• Il ciclone Mekunu si abbatte sullʼOman: morti e dispersi

    www.tgcom24.mediaset.it
  • Giro d'Italia 2018/ Streaming video e diretta tv: percorso e orari (ultima tappa Roma)

    www.ilsussidiario.net
  • Nord Corea, incontro Kim-Moon: meeting di due ore a Panmunjom. Nuovo vertice al massimo livello il 1° giugno

    www.repubblica.it
  • Pagelle/ Real Madrid-Liverpool (3-1): i voti della partita (Finale Champions League)

    www.ilsussidiario.net
  • Tivoli, gemelli si suicidano lanciandosi da cavalcavia A24/ “Sconvolti dopo morte della madre”

    www.ilsussidiario.net
  • SCIOPERO TRENI OGGI 26 E DOMENICA 27 MAGGIO/ Ultime notizie: al via la seconda fase, gli orari

    www.ilsussidiario.net
  • Governo, Salvini (Lega): “Stasera darò i nomi dei ministri a Conte. Basta passi indietro”

    www.ilfattoquotidiano.it
  • Referendum sullʼaborto in Irlanda, premier: una rivoluzione, ora la legge

    www.tgcom24.mediaset.it
  • Bimbo di 11 anni scomparso nel Modenese: via alle ricerche

    www.leggo.it
  • Cortei anti-Macron, incidenti a Parigi

    www.ansa.it
  • MOSTRO DEL CIRCEO, ANGELO IZZO: "UCCIDEMMO ROSSELLA CORAZZIN"/ Riscontro sull'auto e sulla villa in ...

    www.ilsussidiario.net
  • Roberto Fico a Napoli: "Non tradirò mai il Sud"

    napoli.repubblica.it
  • Prato, calciatore del Tuttocuoio sequestra la ex, la uccide e si toglie la vita

    www.corriere.it
  • Fiera del libro, Imperia la vera protagonista

    www.ilsecoloxix.it
  • Spostavano le salme per vendere la sepoltura ad altri: 4 arresti nel 'cimitero degli orrori'

    www.today.it
  • Valanga sulle Pale di San Martino

    www.altoadige.it
  • I mini vigili scendono in strada ed è pioggia di "multe morali"

    www.traniviva.it
  • Strage di Erba, è morto Carlo Castagna. Aveva perdonato Olindo e Rosa

    www.ilfattoquotidiano.it
  • Caluso, disastro ferroviario: video scontro treno-tir/ Tratta vecchia ea monorotaia: 7 passaggi a livelli

    www.ilsussidiario.net
  • Tragedia viadotto A14, Ludovica e mamma Marina: l'ipotesi della trappola per entrambe

    www.ilmattino.it
  • Oman, arriva il ciclone Mekunu: almeno sei morti e 30 dispersi

    E' di almeno sei morti e trenta dispersi il bilancio del passaggio del potente ciclone Mekunu sul sud dell'Oman e sulla vicina isola yemenita di Socotra. Tra le vittime anche una bambina di dodici anni. Il Paese è stato spazzato da venti fino a 180 chilometri orari: si tratta del ciclone più devastante mai registrato nella zona. Numerosi gli allagamenti e i danni in diversi villaggi e centri urbani.

    In Edicola sul Fatto Quotidiano del 27 maggio: Di Maio, la mossa: un vice di Savona garante dell’Ue

    Di Maio, la mossa: un vice di Savona garante dell’Ue. Trattative - Oggi sapremo se Mattarella accetta la mediazione e fa partire Conte. L'articolo In Edicola sul Fatto Quotidiano del 27 maggio: Di Maio, la mossa: un vice di Savona garante dell’Ue proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Golden State rimonta da -17 e si guadagna gara-7

    Golden State rimonta da -17 e si guadagna gara-7. Golden State va sotto di 17 punti nel primo quarto ma poi confeziona un secondo tempo da antologia: tiene Houston a 25 punti (solo 9 nell'ultimo quarto) e forza la serie a gara-7, trascinata dai suoi "Splash Brohters": 35 punti per Thompson, 29 per Curry. TABELLINO. Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui. Parole chiave: houston rockets , nba playoff , golden state warriors , klay thompson , steph curry

    Gerardina Trovato: le sue canzoni più recenti - VIDEO GALLERY

    Gerardina Trovato compie oggi, 27 maggio, 51 anni. Classe 1967, la cantautrice siciliana è salita alla ribalta all'inizio degli anni '90, complice il secondo posto conquistato al Festival di Sanremo del 1993, tra le "nuove proposte", con "Ma non ho più la mia città" (a vincere, quell'anno, fu Laura Pausini con "La solitudine"). Dal 1993 - anno in cui ha esordito ufficialmente con il suo album eponimo - ad oggi, Gerardina Trovato ha pubblicato tre album in studio, un paio di raccolte e alcuni EP. In questa gallery abbiamo deciso di proporvi alcune delle canzoni più recenti pubblicate dalla cantautrice.

    Lella Costa: "Non fui cacciata da Amici, me ne andai io. Con la De Filippi bellissimo rapporto"

    Lella Costa ricorda a Tv Talk l'esperienza come conduttrice ad Amici: "All'epoca era tutt'altra cosa, era un talk sull'amicizia. Con la De Filippi avevo un bellissimo rapporto. Me ne andai io" Prima di essere un talent di successo, è stato un talk. In onda tra i primi anni novanta e gli inizi del duemila, il programma affrontava problematiche giovanili esaminate dagli stessi ragazzi. Tra le autrici compariva Maria De Filippi, che dall’inizio della seconda stagione sostituì Lella Costa, conduttrice per appena sei mesi dal gennaio al giugno del 1992.

