• AVICII, MORTO IL DJ DI “WAKE ME UP”/ Oman, da Madonna a Calvin Harris e Rita Ora: le star salutano il producer

    www.ilsussidiario.net
  • Roma, la donna bruciata nel parco Una vicina: «Ho sentito gridare»

    roma.corriere.it
  • Inglese segregata per 15 giorni da immigrato, salvata da Interpol

    www.corriere.it
  • Autobus in fiamme sulla A10: continuano le code tra Celle e Savona

    www.savonanews.it
  • Rapiscono un bambino di due anni. Ritrovato per caso dopo nove mesi, malato e denutrito

    www.rainews.it
  • Incidente in moto a Genova: morto un ragazzo, ferito lievemente il fratello

    www.ilsecoloxix.it
  • Chiari, chiude in casa moglie e figli: arrestato

    www.ilgiorno.it
  • Umiliano il figlio con atti di bullismo, madre e padre fanno giustizia da soli

    www.lastampa.it
  • VALLANZASCA RESTA IN CELLA, NO DEI GIUDICI A LIBERTÀ CONDIZIONALE/ Per il carcere "non potrebbe ...

    www.ilsussidiario.net
  • Ostia, giornalista di "Report" aggredito

    www.rainews.it
  • EX MINISTRO LANDOLFI COME ROBERTO SPADA: SCHIAFFO A GIORNALISTA LA7/ Video "vitalizi? Pronto a ...

    www.ilsussidiario.net
  • Monza, operaio muore schiacciato da un macchinario

    milano.repubblica.it
  • Governo, diretta – Berlusconi: “Centrodestra parli col Pd”. Salvini: “Si mette fuori? Io avanti con Di Maio”

    www.ilfattoquotidiano.it
  • Trattativa Stato-mafia: condannati Mori, Dell'Utri e Ciancimino. Assolto Mancino|La trattativa» in 7 punti

    www.corriere.it
  • Torino, la svolta della sindaca Appendino: "Registreremo all'anagrafe i figli delle coppie gay"

    torino.repubblica.it
  • Il grande giorno di Euroflora, la visita in anteprima del Secolo XIX

    www.ilsecoloxix.it
  • Alfie Evans, la Corte Suprema dice "no" al ricorso dei genitori

    www.ilgiornale.it
  • Super anticiclone con assaggio d'estate in arrivo, specie al nord

    www.ansa.it
  • Assalto al caveau di Catanzaro: presi i rapinatori

    www.today.it
  • Don Tonino Bello, il prete che ha sfidato i cecchini di Sarajevo

    www.lettera43.it
  • Zimbabwe, spariti diamanti per miliardi: convocato Mugabe

    L'ex-presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, è stato convocato il 9 maggio da una commissione parlamentare per rivelare quello che sa sulla scomparsa di diamanti per un valore complessivo di 15 miliardi di dollari. La sparizione dei preziosi sarebbe dovuta a "corruzione" e "sfruttamento straniero", come denunciato due anni fa dallo stesso Mugabe, costretto alle dimissioni a novembre.

    Ostia, presidente Federbalneari aggredisce un inviato di Report

    Chiara Sarra L'inviato di Report Giorgio Mottola gli fa una domanda, il presidente di Federbalneari Renato Papagni cerca di infilargli un foglio in bocca. A poche ore dallo schiaffo dell'ex ministro Landolfi a un giornalista di Non è l'Arena, anche un inviato di Report è stato aggredito mentre realizzava un servizio sulle concessioni balneari a Ostia. Lo denuncia la stessa trasmissione di Rai 3, raccontando che questa mattina Giogio Mottola è stato aggredito dopo la conferenza stampa di Federbalneari alla quale si era "regolarmente accreditato, specificando testata e nome". "Al termine dell'iniziativa il giornalista ha chiesto a Renato Papagni, presidente della Federbalneari e titolare di una concessione demaniale per una delle più importanti e grandi spiagge di Ostia, Le Dune, come sia possibile che nonostante gli abusi e le irregolarità accertate rispetto alla gestione del suo stabilimento balneare non gli sia stata revocata la concessione", raccontano da Report mostrando il video dell'aggressione, "In tutta risposta Papagni ha prima strattonato Mottola, poi lo ha aggredito verbalmente e nel momento in cui l’inviato di Report gli ha mostrato un foglio recante la fotografia satellitare dello stabilimento balneare che dimostrava le irregolarità e gli abusi commessi, il presidente gli ha strappato di mano il foglio e ha cercato di infilarglielo in bocca".

    Alisson: “Credo di aver conquistato i tifosi della Roma. Pallotta mi ama per il mio rendimento in campo”

    Alisson Becker, portiere della Roma, ha rilasciato un’intervista a Esporte Interativo di cui è stata pubblicata un’altra anticipazione. Queste le parole del brasiliano: “ Il presidente Pallotta mi ama per quello che faccio in campo non perché sono bello (ride, ndr). Credo di aver conquistato i tifosi della Roma e lo sento dai cori che mi dedicano e da tutte le frasi e i complimenti che mi fanno. Sono molto contento di questo“.

