Sondrio, travolse passanti al mercatino di Natale: autista è accusato di strage

Michele Bordoni, il 27enne che sabato in auto ha travolto alcuni visitatori del mercatino di Natale a Sondrio, è accusato di strage. Con questa ipotesi, a cui si aggiungono resistenza e lesioni aggravate nei confronti di un agente, il procuratore Claudio Gittardi e il pm Stefano Latorre, chiederanno la convalida dell'arresto. Dalla ricostruzione dell'accaduto è emerso che il giovane avrebbe voluto uccidere "indifferentemente una pluralità di persone". "Ne dovevo ammazzare di più", aveva detto Bordoni al momento del suo arresto. Il 27enne, finito prima in ospedale, domenica è stato trasferito in cella. Quando ha travolto i visitatori del mercatino di Piazza Garibaldi, era ubriaco e sotto effetto di cannabinoidi.

'Ndrangheta, blitz contro le cosche: 48 arresti. C'è anche l'ex sindaco di Turianova

Un blitz di carabinieri, polizia e guardia di finanza, coordinato dalla Dda di Reggio Calabria, ha portato all'arresto di  48 persone (44 in carcere e 4 ai domiciliari) per...

Fausto Brizzi con la moglie Claudia Zanella e la figlia Penelope: niente sorrisi e musi lunghi dopo la tempesta – ESCLUSIVO

Il regista accusato di molestie è in giro con la famiglia per Roma a fare acquisti per la piccola. Ma le foto esclusive di Oggi mostrano volti tiratissimi

Giulia Michelini, la Rosy Abate della tv… si nasconde anche nella vita – ESCLUSIVO

L’attrice 32enne, protagonista della fiction di Canale 5, esce di casa per fare la spesa in incognito. E nasconde una grande amore… Giulia Michelini, la 32enne protagonista della fiction di Canale 5, si camuffa per uscire da casa a fare la spesa. E tiene segreto anche un amore… – FOTO ESCLUSIVE

Mihajlovic: «Ljajic in tribuna? Si è comportato male in settimana».

Torino - Assente non per caso, ma per scelta “punitiva”. C’è un grosso nome mancante dal foglietto delle formazioni di Lazio-Torino: Adem Ljajic. Non c’è nell’undici iniziale e non compare nemmeno tra quelli smistati in panchina. La mera realtà è che Mihajlovic ha deciso di confinarlo in tribuna. Il giallo è servito. Il Toro, tornando a battere la Lazio a domicilio dopo 24 anni di magra, ci mette la migliore pezza possibile, ma la polvere non può essere nascosta sotto il tappeto. «Motivi comportamentali», dice chiaro e tondo Sinisa Mihajlovic. «Il gruppo viene prima di tutto. Ho mandato Adem in tribuna perché si è comportato male durante la settimana. Non è più un ragazzino e mi aspetto che dia il buon esempio. Se non si comporta come si deve, ne paga le conseguenze», la motivazione allegata. Punizione valida solo per un turno, scontato con la Lazio: « Adesso Ljajic torna subito a disposizione» . Ma l’imputato, croce e delizia di Mihajlovic, rimane sotto strettissima osservazione. «Vediamo se ha imparato la lezione. Dipende solo da lui, non da me, se giocherà contro il Napoli», la chiosa del tecnico serbo. Che non può notare con piacere che « quelli che hanno giocato al posto di Ljajic, come Berenguer e Edera, hanno sfruttato l’occasione e fornito le risposte desiderate». Già, perché il blitz sulla Lazio, secondo il punto di vista di Sinisa, può essere la svolta della stagione del Toro. «Avevamo bisogno di una grande partita per fare uno scatto: è successo contro la Lazio. Orgoglioso dei miei ragazzi: nel primo tempo abbiamo avuto tante occasioni per passaggiare in vantaggio, nella ripresa potevamo fare più dei tre gol. Giocare in 11 contro 10 ci ha sicuramente aiutato, ma la nostra vittoria è assolutamente meritata». Così meritata da consentire a Mihajlovic di parlare degli episodi che hanno scatenato le furie laziali: « Il fallo di Iago Falque poteva essere da rigore. Molte volte viene dato, altre no. L’espulsione? Il bacio di Immobile sembra un po’ troppo violento».

Juventus, stoccata di Nedvev: «Dybala pensi a fare il calciatore»

Il talento argentino è in crisi, il vicepresidente gli dà il «consiglio giusto»: «Si concentri veramente sul calcio, faccia sacrifici nella vita privata»

Lazio-Torino, polemiche per rigore non concesso. E dopo il match i biancocelesti protestano contro l’arbitro

Dopo le polemiche in campo per il rigore non concesso alla Lazio e l’espulsione di Immobile nel match perso con il Torino, circa 200 tifosi biancocelesti a fine partita si sono riuniti davanti alla tribuna Monte Mario dello Stadio olimpico per contestare con alcuni cori l’arbitro Giacomelli e la Lega Serie A. La situazione è […] L'articolo Lazio-Torino, polemiche per rigore non concesso. E dopo il match i biancocelesti protestano contro l’arbitro proviene da Il Fatto Quotidiano.