    Cristiano Ronaldo, clamoroso. Dopo la finale annuncia l’addio: «È stato bello giocare nel Real Madrid»

    Annuncio clamoroso al termine dell’ennesima finale vinta dal Real Madrid. Il campione portoghese spiazza tutti e ancora negli spogliatoi, ai microfoni di BeIn Sports, dichiara: «È stato molto bello giocare nel Real Madrid» usando il verbo al passato e spiegando che «nei prossimi giorni darò una risposta ai tifosi, che sono sempre stati al mio fianco. Godiamocela, noi, Zidane, lo staff: il futuro dei giocatori non è importante in questo momento. Non ho dubbi, non è importante ora. Mi riposo e vado con la Nazionale. E poi vedremo cosa accadrà». Un fulmine a ciel sereno. Cristiano Ronaldo, in ombra nella finale di Kiev, lancia quindi quella che il quotidiano Marca definisce poco eufemisticamente una «bomba». Nella sera in cui «da solo» vince la quinta Champions, lo stesso numero di squadre come Barcellona, Bayern Monaco e Liverpool.

    Olimpia Milano-Brescia 89-68. Playoff 2018, l'EA7 pareggia la serie: 1-1

    Simone Pianigiani (foto Lapresse) “Avevo detto che anche in gara 1 tranne qualche momento avevamo attaccato bene ma il problema era stato la difesa. Oggi eravamo tutti attivi, tutti molto presenti e l’abbiamo chiusa nel primo tempo. I ragazzi si passano la palla e lavorano bene", Simone Pianigiani analizza il successo dell'Olimpia Milano per 89-68 su Brescia che porta la serie sull'1-1. Un match mai in discussione con i padroni di casa che hanno chiuso il primo tempo sul 60-31.  Una vittoria di squadra con 15 punti di Goudelock (triple che spaccano il match), super Gudaitis (14 punti, 8 rimbalzi e 4 falli subiti) e Micov (14 punti e 3 assist). Una EA7 trascinata da capitan Cinciarini (12 punti, 4 assist e una presenza forte a tutto campo). Bene anche Bertans (10 punti e un paio di triple pesanti), Tarczewski (9 punti, 5 rimbalzi e una schiacciata che infiamma il Forum) e Kuzminskas (11 punti con 4/5 da 2 e un buon lavoro difensivo).

    Alessandro Di Battista a Gramellini: "se si vota mi candido"

    Colpo di scena in prima serata di ieri: all’ultima puntata de Le parole della settimana condotto da Massimo Gramellini su Rai 3 una intervista bomba ad Alessandro Di Battista che socraticamente diretto dal vicedirettore del Corriere della Sera alla fine non ha retto più e come in un interrogatorio  di terzo grado dei film americani degli anni ’40 ha vuotato il sacco: “Io ho già il biglietto pronto per il mio viaggio, ma se  Mattarella ci boccia il governo ed andiamo di nuovo alle elezioni questa volta mi ricandido e torno in campo”. La news non è certo da poco perché va a sciogliere quello che è un vero mistero e cioè la scomparsa di quello che è stato l’antagonista principe di Luigi Di Maio per la premiership del M5S che sembrava deciso ad una dimensione sostanzialmente privata, ma che ora è pronto a tornare in campo e questo fiato sul collo si farà sentire certamente sul leader dei Cinque Stelle che, una volta sistemato (neutralizzato?) Roberto Fico come Presidente della Camera, pensava di avere le mani libere.

    Gli Housemartins, "stroncati" dal successo

    E' possibile che un gruppo abbandoni inspiegabilmente le scene pur avendo raggiunto una fama internazionale? In teoria no, eppure è quanto accadde agli inglesi Housemartins. L'album di debutto, uscito nel 1986, ottiene ottime recensioni e conseguente successo di pubblico che consente al disco di raggiungere la posizione numero 3 nelle classifiche britanniche. London 0 Hull 4, il cui titolo ironizza sui pessimi risultati delle squadre calcistiche londinesi, mortificate sportivamente dalle piccole compagini provinciali (come, ad esempio, Hull, città natale della band) è la somma perfetta di tutte le loro influenze che, dal gospel-soul di Lean On Me, fino al pop orecchiabile di Sheep e Happy Hour, uniscono in maniera impeccabile il loro sound melodico con un singolare mix di politica marxista, sentimentalismo e piccoli spaccati sociali dell'Inghilterra degli anni ottanta nei testi. Altro tratto distintivo del gruppo è senz'altro anche l'inconfondibile timbro vocale di Heaton: una voce nasale, a tratti malinconica, ma sempre pronta a vertiginosi falsetti che dona un incontrovertibile unicità al sound della band.

    Cristiano Ronaldo: «È stato molto bello stare nel Real Madrid»

    «È stato molto bello stare nel Real Madrid. Nei prossimi giorni darò una risposta ai tifosi, a quelli che sono sempre stati al mio fianco». Queste frasi dette 'a caldo' da Cristiano Ronaldo, ai microfoni di BeIn Sports poco dopo la conclusione della finale di Champions vinta contro il Liverpool, e riportata dall'edizione online di 'Marca', mettono in agitazione il mondo madridista nel giorno della 'Tredicesima'. «Abbiamo fatto la storia e ora dobbiamo festeggiare - ha detto ancora CR7 - Godiamoci questo momento, con Zidane e tutto lo staff tecnico: in questo momento il futuro dei giocatori non è così importante». «Non ho dubbi - ha aggiunto il portoghese, adesso non è importante. Ora voglio riposarmi, poi andare in nazionale e vedremo cosa succederà. Se sono triste per non aver segnato questa sera? Ditemi chi è il capocannoniere di questa Champions. Chi è che ne ha vinte di più e ha segnato più gol?». Ultima battuta sul successo di questa sera: «È incredibile, ancora non ce ne rendiamo conto, è un momento unico e non ci sono parole per descriverlo». © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Il Real Madrid vince la Champions League