    Molly’s game

    La storia vera, raccontata in flash back al suo avvocato, di Molly, ex campionessa di sci che diventa regina del poker clandestino distribuendo fiches, carte e droga a vip e mafiosi. Non va tutto liscio. Bellissima scrittura, formidabile Jessica Chastain, stile Scorsese, il neo è la banal disputa di famiglia e Kevin Costner intellettuale. 20 aprile 2018 (modifica il 20 aprile 2018 | 23:50)

    Addio ad Avicii, l'ultima foto del dj morto a 28 anni

    Il sorriso sul volto da bravo ragazzo. E disponibile alle foto con i fans: risale a 4 giorni ed è probabilmente l'ultima  foto del produttore e dj svedese Avicii morto oggi a Muscat, in Oman a 28 anni. La foto è stata appunto scattata con due fans in un resord nel paese arabo.  Tim Bergling scriveva musica da quando aveva 16 anni. Il boom nel 2013 con "Wake me up": per Forbes era il dj più pagato del mondo. © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Trophée Hassan II, Edo Molinari fuori al taglio

    Trophée Hassan II, Edo Molinari fuori al taglio. Altra giornata negativa per l'azzurro nel torneo dell'European Tour a Rabat: il campione in carica deve così dire addio al sogno di confermarsi sul green marocchino. Bene Gagli, Manassero e Paratore nelle zone basse della classifica. Il torneo in diretta esclusiva su Sky. GUIDA TV: IL TROPHEE HASSAN II SU SKY. Parole chiave: golf , edoardo molinari

    Bolelli e Fognini in semifinale di doppio al torneo di Montecarlo

    Simone Bolelli e Fabio Fognini si sono qualificati per le semifinali del doppio al 'Rolex Monte Carlo Masters', terzo torneo Atp Masters 1000 stagionale, dotato di un montepremi di...

    Corteo di studenti a Firenze, carica di alleggerimento della polizia

    Carica di alleggerimento da parte delle forze dell'ordine in occasione di un corteo organizzato in centro a Firenze dal Collettivo autonomo studentesco contro l'alternanza scuola-lavoro. La carica è avvenuta all'altezza di piazza Mentana, non lontano da ponte Vecchio: alcuni manifestanti aveva gettato sterco contro la sede della Camera di commercio e accerchiato alcuni agenti della digos intervenuti per allontanarli. Due giovani sono stati fermati.

    Sophia Lillis sarà Nancy Drew per la Warner

    Secondo riavvio cinematografico per Nancy Drew. Deadline riporta che Sophia Lillis, giovane volto di IT, sarà Nancy Drew nell'adattamento cinematografico del 2° libro (su 175) del celebre franchise editoriale, pubblicato nel 1930. I romanzi furono pubblicati a nome di Carolyn Keene, pseudonimo dietro al quale si celavano diversi autori dello Stratemayer Syindicate. Nancy Drew and the Hidden Staircase il titolo della pellicola, prodotta da Ellen DeGeneres, Jeff Kleeman e Chip Diggins, con Wendy Williams produttrice esecutiva. Nessun regista o sceneggiatore è stato ancora annunciato, ma il progetto dovrebbe a breve andare incontro alle riprese.

    Milan, la resa di Fassone: «Sanzioni Uefa inevitabili»

    «È presumibile che nella proposta di agreement ci saranno delle sanzioni. Auspichiamo che possano essere contenute e che la commissione tenga in considerazione che c'è stato un cambio di proprietà e che noi ce la stiamo mettendo tutta per essere rispettosi delle regole e che la ali non vengano troppo tarpate. È però quasi inevitabile che qualche sanzione ci sarà». Lo ha detto l'amministratore delegato del Milan Marco Fassone al termine dell'incontro con l'Uefa a Nyon per il settlement agreement. «Non ho avuto sensazioni che il mercato verrà influenzato, la commissione è stata rispettosissima -ha aggiunto Fassone ai microfoni di Sky Sport-. Oggi si è limitata a farci domande sui piani e sui numeri. Non ho la più pallida idea di cosa ci sia nei loro pensieri e quando sarà il momento e ci presenteranno una proposta, solo allora potremo valutarla». «Al netto delle potenziali sanzioni al momento il Milan non è obbligato a vendere nessuno. Probabilmente il desiderio del club è quello di fare 2-3 inserimenti per il prossimo anno a fronte di 2-3 cessioni. Non bisogna aspettarsi la campagna dello scorso anno, lo show è stato fatto. Adesso andremo a inserire due-tre tasselli, non credo ne servano di più, per migliorarci dove siamo migliorabili», ha sottolineato l'ad rossonero. © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Elezioni regionali Friuli-Venezia Giulia 2018: candidati e sondaggi

    Elezioni regionali Friuli-Venezia Giulia 2018: si vota domenica 29 aprile. Ecco i sondaggi e i profili dei candidati: Massimiliano Fedriga (Lega), Sergio Bolzonello (Pd), Alessandro Fraleoni Morgera (M5S) e Sergio Cecotti (Patto per Autonomia).

    Avicii, le sue presenze nella Top 20 UK - VIDEO GALLERY

    Sono numerosissimi i brani che in un modo o nell’altro hanno visto la presenza, a vario titolo, di Avicii: per questo elenco di video abbiamo scelto quelli dei quali lo.