Dionne Warwick e Burt Bacharach: 10 canzoni memorabili

Marie Dionne Warrick nasce il 12 dicembre 1940 in una famiglia dove il gospel è di casa: suo padre e sua madre infatti cantano in un gruppo.  La sua carriera è inscindibilmente legata a  Burt Bacharach che la nota, e la suggerisce per alcuni suoi demo nei primi anni '60 e assieme ad Hal David scrive e produce il suo primo singolo, "Don't make me over", nel 1962.

Tor di Valle, ultima grana. La Città Metropolitana: «Servono strade a 8 corsie»

Il Messaggero (L.De Cicco) – Per l’Ostiense-Via del Mare servirebbero addirittura otto corsie, quattro da un lato e quattro dall’altro. Per evitare che il traffico nel quadrante sud-ovest di Roma impazzisca definitivamente con la costruzione del nuovo stadio a Tor di Valle e dell’adiacente «Ecomostro» di negozi, uffici e alberghi, i tecnici della Città metropolitana hanno chiesto di correggere pesantemente il progetto della viabilità elaborato dai privati. In attesa che la conferenza dei servizi metta nero su bianco tutti i paletti che i proponenti dovranno rispettare (il verbale finale è atteso tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima), gli esperti dell’ex Provincia hanno depositato una serie di prescrizioni molto severe. A cominciare dagli interventi sulle strade, uno dei pochi interventi rimasti interamente a carico dei privati (i due nuovi ponti invece li pagherà lo Stato, così come la Regione finanzierà in buona parte l’ammodernamento della malconcia Roma-Lido). Per agevolare una circolazione già oggi iper-congestionata – e c’è da immaginare cosa succederebbe con l’arrivo di 30mila auto, tutte nello stesso orario, a inizio e fine partita – gli esperti di Palazzo Valentini hanno chiesto la realizzazione di due corsie per senso di marcia per ciascuna carreggiata dell’Ostiense-Via del Mare, per tutto il tratto che va dall’altezza dello stadio – più precisamente dal ponte del Fosso di Vallerano – fino al Raccordo anulare. «ELABORATI INSUFFICIENTI» – Se questa indicazione verrà inserita nel verbale finale della conferenza dei servizi, i proponenti dovranno cambiare ancora i progetti. Anche se non è chiaro con quali fondi verrebbe finanziata questa nuova super-strada, sempre ammesso che sia logisticamente possibile realizzarla lungo il percorso attuale della via del Mare. Finora, in ogni caso, «le soluzioni progettuali non sono del tutto coerenti con le indicazioni formulate», si legge nel parere della Città metropolitana, e «non sono sufficienti per il superamento delle criticità individuate». Stesso discorso per le vie di fuga in caso di pericolo. In conferenza dei servizi si è parlato della possibilità di allargare la pista ciclabile che corre sull’argine del Tevere per trasformarla in una vera e propria strada in caso di emergenza, consentendo alle ambulanze di uscire dal “tappo” degli ingorghi in tempi brevi. I tecnici di Palazzo Valentini sono in allarme anche per il piano trasporti,...

Aumentano povertà ed esclusione sociale: il Sud è in pericolo, e quasi nessuno se ne rende conto

I governi sbagliano le materie di intervento perché hanno una visione distorta della realtà, anche in Italia. Un consiglio? Concentriamoci sulle famiglie a rischio povertà o esclusione sociale.

Justice League: Warner Bros. non cambierà i suoi piani per l'Universo Esteso DC

Nonotante i deludenti incassi di "Justice League", la lista dei futuri titoli di DC Films rimane invariata. La deludente performance al botteghino di Justice League che attualmente viaggia sui 614 milioni di dollari nel mondo, ha messo molta pressione sulla Warner Bros., ma sembra che lo studio non abbia intenzione di cambiare la propria agenda. L'Universo Esteso DC fino ad oggi è stato oggetto di polemiche con di Zack Snyder stroncato dalla critica, ma premiato dagli incassi con oltre 800 milioni di dollari al botteghino. Il successivo ha ripetuto il medesimo schema, critica schierata contro e 745 milioni di dollari d'incasso. Lo studio aveva sperato che il 2017 portasse un cambiamento e all'inizio le cose sembravano promettenti. Wonder Woman di Patty Jenkins è stato un enorme successo 8745 milioni nel mondo) dando uno slancio alle supereroine in generale, ma è stato seguito da Justice League, che nonostante evidenti cambiamenti in meglio ha ricevuto prevedibili stroncature che alla fine ne hanno anche inevitabilmente segnato in negativo gli incassi.

Il Pordenone ha una tifosa speciale: Chiara Biasi!

Il Pordenone ha una tifosa speciale: Chiara Biasi! Inter-Pordenone sarà una partita speciale per la bellissima Chiara Biasi, modella e "influencer", nonché fidanzata di Simone Zaza. Chiara, infatti, è stata "adottata" da Milano, ma è nata proprio a Pordenone e non potrà che fare il tifo per i "ramarri" che, a San Siro, affronteranno i nerazzurri negli ottavi di Coppa Italia. Parole chiave: gossip , coppa italia , chiara biasi , inter , simone zaza , tifose , pordenone , wags , bellezze , coppa italia 2017-2018 , fotogallery

Agorà magazine party: canti gospel e brunch per il primo anniversario della rivista

Bollicine, cadeaux e tanta buona musica per festeggiare il primo anno di Agorà Magazine, la rivista bimestrale edita dalla Napoletana Parcheggi, pubblicata...

