• Assad vede alleanze coi curdi mentre vacilla l'intesa con Putin

    www.corriere.it
  • Lazio-Verona 2-0: Immobile porta i biancocelesti al quarto posto

    www.repubblica.it
  • Calenda: «Basta con gli incontri inutili. Serve un fondo per evitare le fughe all'estero»

    www.corriere.it
  • Zanda, congelato alla gara in Canada La lotta per salvargli mani e piedi

    www.corriere.it
  • Usa, in un video minaccia strage a scuola: arrestato 13enne

    www.tgcom24.mediaset.it
  • Berlusconi: Con flat tax via tassa su prima casa e prima auto | Forza Italia indicherà il premier

    www.tgcom24.mediaset.it
  • Milan, Bonucci: "Gattuso è impressionante. Mai visto nessuno come lui"

    www.gazzetta.it
  • D'Alema che corteggia i 5 stelle e il nuovo partito anti Brexit. Le notizie del giorno, in breve

    www.ilfoglio.it
  • Elezioni, l'appello di Renzi è un'ammissione: “Turatevi il naso e votate Pd. In molti casi candidati ottimi”

    www.ilfattoquotidiano.it
  • Milano, modella rapita piange nei luoghi del sequestro: "Qua mi hanno aggredita"

    milano.repubblica.it
  • Mafia, il Riesame libera 21 persone arrestate nel blitz di Agrigento. Resta in carcere il pentito che li accusa

    www.ilfattoquotidiano.it
  • Chi ha avvelenato e ucciso i cani randagi a Sciacca? Noi, e continuiamo a farlo

    scienze.fanpage.it
  • Vincenzo De Luca attacca Grasso e Di Maio

    www.ansa.it
  • La solidarietà di Virginia Raggi a Federica Angeli

    www.nextquotidiano.it
  • Studente sedicenne scomparso a Riva del Garda, proseguono le ricerche

    www.ansa.it
  • Blitz anti 'ndrangheta in Toscana, 14 arrestati. "Affari con imprese colluse" /VIDEO/FOTO

    www.lanazione.it
  • Canone Rai, si amplia la soglia di esenzione: altri 235mila over 75 esclusi

    www.repubblica.it
  • L'ombra della scissione post voto: Grillo-Di Battista a caccia dei delusi

    www.ilgiornale.it
  • Palermo, facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due pedofili

    palermo.repubblica.it
  • Elezioni: Iacobucci guida la delegazione Ligure a Roma alla firma del patto per l'Italia

    www.sanremonews.it
  • Siria, Onu: "Bombardamento civili in Ghouta Est deve finire"

    Il pesante bombardamento dell'esercito siriano contro l'enclave dei ribelli della Ghouta orientale "deve fermarsi immediatamente" perché "è assolutamente necessario porre fine a questa sofferenza insensata". Lo ha dichiarato Panos Moumtzis, Coordinatore umanitario regionale delle Nazioni Unite per la crisi siriana.

    Una lezione per avere il posto, così il nuovo concorso per prof

    ROMA Oltre 100mila candidati, per superare il maxi concorso della scuola basta presentarsi ad un colloquio. I partecipanti dovranno “fare lezione” davanti alla commissione, dimostrando di poterlo fare anche in inglese usando anche le nuove tecnologie comunicative. Partono oggi le iscrizioni alla prova riservata solo ai docenti di scuole medie e superiori che hanno già conseguito l’abilitazione per insegnare. Un esercito di 103.500 potenziali partecipanti: a tanto ammonta, infatti, la quota dei precari iscritti ad oggi... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO: Accesso illimitato agli articoli Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:

    Olimpiadi Corea 2018: risultati LIVE

    Olimpiadi Corea 2018: risultati LIVE. Dal curling al bob, con cinque medaglie d'oro da assegnare. Questo il menù della 13esima giornata delle Olimpiadi invernali di PyeongChang. Tutti gli aggiornamenti LIVE su Sky Sport 24, ogni giorno, dalle 8. TUTTI I RISULTATI - IL MEDAGLIERE. Parole chiave: olimpiadi 2018 , pyeongchang 2018 , olimpiadi invernali

    Chelsea-Barcellona, Conte prova a rifare Italia-Spagna per salvare i Blues e se stesso

    È tutto pronto per la riapertura dell’antico ristorante «da 100 euro, dove non si può mangiare con 10 euro». Il nome è un po’ lungo, è vero. Ma resta impresso nella mente. Il gestore che l’ha battezzato così si chiama Antonio Conte, assente da una sfida europea ad eliminazione diretta dal 1 maggio 2014, quando uscì contro il Benfica dalla semifinale di Europa League: qualche giorno dopo l’allenatore della Juventus se ne uscì con quella frase infelice, che fu una delle concause del suo divorzio coi bianconeri ed è stata smentita dalle due finali di Champions raggiunte dal suo successore. Adesso Conte ci riprova: in tasca il suo Chelsea campione d’Inghilterra in carica ha ovviamente qualcosa in più di 10 euro, ma anche questa volta sembra non potersi permettere una cena alla pari. Perché dall’altra parte c’è il Barcellona di Messi, una vecchia conoscenza che a Stamford Bridge mancava dal 2012 (quando il Chelsea alla fine vinse la Champions) e che in 8 sfide contro i Blues non ha mai segnato. Dopo aver rotto il tabù del gol a Buffon con una doppietta a settembre, l’argentino sembra pronto a lasciare il segno. Anche perché Ronaldo scappa: attualmente siamo 116 a 97 gol europei per il portoghese.