    Borussia M'Gladbach show, tris al Wolfsburg

    Borussia M'Gladbach show, tris al Wolfsburg. Il Borussia Monchengladbach batte 3-0 il Wolfsburg e continua la sua marcia verso la zona Europa League, distante adesso tre punti. Buio pesto invece per gli uomini di Labbadia, sull'orlo della zona retrocessione. Parole chiave: wolfsburg , borussia monchengladbach

    La banchina di Exodus che La Spezia cancella per ingrandire il porto

    Dal Molo Pagliari partirono, nel 1946. 1.014 ebrei che fondarono Israele. Per questo è chiamata «Porta di Sion» ed ha avuto la medaglia d’oro. Pur se tutelato, il molo sparirà

    Scompare Avicii, il re dell’elettronica Il dj svedese trovato morto in Oman

    Giovane, bello, dj. È morto, ieri, misteriosamente. Il dj svedese Avicii (vero nome Tim Bergling), 28 anni, è stato trovato morto a Muscat, in Oman. Era considerato uno dei più grandi deejay al mondo. È stata la famiglia, con un comunicato, a confermare il decesso avvenuto ieri pomeriggio. Ma nessuna notizia sulle cause della morte. Poche righe scritte dal suo manager: «È con profondo dolore che annunciamo la scomparsa di Tim anche conosciuto come Avicii. Il suo corpo è stato trovato senza vita a Muscat, in Oman, questo venerdì pomeriggio, 20 aprile. La famiglia è devastata dal dolore e vi chiediamo di rispettare il suo bisogno di privacy in questo momento così difficile. Non verranno forniti ulteriori comunicati».

    Pallotta: “Darei una C come voto alla mia presidenza. Mi piacerebbe che la Roma fosse la squadra preferita di tutti”

    James Pallotta, presidente della Roma, ha rilasciato un’intervista a leadersinsport.com, facendo un bilancio della sua esperienza alla guida del club capitolino.

    Napoli, favori e fatture gonfiate: la truffa del pranzo dei poveri

    C’è anche il pranzo di Natale per i poveri alla Galleria Principe di Napoli del 2013 tra le truffe dei contributi alla Camera di Commercio di Napoli. Costi gonfiati e fatture pagate in ritardo, addirittura dopo aver ricevuto la sovvenzione. I soldi veicolati verso ditte amiche, che peraltro non lavoravano nel settore della ristorazione o degli addobbi, ma nel ramo abbigliamento. È lo scenario che emerge nella sentenza della Corte dei Conti della Campania sull’uso dei fondi alle imprese dell’ente camerale, al termine delle indagini dei pm contabili Ferruccio Capalbo e Chiara Vetro. Nella bufera ci finisce anche il tradizionale evento di Natale per i bisognosi. Il pranzo di beneficenza, organizzato grazie al contributo della Camera di Commercio, per 21 anni si è tenuto alla Galleria Principe di Napoli, fino all’anno scorso, quando la manifestazione si è spostata alla Mostra d’Oltremare. All’evento del 2013, al quale l’ente camerale contribuì con una sovvenzione di 12mila euro, parteciparono oltre mille persone e 200 volontari. Adesso l’inchiesta della Corte dei Conti svela gli inaspettati retroscena dell’organizzazione, curata all’epoca dall’Associazione «Amici della Galleria», presieduta da Stefano Delli Santi Cimaglia Gonzaga, condannato per danno erariale da 12mila euro assieme a Lucio Barone Lumaga, ex presidente della Camera di Commercio di Napoli dal 1998 al 2000 e al vertice per un periodo anche di Confcommercio Napoli. Sentenza che potrà essere appellata. «Tutti gli elementi di prova raccolti - scrivono i giudici - confermano che il pranzo della vigilia di...

    Doppio amore

    Doppio sogno, doppio amore, il 17mo film di Francois Ozon è dedicato alla patologia del tema sui gemelli, citando tanto cinema, da Hitchcock a Cronenberg. Una giovane che soffre di una nevrosi si trova tra due analisti precisi, uno se lo porta a casa, l’altro lo tiene di riserva. Non è finita qui: finale un po ridicolo, thriller melò horror 20 aprile 2018 (modifica il 20 aprile 2018 | 23:45)

    Motogp, ad Austin Iannone primo nelle libere. Marquez davanti a Rossi

    Sulla pista di Austin Marc Marquez vince da cinque anni, cioè da sempre. È dunque normale che ieri lo spagnolo abbia dominato la prima sessione di prove libere e quasi tutta la seconda, dove ha ceduto solo nel finale a un lampo isolato di Andrea Iannone. Risultato notevole per il rider della Suzuki, ma la sostanza dice che sul ritmo gara — la vera cosa che conta — Marquez sembra irraggiungibile grazie alla perfetta padronanza di un tracciato fatto su misura sua e della Honda. E non lo ha fermato nemmeno il grosso problema del momento, cioè le buche e l’asfalto sporco che hanno fatto imbestialire tutti i piloti. Per provare a livellare i tanti avvallamenti, gli americani hanno infatti «fresato» l’80% della pista, con risultati pessimi: le gomme sollevano sassolini, fanno polvere, i tempi sono alti e si fatica a guidare. Probabilmente, guidandoci sopra (oggi per le qualifiche è anche prevista pioggia) le cose miglioreranno, ma certo le condizioni non sono le migliori. Dietro Iannone e Marquez (a 56 millesimi), terzo è Viñales (a 264) e quarto Rossi (a 359), il segno di una buona Yamaha. Quinto è il leader del campionato Crutchlow (a 489), sesto Rins (a 853), settime e ottave le Ducati di Lorenzo (a 888) e Dovizioso (a 1”048), più in difficoltà rispetto a Honda e Yamaha. Sabato le qualifiche (diretta su Sky Sport MotoGp dalle 20.30 e su Tv8 dalle 21.10). 20 aprile 2018 (modifica il 20 aprile 2018 | 22:04)

    Torino, piazza San Carlo parla Appendino: «Aggirate alcune norme di sicurezza»

    Un grande evento da quarantamila spettatori organizzato in soli quattro giorni. Con pochi soldi. Praticamente senza sponsor. Aggirando norme e regolamenti.