    Il Real Madrid ha vinto la terza Champions League consecutiva: a Kiev i 'blancos' si sono imposti per 3-1 sul Liverpool con le reti di Benzema e doppietta di Bale. Di Manè il gol del temporaneo 1-1. Per i Reds c'è il grande rammarico dell’infortunio che ha messo fuori causa Mohamed Salah alla mezz'o

    Pechino Express 2018, ecco le coppie e i nuovi concorrenti

    Sta per tornare Pechino Express e in queste settimane dovrebbero partire i concorrenti della nuova versione 2018 del reality. In autunno andrà in onda su Rai 2 con alla conduzione sempre Costantino Della Gherardesca, che gestirà le varie coppie nel corso del gioco. Intanto sembrano essere confermate le coppie di quest'anno: Madre e Figlio, I mattutini, I Promessi Sposi, I Poeti, I surfisti, Fratello e Sorella, Le Mannequin e I Ridanciani. Mentre per quanto riguarda i concorrenti emergono già i primi nomi Elenora Brigliadori, attrice, conduttrice e annunciatrice televisiva sarà in gara con il figlio, Gabriele Gilbo. Gli altri concorrenti, di cui non si conosce ancora la collocazione nella coppia saranno: Marcello Cirillo, protagonista di tanti programmi di Rai2, Tommaso Zorzi (volto di Riccanza e della seconda edizione di Dance Dance Dance), la modella Rachele Fogar, la figlia più piccola dell’esploratore Ambrogio Fogar e l'ex concorrente de L’Isola dei famosi Andrea Montovoli.

    Champions, l'invasione di campo al 93' che impedisce a Ronaldo di segnare

    Marco Gentile Al minuto 93' della finale di Champions League tra il Real Madrid e il Liverpool c'è stata un invasione di campo che non ha permesso a Cristiano Ronaldo di segnare il gol del 3-1. Il Real Madrid ha vinto la Champions League in finale contro il Liverpool, la terza consecutiva, la tredicesima nella sua storia. La serata ha regalato diverse emozioni: dall'infortunio di Salah, a quello di Carvajal, fino ad arrivare alle papere clamorose di Karius e alla perla di Gareth Bale che ha segnato un gol favoloso in rovesciata. Cristiano Ronaldo per una volta non si è visto e ha lasciato la ribalta ai suoi compagni di reparto che hanno fatto le sue veci. Il portoghese del Real Madrid è andato vicino al gol al 77' ma è stato anticipato da un difensore del Liverpool, mentre al 93' e in pieno recupero l'ex fuoriclasse del Manchester United stava per entrare in area di rigore dei Reds per poi entrare al tiro ma è stato disturbato non da un avversario ma da un folle invasore di campo che non gli ha permesso di poter concretizzare l'azione. Il ragazzo è stato subito immobilizzato dalla sicurezza e portato fuori dal rettangolo di gioco.

    Super Real, il Liverpool battuto 3-1.

    Genova - Il Real Madrid ha vinto la Champions League battendo 3-1 il Liverpool nella finale giocata a Kiev: per la squadra allenata da Zinedine Zidane è il terzo successo consecutivo nel torneo, questa volta grazie a due bellissimi gol di Gareth Bale (foto) . | Real Madrid-Liverpool, la cronaca della finale | La sequenza dei gol - 5’ del secondo tempo: incredibile errore di Karius che, su pressione di Benzema, sbaglia il rinvio con le mani e regala la palla al francese, che la deposita in rete; - 10’ st: su calcio d’angolo, Lovren fa da torre e il suo assist di testa finisce a Mané, che di destro segna l’1-1; - 19’ st: su cross di Marcelo dalla sinistra, Bale inventa una rovesciata “alla Cristiano Ronaldo” e segna il 2-1; - 38’ st: Bale calcia con il sinistro da fuori area, Karius sbaglia totalmente l’intervento e devìa nella propria porta.

    Le femministe contro la canottiera di Marlon Brando

    Franco Grande Ora nel mirino di #MeToo finisce pure la canottiera proletaria di Marlon Brando. Ora nel mirino di #MeToo finisce pure la canottiera proletaria di Marlon Brando. Il New York Times oggi ha pubblicato un articolo che fa a pezzi il simbolo di un certo machismo (non solo) cinematografico. L’immagine iconica, spiega il Corriere, è quella di Marlon Brando in "Un tram che si chiama desiderio" del 1951 dove l'attore interpreta Stanley Kowalski, protagonista del dramma di Tennessee Williams, sfoggiando una canottiera bianca mezza strappata, corrispettivo "sporco" della candida T-shirt alla James Dean. In America quella maglietta "da lavoro" ha (avrebbe) è chiamata A-shirt. Nel linguaggio odierno, questa viene indicata con un’espressione: "Wife beater", la maglia dell’uomo violento. Nel film Kowalski picchia la moglie e stupra la cognata e l'epiteto di "wife beater" perfetto per il suo personaggio e per la sua canottiera ma l'origine del nome è di molto successiva alla pellicola."Wife beater" nasce nell’America studentesca nei clintoniani anni '90, post-sessantottina e pre-MeToo. L’etimologia non è chiara e un’altra possibile spiegazione ci porta al caso di un uomo che nel 1947, a Detroid, uccise a botte la moglie e indossava la suddetta canotta. Molte altre sono le ipotesi dei linguisti e degli storici americani. C'è chi ritiene che il termini risalga al '96 quando uno studente utilizzò per la prima volta il marchio «wife beater» per indicare quel particolare capo di abbigliamento oppure che tutto derivi dal termine con cui alla metà del Novecento si indicava la «maglietta A", chiamata "Dago Tee, la tipica canottiera dei muratori italiani. Per uno strano e tortuoso giro fu sostituita da "wife beater", quasi a significare che gli italiani fossero i campioni degli abusi sulle donne.