    Sconnessi, i protagonisti Memphis e Bentivoglio: «Social? Non ci piace avere una finestra aperta sulle nostre vite»

    Se per uno scherzo del destino fossimo disconnessi dalla rete? O meglio “Sconnessi”, come recita il titolo del film diretto da Christian Marazziti, cosa succederebbe nella nostra quotidianità? I protagonisti di questa commedia ci forniscono alcune risposte a questa ipotesi, che per molti può suonare come un incubo. Nessun accesso ai social o Google a rispondere ai nostri quesiti, stessa sorte per Whatsapp e neanche la possibilità di una primitiva telefonata. Ricky Memphis, Fabrizio Bentivoglio, Carolina Crescentini e Stefano Fresi, membri di una famiglia allargata alle prese con problemi di comunicazione e relazione, sono costretti a condividere un fine settimana in una casa immersa nella natura del Trentino. La rete salta (c’è la mano di uno del gruppo) e i problemi affiorano. Così come quella dipendenza dal web, patologia del nuovo millennio, che costringe ognuno di loro, ad affrontare con la parola e non con i tasti digitali di uno smartphone, le proprie difficoltà. Chi non può cercare la chat hot, chi non può vendere i propri prodotti online, chi non può videochiamare gli amici social.

    Addio a Stormin', pioniere del grime. VIDEO

    Poco noto in Italia, famoso e rispettato in Gran Bretagna, Stormin - il MC che dopo due anni ha perso la sua battaglia contro un cancro alla pelle - è considerato uno dei pionieri del...

    Lazio, Immobile: “La lotta Champions è serrata, Roma e Inter sono due squadre forti e sicuramente lotteranno fino alla fine”

    Ciro Immobile, attaccante della Lazio e della Nazionale, ha parlato alla fine della gara vinta dai biancocelesti contro il Verona. Le sue parole ai microfoni di Sky Sport: “ Spero che la Lazio sia guarita, queste sconfitte ci sono servite per maturare, perché la lotta Champions è serrata, Roma e Inter sono due squadre forti e sicuramente lotteranno fino alla fine“.

    Napoli, uomo colpito da infarto costretto a girare in tre ospedali

    Un uomo di 83 anni, residente a Bagnoli, colpito da infarto nei giorni scorsi ha fatto la spola tra l?ospedale San Paolo e il Loreto Mare per poi tornare al presidio di Fuorigrotta...

    Jonny Greenwood (Radiohead): in uscita la colonna sonora del film "You were never really here"

    Jonny Greenwood, chitarrista dei Radiohead, ha annunciato la pubblicazione della colonna sonora da lui scritta per il nuovo film di Lynne Ramsay, "You were never really here", interpretato...

    Lazio-Verona 2-0: Immobile porta i biancocelesti al quarto posto

    ROMA - Operazione sorpasso riuscita. La Lazio torna al successo in campionato dopo tre ko consecutivi grazie al 2-0 inflitto al Verona e si prende il quarto posto, scavalcando l'Inter. A decidere è una doppietta di Immobile, sempre più capocannoniere della serie A, che festeggia con qualche ora d'anticipo il suo 28esimo compleanno. Il dominio biancoceleste non è mai stato in discussione, anche se le tante occasioni sprecate nel primo tempo potevano suonare come l'avvisaglia di una partita stregata. I capitolini, invece, non perdono la calma e nella ripresa mettono a segno il micidiale uno-due che piega la resistenza degli scaligeri, penultimi a -5 dalla zona salvezza. INZAGHI PUNTA SU LUKAKU - Inzaghi, privo dello squalificato Lucas Leiva, accentra Lulic e inserisce Lukaku a sinistra. Wallace vince il ballottaggio con Caceres e completa il pacchetto arretrato, al fianco degli inamovibili De Vrij e Radu. Solo panchina per Felipe Anderson, dopo la mancata convocazione di Napoli. Pecchia, ancora alle prese con l'assenza di Cerci, preferisce Verde a Petkovic e Valoti a Calvano in mezzo al campo.

    «La Resistenza, storia da riscrivere Politici pericolosi, stavolta non voto»

    Giampaolo Pansa, chi è il «comandante bianco», Aldo Gastaldi, nome di battaglia Bisagno, cui lei dedica il suo nuovo libro? «Era un eroe. L’unico comandante partigiano non comunista della terza divisione Cichero, la più importante della Liguria. Morto in circostanze misteriose subito dopo la fine della guerra. Sono convinto che sia stato assassinato». Come lo descriverebbe ai lettori del Corriere? «Un Gesù Cristo con il fucile. Profondamente cattolico. Mi ha raccontato un testimone che ogni settimana spariva nella notte della Val Trebbia. Prendeva la sua motocicletta, andava da un parroco, picchiava con le dita sul vetro della canonica per farsi riconoscere, si confessava, riceveva la comunione. Talora assisteva alla messa. Poi tornava dai suoi uomini. Quando è morto, a 24 anni, era ancora vergine».

    Isola dei Famosi: Jonathan il logorroico

    Ci sono water che sfidano le normali convenzioni: quale preferisci? A Pomeriggio Cinque si discute del flirt nato in Honduras e che forse è già al capolinea

    Euro rivali: ko Lipsia a Francoforte Ora sono fuori dalla Champions

    La strategia è chiara, ed è probabilmente opposta a quella del Napoli: il Lipsia pensa all?Europa League, vuole il passaggio agli ottavi della competizione europea, anche a...

    Strage Florida, studenti protestano contro armi facili. FOTO

    Strage Florida, studenti protestano contro armi facili. FOTO. Dopo la sparatoria nel liceo di Parkland, centinaia di persone hanno manifestato davanti alla Casa Bianca chiedendo di proteggere i bambini nelle scuole. LA FOTOGALLERY. Parole chiave: fotogallery mondo strage_florida parkland usa donald_trump

    «Questa situazione mi sta distruggendo», un altro concorrente rischia di abbandonare il reality

    "Non sentire i miei figli  mi sta distruggendo, non sentire mia moglie mi sta distruggendo. Questo è il prezzo da pagare. Mi mancano da morire. Prima di partire avevo sottovalutato questa situazione".  In lacrime Amaurys Perez sta vivendo un momento molto difficile all' Isola dei Famosi e sembra possa essere il quarto concorrente ad abbandonare l''Honduras dopo Francesco Monte, Chiara Nasti e Craig Warwick.