    Morte di Avicii: le reazioni di David Guetta, Madonna, Diplo, Calvin Harris e tanti altri amici e colleghi del DJ svedese

    Il DJ e producer svedese Avicii è morto oggi venerdì (20 aprile) all'età di 28 anni. La responsabile del suo ufficio stampa lo ha confermato a Billboard con un comunicato ufficiale: “È stato trovato morto a Muscat, Oman, questo venerdì pomeriggio. La famiglia è devastata e chiediamo a tutti di rispettare la sua privacy in questo momento difficile”. La causa della morte non è ancora stata rivelata. I coetanei, i colleghi, gli amici e gli appassionati della musica del giovane produttore hanno utilizzato i diversi canali social per esprimere il loro dolore e per dare un ultimo saluto ad Avicii.

    Moto Gp, Marquez si lamenta: «I dossi ci sono ancora»

    «Non è facile quando la pista è scivolosa, come è successo stamattina, ma ho avuto l'opportunità di fare qualche buon giro, visto che quelle condizioni sono...

    Di Maio: "Discutiamo con Salvini, ma limite è Berlusconi"

    Chiara Sarra Luigi Di Maio a Campobasso: "Salvini deve capire che oltre certi limiti non possiamo andare e oggi quel limite si chiama Silvio Berlusconi, soprattutto dopo la sentenza di Palermo" Luigi Di Maio non perde tempo e dal palco di Campobasso - dove chiude la campagna elettorale di Andrea Greco, candidato M5S alle Regionali - calvalca la sentenza sulla trattativa Stato-mafia per chiedere a Matteo Salvini di mollare il Cavaliere e fare un governo 5Stelle-Lega. "Salvini deve capire che oltre certi limiti non possiamo andare e oggi quel limite si chiama Silvio Berlusconi, soprattutto dopo la sentenza di Palermo", ha detto il capo politico del M5S, "Come facevo a fare un accordo con Berlusconi, dopo quello che è successo a Palermo. Qui non è questione di impuntarsi, noi dobbiamo mantenere la nostra coerenza e la nostra linea". Di Maio si dice convinto che il M5S "oltre al governo della Regione presto avrà anche il governo di questa nazione": "È solo questione di tempo e, soprattutto, dobbiamo tenere duro", assicura ai sostenitori, "Eleggendo Andrea Greco a presidente della Regione Molise, il giorno dopo saprete che avrete il presidente e che presto questa nazione avrà un governo. Mi dicevano fai l'alleanza con Berlusconi e vedi che ce la fai... Ma noi non siamo quelli che vogliono andare al governo a ogni costo, ma vogliamo un governo fatto bene, che cambia le cose. Altrimenti, non ne vale la pena".

    Angry Birds Movie 2, annunciato il cast di doppiatori

    Ricchissimo cast di doppiatori per Angry Birds Movie 2. Massacrato dalla critica ma campione d'incassi con 352,333,929 dollari raccolti in tutto il mondo, Angry Birds Movie 2 uscirà il 20 settembre 2019. Sony Pictures e Rovio Entertainment hanno oggi annunciato il cast di doppiatori ufficiali, che include le vecchie conoscenze Jason Sudeikis, Josh Gad, Bill Hader, Danny McBride, Peter Dinklage e le ricche novità Leslie Jones, Rachel Bloom, Sterling K. Brown, Eugenio Derbez, Zach Woods, Awkwafina, Lil Rel Howery, Dove Cameron, Beck Bennett e Brooklynn Prince.

    Crozza-Benatia, lettera di Veronesi 'Maurizio, se ti chiamassi str****?'

    Rachele Nenzi Lo scrittore Veronesi scrive a Crozza dopo le parole del comico su difensore juventino Benatia. Se credevate che lo scontro Benatia-Crozza fosse finito con l'invito dello juventino al campo di Vinovo e le successiva ondata di indignazione pubblica vi state sbagliando. Ora nel romanzo (bianco)noir si inserisce un nuovo personaggio: Sandro Veronesi. Lo scrittore ha vergato una lunga lettera aperta pubblicandola sul sito "juventibus.com". Il titolo parla chiara: "Caro Crozza, e se per assurdo le dessi dello stronzo?". L'attacco di Veronesi Veronesi punta il dito contro il comico e scrive: "Ho fatto una cosa che avrebbe dovuto fare lei prima di darsi l’incomodo di concepire la sua ormai famigerata catilinaria contro il calciatore Medhi Benatia. Sono andato a controllare sul dizionario Larousse di lingua francese il significato del sostantivo “viol” utilizzato dal suddetto giocatore nella conversazione avuta con un giornalista di lingua francese subito dopo la partita Real Madrid-Juventus di mercoledì 11 aprile".. E prosegue: "È una polisemia: la stessa parola assume tre significati diversi a seconda del contesto in cui viene utilizzata". Veronesi fa capire che quel viol non era da tradurre come stupro. Poi l'attacco: "Qualcuno, e non si saprà mai chi, ha tradotto quella parola come gli è parso (e come gli sia parso, al misterioso traduttore, di preferire in quel contesto il significato numero 1 agli altri due è, quello sì, inquietante); lei si è indignato e ha incentrato il suo monologo sul termine 'cazzo', sulla polisemia relativa al termine 'fallo' e sul sintagma monosemantico 'ficcartelo su per il culo'. La domanda che le rivolgo è: è sicuro di avere scelto bene le parole, stavolta? E anche: è sicuro di avere scelto bene il destinatario della sua rampogna?. Veronesi passa alle maniere forti: "Poiché mi è rimasto in mano un autorevole strumento linguistico, vorrei salutarla con un’ultima domanda: se io ora (così, per assurdo) le dessi dello stronzo, a quale delle definizioni riportate dal dizionario Treccani ritiene che mi riferirei? 'Massa fecale solida di forma cilindrica', o magari 'Volgare epiteto ingiurioso, la cui connotazione offensiva si è andata via via riducendo con il tempo, fino a significare, genericamente, 'persona inetta e incapace, o che comunque si comporta in modo criticabile...'". Per chiudere il messaggio lo scrittore lascia anche una lezione a Crozza: "bisogna fare attenzione all’uso delle parole – giustissimo –, ma bisogna farla anche alle traduzioni, alle polisemie e al contesto in cui le polisemie vengono utilizzate.".