    Champions League, Roma in seconda fascia se una tra Basilea e Benfica non passa i preliminari

    Buone notizie per la Roma. La sconfitta in finale del Liverpool, che non avrà quindi la prima fascia garantita, fa sì che i giallorossi siano i “ primi” della terza, pronti a scalare nella seconda nel caso in cui si verifichi una delle due opzioni: una squadra, tra Basilea e Benfica, attualmente in seconda fascia, non deve accedere ai gironi della Champions League 2018/19, così da lasciare il posto proprio alla Roma.

    Young Signorino, l'esordio dal vivo a Roma è un flop

    Concerto annullato al Monk e biglietti rimborsati al pubblico dell'ultima sensazione della scena trap italiana: milioni di ascolti su YouTube, ma nessuno show.

    Accadde nel rock, oggi 27 maggio: Wings, Gil Scott-Heron, Andrea Mirò, Gerardina Trovato, Siouxsie, Crowded House, Bruce Cockburn, Memo Remigi, Little Tony, Sex Pistols, Gregg Allman

    Rockol Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa. Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi. Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti. Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright. È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto. Segnalazioni Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.

    Champions League Real Madrid-Liverpool 3-1. Cristiano Ronaldo, parole d'addio

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154 © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Salvini a Renzi: "Hai proprio la faccia... di bronzo"

    Il leader della Lega nel corso della festa Lega di Martinengo a Bergamo: "Renzi ha proprio la faccia... di bronzo" Agenzia Vista Il leader della Lega nel corso della festa Lega di Martinengo a Bergamo: "Renzi ha proprio la faccia... di bronzo"

    Canale 5 salta la cerimonia di apertura della finale di Champions League

    La rete 'copre' la cerimonia di apertura con 10 minuti di pubblicità Come se nulla fosse accaduto. Possiamo riassumere così ciò che Canale 5 ha scelto di (non) trasmettere nella prima serata dedicata alla finale di Champions League tra Real Madrid e Liverpool, l'ultima partita dei 3 anni di esclusiva del torneo che Mediaset ha avuto dal 2015, in chiaro e sui canali Premium. Partiamo dal presupposto che da parecchi anni, la competizione calcistica, come nei grandi eventi come il Mondiale di calcio o il , ha nel suo epilogo il suo supershow musicale. Quest'anno ad accompagnare il calcio d'inizio della partita che assegna il titolo di campione europeo, c'è stata Dua Lipa, la giovane star britannica che ha spopolato con i suoi successi performati anche sul palco allestito al centro dello stadio NSC Olimpiyskiy di Kiev.

    Karius, papere e lacrime. E i social non perdonano

    Karius, papere e lacrime. E i social non perdonano. Due errori incredibili nella ripresa del portiere dei Reds hanno spianato la strada al Real Madrid che a Kiev ha vinto la sua 13^ Champions League. I social non l'hanno perdonato: i fotomontaggi che hanno fatto il giro del web. REAL-LIVERPOOL: CRONACA E TABELLINO. LE PAROLE DI CRISTIANO RONALDO: GIALLO SUL FUTURO. IL GRAN GOL DI BALE. SALAH OUT IN LACRIME: MONDIALE A RISCHIO. LE FOTO PIU' BELLE. Parole chiave: liverpool , real madrid , loris karius , champions league 2017-2018 , fotogallery

    Italia spaccata sul possibile governo Leghisti più freddi degli elettori

    Il 42% di chi sostiene Salvini non sa se realizzerà il programma, il 20% è pessimista. Il Paese appare diviso: il 44% si esprime positivamente, mentre il 49% ne dà una valutazione negativa

    Sul palco c'è Dua Lipa, ma parte la pubblicità: social scatenati contro Mediaset

    Era uno dei momenti più attesi della finale di Champions League, ma gli spettatori di Canale 5 lo hanno perso. Lo show di Dua Lipa, popstar del momento e voce di hit come “New rules” e “No Lie” (insieme con Sean Paul, che l'ha accompagnata anche sul palco di Kiev), è stato completamente fagocitato dalla lunga striscia pubblicitaria che ha caratterizzato il pre-partita di Real Madrid-Liverpool. E, puntualmente, i tanti fan che aspettavano di stropicciarsi gli occhi davanti alla tv, si sono riversati sui social per sfogare la propria rabbia contro il canale del Biscione. Molto bella l'esibizione di Dua Lipa, per chi l'ha vista. Grazie Mediaset, grazie Canale 5 🙃 #UCLfinal pic.twitter.com/R7tTOQqxYQ — Carlotta |-/ (@Itscarlotta_) 26 maggio 2018

    Real Madrid, Zidane: «Il nostro segreto? Talento e lavoro»

    «Talento e lavoro, questa squadra è così». Zinedine Zidane, raggiunto in campo dai microfoni Mediaset durante i festeggiamenti per il successo del Real Madrid nella finale di Champions contro il Liverpool, ha commentato la prestazione della propria squadra. «Non importa quello che fa l'uno o l'altro - ha aggiunto l'allenatore francese, alla terza vittoria di fila in Champions - ma il lavoro di tutto l'anno. Le tre coppe sono tutte belle, ma l'ultima lo è sempre di più». «Meglio come allenatore o come giocatore? Come giocatore» ha concluso Zidane. © RIPRODUZIONE RISERVATA

    È morto Alan Bean, il quarto uomo sulla Luna

    È morto Alan Bean, il quarto uomo a mettere piede sulla Luna. Aveva 86 anni e si è spento oggi allo Houston Methodist Hospital. A dare notizia della sua morte, sono stati i familiari in una nota diffusa dalla Nasa. Bean calpestò il suolo lunare preceduto da Pete Conrad, il comandante della missione dell'Apollo 12, nel novembre 1969, quattro mesi dopo Neil Armstrong e Buzz Aldrin. Gli astronauti dell'Apollo 12, da sinistra: Charles 'Pete' Conrad Jr., Richard F. Gordon, Alan L. Bean Leggi tutto