    Inzaghi: «Dispiace che de Vrij vada via, speriamo ci siano cambiamenti»

    Scavalcata l'Inter, Simone Inzaghi si gode il ritorno al quarto posto in classifica con vista Champions. «Era una partita per noi importantissima per noi - ha ammesso il tecnico laziale - bravi a interpretarla e meritavamo anche il vantaggio nel primo tempo. Non era semplice, sono stati bravi i ragazzi. Mancavano i risultati non le prestazioni. Ora vogliamo rimanere lì fino alla fine». Da domani subito testa alla Steaua giovedì: «Quando ci sono partite così ravvicinate impensabile giocare sempre con gli stessi. Saremo pronti con la Steaua, i nostri tifosi ci saranno vicini per ribaltare un risultato non semplice». Il ritorno al successo biancoceleste stride però con l'annuncio di Igli Tare poco prima del match: «La Lazio ritira la proposta che ha fatto a Stefan per dei motivi che diremo più avanti. Dopo alcuni mesi di trattativa c'è anche un limite». Dopo una lunga ed estenuante trattativa, l'epilogo che nessuno a Formello auspicava. L'olandese partirà a fine stagione a costo zero, su di lui è forte la presenza di Inter e Juventus. Fino ad allora però continuerà a giocare per portare la Lazio in Champions: «Lui è stato un professionista eccezionale che ha dato tanto alla Lazio - precisa Tare - Lo ringrazieremo per quello che ha dato e fatto, ma a fine stagione le nostre strade si divideranno. Noi abbiamo fatto le cose come si doveva e all'ultimo momento tutto è cambiato. Non vogliamo quindi proseguire più su questa strada».

    Capodimonte: ecco "Tòpoi", mostra di gioielli tra artigianato e design

    È tutto pronto al Cellaio del Real Bosco di Capodimonte per l’inaugurazione, martedì 20 alle 15, della mostra “Tòpoi. Gioielli in porcellana tra artigianato,...

    2 Chainz, a sorpresa un altro nuovo album: "Rap or go to the League"

    Meno di un anno fa ha pubblicato l'album "Pretty girls like trap music", nemmeno due settimane fa ha messo in circolazione l'EP "The play don't care who makes it", ma 2 Chainz non sembra...

    Milan, Gattuso senza confini: rifatta la preparazione, abolito il turnover e cancellato Montella

    Sintonia con l’ambiente, allenamenti intensi e chiarezza assoluta con il gruppo: la zona Champions ora è più vicina. Bonucci: «Mai visto un allenatore così»

    Napoli, Vincenzo De Luca al giornalista di Fanpage: “Via, via la camorra da qui”

    Il governatore della Campania attacca il cronista che chiedeva spiegazioni dopo il video nel quale l'inchiesta della testata giornalistica era stata definitiva "un'operazione camorristica". Poi definisce Rosy Bindi "la parlamentare che porto nel cuore come una reliquia" L'articolo Napoli, Vincenzo De Luca al giornalista di Fanpage: “Via, via la camorra da qui” proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Isola dei Famosi: Rosa e Alessia ai ferri corti

    E’ ufficiale, Rosa Perrotta e Alessia Mancini non diventeranno mai migliori amiche, almeno per ora. Altro scontro tra le belle concorrenti, questa volta galeotto fu il riso da preparare. Giucas chiede ad Alessia se ha messo l’acqua a bollire ma la Mancini risponde: “No, penso che preferisce occuparsene Rosa, altrimenti poi dice che faccio tutto io”. La Perrotta cade totalmente dalle nuvole, non capendo il motivo di quell'affermazione chiede ai compagni: “Vedete è normale questo atteggiamento? Sei polemica e pesante, io non ho più voglia di discutere con te”.

    Settebello delle meraviglie: tris di vittorie ?con Germania, Montenegro e Russia

    Apoteosi palermitana. Può ritenersi seriamente soddisfatto Sandro Campagna nella sua città natale per il Settebello delle meraviglie. Manovra fluida, gioco avvolgente, crescita evidente, tris di vittorie con Germania (16-4), Montenegro (9-5) e Russia (15-10). Macchina da gol gli azzurri, inseriti nel gruppo A della Final Eight con Ungheria, Grecia e Spagna, in programma dal 5 all’8 aprile. Da definire ancora la sede: Torino avanza la propria candidatura ad ospitare l’evento. Spetterà alla Len avallare l’ufficialità. Tra gli artefici del triplete siciliano Alessandro Velotto, in rete anche contro i russi. «Tre giorni impegnativi, tre sfide davvero dure. A noi le partite internazionali servono come il pane. Abbiamo espresso un buon gioco», spiega la stella della Canottieri Napoli, sempre più leader con la calottina della Nazionale italiana. «Ci aspetta la Final Eight: proveremo sicuramente a fare risultato. La squadra è di alto livello con gli innesti di Echenique e Molina, considerando che Gallo, Icardi e Di Fulvio sono rimasti a casa. E’ bello far parte di questo gruppo: si punterà in alto», rassicura il talento di Ponticelli, già bronzo alle Olimpiadi di Rio 2016 e argento in World League nel 2017. Si rallegra il suo collega Zeno Bertoli, arcigno difensore ex posillipino, colonna portante del Brescia di Sandro Bovo. «Trittico intenso. Contenti dell’impegno espresso nella fase offensiva e difensiva. Abbiamo retto bene sul piano fisico, però c’è...

    Elezioni: weekend lungo per scuole-seggio, 3-6 marzo

    Mega week end per gli studenti in occasione delle elezioni del 4 marzo. Le scuole che saranno seggio elettorale, infatti, dovranno mettere i locali a disposizione dal pomeriggio di venerdì 2 marzo (viene quindi annullata qualsiasi attività pomeridiana) a tutto martedì 6 marzo. Il Ministero dell’Istr

    Il Re Tarantola: è uscito il nuovo album, e s'intitola… (leggete la notizia, il titolo qui non ci sta)

    "Scopri come ha fatto il Re Tarantola a fare 50.000 euro in una settimana" è il titolo del nuovo album di Manuel Bonzi, cantautore lo-fi di Piancogno (in provincia di Brescia) col nome...