    C’è una macchia bianca nel mare di Riomaggiore. Ma nessuno sa cos’è.

    Genova - È diventato bianco all’improvviso, nel pomeriggio, il mare davanti al porticciolo di Riomaggiore, nelle Cinque Terre: una misteriosa sostanza biancastra ha creato un’ampia chiazza che ha preoccupato non poco cittadini e turisti, che hanno segnalato il “fenomeno” alla Capitaneria di Porto. Sul posto è stata chiamata anche l’Arpal per effettuare i campionamenti, ma nel frattempo la strana chiazza si era quasi completamente dissolta: dalle prime verifiche sembra che la sostanza abbia origine da un piccolo torrente che confluisce nel porticciolo.

    Addio ad Avicii, il cordoglio dei colleghi su Twitter

    Cordoglio del mondo della musica dopo l'annuncio della morte del produttore dj svedese Avicii, Tim Bergling, deceduto a 28 anni. Il suo agente ha confermato la triste notizia in una dichiarazione, dicendo che la star è stata trovata morta mentre si trovava a Muscat, in Oman, che si trova in Medio Oriente. La famiglia è devastata  - ha detto - e chiediamo a tutti di rispettare il loro bisogno per la privacy in questo momento difficile. A seguito della notizia, le star, insieme agli amici di Avicii nella comunità della dance music, così come i fan hanno innnondato i social media di messaggi di cordoglio per esprimere le loro condoglianze. L'amico ed ex manager di Avicii, Ash Pournouri, ha semplicemente postato un quadrato nero su Instagram.

    Leganés-Deportivo 0-0, crisi Seedorf

    Leganés-Deportivo 0-0, crisi Seedorf. Il Deportivo La Coruña non va oltre lo 0-0 nel match con il Leganés, un pareggio che non serve ai galiziani che potrebbero scivolare a meno nove dalla zona salvezza. Parole chiave: deportivo la coruna , clarence seedorf , leganes

    Ghost stories

    Inizia con una seduta teatral paranormale come nei “39 scalini” di Hitchcock ma qui sul palco c’è un ragionatore che smaschera intrighi paranormali. Finchè una lettera lo invita a indagare su tre casi irrisolti di fantasmi e presenze. Un bel film in stile inglese, una disfida tra la ragione e l’irrazionalità, viene da una pièce teatrale 20 aprile 2018 (modifica il 20 aprile 2018 | 23:38)

    Dzeko: “La squadra è il punto di forza della Roma. Ci abbiamo sempre creduto quando nessuno credeva in noi”

    Sta cambiando il modo di intendere il ruolo di centravanti… Guardiola è uno di quei tecnici che preferisce un attaccante di tipo diverso da me, ma sta avendo successo con questo metodo. Dipende dal tecnico, dallo stile di gioco, dal campionato in cui si gioca, ma nel calcio il numero 9 ci sarà sempre. Hai bisogno del numero 9 adatto nel calcio, è la mia opinione. Non stai sentendo l’assenza di Salah… Prima di tutto è un peccato che si sia trasferito, ma doveva andare via. Alla fine ha fatto bene perché sta facendo cose fantastiche in Premier League, che non è il campionato più facile in cui giocare. Momo è un grande giocatore e un ottimo ragazzo e spero che possa battere dei record quest’anno, perché 40 gol in Inghilterra sono tanti. Spero che segni ancora in Premier League, ma non in Champions League. L’anno scorso ho segnato 39 gol. Quest’anno ne ho segnati solo 20. Sono molto contento per lui, ma ci manca”.

    Il tuttofare

    Alla ricerca della commedia all’italiana degli anni 60 un giovane regista, Attanasio, racconta com’è corrotta la società e il tribunale disegnando la figura del cialtrone avvocato (tra Gassmann e Sordi) e del suo attendente (il bravo Poggi). Ma poi si esagera e la satira finisce nella più totale e molesta inverosimiglianza tra mafiosi trans 20 aprile 2018 (modifica il 20 aprile 2018 | 23:16)

    Michele Scarponi, un anno fa la morte: la sicurezza resta un miraggio

    Il ricordo è vivo, la battaglia sulle norme salva ciclisti è ferma. A Filottrano la Granfondo per chi non è impegnato nella Liegi-Bastogne-Liegi o al Giro dell’Appennino

    L’amore secondo Isabelle

    Quando i francesi gli intellettualistici, è il disastro coltivato da Godard. Claire Denis, regista brava con cui si dialogava, obbliga Juliette Binoche alla performance più introversa ed inutile della carriera, raccontando la donna che non sapeva amare che non colma lo spazio di un rapporto. Finisce con Depardieu veggente col pendolino. 20 aprile 2018 (modifica il 20 aprile 2018 | 23:12)

