/Uap (rispettivamente: oggetti volanti non identificati e fenomeni aerei non identificati) sotto forma di mappe mentali. Strumento mai utilizzato prima in questo ambito, le mappe mentali si sono dimostrate particolarmente utili per la comprensione di situazioni […]

    MATTONELLA DI GELO DI BISCOTTI E GELO DI ANGURIA

    Dolce con gelo siciliano di anguria e biscotti una freschissima mattonella con l'ingrediente e il frutto più amato dell'estate! Perfetto come merenda! Questo articolo è di proprietà del blog Mani Amore e Fantasia Clicca sul titolo per leggere la ricetta sul blog, e ricorda che puoi decidere di stamparla tramite il tasto "print friendly".... ti aspetto! :) Lori.

    SuperShe Island, in vacanza sull’isola vietata agli uomini

    Il nuovo resort di Kristina Roth, un'imprenditrice americana di origini tedesche, offre alle donne un luogo speciale nel quale rilassarsi, fare il punto sulla propria vita e legare con altre donne.