    Basket, A2: la Fortitudo rimonta Imola e vola in testa da sola

    Al PalaDozza serata complicatissima per l'Aquila che chiude in testa il terzo quarto, segnando 30 punti, dopo essere stata sotto dall'inizio e anche di 17.

    Veltroni e Rutelli compattano il Pd romano per il 4 marzo. Ma guardano al Campidoglio

    Francesco Rutelli e Walter Veltroni sono in campo. Lo sguardo dei due ex sindaci della Capitale è rivolto alle elezioni politiche del 4 marzo, accanto a Paolo Gentiloni. La mente si spinge però un po' più in là. Alla riconquista di Roma, fra tre anni, quando il mandato di Virginia Raggi si sarà esaurito. Il nome forte per il Campidoglio nel centrosinistra, è quello del ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda. Da quando hanno preso il via le riunioni del tavolo per Roma, Calenda è in costante polemica con la sindaca. Al momento, il ministro nega di puntare alla poltrona di primo cittadino: «Sarei un cialtrone», ha commentato. Ecco che, se l'ipotesi di rimanere a capo del governo dovesse svanire, per guidare la riscossa del Pd romano potrebbe tornare d'attualità proprio il nome Paolo Gentiloni, giunto terzo alle primarie cittadine del 2013, che incoronarono Ignazio Marino candidato del centrosinistra. E' per Gentiloni, che sta conducendo una campagna elettorale separata da quella del segretario Pd Matteo Renzi, che lavorano Veltroni e Rutelli. Entrambi erano oggi alla presentazione del libro "Le borgate e il dopoguerra" del deputato Roberto Morassut, già assessore all'urbanistica ai tempi di Veltroni, moderata dal direttore dell'HuffPost Lucia Annunziata. L'ex leader della Margherita, nel corso di un'iniziativa di venerdì scorso, ha speso parole di stima nei confronti del premier. E domenica prossima, sarà Veltroni a salire assieme al presidente del Consiglio sul palco del teatro Eliseo di Roma, per una manifestazione elettorale. Per adesso, l'ex segretario dem non si sbottona: "Tutte le cose che volete sapere, le saprete domenica", ha detto sorridente l'ex segretario dem ai cronisti. Dopo Romano Prodi, altri due ex leader del centrosinistra si schierano dalla parte di Gentiloni, indicato come garante di stabilità dalle cancellerie europee e dai partner internazionali. Questo pomeriggio, tra pacche sulla spalla, sorrisi e strette di mano, il Pd romano si è ritrovato. Negli interventi dei due vecchi sindaci, non sono mancate le frecciate nei confronti dell'attuale amministrazione della Capitale: "Non è vero che Roma è ingovernabile, nessuna città lo è. Ma a Roma si viene solo se si ha un'idea generale, e l'idea è quella di unificare la città", ha scandito Veltroni. "La cosa più importante da fare oggi è trovare chi si metta ad allevare una nuova classe dirigente che accompagni e anziché essere fatta da follower", ha aggiunto Rutelli. Messaggi simili a quello lanciato un mese fa proprio dal premier nel corso di un'altra iniziativa, la "Costituente per Roma", organizzata dal vice presidente della Camera ed ex candidato sindaco Roberto Giachetti: "Questa città non si governa semplicemente affrontando la sequela di emergenze che si verificano ogni settimana", aveva detto Gentiloni. Per poi aggiungere: "Anche l'amministrazione più efficiente farebbe fatica. E non mi pare che siamo in una condizione di avere il massimo dell'efficienza". Secondo il senatore Raffaele Ranucci, negli anni di Veltroni e Rutelli "è nata una classe dirigente, che si è valorizzata". Oggi, parte della sinistra romana fa il tifo per Gentiloni al governo. In attesa di riprendersi la Capitale.

    Roma, Jessica Pratt è "La Sonnambula" al Teatro dell'Opera dal 18 febbraio

    La sonnambula di Vincenzo Bellini, opera composta nel 1831 su libretto di Felice Romani, va in scena all?Opera di Roma da domenica 18 febbraio (ore 20) in un allestimento in collaborazione...

    Il silenzio del Milan sul patrimonio all’asta del proprietario cinese. Fassone, blitz a Londra

    Se in campo Rino Gattuso, fra papagne a Calhanoglu e inviti a Cutrone a fare l’amore, ha consentito al Milan di ritrovare serenità e una classifica incoraggiante, fuori da San Siro l’alone di mistero che circonda Yonghong Li rende agitati i sonni dei milanisti. Il prossimo appuntamento a cui Yonghong Li è atteso è il versamento dell’ultima tranche di 10 milioni dell’aumento di capitale da 60 previsto per il cda del 26 febbraio. Ieri il presidente ha rassicurato i dirigenti del Milan, spiegando che la partecipazione dell’11,39% di Jie Ande nella società Zhuhai Zhongfu rappresentava fra i vari asset di sua proprietà il ramo secco di un’attività considerata poco strategica. Le vicende economico giudiziarie di Mister Li non saranno il più rassicurante dei biglietti da visita, ma non impattano sui conti del Milan che sotto il profilo della gestione ordinaria, fanno sapere da via Aldo Rossi (sede del Milan), sono sani.

    CityLife, arriva il terzo grattacielo: è firmato Libeskind e vale 280 milioni

    MILANO Il taglio del nastro è previsto entro nel 2020, ma lo scheletro esterno in cemento armato potrebbe essere ultimato già a Natale 2018.