    L’Inter è andata oltre i suoi limiti nella sfida con la Roma e la Lazio

    Con Spalletti i nerazzurri finalmente qualcosa hanno costruito. La squadra di Inzaghi è la più diversa, ma subisce troppo. Di Francesco zemaniano e non sacchiano

    Il mio nome è Thomas

    On the road dall’Italia alla Spagna, con un cavaliere della moto solitaria che incontra una ragazza con mille problemi e insieme i due raddoppiano le avventure contro delinquenti e avversità varie. Finchè la zia non serve il melò in un film che riporta pateticamente Terence Hill a fare un eroe, ed è eroico anche vederlo fare il regista. 20 aprile 2018 (modifica il 20 aprile 2018 | 23:03)

    Paradosso Roma: il Liverpool può attendere, 4° posto più importante

    La Champions è un sogno meraviglioso, la semifinale anche, ma contano meno per il bilancio. Di Francesco non farà riposare Dzeko, battere la Spal è necessario per il futuro

    Wajib invito al matrimonio

    Padre e figlio (i due attori, bravissimi, lo sono pure nella vita) girano per Nazareth a consegnare gli inviti al matrimonio della figlia. Tradizione che poi s’incrina quando i due uomini (il giovane vive in Italia) imparano a conoscersi e a litigare meglio. Sullo sfondo il Medio Oriente ma anche suggestive grandezze delle piccole cose. 20 aprile 2018 (modifica il 20 aprile 2018 | 22:51)

    Ancelotti: “Contro un Liverpool così in forma per la Roma sarà dura. I giallorossi visti con il Barcellona però possono arrivare in finale”

    L’ex centrocampista della Roma Carlo Ancelotti ha parlato dell’attesissima semifinale di Champions League tra i giallorossi ed il Liverpool. L’allenatore, al momento svincolato, ha voluto ricordare la finale del 1984 che lui stesso saltò per infortunio. Queste le sue parole a margine dell’evento “ Match for Solidariety“: “ Non giocai quella finale perché ero infortunato, per quello la Roma ha perso, perché non giocavo io (ride, ndr) . Però ero lì e R oma-Liverpool è sempre un ricordo per me triste, così come per tutti i tifosi della Roma. Una volta a Roma ho detto che il calcio dà sempre l’opportunità di una rivincita. E questa per la Roma è la possibilità non dico di cancellare, perché quello non si cancella, ma per una rivalsa. Sarà dura perché il Liverpool è in ottima forma, però la Roma ha fatto bene con il Barcellona e può sperare di arrivare in finale”.

    Pellegrini decide di donare la sua maglietta alla fondazione benefica arenbionlus – FOTO

    Lorenzo Pellegrini si distingue in campo ma anche fuori. Con una foto sul proprio profilo Instagram infatti, il centrocampista ha informato i suoi follower di aver donato la maglietta indossata in Napoli-Roma ad arenbionlus, un associazione no profit che si occupa di progetti benefici in tutto il mondo.

    La superiorità estetica e morale della Milf

    Su un’isola deserta per la metà maschile della popolazione non ci sarebbe compagnia migliore di una MILF. Pippo Russo, autore del saggio "Il Primo Sesso", spiega il perché. Intervista

    Hiv, seimila italiani con infezione in fase avanzata (e non lo sanno)

    Per l’82,8% sono maschi che hanno preso il virus per via sessuale (omo o etero).Il rischio di ammalarsi di Aids, senza la terapia antiretrovirale, è altissimo

    BCC Innovation. Il Basque Culinary Center si candida a diventare il primo centro tecnologico di gastronomia nel mondo