Sorpresa a Ladispoli: famiglia si sveglia con una poiana in casa

Poiana curiosa nella notte entra in una casa di Ladispoli, nel piccolo borgo di Palo.  Forse cercava un rifugio o cibo, per la famiglia è stato un mezzo choc svegliarsi la mattina con una poiana in casa: becco adunco e  occhi agguerriti, provava a volare. L'animale ha subito realizzato che quell'abiazione non era cerco un buon nido per lei ed ha cervato di uscire dalla finestra da dove era entrata, senza riuscirsi. In casa sono arrivati gli animalisti  dell'associazione Alsium, il rapace è stato catturato, visitato (era in buone condizione) e liberato nell'oasi di Paolo laziale

Napoli, cittadinanza onoraria sportiva a Ghoulam

È stata assegnata al terzino algerino del Napoli, Faouzi Ghoulam, la cittadinanza sportiva onoraria del Coni. Il riconoscimento sarà consegnato oggi, martedì 12 dicembre, alle ore 17, nella sala dei Baroni del Maschio Angioino, nel corso della tradizionale cerimonia di consegna delle onorificenze del Coni. Ghoulam è il quarto sportivo a riceverla, dopo che negli anni scorsi la Cittadinanza Sportiva Onoraria era stata assegnata all'ex tecnico del Napoli Rafa Benitez, al capitano azzurro Marek Hamsik e all'ex pallanotista della nazionale Amaurys Perez. A Ghoulam, insieme alla pergamena, sarà consegnato il tradizionale Vesuvio d'oro del Coni Napoli. Nel corso della manifestazione Sergio Roncelli, presidente del Coni Campania, e Agostino Felsani, delegato Coni di Napoli, insieme alle altre autorità presenti, consegneranno le Stelle al Merito Sportivo ai dirigenti, le Palme al Merito Tecnico ai tecnici e le Medaglie al Valore Atletico agli atleti che si sono distinti nel corso dell'anno 2016.

Acerra aspetta don Riboldi per l'ultimo abbraccio

ACERRA. L'ultimo viaggio di don Antonio Riboldi avrà come destinazione finale Acerra, la città indissolubilmente legata al suo nome. Le spoglie del vescovo anticamorra giungeranno oggi pomeriggio direttamente da Stresa dove è morto domenica scorsa e dove si è tenuta ieri una prima celebrazione funebre solenne. La camera ardente sarà allestita nella cattedrale di Acerra fino alle 15 di domani, quando verranno celebrati da monsignor Antonio Di Donna i funerali. Don Riboldi verrà poi tumulato sotto l'altare laterale sinistro della chiesa patronale. Porte aperte già da oggi, a partire dalle 16 fino alle 21 per i fedeli che vorranno salutare per l'ultima volta il loro vescovo emerito. E gli omaggi alle spoglie del don di tutte le battaglie contro il malaffare e a favore di quelli che definiva, con profonda amarezza, «senzatutto» potranno proseguire anche domani dalle 8,30 alle 12,30. Alla funzione funebre parteciperanno numerose autorità civili e politiche. Non mancherà il novantaquattrenne monsignor Luigi Bettazzi. Il vescovo emerito di Ivrea, reso celebre per il fitto scambio epistolare con l'allora segretario del Pci Enrico Berlinguer e per il suo attivismo pacifista, era un amico di vecchia data di Riboldi con il quale ha condiviso alcune battaglie civili. Tra i banchi siederanno anche il vescovo emerito Giovanni Rinaldi, successore di Riboldi alla guida della diocesi, e i prelati di Pozzuoli e di Caserta, Gennaro Pascarella e Giovanni D'Alise formatisi sotto la guida di don Antonio. In occasione dei funerali è stato proclamato dal sindaco Raffaele Lettieri il lutto cittadino. Le bandiere saranno esposte a mezz'asta e listate a lutto su tutti gli edifici pubblici; i negozi resteranno chiusi per la durata della cerimonia funebre e le scuole ricorderanno la figura di don Riboldi e il suo impegno anticamorra. Il cardinale Crescenzio...

Le dieci migliori canzoni del 2017 per la redazione di Pitchfork

Rockol Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa. Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi. Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti. Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright. È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto. Segnalazioni Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.

Eccellenza: nasce il coordinamento tra i club

Non è la Lega che molti sognano, ma un primo passo perché i club del massimo campionato si coordino e gestiscano l'Eccellenza. Cambiandole, finalmente, nome.

Gli appuntamenti di martedì 12 dicembre a Bologna e dintorni: i Solisti Veneti incoronano Gringolts

Dalla musica al teatro, una selezione degli eventi in programma in città per decidere, anche all'ultimo minuto, come trascorrere la giornata e la serata.