    Fa Cup, clamoroso a Wigan: Will Grigg elimina il Manchester City di Guardiola

    Clamoroso negli ottavi di finale di Fa cup: il Wigan, squadra di League One, elimina il Manchester City allenato da Pep Guardiola, capolista in Premier League. È successo negli ottavi di finale: il piccolo «Davide» di turno si è imposto 1-0 con rete di Will Grigg al 79’. Un’altra vittima eccellente, quindi: i Citizens, in questa stagione, speravano di ottenere un poker di trofei ma vedono sfumare la Coppa. Va ricordato che hanno giocato tutta la ripresa in dieci per l’espulsione al 47’ del primo tempo di Delph, autore di un’entrataccia. Wigan che accede ai quarti dove troverà il Southampton.

    Cremonini, ultimi biglietti per il concerto a San Siro. Arriva il singolo ?Nessuno vuole essere Robin?

    Sono andati esauriti in soli quattro mesi i biglietti del concerto di Cesare Cremonini allo Stadio Renato Dall’Ara di Bologna del prossimo 26 giugno. Un debutto importante per Cremonini nello stadio della sua città, reso ancor più significativo dal fatto che sarà il primo artista bolognese a tornare ad esibirsi nello stadio felsineo dai tempi dello storico concerto Dalla-De Gregori del 1979 con il tour di Banana Republic. La data di Bologna chiuderà i quattro concerti negli stadi che inizieranno il 15 giugno a Lignano (Stadio Teghil) per poi proseguire il 20 giugno a Milano (Stadio San Siro), il 23 giugno a Roma (Stadio Olimpico) e quindi la chiusura a Bologna il 26 giugno allo Stadio Dall’Ara. Il tour “Cremonini Stadi 2018”, è prodotto e organizzato da Live Nation Italia. Radio Italia è media partner ufficiale. Da venerdì 23 febbraio sarà in radio “Nessuno vuole essere Robin”, il secondo singolo estratto dal disco “Possibili Scenari”. «Questa canzone - come ha più volte spiegato Cremonini - è un flusso di coscienza personale, mi è esplosa fra le mani come una detonazione ininterrotta dall’inizio alla fine del brano».

    Immobile, compleanno speciale: «La doppietta ci voleva proprio»

    «Sono felice. 44 giorni più il primo tempo senza far gol. Nel primo tempo ho sbagliato qualche gol che avrei fatto fossi stato più sereno. Sono rimasto più tranquillo grazie a questi ragazzi. Sono contento per la squadra, non era un bel periodo. E sono felice per i tre punti». Intervistato da Premium Sport, il match winner di oggi Ciro Immobile esprime tutta la propria gioia per essere tornato al gol (e sono 22, che gli valgono il primato nella classifica dei cannonieri): «domani è il mio compleanno - aggiunge - e questa doppietta ci voleva proprio». Ma cos'era successo alla Lazio? Perché questa striscia negativa? «Si lavorava un pò più tesi. Quando si perdono quattro gare di seguito si lavora in maniera più difficile - risponde -. Con il tecnico e con lo staff ci siamo parlati, ci siamo messi a lavorare col cuore e si è visto questa sera». «Purtroppo i momenti negativi capitano a tutti e la grande squadra li deve superare insieme - dice ancora -. Oggi la squadra credo abbia dato grande provare di maturità» © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Zucchero, il bluesman di nuovo dal vivo. Dal 26 febbraio parte il tour

    Dal 26 febbraio Zucchero torna live nei palazzetti italiani con “Wanted Italian Tour 2018”. Dopo il "Black Cat World Tour" con oltre 1 milione di spettatori in tutto il mondo (137 concerti in 5 continenti) e il record di 22 show all'Arena di Verona in 12 mesi, Sugar Fornaciari riparte da Padova. Queste le date: 26 febbraio Padova, 28 febbraio Torino (Sold out), 2 marzo Assago - Milano (sold out), 3 marzo Firenze (sold out), 5 marzo Pesaro, 7 marzo Roma (sold out), 8 marzo Eboli - Salerno, 10 marzo Acireale - Catania (sold out), 12 marzo Bari (sold out), 13 marzo Bologna (sold out). L'album "Wanted - The Best Collection" (Universal Music) è un'opera monumentale che ripropone 30 anni di musica, le immagini live dei concerti all'Arena di Verona, un docufilm con immagini di backstage, interviste e contenuti speciali e tre brani inediti

    Lazio-Verona 2-0, doppio Immobile: quarto posto riagguantato

    È la notte dei ritorni e degli addii. Torna alla vittoria dopo quasi un mese la Lazio, che contro il Verona interrompe la serie di tre sconfitte consecutive in campionato; torna al gol il capocannoniere Immobile, ne fa due e si sente rinascere perché non la metteva dentro addirittura dal 6 gennaio; torna in zona Champions Inzaghi, il quale riscavalca subito l’Inter e si mette in scia alla Roma. Ma chissà se tutto questo basta a pareggiare la delusione per l’addio di De Vrij, annunciato dal direttore sportivo Tare: «Gli avevamo fatto un’offerta, però l’abbiamo ritirata. A fine stagione gli scadrà il contratto e se ne andrà, è una questione di correttezza». Lotito non ha digerito i tanti rinvii, i continui “firmo domani”. Potrebbe accettare l’Inter, l’olandese: ha una proposta importante dai nerazzurri, prenderlo a zero sarebbe un gran colpo. Attenzione però ai club inglesi e a un ritorno di fiamma della Juve, che sembrava avere mollato la pista ma ora, non dovendo più trattare con Lotito, chissà... Certo è che il ritorno alla vittoria è stato più sofferto del previsto e anche di quanto avevano lasciato intravedere i primi arrembanti minuti della Lazio, subito lanciata all’assalto di un Verona predisposto alle barricate: quattro difensori che diventavano spesso cinque per l’arretramento di Romulo, due linee molto strette a protezione dell’area, lavoro al quale partecipavano con costanza Verde e Matos e spesso anche Kean. La squadra di Inzaghi è riuscita spesso a entrare in area, ma è stata gravemente imprecisa soprattutto con Immobile (tre volte) e Marusic, mentre il destro di Luis Alberto, deviato, ha preso la traversa.