    Sulla formazione e la ricerca gastronomica il Basque Culinary Center ha puntato sin dal 2011, quand'è stato fondato alla periferia di San Sebastian. Un moderno centro concentrato sull'avanguardia gastronomica, che ora battezza una sezione completamente votata all'innovazione alimentare.  Basque Culinary Center. Un centro d'eccellenza gastronomica È il primo centro tecnologico di gastronomia nel mondo quello inaugurato nel Paesi Baschi un paio di giorni fa. E dove, se non nella fucina del Basque Culinary Center di San Sebastian? Terreno fertile per la sperimentazione, riconosciuta nel mondo tra le regioni che più hanno influenzato l'avanguardia gastronomica negli ultimi 20 anni, la comunità basca ha visto nascere proprio a San Sebastian il primo congresso gastronomico internazionale ideato come spazio di confronto tra gli addetti ai lavori (era il 1998); tra un paio di mesi, invece, Bilbao ospiterà per la prima volta la cerimonia di premiazione della World's 50 Best Restaurants. Nel frattempo i riflettori si concentrano ancora una volta sul centro di ricerca e formazione fondato nel 2011 alla periferia della celebre località costiera conosciuta per la suggestiva spiaggia della Concha, per i suoi ristoranti gourmet, per l'incredibile varietà di pintxos bar del centro storico, affollati a ogni ora del giorno. L'ultimo traguardo raggiunto dal centro, da anni promotore di iniziative e attività che favoriscono l'innovazione e lo scambio di conoscenze tra professionisti in arrivo da tutto il mondo, si chiama BCC Innovation, e vede al lavoro una squadra di 25 persone che investiga sulle priorità della scienza gastronomica del XXI secolo, attenta alla sostenibilità, alla qualità e alla sicurezza alimentare, alla salute e al benessere, ma pure allo sviluppo economico. La progettualità del centro è stata ufficializzata solo qualche giorno fa, anche se, all'interno dell'istituto – conosciuto finora soprattutto per le sue attività formative – un settore dedicato alla ricerca tecnologica è esistito sin dall'inizio. Ora però c'è il desiderio di essere riconosciuti a livello internazionale e istituzionale, al pari di altri centri tecnologici dei Paesi Baschi, ma con specifico indirizzo sull'innovazione gastronomica.   BCC Innovation. Ricerca e sostegno alle imprese Il sostegno alle imprese che investono nell'innovazione gastronomica è solo uno degli obiettivi del centro (espletato anche tramite l'acceleratore Culinary Action), le cui attività saranno ora integrate nella rete basca di scienza, tecnologia e innovazione, in collaborazione con la Facoltà di Scienze Gastronomiche dell'Università di Mondragon. E la strada è già ben tracciata dal lavoro fatto sin qui: nel 2017 il Basque Culinary Center ha collaborato con 40 realtà d'impresa e istituzioni per sviluppare progetti innovativi sostenendo il settore dell'industria alimentare e della ristorazione basca (tra le operazioni più riuscite il perfezionamento di un hamburger di soia che per sapore e struttura ricorda da vicino la carne). Poi c'è l'indagine più pertinente all'operatività di cucina, la ricerca sulle fermentazioni, lo sviluppo di nuove tecniche di cottura, il lavoro sugli usi alternativi degli ingredienti, il fondamentale discorso sul riuso di scarti alimentari. O il lavoro sulla percezione e i gusti del consumatore, inclusa l'indagine sui ricordi gustativi. L'intenzione è quella di incrementare gli sforzi, per favorire la crescita di un settore che il direttore del BCC Joxe Mari Aizega non esita a definire “fondamentale per l'economia basca e spagnola”. Al tempo stesso il Centro punta a proporsi con forza sempre maggiore come punto di riferimento internazionale per la ricerca gastronomica, interpretando un concetto più ampio di scienza gastronomica, fondato sull'integrazione di più discipline. A questo scopo , già nel 2016, è nata la piattaforma condivisa Project Gastronomia (che coinvolge anche il Mit e il ristorante basco Azurmendi), che qualche giorno fa ha portato a Londra 10 esperti da tutto il mondo per discutere sugli scenari del cibo nel 2050; e molte sono le sfide che vengono prese in considerazione per migliorare il futuro dell'alimentazione.   a cura di Livia Montagnoli.

    iPhone SE 2 a Maggio: con Touch ID ma senza porta jack da 3.5mm. Rumor

    Il sogno di un successore di iPhone SE di molti utenti Apple potrebbe diventare realtà il mese prossimo. Dopo tante... L'articolo iPhone SE 2 a Maggio: con Touch ID ma senza porta jack da 3.5mm. Rumor proviene da iSpazio.

    Puzzle Fighter chiuderà i battenti il prossimo 31 luglio

    Capcom annuncia la chiusura del progetto Puzzle Fighter a meno di dodici mesi dal lancio del gioco. Capcom ha annunciato la chiusura di Puzzle Fighter, rompicapo/picchiaduro uscito lo scorso autunno su smartphone ma evidentemente non abbracciato da un successo commerciale tale da giustificare ulteriori investimenti. Prosegui la lettura

    Velar, il Luxury Suv affascinante come una sirena

    Se 82 influenti giornalisti di 24 paesi diversi, nel World Car Awards 2018, l’hanno consacrata “ la vettura più bella del mondo” ‒ grazie al suo design, mix perfetto di glamour, tecnologia ed eleganza ‒ un motivo ci sarà. E basta appoggiare “ i ciapet” su uno dei suoi sedili ‒ pardon… poltrone riscaldate e rinfrescate, con oltre 10 regolazioni elettriche ‒ per rendersi conto che di motivi ce ne sono eccome. E sicuramente molto più di uno. Entrare nella Range Rover Velar, almeno nella versione che abbiamo provato noi, mette quasi soggezione. Gli interni in pelle pregiata, le cuciture rifinite, il calore e i colori delle luci, la doppia consolle centrale da 10 pollici che sembra un pezzo del cockpit di comando di un aereo, il tetto panoramico, il volante riscaldato, l’impianto di diffusione audio e il clima da centro benessere, ti fanno sentire davvero come in una piccola spa, perché Velar non è solo un Suv ma un Luxury Suv, che prima non c’era. Potreste accomodarvi in tight o in abito da sera e lasciare che i sedili massaggianti (in 5 zone diverse, dal collo alla zona lombare) si prendano cura di voi, mentre guidate o riposate sul sedile a fianco, come farebbe una geisha o un professionista dello Shiatsu. Però, se all’improvviso fosse necessario guadare un fiume, senza nemmeno allentare...