Knightfall su History: l'epica storia dei Cavalieri Templari al servizio della fiction "storica"

Su History (canale 407 di Sky) arriva dal 13 dicembre Knightfall La storia antica europea è in grado da sempre di fungere da base per realizzare serie tv americane e non solo. Secoli e secoli di intrecci, intrighi di palazzo, rivalità, battaglie capaci di far invidia agli sceneggiatori di mezzo mondo. Da Rome a i Borgia, da Vikings a i Tudors sono diversi gli esempi di racconti seriali nati da realtà storiche. Visto il successo proprio di il canale cable USA History ha deciso di spostarsi più avanti nel tempo e di raccontare l'affascinante mondo dei Cavalieri Templari che tra Sacro Graal e guerre sante di storie da portare sullo schermo ne hanno a bizzeffe. Ecco così arrivare Knightfall in partenza su History (canale 407 di Sky) da mercoledì 13 dicembre in prima serata. Una miniserie in 10 episodi creata da Jeremy Renner che parte dalla caduta di San Giovanni d'Acri strappata dai mussulmani ai crociati, la perdita e la ricerca del Sacro Graal, fino al maledetto venerdì 13 1307 quando i Cavalieri Templari vennero eliminati per volere del Re di Francia. History prosegue così nell'operazione di raccontare la storia attraverso la serialità e non tramite le semplici ricostruzioni documentaristiche. Knightfall così come Vikings non sono documentari ma vere e proprie serie tv che drammatizzano la realtà, oliando la storia in funzione del proprio racconto, creando personaggi magari mai esisti o spostandone altri nel tempo. L'obiettivo è quello di realizzare una produzione capace di inserirsi nel filone dei period drama d'azione in costume, "brutti, sporchi e sanguinosi", con la storia e il fascino mistico del...

Lazio-Torino 1-3: festa granata, rabbia biancoceleste

ROMA - "Non fa' er matto", tuonava Daniele De Rossi qualche settimana fa, consapevole di essere stato colto dall'occhio del Var in Genoa-Roma e non da quello dell'arbitro. Una frase che deve essere tornata in mente a qualcuno all'Olimpico, in una serata nella quale il Torino torna a casa con i tre punti in palio ma a prendere le prime pagine è senza alcun dubbio il signor Giacomelli di Trieste. L'arbitro sbaglia quasi tutto quello che può sbagliare nel primo tempo e consegna la partita alla formazione di Sinisa Mihajlovic, spietata nella ripresa nell'approfittare della superiorità numerica provocata dall'espulsione di Ciro Immobile e del nervosismo della squadra di Inzaghi, incapace di mantenere la calma dopo un finale di frazione rovente. BEL PRIMO TEMPO- Per 45 minuti si vede una gara ben giocata, equilibrata, tra due compagini disposte ad affrontarsi a viso aperto. Mihajlovic spedisce in tribuna Ljajic e si affida a Berenguer dal primo minuto, la Lazio è in formazione tipo dopo il maxi-turnover di coppa. Il primo squillo è di Belotti, palo pieno con un destro da posizione impossibile. La risposta è affidata al suo vecchio compagno granata Immobile, che esita qualche istante di troppo dopo una discesa condotta alla perfezione da Luis Alberto: tiro respinto da N'Koulou, fra i migliori del Torino. I padroni di casa sfondano soprattutto a destra con i cambi di gioco per Marusic che cerca gloria anche da fuori area, i granata sfruttano le ricezioni di Rincon e Baselli tra le linee per mettere in difficoltà la Lazio con i tiri da lontano. Molinaro spreca una grande occasione su invito di Iago Falque,...

Maltempo, Entella e Chiavari sorvegliati speciali. Dopo la pioggia il rischio esondazione in Liguria

I fiumi Entella a Chiavari (Genova), Vara e Magra, nello spezzino, sorvegliati speciali perché a rischio esondazione dopo le abbondanti piogge di domenica e di ieri, non hanno creato particolari problemi nella notte, ma il Magra continua a fare paura. L’Entella, che ieri pomeriggio aveva tracimato alla foce, senza creare particolari problemi, portando però il Comune a […] L'articolo Maltempo, Entella e Chiavari sorvegliati speciali. Dopo la pioggia il rischio esondazione in Liguria proviene da Il Fatto Quotidiano.

Johnny Marr: ascolta la nuova canzone ‘The Priest’ - VIDEO

Il già chitarrista degli Smiths Johnny Marr ha condiviso attraverso un video una nuova canzone, che porta il nome di “The Priest”. La clip, che ha come protagonista l’attrice inglese Maxine Peake, è stata co-diretta dallo stesso Marr e affronta il tema della vita dei senzatetto a Manchester. A tale proposito, il musicista ha dichiarato che “non puoi evitarlo a Manchester, ci ha toccati entrambi”. Marr è al lavoro, insieme a Peake, alla sua terza prova solista, che farà seguito all’ultimo “Playland”, datato 2014. Del progetto il chitarrista aveva anticipato che avrebbe affrontato il clima politico e sociale attuale del suo Paese, la Gran Bretagna.

Tedoforo robot a Pyeongchang, i Giochi fanno uno scatto nel futuro

Torino - Hubo ha scelto la via più complicata per passare la fiaccola all’amico Ho Jun-ho, ha spaccato un muro con una mano e gliel’ha fatta arrivare con l’altra: voleva farsi notare. Sotto il capellino con il pon pon giallo un umanoide fornito di occhio a telecamera, i movimenti a scatti ma già ben assemblati, simbolo di una Olimpiade fatta di tecnologia e futuro, fatta dai coreani che stanchi di discorsi sui vicini irrequieti e di messaggi trasversali su paure che paralizzano la vendita dei biglietti, spingono sull’acceleratore. E ci danno un’anteprima di come sarà il mondo tra qualche anno. Almeno di come sarà secondo loro e con le facce del mondo perse dentro gli schermi degli smartphone hanno avuto ragione.