    Imagine Dragons attesi in Italia, unica data il 6 settembre a Milano

    Gli “Imagine Dragons” si aggiungono allo straordinario cast di “Milano Rocks”, dopo gli annunci di The National e 30 Seconds To Mars che si terranno rispettivamente il 7 e l’8 settembre all’Area Expo - Open Air Theatre - Experience Milano. Uno show unico e straordinario, un’occasione imperdibile per vedere live una delle band internazionali di maggiore successo nel nostro Paese che hanno conquistato 2 Dischi di Platino per il loro ultimo album “Evolve” che contiene i successi “Thunder” (4 Dischi di Platino) e “Whatever It Takes” (Disco di Platino e da oltre 3 mesi tra i brani più suonati dalle radio italiane). Formati nel 2009 da Dan Reynolds, il chitarrista Wayne Sermon, il bassista Ben McKee e il batterista Daniel Platzman, gli "Imagine Dragons" hanno guadagnato un enorme seguito dopo aver pubblicato una serie di EP indipendenti. Dopo essere stati messi sotto contratto da Alex Da Kid per la sua KIDinaKORNER (su etichetta Interscope) e aver pubblicato un EP “Continued Silence” (2012) dal quale è stato estratto il singolo “It’s Time” (2 volte disco di platino), arriva nello stesso anno l’album di debutto “Night Visions” che entra alla posizione n°2 della Top 200 Billboard Chart. “Night Visions” catapulta la band ai vertici di tutte le classifiche vendendo 5.3 milioni di copie nel mondo ottenendo la certificazione di disco di platino in ogni angolo del pianeta e oro in Italia.

    Lazio, festa di compleanno con doppietta: Immobile sempre più capocannoniere

    Buon compleanno Ciro. Davvero un bel modo di festeggiare i 28 anni, traguardo che il cannoniere raggiungerà domani. E' tornato protagonista e bomber dopo la quaterna di Ferrara e i suoi gol hanno restituito alla Lazio il successo che mancava da 3 giornate in campionato. E anche un posto nella zona Champions League, perché è stata scavalcata l'Inter. Ciro, con la doppietta al Verona, è salito a 22 reti, a un solo centro dal record personale in maglia Lazio della stagione scorsa. Ci sono tutte le premesse affinché il goleador biancoceleste riesca a superare la quota 23 già domenica contro il Sassuolo e magari vincere la classifica dei marcatori che sta dominando. La partita di Ciro era stata insufficiente nel primo tempo quando aveva sbagliato almeno 3 palle-gol, un paio davvero facili. E gli errori lo avevano un po' innervosito ma, all'inizio della ripresa, si è riscattato con tutta la rabbia che si portava dentro sbloccando una gara che diventava fastidiosa e chiudendola poco dopo da vero rapace d'area: prima con un destro e quindi con un colpo di testa. Giovedì dovrà ripetersi contro la Steaua per qualificarsi in Europa League. Quando Immobile segna la Lazio vince quasi sempre: è la nuova icona della squadra, l'unico davvero insostituibile nell'organico di Simone Inzaghi. © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Diritti tv. Quel macigno sull’indagine Infront che va in archiviazione

    La Procura di Milano chiede di archiviare l’inchiesta per associazione per delinquere e turbativa d’asta: degradata a questione tra privati dal Gip e dal Riesame

    Ünder o non Ünder, il dilemma di Di Francesco contro lo Shakhtar

    Il turco della Roma, 4 gol in 3 partite, scalpita per debuttare contro gli ucraini. «Gengo» è ancora a zero minuti e intende lasciare la sua firma anche in Europa

    Prime sequenze di gioco per Scribblenauts Showdown - Video - PS4

    La data di lancio di Scribblenauts Showdown è fissata per l'8 marzo. Annunciato ufficialmente a metà gennaio, Scribblenauts Showdown è protagonista di un primo video in cui vengono mostrate sequenze di gioco. Il filmato disponibile in calce, della durata complessiva di quindici minuti, è stato condiviso da GameSpot. Scribblenauts Showdown è un nuovo capitolo della serie basata sulla creatività e l'uso composto di parole e immagini. Nella modalità Showdown del gioco, un massimo di quattro giocatori dovrà affrontarsi a colpi di immaginazione e puntare alla vittoria giocando bene le proprie carte e usando tanta creatività. Nei minigiochi di parole i ... Video giochi PlayStation 4.

    Apple rilascia macOS High Sierra 10.13.3, watchOS 4.2.3 e tvOS 11.2.6 per tutti

    Apple oltre ad iOS 11.2.6 che fixa il bug causato da un particolare carattere della lingua Telugu, ha reso disponibili... L'articolo Apple rilascia macOS High Sierra 10.13.3, watchOS 4.2.3 e tvOS 11.2.6 per tutti proviene da iSpazio.

    Scrambler Hashtag: la Ducati che si acquista online

    Oggi è ufficialmente iniziata la vendita dello Scrambler® Hashtag. Si tratta di un’iniziativa che rientra nello spirito innovativo che fin dalla sua creazione ha accompagnato il brand Scrambler®. Si tratta di una versione speciale derivata dallo Scrambler® Sixty2, con serbatoio, parafanghi e manubrio in Midnight Black, sella comfort con design Sled e logo Scrambler Ducati stencil […] L'articolo Scrambler Hashtag: la Ducati che si acquista online sembra essere il primo su Super Moto Tecnica.

    Fascino e sostenibilità

    La quercia rossa americana è stata scelta dallo studio di architettura Foster + Partners per l’headquarter europeo [...] The post Fascino e sostenibilità appeared first on Interni Magazine.

    «I trapianti dalla chimera pecora-uomo? Ancora lontanissimi»

    Cellule umane sono state impiantate su una pecora con l'obiettivo di creare interi organi, un'ipotesi molto lontana secondo l'esperto che ci ha spiegato l'esperimento americano. L'articolo «I trapianti dalla chimera pecora-uomo? Ancora lontanissimi» proviene da VanityFair.it.