    Il giorno dei Leoni alla Biennale Architettura

    È stata ufficialmente inaugurata oggi la 16ma edizione della Mostra Internazionale di Architettura, Freespace. A dare il via alla manifestazione sono stati il presidente della Biennale, Paolo Baratta, sul palco insieme alle curatrici Yvonne Farrell e Shelley McNamara. Presenti anche le istituzioni tra cui il presidente della Regione Luca Zaia e il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro. A consegnare a Eduardo Souto de Moura, architetto portoghese, il Leone d’Oro per il miglior partecipante alla Biennale è stato proprio il primo cittadino veneziano Brugnaro. La giuria, composta da Frank Barkow, Sofía von Ellrichshausen, Kate Goodwin, Patricia Patkau e Pier Paolo Tamburelli ha inoltre assegnato: il Leone d’Oro per la miglior Partecipazione Nazionale alla Svizzera; il Leone d’Argento per un promettente giovane partecipante alla Biennale a Jan de Vylder, Inge Vinck e Jo Taillieu.

    Real-Liverpool: spiace per Karius ma i suoi errori sono la tattica decisiva

    Il portiere ha messo un sigillo grottesco su una partita mai nata. Il Liverpool ha giocato venti minuti all’inizio, poi, perso Salah, ha come deciso di non avere più chance

    Arctic Monkeys, a Roma la prima data italiana del tour – SCALETTA

    La band di Sheffield capitanata da Alex Turner si è esibita questa sera all’Auditorium Parco della Musica di Roma, prima data italiana del tour degli Arctic Monkeys, che domani doppieranno il concerto nella Capitale, per poi spostarsi, il 4 giugno, al Mediolanum Forum di Assago, Milano. La scaletta del set romano riproduce grossomodo quella del concerto di debutto della tournée a supporto della più recente prova di studio del gruppo, “Tranquility Base Hotel + Casino”, dello scorso 22 maggio a Berlino. Questa sera, però, le Scimmie Artiche hanno aggiunto al set la title track della loro ultima fatica; “Fireside” e “One for the Road” da “AM”, il disco precedente; e “The View From the Afternoon”, brano di apertura dell’album d’esordio di Turner e compagni, "Whatever People Say I Am That's What I Am Not". Sono state sacrificate, invece, rispetto al primo live nella capitale tedesca, i singoli “The Hellcat Spangled Shalalala” e “You’re So Dark”.

    Champions, Madrid in ansia per le parole di Ronaldo: "È stato bello..."

    Claudio Cartaldo La Spagna e Madrid tremano alle parole di Cristiano Ronaldo dopo la vittoria nella finale di Champions League contro il Liverpool: "E' stato bello..." Cristiano Ronaldo manda nel panico i tifosi del Real Madrid subito dopo la vittoria della Champions League contro il Liverpool. Sono bastate poche parole a far scattare i dubbi sul futuro del campione dei blancos. Un verbo in particolare, declinato al passato, sta facendo discutere tutta la Spagna. "L'importante era vincere, entrare nella storia e dobbiamo andare avanti", ha detto il campione subito dopo la premiazione, come riporta As. Il giornalista chiede: "Questo progetto deve continuare con te in testa?". La risposta è criptica: "Adesso mi diverto, e nei prossimi giorni darò una risposta ai fan che sono dalla mia parte, è stato molto bello essere a Madrid". A chi lo ha sentito in diretta, è ovviamente sembrato un addio. Quel "è stato bello" dice molto più di mille parole. "Nei prossimi giorni darò una risposta, ora dobbiamo goderci il momento, il futuro di ogni giocatore non è importante, abbiamo fatto la storia". E ancora: "Godetevi il momento, la squadra, il futuro dei giocatori non è importante, nei prossimi giorni parlerò...". Non sono dubbi, quelli di CR7. Ma qualcosa, a quanto pare, cambierà. "Non è importante, devo riposare, andare in nazionale e nelle prossime settimane". Nonostante non abbia segnato, la vittoria della terza Champions League di fila lo iscrive, se mai ce ne fosse stato bisogno, nell'Olimpo del calcio: "Forse la Champions League dovrebbe cambiare nome in CR7 Champion League, chi ha più Champion e più gol?".

    Gorillaz, indizi sul nuovo album: potrebbe intitolarsi ‘The Now Now’ e uscire il 29 giugno

    Che i Gorillaz fossero al lavoro su un nuovo album e che non avremmo dovuto attendere troppo tempo per poterlo ascoltare era cosa nota, ma ora sembra che l’annuncio ufficiale della prossima fatica discografica della band animata sia davvero vicino. Il gruppo di Damon Albarn e Jamie Hewlett ha, infatti, lanciato un nuovo sito web con una grafica animata che, accompagnata da un sottofondo disco dance, riporta la scritta “The Now Now” e, a seguire, la data 29 giugno, lasciando intendere tanto il titolo quanto il giorno d’uscita del disco. Anche sul profilo Twitter associato all’immaginario personaggio di 2D compaiono gli stessi indizi, come potete vedere:

    Hamsik, telefonata di Ancelotti: attesa decisione

    Hamsik, telefonata di Ancelotti: attesa decisione. Lo slovacco, tentato dalle offerte arrivate dalla Cina, sta riflettendo sul suo futuro. C'è stata anche una telefonata con Ancelotti, nei prossimi giorni è attesa la decisione definitiva. NAPOLI, SONDAGGIO CON IL BETIS PER FABIAN RUIZ. HAMSIK CERCA NUOVI STIMOLI LONTANO DA NAPOLI?  Parole chiave: napoli , marek hamsik

    Biennale Architettura, primo record nel giorno d'inaugurazione

    Parte forte ?Freespace?, la sedicesima Mostra internazionale di Architettura della Biennale di Venezia che oggi, primo giorno di apertura al pubblico, ha registrato 7mila...