Libia, la denuncia di Amnesty: “Governi Ue complici degli abusi commessi sui migranti”

I governi europei, per impedire le partenze dalla Libia, stanno attivamente sostenendo un sofisticato sistema di violenza e sfruttamento dei rifugiati e dei migranti da parte della Guardia costiera libica, delle autorità addette ai detenuti e dei trafficanti. Migranti che finiscono detenuti nei campi in Libia, dove vivono in condizioni spaventose. E’ la denuncia mossa […] L'articolo Libia, la denuncia di Amnesty: “Governi Ue complici degli abusi commessi sui migranti” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Accadde nel rock, oggi 12 dicembre: Doors, Dionne Warwick, Ike Turner, Ian Stewart, Frank Sinatra

12 dic 2017 - 1970: I Doors tengono il loro ultimo, disastroso concerto con Jim Morrison a New Orleans.

Sorteggi europei e polemiche: rassegna stampa

Sorteggi europei e polemiche: rassegna stampa. Le prime si concentrano sul posticipo dell’Olimpico ma anche sui sorteggi che hanno coinvolto le sei squadre ancora impegnate in Champions e in Europa League. All’estero spazio alle super sfide che attendono le spagnole ma anche alla rissa post derby di Manchester. Parole chiave: rassegna stampa , juventus , fan club , champions league 2017-2018 , europa league 2017-2018 , roma , serie a 2017-2018

Ballando on the road sbarca nel pomeriggio di Rai1 (Anteprima Blogo)

Prende il via il percorso di avvicinamento alla prossima edizione di Ballando con le stelle Ogni fine settimana fa il pienone, da Nord a Sud, il tour di Milly Carlucci e del suo team di Ballando on the road in giro per l'Italia sta avendo un successo clamoroso, con tantissimi aspiranti ballerini che si esibiscono nei centri commerciali della nostra penisola che hanno ospitato questa manifestazione. Milly Carlucci in persona, insieme ad alcuni dei maestri storici dello show del sabato sera di Rai1, ha visionato nel corso di queste settimane moltissimi concorrenti e dopo le tappe di Monza, Mestre, Giugliano, Catania, Mesagne, è arrivato l'appuntamento conclusivo di questo tour sabato 16 e domenica 17 dicembre a Roma presso il centro commerciale "Auchan Casalbertone".

Il Benevento torna sul mercato: il primo rinforzo è Guilherme

BENEVENTO - Dopo la quindicesima sconfitta su sedici gare, al Benevento, incapace di dare continuità al pari col Milan così come a tutte le prestazioni incoraggianti del...

Stasera in tv su Rete 4: 40 carati

Rete 4 stasera propone 40 carati (Man on a Ledge), thriller del 2012 diretto da Asger Leth e interpretato da Sam Worthington, Elizabeth Banks e Jamie Bell. Sam Worthington: Nick Cassidy Elizabeth Banks: Lydia Mercer Jamie Bell: Joey Cassidy Anthony Mackie: Mike Ackerman Edward Burns: Jack Dougherty Ed Harris: David Englander Kyra Sedgwick: Suzie Morales Génesis Rodríguez: Angie William Sadler: Valet Titus Welliver: Nathan Marcus Mandy Gonzalez: Manager J. Smith-Cameron: psichiatra Patrick Collins: padre di Leo Afton Williamson: Janice Ackerman Joe Lisi: sergente Candice McKoy: poliziotto Johnny Solo: poliziotto Doppiatori italiani Francesco Bulckaen: Nick Cassidy Barbara De Bortoli: Lydia Mercer Fabrizio De Flaviis: Joey Cassidy Fabrizio Vidale: Mike Ackerman Roberto Certomà: Jack Dougherty Luca Biagini: David Englander Antonella Rinaldi: Suzie Morales Valentina Favazza: Angie Sergio Di Giulio: Valet Franco Mannella: Nathan Marcus

Roma avara, un solo gol nelle ultime tre trasferte

Corriere della Sera (L.Valdiserri) – Eusebio Di Francesco, che conosce bene l’ambiente, aveva detto alla vigilia di Chievo-Roma che serviva un pompiere.

Stasera in tv su Canale 5: The Blind Side

Canale 5 stasera propone "The Blind Side", dramma biografico a sfondo sportivo del 2009 diretto da John Lee Hancock e interpretato da Sandra Bullock, Quinton Aaron e Lily Collins. Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Tim McGraw: Sean Tuohy Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue Lily Collins: Collins Tuohy Ray McKinnon: Coach Cotton Kim Dickens: Signora Boswell Adriane Lenox: Denise Oher Sharon Morris: Granger Andy Stahl: preside Sandstrom Doppiatori italiani Laura Boccanera: Leigh Anne Tuohy Paolo Vivio: Michael Oher Massimo Rossi: Sean Tuohy Leonardo Caneva: S.J. Tuohy Angiola Baggi: Miss Sue Erica Necci: Collins Tuohy Oliviero Dinelli: Coach Cotton Barbara De Bortoli: Signora Boswell Laura Romano: Granger Fabrizio Temperini: preside Sandstrom