    Il segreto della felicità? Ridere di se stessi

    Il segreto della felicità? Saper ridere di se stessi. Questo l'avvertimento ai permalosi che arriva da uno studio dell'Università di Granada, in Spagna, pubblicato sulla rivista“ Personality and Individual Differences”. Secondo gli studiosi, contrariamente a ciò che si potrebbe credere, coloro che fanno battute autoironiche non hanno una bassa autostima, né sono inclini alla depressione. Lo studio ha analizzato un totale di 1068 adulti di età compresa tra 18 e 65 anni, che hanno preso parte a diversi test: tra questi alcuni tesi a rilevare il tipo di umorismo e a metterlo in relazione con benessere e personalità e con la gestione della rabbia. La ricerca ha preso in esame quattro tipi di umorismo (ad esempio affiliativo, cioè per fare gruppo o aggressivo). Tra questi anche l'auto-ironia. L'analisi dei dati porta gli studiosi, guidati da Jorge Torres Marín, a evidenziare «ridere di noi stessi non solo aiuta a sopprimere la rabbia, ma aiuta in modo significativo il benessere psicologico». In chi è autoironico migliora anche l'inserimento sociale.

    Ambromobiliare, ricavi in lieve calo nel 2017

    (Teleborsa) - Ambromobiliare chiude il 2017 con ricavi netti totali pari a 4,027 miliardi di euro, in lieve calo rispetto ai 4,150 miliardi messi a bilancio nell'esercizio precedente.I ricavi...

    Inquinamento, Londra studia una tassa da 25 cent sui bicchieri caffè

    Per salvare l'ambiente i sudditi di sua Maestà potrebbero seguire l'esempio degli italiani che dal 1° gennaio pagano per i sacchetti biodegradabili destinati a frutta e verdura. Gli inglesi stanno valutando di introdurre una tassa di 20 centesimi di sterlina sul caffè, o meglio, sul bicchiere monouso dentro cui si beve. Basti pensare che ogni giorno nel Regno Unito vengono buttate 500mila tazzine di plastica. Troppe secondo la commissione parlamentare per l'ambiente che ha sollecitato un provvedimento del governo per introdurre un costo fisso così come era già stato fatto per le buste dei negozi. Visto l'impatto, sul comportamento dei consumatori, avuto dalla tassa sulle buste di plastica, con l'utilizzo diminuito dell'83% nel primo anno, la commissione ha concluso che i consumatori sono più reattivi a una tariffa che a uno sconto", si legge nel documento ufficiale.

    A Madrid, la mostra del collettivo DIS combina educazione e intrattenimento

    Se l’educazione tradizionale fatica a sopravvivere nella società dello spettacolo, è necessario immaginare nuovi linguaggi che si adattino a quelli della comunicazione contemporanea. Da quando è nato tra i forum online, il collettivo ha sempre avuto interesse nell’uscire dai tradizionali circuiti chiusi dell’arte e infiltrarsi, tramite il web, nella vita quotidiana delle persone, creando stimoli e riflessioni virali. Dicono: “L’obiettivo del nuovo network DIS è quello di mettere alla prova la dottrina e allenare alla complessità. Vogliamo ispirare, informare e mobilitare una generazione attorno a questioni critiche che ci attendono sia oggi che nel futuro.”

    Florence Cocktail Week 2018. Una settimana tra shaker e twist sul Negroni per scoprire la Firenze del bere miscelato