    Champions league, Real Madrid-Liverpool 3-1. Bale e le papere di Karius stendono gli inglesi

    È ancora una volta Real Madrid, che vince la terza Champions consecutiva e la quarta nelle ultime cinque edizioni. Il Liverpool è battuto per 3-1 e quello della squadra merengue diventa un ruolino di marcia da leggenda. Rimarrà nella storia anche il suo tecnico Zinedine Zidane, Pallone d'oro e campione del mondo da calciatore e adesso il primo a vincere tre titoli europei dalla panchina. Il tris consecutivo merengue è anche un'impresa che torna 42 anni dopo l'ultima tripletta nella massima competizione europea, cosa che non accadeva dal 1976, quando il Bayern Monaco di Beckenbauer, Muller e Maier conquistò il trofeo dopo quelli dei due anni precedenti. Ma quella di Kiev verrà ricordata come la finale di Gareth Bale, autore di una doppietta con meraviglioso gol in rovesciata, “alla Cristiano Ronaldo”, e raddoppio con papera di Karius, e delle tante lacrime. Prima quelle di Momo Salah, che si fa male alla spalla sinistra e al 30' esce piangendo vedendo svanire il suo sogno e forse anche il Mondiale, poi quelle di Carvajal, mandato in campo in non perfette condizioni fisiche e costretto a uscire al 37' per problemi muscolari. Anche per lui Russia 2018 è a rischio. Ma piange soprattutto Loris Karius, il portiere del Liverpool grande protagonista in negativo della finale di Kiev. Due suoi incredibili errori, inammissibili per un portiere che gioca a questi livelli, mettono ko i Reds di

    Allevi confessa: «Dio è il senso del mistero che mi porta sollievo»

    «Per me Dio è il senso del mistero, ciò che non è spiegabile. Si apre una porta all'ignoto, e tutto ciò mi porta sollievo». Lo ha detto Giovanni Allevi ospite di “Soul” condotto da Monica Mondo, in onda su Tv2000.  «Dio ha creato tutto - ha aggiunto Allevi - ha creato un mondo che vive di contraddizioni. Un essere umano che si interroga o anche no. È incredibile come sia riuscito a fare tutto questo. Credo che il lavoro che ho fatto sia intriso di una grande spiritualità. La musica è spiritualità già di per sé. Stiamo vivendo un'epoca di grande spiritualità». Tra i desideri di Allevi c'è quello di «riuscire a vivere il presente svincolato da tutte le mie paure. Le ansie del passato e quelle che il futuro mi può riservare, mi impediscono una visione allargata, misteriosa, del presente. Mi impediscono di riscoprire l'incanto che è nascosto tra le pieghe dell'esistenza quotidiana». Un quotidiano che, a detta di Allevi, lo ha portato a sentirsi un eroe quando durante un concerto ha subìto un distacco di retina ad un occhio: «Ho portato a termine il concerto, sono rimasto col pubblico che mi aspettava per gli autografi e le dediche, e il giorno dopo sono stato operato d'urgenza», racconta Allevi. «Oggi ho un restringimento obiettivo, oggettivo e permanente del campo visivo, forse dovuto a questa avventatezza. Mi sento un eroe, credo di aver dato tantissimo alla musica, so che un giorno la musica mi ricompenserà, per questo gesto eroico da cavaliere», conclude...

    Perez: "Parole CR7? Quello che conta è il Real"

    Perez: "Parole CR7? Quello che conta è il Real" Subito dopo la vittoria della 13esima Champions, il numero 1 delle Merengues ha risposto alle parole di Ronaldo ("E' stato bello giocare a Madrid") che hanno fatto tremare il Real: "La questione non è se vuole andare via, la questione è che ha un contratto. Per noi comunque la cosa più importante è il club e oggi festeggia un altro successo". RONALDO SPAVENTA IL REAL: "E' STATO BELLO GIOCARE A MADRID" REAL MADRID CAMPIONE D'EUROPA: 3-1 AL LIVERPOOL. REAL CAMPIONE D'EUROPA! LE IMMAGINI PIU' BELLE DELLA FINALE DI KIEV. BALE COME RONALDO? IL GOL IN ROVESCIATA È CLAMOROSO. Parole chiave: florentino perez , real madrid , cristiano ronaldo

    Mastandrea prof-zio tra gli extraterrestri

    Un piccolo film indipendente, italiano pieno di poesia e creatività con protagonista un perfetto e disincantato Valerio Mastandrea che recita in napoletano e in un sincopato americano.

    Zidane: "Scritta la storia. Futuro CR7? Vedremo"

    Zidane: "Scritta la storia. Futuro CR7? Vedremo" Terza Champions consecutiva per Zidane, che celebra così quest'ennesimo successo: "Abbiamo scritto la storia, qualcosa di irripetibile: viviamo per momenti come questo, dobbiamo godercelo. Cristiano Ronaldo? Non è il momento di parlare del suo futuro, vedremo..." CR7: GIALLO SUL SUO FUTURO COL REAL. PAROLE DI CR7: LA RISPOSTA DI FLORENTINO PEREZ. REAL CAMPIONE D'EUROPA! LE IMMAGINI PIU' BELLE DELLA FINALE DI KIEV. SALAH, CHE SFORTUNA! L'EGIZIANO ESCE TRA LE LACRIME PER INFORTUNIO. BALE COME RONALDO? IL GOL IN ROVESCIATA È CLAMOROSO. Parole chiave: zinedine zidane , real madrid