Strinic vede Firenze, rifinitura decisiva per Praet e Torreira

Genova - Stamattina nella rifinitura al Mugnaini Marco Giampaolo farà la conta dei disponibili per Firenze. Quagliarella, Torreira e Praet, rientrati da Cagliari con acciacchi assortiti, stanno un po’ meglio in prospettiva Sassuolo ma ieri non sembravano ancora pienamente recuperati per la Fiorentina. Tutti e tre sono in forte dubbio per l’ottavo di Coppa Italia del Franchi. Sta sempre meglio invece Strinic. La sensazione è che il tecnico blucerchiato sarà costretto a mettere mano alla formazione per necessità e non per turnover. I sostituti dei tre acciaccati sono già designati: Capezzi, Verre e Caprari, quest’ultimo andrebbe a fare coppia con Zapata. In porta giocherà Puggioni, una scelta che risale al dopo-Pescara. Mentre Regini rileverà uno tra Silvestre (l’unico della rosa finora sempre presente) e Ferrari. I ballottaggi potrebbero coinvolgere Sala e Bereszynski sulla fascia destra, Alvarez e Ramirez sulla trequarti.

Frank Sinatra, cento e due anni di The Voice: i duetti con Bono, Bennett, Elvis, Streisand e gli altri grandi / ASCOLTA

E' praticamente impossibile stilare un elenco completo delle collaborazioni, dal vivo, in radio, in TV e in studio, di The Voice: quelli di Frank Sinatra erano altri tempi, e - allora - gli artisti non avevano paura a mettersi in gioco collaborando con colleghi, e divertendosi a confrontare stili e timbri. Da grandissimo quale è stato, Ol' Blue Eyes ha intrecciato il suo percorso artistico e umano praticamente con tutti i giganti della canzone americana e mondiale: dai suoi incontri al Frank Sinatra show con Louis Armstrong ai duetti a distanza di "Duets" uno e due, quando il grande vecchio - ormai stanco e a fine carriera - si è divertito a sentire intrecciare la sua voce a quella di colleghi più giovani (e apparentemente lontani anni luce da lui) come il frontman degli U2 Bono, passando per un featuring da brividi nientemeno che con Elvis Presley, ideale incontro tra i due mondi che hanno costruito la musica popolare contemporanea così come la conosciamo, ecco una selezione dei migliori duetti di The Voice. Buon ascolto!

Genoa-Atalanta, Balla non cambia e conferma gli stessi 11

Genova - Squadra che vince non si cambia. E Balla non sembra avere intenzione di cambiare. La vigilia del match con l’Atalanta è stata quanto mai tormentata, due rifiniture a distanza di 24 ore ma quella di ieri, ancora più di quella domenicale, è stata fortemente limitata dalla pioggia. Il campo del Signorini era allagato, nessuna migrazione verso campi della riviera visti vento, mareggiata e pioggia. Quindi solo lavoro in palestra e poi spostamento sul campo a sette in sintetico per un po’ di tattica. Laxalt ha dato segnali confortanti e quindi dovrebbe partire dal primo minuto, anche se Migliore in Coppa Italia ha dimostrato di essere pronto e di poter diventare un idolo per determinazione e caparbietà. Per il resto fiducia alla difesa con Izzo, Spolli e Zukanovic, in mezzo Rigoni, Veloso e Bertolacci. In avanti la certezza è Taarabt e l’impressione è che per il ritorno di Lapadula da titolare occorrerà attendere. Il dubbio c’è ma nelle prove dei giorni scorsi il centravanti ha sempre giostrato tra le riserve. Così riecco Pandev, che a Verona è stato decisivo con un gol pesantissimo in chiave salvezza. «Goran è un ragazzo intelligente che si allena bene. Quando è a posto da un punto di vista fisico, dimostra sempre il suo grande valore», ha ricordato Ballardini, che tra i rimpianti della carriera ha quello di non aver usato il macedone ai tempi della Lazio sottomettendosi a un diktat della società biancoceleste. Così ora può “sfogarsi”, anche se con quasi dieci anni di ritardo. Alla vigilia della trasferta di Crotone il Balla ha individuato una formazione base e poi non l’ha più cambiata, dando tuttavia l’impressione a tutti i giocatori di essere pienamente coinvolti e considerati. In Coppa Italia, poi, ha dato spazio a coloro che avevano giocato meno, accettando il rischio ma venendo poi premiato dal risultato, con qualificazione agli ottavi.

Analisi Auditel: Il pomeriggio di domenica 10 dicembre 2017

L'andamento degli ascolti del pomeriggio del giorno di festa Il pomeriggio parte alle ore 14 con la curva blu di Rai1 al comando fino al 15% con i Domenica in , con la curva de Tg Regionali poco sotto il 15%. In seguito la curva di Rai1 cala con Domenica in fin verso il 12% di share con la curva di Domenica Rewind che prende il volo rimanendo costantemente al comando fin verso il 16%.