    Terza edizione per la rassegna dedicata alla miscelazione fiorentina e ai 20 cocktail bar della città che rappresentano la vivacità del bartending locale. In programma approfondimenti, masterclass, incontri con ospiti internazionali, una competizione all'ultimo cocktail tra bartender. E tanti cocktail da scoprire lungo l'itinerario della Florence Cocktail Week.  La miscelazione a Firenze. Com'è cresciuta E alla vigilia della terza edizione, è arrivato anche il patrocino del Comune, a testimoniare quanto la Florence Cocktail Week abbia saputo conquistare il suo posto tra le rassegne d'intrattenimento e culturali insieme che Firenze ospita nel corso dell'anno. Il capoluogo toscano, per primo in Italia, accoglieva ormai due anni fa il progetto pilota di una manifestazione tutta dedicata alla miscelazione di qualità e ai suoi protagonisti, importando nel nostro Paese un modello già sdoganato nelle più importanti capitali internazionali del bere miscelato (lo dicevamo allora, l'adattamento fiorentino di un format diffuso da Londra a Singapore e Parigi, sembrava un'ottima intuizione sostenuta da terreno fertile, con grandi margini di crescita). Da allora la Florence Cocktail Week, ideata e organizzata da Paola Mencarelli e Lorenzo Nigro, è maturata e cresciuta, ampliando il proprio raggio d'azione, e stimolando al contempo la crescita della scena di settore fiorentina (tra le ultime novità, vi abbiamo parlato di Manifattura). Non a caso il cast della terza edizione, in programma dal 30 aprile al 6 maggio 2018, coinvolgerà ben 20 insegne (l'anno scorso erano in 16) e i rispettivi barman che hanno scelto di mettersi in gioco aprendo le porte alla città e cimentandosi con il contest che porterà a eleggere il cocktail migliore della manifestazione. Un panorama estremamente diversificato, quello offerto dalla mixology in salsa fiorentina, che vede partecipare l'uno accanto all'altro caffè storici, bar d'albergo e locali di tendenza (tra nuove insegne e vecchie conoscenze della rassegna), dove l'arte del cocktail spesso è il degno complemento di una proposta di ristorazione di livello. Di fatto, quindi, un'edizione dopo l'altra, la Cocktail Week è stata motivo per la città e i suoi barman di presa di coscienza del livello complessivo di un'offerta che per vivacità e competenza non ha nulla da invidiare a molte grandi città del mondo. E anche il parterre degli ospiti che ogni anno la manifestazione riesce a richiamare a Firenze, se da un lato è merito degli sforzi degli organizzatori, dall'altro è emblematico del fascino che il panorama della miscelazione fiorentina esercita sugli addetti ai lavori d'Italia e del mondo. Le regole del gioco Dunque anche stavolta la settimana si preannuncia ricca di appuntamenti e sorprese, mixando incontri con i protagonisti del settore, masterclass rivolte a barman e stampa specializzata, eventi aperti al pubblico, che seguendo la mappa della Florence Cocktail Week potrà muoversi per la città alla scoperta dei drink ideati dai locali coinvolti. Ogni cocktail bar presenterà4 proposte che confluiranno nella Cocktail List FCW2018, studiata ad hoc per l’intera settimana a un prezzo speciale. Nei 7 giorni della kermesse, così, sarà possibile accomodarsi al banco per scegliere tra il Signature cocktail ideato a mano libera dal bartender (lo stesso gareggerà per accedere alla finale del contest in programma), un cocktail ribattezzato RiEsco a Bere Italiano (con prodotti esclusivamente made in Italy, protagonisti anche al Salone de Liquori, Amari e Distillati italiani, che andrà in scena il 4 maggio in collaborazione con Shaker Club), un twist sul cocktail Negroni (e a breve capiremo perché) e il cocktail Abituati al Futuro.   Gli ospiti, la competizione Ma si diceva del Negroni, che nel 2019 festeggerà il suo centenario: anche per onorare un anniversario tanto importante per la miscelazione italiana, la FCW ospiterà Mauro Mahjoub, che nell'ambiente tutti conoscono come Re del Negroni, patron del Boulevardier Bar di Monaco di Baviera. A lui, oltre che alla storia del drink che probabilmente più rappresenta il mito del bartending tricolore nel mondo, saranno dedicate la variazioni sul tema Negroni (i twist) di ogni singolo bartender. Tra gli ospiti, venerdì 4 maggio sarà la volta di Samuele Ambrosi, che insieme al collega francese Sullivan Doh (Le Syndicat, Parigi), approfondirà l'importanza dell'origine delle materie prime. Sabato 5 maggio, invece, i riflettori saranno tutti puntati su un mito della miscelazione internazionale come Philipp Bischof (l'anno scorso lo scettro di ospite d'onore era toccato al coreografico Hidetsugu Ueno) dal Manhattan Bar di Singapore all'Atrium Bar del Four Seasons Hotel di Firenze, teatro di diversi appuntamenti e in lista tra i grandi bar d'albergo coinvolti. Chiuderà i giochi, domenica 6 maggio, il contest che metterà i 6 bartender finalisti a confronto con una giuria di esperti riunita per decretare il protagonista dell'edizione 2018: alla finale, dunque, potrà accedere solo chi più convincerà per accoglienza, servizio e qualità della miscelazione gli esperti in visita tra i bar nei giorni della manifestazione. Ma attnezione particolare sarà riservata anche ai giovanissimi, protagonisti sul palco prima dei “big”, per confrontarsi nel Contest giovane talento under 25.   I cocktail bar partecipanti (con l'asterisco le novità 2018): Atrium Bar - Four Seasons Hotel. Bitter Bar. Ditta Artigianale Oltrarno. *Empireo - Plaza Hotel Lucchesi. Gilli 1733. Gurdulù. Harry’s Bar. *Inferno. La Ménagère. Le Pool Bar - Villa Cora. Locale. MAD Souls&Spirits. *Manifattura. *Osteria del Pavone. *Picteau Lounge Bar - Hotel Lungarno. *Pint of View. Rasputin. The Fusion Bar - Gallery Hotel Art. Viktoria Lounge Bar. *The Cloister - Belmond Villa San Michele. Winter Garden Bar - The St. Regis Florence.   a cura di Livia Montagnoli.

    Agli Uffizi aperte otto nuove sale dedicate ai capolavori di Caravaggio e alla pittura del ’600

    Gli Uffizi, a Firenze, si arricchiscono di otto nuove sale per ospitare 50 capolavori di Caravaggio e della pittura del ’600. Si trovano al primo piano dell’ala di levante del museo e hanno nomi suggestivi: «Tra realtà e magia», «Caravaggio e Artemisia», «Caravaggio: La Medusa», «Caravaggio: Il Bacco», «Lume di notte», «Rembrandt e Rubens», «Galileo e i Medici», «Epica Fiorentina». Il colore scelto per i pannelli delle sale lungo il corridoio e per le pareti delle sale interne (dalla 96 alla 99) è il rosso, che si trova spesso nelle stoffe e nei parati rappresentati nei quadri di quegli anni, studiato su un modello tessile dell’epoca e realizzato con pigmenti naturali utilizzati già nel ’600. «Otto nuove sale per 50 capolavori che, in qualsiasi altro Paese al mondo - sottolinea il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt - basterebbero per realizzare un nuovo museo. Il nuovo allestimento si basa su un approccio tematico e artistico che ispira e stimola la curiosità del visitatore. L’intenzione è di creare un’esperienza intellettuale sia per i non specialisti, che per gli esperti della materia».

    A Parigi con Donnavventura

    Parigi è la capitale e la città più popolosa della Francia e grazie al suo passato coloniale e ad un impero che si è esteso su cinque continenti, è ancora oggi considerata il f ulcro del mondo francofono. Ciò che la caratterizza è la sua magnificenza architettonica, il suo passato importante, la sua gastronomia ricercata, per non parlare del fascino che emana e che ammalia chiunque. Uno dei suoi tesori inestimabili è sicuramente l’ Opéra national de Paris che sfarzosa e imponente, domina la piazza con il suo stile ecclettico. I due gruppi dorati raffigurano l'Armonia e la Poesia e coronano gli apici della facciata, caratterizzata dall’elegante colonnato in corrispondenza del foyer interno.