    Ciak, si gira! Ma occhio al manifesto

    Nino Materi Nel centenario della nascita di Mimmo Rotella, una mostra celebra il “cinema di carta” Rendere “manifesto” un sentimento. Nel doppio senso lessicale del termine: “manifesto” come aggettivo (evidente, indiscutibile, inequivocabile); e “manifesto” come sostantivo (cartellone o locandina). E quale occasione migliore per “manifestare” (si’, per questa “cinematografica” parola e’ prevista anche la forma verbale) se non quella di esporre anche le opere di Mimmo Rotella? Un gigante dell’arte pop di cui quest’anno ricorrono i 100 dalla nascita. Un secolo di “strappi” sociali, culturali, ideologici che Rotella ha sublimato strappando pezzi di manifesti come fossero frammenti di anima. Anche per questo il 2018 sarà l’anno delle celebrazioni rotelliane che accosteranno il maestro di Catanzaro a tanti altri grandi internazionali (ed interepocali) del decollages, a dimostrazione che nella storia dell’arte nulla si crea (e, forse, molto si distrugge) se non si è abili a “rubare” il meglio dagli altri. Lo sosteneva Picasso, che non è proprio l’ultimo arrivato. E che pure non si vergognava di ammette di “copiare”, se questo poteva servire per creare un capolavoro originale. Chi ha “copiato” chi, ad esempio tra Rotella e Jacques Villegle? E se entrambi avessero copiato da Georges Braque? La catena potrebbe potrebbe prolungarsi all’infinito. Quindi meglio non farsi troppe domande (o quantomeno non farsi sommergersi da esse) e godersi l’emozionante mostra curata a Potenza da due giovani ed entusiasti critici d’arte, Fiorella Fiore e Sergio Buoncristiano. Il titolo è “Cinema che Arte! Dai maestri del manifesto a Mimmo Rotella” al Museo Archeologico Provinciale di Potenza fino al 26 maggio. Un excursus sentimental-cartaceo organizzato dalla Rebis Arte e realizzato con il supporto della Lucana Film Commission, il patrocinio della Provincia di Potenza ed in collaborazione con la Cineteca Lucana di Oppido Lucano (PZ), la Galleria Opera Arte e Arti di Matera e il Museo Cinema a pennello di Montecosaro (MC). La rassegna - spiegano gli organizzatori - vuole illustrare le relazioni proficue e articolate tra cinema e pittura. Le opere esposte nelle tre sezioni della rassegna sono oltre novanta di cui quaranta tra dipinti, décollages, e tecniche miste, e circa 50 tra manifesti e locandine d’epoca. La prima sezione si apre con una serie di manifesti originali dell’epoca del muto, come la Salomè di Cândido Aragonez de Faria del 1910, per poi sviluppare la relazione tra lavoro preparatorio e locandina stampata con un’ampia selezione di bozzetti originali realizzati da grandi maestri del “cinema disegnato” quali Anselmo Ballester, Ercole Brini, Silvano (Nano) Campeggi, Renato Casaro, Umberto Golino, Ermanno Iaia, Otello Mauro Innocenti (Maro), i fratelli Giuliano e Lorenzo Nistri, Arnaldo Putzu, Alessandro Simeoni; in mostra si possono ammirare, solo per citarne alcuni, i bozzetti di film celeberrimi quali Il Gattopardo, Colazione da Tiffany, Ombre rosse, Quarto potere, Il Padrino, Ben-Hur. “Queste opere - spiegano i curatori nel catalogo (Zaccaria Editore) della mostra - hanno ispirato la poetica di molti artisti della seconda metà del XX secolo e contemporanei, protagonisti della seconda sezione della mostra, che contiene quattro décollages di Mimmo Rotella e numerosi lavori di artisti contemporanei di caratura internazionale quali l’ungherese Màrta Czene, l’argentino Alejandro Pereyra e l’italiano Andrea Gualandri”. L’ultima sezione della mostra, infine, è dedicata alla Basilicata, attraverso l’esposizione di molte delle locandine degli oltre 50 film girati nella regione. Locandine che però sul catalogo della rassegna sono pubblicate prive di didascalie sui luoghi lucani in cui le pellicole sono state girate: a tal proposito informazioni tecniche supplementari, unite ad eventuali aneddoti e curiosità, avrebbero reso l’esposizione più interessante. Ma e’ solo un peccato veniale.

    Napoleone come non l’avete mai visto

    , tra lettere, disegni di costumi, fotografie delle location, bozze della sceneggiatura. Tutto ripreso da Taschen nel volume Stanley Kubrick’s Napoleon. The greatest movie ... L'articolo Napoleone come non l’avete mai visto sembra essere il primo su Living.

    Aeroporti del mondo: anche Fiumicino nella Top10 dei migliori

    L’aeroporto migliore del mondo? Secondo i viaggiatori internazional i è quello di Singapore – Changi, considerato il più bello e confortevole del pianeta. Ma, per la prima volta, entra nella Top10 anche uno scalo italiano, quello di Roma Fiumicino, che si piazza al nono posto con un punteggio globale di 3,96 punti su un massimo di 5. I viaggiatori, che lo hanno a lungo relegato tra gli aeroporti peggiori del globo, hanno gradito il piano di ammodernamento e le migliorie di questi ultimi tempi e lo hanno premiato esprimendo il loro apprezzamento. Al secondo e al terzo posto della classifica 2018 si piazzano l’aeroporto di Zurigo seguito dall’ Atatürk di Istanbul. Niente da fare, invece, per Ciampino, ancora nella classifica delle meglie nere.

    Fmi: spagnoli più ricchi degli italiani, nel 2017 compiuto sorpasso

    Gli spagnoli sono più ricchi degli italiani: il Pil procapite della Spagna ha superato quello dell'Italia nel 2017. E' quanto emerge dai dati diffusi del Fmi che confrontano i Paesi sulla base della "parità del potere d'acquisto". Lo riporta il Financial Times citando alcuni dati del Fondo monetario internazionale. Secondo le rilevazioni, la Spagna sarà il 7% più ricca dell'Italia nei prossimi 5 anni. Dieci anni fa l'Italia era il 10% più ricca.

    La Nasa lancia nello spazio il telescopio che cerca pianeti con forme di vita

    Il lancio nel pomeriggio : il satellite TESS (Transiting Exoplanet Satellite Survey) analizzerà oltre 200.000 delle stelle più luminose al di fuori del nostro sistema solare