Vecchi a chi? Sorrentino e gli altri evergreen

Vecchi a chi? Sorrentino e gli altri evergreen. Eroe dell'ultima giornata di Serie A, il portiere del Chievo ha stupito contro la Roma a dispetto dei suoi 38 anni. Carta d'identità ingombrante anche per Defoe, fresco di una doppietta nell'ultimo weekend di Premier League. In questa stagione non mancano i protagonisti senza età a tutte le latitudini del calcio. Parole chiave: alessandro lucarelli , naldo , aritz aduriz , serie a 2017-2018 , stefano sorrentino , samuel eto'o , jermain defoe , andrea caracciolo , tim cahill

Harden dominante: 10^ vittoria in fila per Houston

Harden dominante: 10^ vittoria in fila per Houston. La stella dei Rockets prima orchestra l'attacco dei Rockets con 17 assist, poi decide la gara con 12 dei suoi 26 punti negli ultimi 3 minuti e mezzo: decimo successo in fila per gli uomini di D'Antoni, sempre più primi nella Western Conference. A New Orleans priva di Anthony Davis non bastano le grandi prove di Holiday, Moore, Rondo e Cousins. IL TABELLINO. Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui. Parole chiave: houston rockets , new orleans pelicans , nba 2017-18

Il Meglio di Sky Sport

Il Meglio di Sky Sport. Tutti gli aggiornamenti in diretta su Sky Sport 24 e il meglio della programmazione dei canali Sport e Calcio. Se ti fossi perso qualcosa accedi all'On Demand per rivedere contenuti esclusivi come la seconda puntata dei Signori del Calcio dedicata a Zlatan Ibrahimovic. Parole chiave: sky sport hd

UniCredit conferma i target, piano al 2019 in linea con attese

(Teleborsa) - Il piano industriale "Transform 2019" di Unicredit è "pienamente in linea con le attese" e sta generando "risultati tangibili supportati da...

Spider-Man: il nuovo film d'animazione e il film live-action non saranno collegati

Il nuovo film animato "Into the Spider-Verse" e i film live-action di Spider-Man non saranno collegati, a rivelarlo gli autori Phil Lord e Chris Miller.

Lussekatter, i dolcetti svedesi di Santa Lucia

Con il freddo e il buio, facciamo merenda con gli ottimi dolcetti di Santa Lucia Recita il proverbio: il 13 dicembre (festa di Santa Lucia) è la giornata più corta che ci sia… e in effetti secondo il calendario giuliano che vigeva ai tempi della Santa era proprio questo il solstizio d’inverno! Poco sembrano avere a che fare questi squisiti dolcetti con il martirio cruento di santa Lucia, protettrice della vista fisica e spirituale, ma sembra che in Svezia questa festa, molto sentita, si festeggi proprio con una merenda a base di lussekatter, da accompagnare a una tisana bollente. Ingredienti

Oroscopo: a ogni segno zodiacale il suo cristallo

I cristalli, con le loro forme e i loro colori vivaci e luminosi, riescono sempre a catturare le nostre attenzioni. Ci sono gemme che, con la loro luce e le loro vibrazioni, ci attraggono più di altre. In base alle proprietà magiche che vogliamo attirare, possiamo indossare queste pietre incastonate nei nostri gioielli oppure possiamo custodirle in piccoli sacchetti di cotone. Proviamo a scoprire con l’Oroscopo e le Stelle quale pietra è più indicata per ciascun Segno Zodiacale! ARIETE - Il tuo cristallo non può che essere rosso. Consumi ogni giorno tantissima energia e hai bisogno di farne rifornimento. Il rubino fa sicuramente al tuo caso. Un tempo questa pietra preziosa veniva chiamata “pietra del Sole”. Simboleggia l’azione, la passione, la forza vitale, il coraggio. È considerato un prezioso portafortuna sia negli affari di cuore che in quelli di natura economica. Pare che, in caso di pericolo, cambi tonalità di rosso. Fallo incastonare in un anello da portare sempre con te.

Glifosato, l'Italia verso il "no" all'Ue al rinnovo per 10 anni

L'Italia è orientata a bocciare la proposta di rinnovo di autorizzazione per 10 anni del glifosato, diserbante sotto accusa per possibili danni alla salute. Il 3 ottobre il ministro dell'Agricoltura, Maurizio Martina, si era detto contrario, e ora, dopo un confronto con il ministero della Salute, Roma potrebbe fare sua la posizione del ministro. Il voto dei Paesi Ue sulla proposta di rinnovo è previsto per il 25 ottobre. E' dal 2015 che il rinnovo della licenza europea dell'erbicida più diffuso al mondo è oggetto di un'accesa disputa. L'ultima parola toccherà al Paff, il Comitato permanente su Piante, animali, cibi e mangimi.

Allarme miopia tra i giovani: tutta colpa degli smartphone

Preoccupazione tra gli oculisti. Intanto si celebra la giornata mondiale della vista: in molte città italiane sarà possibile sottoporsi a un check up gratuito

Renault ha un cuore turbo

Lunga vita al motore a benzina. Ancora una volta tutti quelli che avevano intonato il “De profundis” per il tradizionale propulsore termico dovranno ricredersi di fronte ai progressi tecnologici che le case costruttrici continuano a sfornare sui classici motori. L’ultimo in ordine di tempo arriva da Renault che ha appena annunciato il lancio di un nuovo motore turbo benzina a iniezione diretta, sviluppato in collaborazione tra l’Alleanza e Daimler. Il propulsore debutterà su due bestseller del marchio transalpino, Scénic e GrandScénic, e successivamente darà disponibile anche su altri modelli. Secondo la casa, la nuova motorizzazione offre progressi significativi in termini di piacere di guida, con una coppia più elevata ai bassi regimi e una disponibilità maggiore e costante agli alti regimi, mentre allo stesso tempo riduce i consumi e le emissioni di CO2.