    Real campione, il vero fenomeno si chiama Zidane: eguagliati Paisley e Ancelotti

    Marco Gentile Zinedine Zidane ha vinto la sua terza Champions League da allenatore ed è già uno dei tecnici più vincenti della storia del calcio e di questa affascinante competizione. Zinedine Zidane, a soli 45 anni visto che ne compirà 46 il prossimo 23 giugno, è già uno degli allenatori più vincenti della storia del calcio. Il francese è allenatore del Real Madrid dal 4 gennaio del 2016 e ha vinto tre Champions League di fila, nessuno nell’era moderna era mai riuscito in una simile impresa. Bob Paisley, nella vecchia edizione della coppa dei campioni, aveva vinto per tre volte con il Liverpool ma in due periodi differenti, 1977, 1978 e poi nel 1981. Zidane, insieme appunto a Paisley e a Carlo Ancelotti con tre sigilli, due con il Milan e uno con il Real Madrid, entra a far parte della ristretta elite di tecnici che hanno vinto per tre volte questa gloriosa e importante competizione e lui è il secondo dopo Paisley ad averle vinte con lo stesso club. Zidane, tra l’altro, era stato aspramente criticato nella prima parte di questa stagione per i risultati deludenti ottenuti in campionato ma anche in Champions dato che aveva chiuso al secondo posto nel girone alle spalle del Tottenham di Pochettino e davanti al Borussia Dortmund terzo. Si parlava di divorzio a fine stagione, di allenatore e squadra già sazi: Zidane e i suoi ragazzi hanno però risposto sul campo portando a casa la terza Champions League consecutiva, cosa mai riuscita a nessun altro. Il palmares del francese sulla panchina del Real è davvero notevole con la conquista di una Liga, una Supercoppa di Spagna, tre Champions, due Supercoppe Europe e due Mondiali per club con la possibilità naturalmente di poter vincere la Supercoppa Europea nella finale con i cugini dell’Atletico Madrid e un altro Mondiale per club che si giocherà a dicembre. Zidane, però, non si vuole fermare qui e nella prossima stagione proverà l’assalto alla quarta Champions che lo farebbe diventare il tecnico più vincente della storia del calcio e di questa competizione.

    Soldato Monica

    La vita delle donne è una battaglia che lascia cicatrici: Monica Bellucci racconta le sue, dai ricordi d’infanzia alle rughe di oggi. Tra la fatica di imparare ad amarsi e un appello da vera combattente. L'articolo Soldato Monica proviene da VanityFair.it.

    Chelsea Manning e gli altri ospiti della domenica del Wired Next Fest

    Ultimo giorno della festa dell'innovazione di Wired, con grandi ospiti: Chelsea Manning, Alessandro Del Piero, Roberto D'Agostino e Amitav Gosh. The post Chelsea Manning e gli altri ospiti della domenica del Wired Next Fest appeared first on Wired.

    Food porn: la pornografia del cibo

    Pornografia del cibo, food porn … E poi la differenza netta tra pornografia ed erotismo. Ce ne parla Margo.Di Margo SchachterPornografia: raffigurazione, rappresentazione o descrizione esplicita e caricata di immagini o temi sessuali (Sabatini Coletti).

    'Perché ci sono le loot box? Perché i consumatori sono stupidi'

    Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.

    Preti, trans e amori “diversi”

    MESSINA - Un appassionato e coinvolgente intreccio almodovariano di storie che hanno un comune denominatore: la diversità. È lo spunto da cui parte il nuovo romanzo di Fabrizio Palmieri che narra la storia di un prete siculo - irlandese allontanato dal duomo di Taormina per le sue ardite prediche, u

    F.1, GP di Monaco - Ricciardo, pole e record della pista

    Daniel Ricciardo ha conquistato la pole position del Gran Premio di Monaco, sesta prova del Mondiale di Formula 1. Il pilota della Red Bull Racing ha fermato il cronometro sull'1:10.810, segnando il nuovo record del tracciato di Monte Carlo. L'australiano ha messo nel carniere la sua seconda pole in carriera e domani partirà con a fianco Sebastian Vettel, su Ferrari. In seconda fila si schiereranno invece Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen. Fortune alterne per la Red Bull. "Per tutto il weekend siamo andati bene", ha detto Ricciardo in conferenza stampa. "Un po' come due anni fa, siamo arrivati su questa pista con la consapevolezza di avere una vettura molto veloce e sapevamo che se avessimo fatto tutto per bene, saremmo stati davanti. Ho costruito il mio ritmo passo dopo passo ed eccomi qui. Poi girare in 1 e 10 secondi è stato divertentissimo!", ha concluso l'australiano. Tenendo conto delle prestazioni di oggi, per il team di Milton Keynes oggi c'era un'ottima probabilità di monopolizzare l'intera prima fila dello schieramento. Tuttavia, Max Verstappen è andato a sbattere a 6 minuti dalla fine delle Libere 3 di questa mattina, danneggiando il cambio della sua monoposto. I meccanici si sono accorti solo all'ultimo della necessità di sostituire la trasmissione e, dunque, non sono riusciti a sistemare la RB14 in tempo per la qualifica. Domani, Verstappen partirà dall'ultima posizione. Delusione Mercedes. In appena due settimane, le prestazioni della Mercedes sembrano essersi totalmente capovolte rispetto a Barcellona. Ma Lewis Hamilton tranquillizza i suoi tifosi, dicendo: "Sapevamo che qui avremmo avuto difficoltà, ma nelle prossime gare, con circuiti più simili a Barcellona, le cose cambieranno di nuovo". Resta da scoprire quale sarà il comportamento delle Mercedes in gara, considerando che le gomme hypersoft sulle Frecce d'Argento soffrono parecchio. La top ten. Nelle prime cinque posizioni, troviamo i soliti noti, mentre in sesta posizione spicca il nome di Esteban Ocon. Il francese della Force India è riuscito a essere il più vicino ai primi, riuscendo a mettersi alle spalle un coriaceo Fernando Alonso (McLaren) e Carlos Sainz (Renault). A chiudere la classifica dei primi dieci ci pensano Perez, con la seconda delle Force India, e il giovane Pierre Gasly con la Toro Rosso. GP di Monaco - Risultati delle qualifiche (Primi dieci) 1. Ricciardo - Red Bull. 1:10.810 2. Vettel - Ferrari. 1:11.039 3. Hamilton - Mercedes. 1:11.232 4. Raikkonen - Ferrari. 1:11.266 5. Bottas - Mercedes. 1:11.441 6. Ocon - Force India. 1:12.061 7. Alonso - McLaren. 1:12.110 8. Sainz - Renault. 1:12.130 9. Perez - Force India. 1:12.154 10. Gasly - Toro Rosso. 1:12.221.