Da Toshiba ecco il primo HDD da 14 TB ad elio con 9 piatti

Toshiba continua a spingere un po' più in là i limiti dei sistemi di archiviazione magnetici e sono stati importanti i recenti annunci degli hard-disk per NAS e del modello MQ04 che offre 1 TB di spazio all'interno di una scatoletta spessa solamente 7 mm. Nel corso del fine settimana la compagnia ha annunciato un nuovo modello di hard-disk più tradizionale con il form-factor tipico da 3,5", capace di accogliere al suo interno ben 14 TB di spazio. Non è il primo hard-disk che offre questa capacità, tuttavia è il primo che utilizza la Conventional Magnetic Recording (CMR) , quindi registrando i dati all'interno di una superficie piatta, in contrapposizione di tutti gli altri modelli che utilizzano la Shingled Magnetic Recording e che quindi scrivono i dati all'interno di una struttura più complessa a tegole, con aree per la scrittura che sono parzialmente sovrapposte. È ovvio che il primo approccio offre prestazioni superiori.

Scatta e impara con Smartify

Con Smartify sarà come viaggiare in compagnia di Vittorio Sgarbi e Francesco Bonami. L’App dell’arte è in grado di riconoscere un’opera e raccontarla, semplicemente ... L'articolo Scatta e impara con Smartify sembra essere il primo su Living.

Migliori Videogiochi 2017: la classifica di Marco Mottura

Annata veramente da ricordare, questo 2017 (vota i migliori giochi dell'anno): un'invasione inarrestabile di uscite di primissimo piano - peraltro distribuite in maniera sorprendentemente omogenea durante il corso degli ultimi dodici mesi - tra roboanti blockbuster AAA, meravigliosi indie con la solita marcia in più e addirittura il lancio di una console nuova di zecca come Nintendo Switch (piattaforma che, abbastanza contro ogni pronostico, è già riuscita a stregarmi il cuore ben al di là di quanto non sia mai riuscito a fare Wii U). C'è stato un po' di tutto e per tutti i gusti, dallo scorso gennaio a oggi: ritorni in pompa magna di franchise gloriosi (da Resident Evil a Zelda), convincenti debutti di IP al 100% inedite ( Horizon Zero Dawn o Mario + Rabbids Kingdom Battle) e ghiotti nuovi capitoli di serie già affermate (Splatoon 2, Prey o Persona 5). In mezzo a cotanta abbondanza, un solo amarissimo vincitore: il backlog, l'odioso elenco di arretrati che di settimana in settimana non ha fatto altro che arricchirsi di protagonisti sempre più eccellenti. Una vergogna che mi porto sulle spalle da ben prima del 2017, ma che anche a questo giro ha saputo mietere vittime illustri: dei trenta videogame che ho giocato quest'anno, ho appena " assaggiato" i già citati Resident Evil 7 e Horizon Zero Dawn, mentre mi sono addirittura completamente perso per strada uscite massicce del calibro di Nier: Automata e Wolfenstein II: the New Colossus. Shame on me, I know. Prometto di recuperare qualcosa, magari complici le imminenti festività natalizie, ma alla fine non sarà così semplice: il tempo per giocare è sempre troppo poco, e alle spalle c'è letteralmente l'imbarazzo della scelta... senza contare che il 2018 è ormai dietro l'angolo, col suo ulteriore ed inevitabile carico di hype, most wanted e irrinunciabili primizie. A seguire troverete un elenco con i cinque titoli più significativi del mio personalissimo 2017: prima di lanciarci nel conto alla rovescia vero e proprio, ne approfitto però per barare un po' menzionando almeno altri quattro videogiochi che ricorderò con piacere. Il primo è Snake Pass, bizzarro platform senza il tasto del salto con protagonista un serpente, nato da una game jam interna di Sumo Digital: l'ho completato al 100% su Nintendo Switch e credo sia a tutti gli effetti l'assoluta sorpresa dell'anno insieme all'altrettanto pregevolissimo Mario + Rabbids Kingdom Battle. Il secondo è Little Nightmares di Tarsier Studios, platform narrativo sulla scia di Limbo che ho adorato per le atmosfere da fiaba grottesca e squisitamente macabra. Il terzo è un altro esperimento sempre degli Svedesi di Tarsier Studios, ovvero Statik: un puzzle game per PlayStation VR che inizialmente mi era sfuggito ma che davvero mi ha...

Valigia, i trucchi per ritirarla per primi dal nastro trasportatore

Di Angela Iannone lunedì 11 dicembre 2017 Valigia, croce e delizia del viaggiatore. Se per qualche settimana diventa la nostra casa portatile, è anche fonte di stress: le misure e i pesi da non superare, le cose da non portare e poi, at last but not at least, l’attesa snervante al nastro trasportatore. Minuti che sembrano un’eternità, soprattutto quando vediamo tutti gli altri passeggeri ritirare il loro bagaglio e noi siamo ancora lì, carichi di paure e paranoie che qualcuno si sia smarrito la nostra valigia, imbarcandola sul volo sbagliato. Poi, alla fine, la vediamo scivolare sul nastro e la inseguiamo affannosamente per tornarcene finalmente a casa o in albergo.