    Le multe aumentano dell'81%, ma gli italiani non le pagano

    Francesca Bernasconi Secondo uno studio della Cgia di Mestre, i pagamenti sono calati del 20% rispetto a dieci anni fa. Negli ultimi dieci anni, secondo le stime della Cgia di Mestre, le multe a seguito della violazione del codice della strada sono umentate di quasi l'81%, ma il numero degli automobilisti che le pagno è sceso drasticamente. Gli ultimi dati disponibili risalgono al 2016, anno in cui appena il 39% di chi ha ricevuto una contravvenzione per divieto di sosta o superamento dei limiti di velocità ha pagato. Infatti, il 61% non ha versato i soldi dovuti. I Comuni italiani, infatti, hanno riscosso solamente un miliardo di euro, derivati dalle multe, contro i 2,5 dovuti da quanti non avevano rispettato le regole stradali, cioè il 38,8%. Confrontando la situazione con quella di dieci anni prima, si nota un netto peggioramento, che evidenzia un calo di pagamenti di più del 20%, dato che nel 2006, quasi il 60% dei multati, versavano l'onere dovuto. Il problema potrebbe derivare dalla difficoltà di riscossione, resa molto difficile "dalla farraginosità del sistema", come ha dichiarato il coordinatore dell'ufficio studi Paolo Zabeo. Per ottenere il pagamento da parte della maggior parte dei cittadini, bisognerebbe velocizzare e rendere più efficiente il sistema, regolando gli autovelox sulla base del traffico, per evitare di accanirsi contro chi usa i mezzi per lavoro. Gli autovelox andrebbero applicati seguendo un criterio migliore e "intensificando la presenza solo nelle strade dove l'incidentalità è nettamente superiore alla media". Tuttavia, la Cgia riconosce che l'aumento della presenza dei rilevatori di velocità e degli alcol test "hanno dissuaso molti automobilisti a correre a velocità elevate che, ricordo, è una delle principali cause degli oltre 3 mila incidenti stradali mortali registrati in Italia nel 2016", contribundo ad aumentare il livello di sicurezza stradale e a ridurre il numero di morti e feriti, rispettivamente del 42 e del 25%. Nonostante i risultati positivi, l'Italia rimane uno dei paesi europei con il più alto numero di morti, a seguito di incidenti stradali. Ma cosa succede quando non si paga una multa? Entro 5 giorni da quando si riceve la contravvenzione, è possibile pagare, usufruendo di uno sconto del 30%. Trascorsi i 5 giorni, il prezzo della multa è dovuto in misura piena. In caso di mancato pagamento, allo scattare del 60esimo giorno, verrà notificato un verbale. Se si ritiene di non dover pagare la multa, entro 30 giorni si può fare ricorso al Giudice di pace e entro 60 al Prefetto. Se, decorsi i 60 giorni, il cittadino non ha ancora effettuato il versamento, l'ente che riscuote attiva le procedure cautelari ed esecutive, come per esempio il fermo del veicolo o il pignoramento del conto o dello stipendio.

    Johnson & Johnson condannata negli Usa per il ‘talco cancerogeno’. L’Italia prenda esempio

    La recente notizia che negli Usa è stato riconosciuto ancora una volta un risarcimento milionario a una paziente affetta da mesotelioma e grande utilizzatrice di talco per decenni, riporta l’attenzione sull’esposizione ad agenti cancerogeni presenti nella nostra vita quotidiana, cosa di cui non siamo mai abbastanza consapevoli; basti pensare che anche nel Das, con cui […] L'articolo Johnson & Johnson condannata negli Usa per il ‘talco cancerogeno’. L’Italia prenda esempio proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Uno scanner per neuroni, arriva il casco indossabile che "legge" il cervello

    Un casco indossabile che "scannerizza" il cervello permettendo di effettuare esami altrimenti impossibili: è il frutto di una ricerca coordinata dall'Università inglese di Nottingham e descritta sulla rivista Nature. Il dispositivo è in grado di analizzare il campo magnetico generato dai neuroni anche quando i pazienti, bambini inclusi, sono in movimento. Secondo gli scienziati, lo studio apre una nuova frontiera per la diagnosi di malattie neurodegenerative come il Parkinson.

    Una collezione da abitare

    Preziosa “scatola” di legno tropicale sospesa nella natura lussureggiante di un quartiere residenziale di San Paolo, Casa da Rampa prende il nome dal lungo percorso a nastro che ne distribuisce gli spazi con logica museale. Il progetto è di studio MK27. The post Una collezione da abitare appeared first on Abitare.

    Tangeri come un sogno tra Atlantico e Mediterraneo

    Matisse la definì il Paradiso dei pittori; Delacroix la paragonò un sogno, come del resto fece lo scrittore americano Pail Bowles: Tangeri ha affascinato anche Oscar Wilde e William Burroughs per quella sua unicità, quel suo essere adagiata da Atlantico e Mediterraneo, essere in parte africana e in arte europea. Circondata da belle spiagge, ricca di strutture al servizio ella nautica di diporto e centro importante di attività culturali ed eventi artistici Tangeri è da sempre città di respiro internazionale e insieme a Casablancia e Marrakesh una delle perle del regno del Marocco.