• Inter-Roma 1-1: Vecino risponde a El Shaarawy

    www.gazzetta.it
  • I dubbi di Renzi e la rassicurazione di Gentiloni

    it.blastingnews.com
  • Mario Francese/ Chi è il giornalista siciliano che sfidò la mafia: Unci, “raccontò l'ascesa dei corleonesi”

    www.ilsussidiario.net
  • Elezioni 2018, M5S: Di Maio presenta a Pescara i candidati

    www.corriere.it
  • “TORNO A CASA E UCCIDO MIA MOGLIE”/ Milano, ospedale San Paolo: parole choc, uomo arrestato per maltrattamenti

    www.ilsussidiario.net
  • Milan, i top e flop di Cagliari: Kessie è scatenato, Kalinic aiuta, Rodriguez giù

    www.gazzetta.it
  • Elezioni: 103 simboli al Viminale, prevale la personalizzazione

    www.ilsecoloxix.it
  • Ferito a colpi pistola custode cimitero

    www.ansa.it
  • "Guàrdete com'eri, guàrdete come sei... Me pari D'Alema!"

    www.ilfoglio.it
  • “Ora la strada è libera”. Esultano tutti, da Merkel a juncker. Ma più fuori che dentro l'Spd

    www.huffingtonpost.it
  • Siria, gli Usa invitano la Turchia alla moderazione: tutelare i civili

    www.rainews.it
  • Diretta / Sampdoria Fiorentina (risultato finale 3-1) streaming video e tv: Quagliarella da record con 15 gol

    www.ilsussidiario.net
  • Il Napoli non è ancora da scudetto. Sarri, perché le riserve non giocano?

    www.calciomercato.com
  • Siracusa, gli grida "Sei gay" e lo aggredisce: ragazzo perde un occhio

    palermo.repubblica.it
  • "M5s fa del risentimento un sistema. Silvio? È finito. Renzi? O si odia o si ama"

    www.huffingtonpost.it
  • Afghanistan, attacco in un hotel a Kabul: sale il bilancio dei morti. I talebani rivendicano

    www.repubblica.it
  • Cassino, il tema choc della 14enne «Violentata da papà l'estate scorsa»

    roma.corriere.it
  • Berlusconi: "Indicheremo noi il premier. Privatizzazioni per abbattere il debito"

    www.huffingtonpost.it
  • Mafia, parla un nuovo pentito. Arrestato il figlio dell'autista di Riina

    palermo.repubblica.it
  • Pedofilia, il cardinale O'Malley attacca il Papa: "Le sue parole su Barros scoraggiano le vittime"

    www.repubblica.it
  • M.O., Abu Mazen chiederà a Ue riconoscimento Palestina

    Il presidente palestinese Abu Mazen chiederà all'Ue di riconoscere ufficialmente lo Stato di Palestina, nel corso della sua visita a Bruxelles. Lo ha detto all'agenzia France Press il ministro degli Esteri dell'Anp, Riyad Al-Maliki. Abu Mazen, ha detto, "si aspetta che i ministri degli Esteri europei riconoscano collettivamente lo Stato di Palestina", in risposta alla decisione Usa di riconoscere Gerusalemme capitale di Israele.

    Ferrara, auto su marciapiede dopo incidente:donna travolta e uccisa

    E' morta mentre stava passeggiando con il marito a Cento, nel Ferrarese, dove in un incidente tra due auto una vettura è finita sul marciapiede, travolgendola. Stando a quanto emerso, la donna, una 71enne, stava passeggiando con il marito quando due auto si sono scontrate frontalmente. In seguito all'impatto uno dei mezzi è piombato sul marciapiede, travolgendo la donna. Inutile ogni tentativo di salvarla.

    Roma, Ivan Talarico al teatro Vascello con una serata di musica, canzoni e poesie

    «Vorrei tu fossi una pianta per poterti piantare, vorrei tu fossi un'ascia per poterti lasciare, vorrei tu fossi una molla per poterti mollare ed infine una corda per...

    Mercato Roma. Il Liverpool vuole 40 milioni per Sturridge. Intermediari giallorossi al lavoro a San Siro

    Roma e Inter si contendono Daniel Sturridge. Secondo quanto rivelato da Sky Sport i Reds vorrebbero cedere l’attaccante con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 40 milioni.

    Francia, il Lione fa l'impresa: Depay piega il Psg all'ultimo respiro

    PARIGI - Impresa del Lione, che batte 2-1 il Paris Saint Germain nell'attesissimo posticipo della 22esima giornata di Ligue 1. Dopo il botta e risposta tra Fekir (2′) e Kurzava (45′), è il sigillo di Depay al 94′ a regalare la vittoria che riporta la squadra di Genesio a -8 da quella di Emery. Il Psg, in dieci dal 57′ per l'espulsione di Dani Alves, ha dovuto fare i conti anche con l'infortunio di Neymar. Paura per Kylian Mbappé: in un violento scontro attorno alla mezz'ora con Lopes, l'ex Monaco è caduto pesantemente al suolo lasciando poi il campo in barella dopo aver tentato di rientrare. Al suo posto Draxler. Per Mbappé non sembrerebbe comunque nulla di serio. Grazie alla rete realizzata al 22′ da Cyprien, il Nizza batte 1-0 il Saint Etienne e aggancia il Nantes al quinto posto a quota 34. Dopo due pareggi di fila, invece, torna al successo il Monaco: 3-1 casalingo al Metz, con reti di Jorge, Ghezzal e Rony Lopes.

    Pezzali, Nek e Renga in concerto, un karaoke anni 90

    Lo show del trio è partito con «Duri da battere», il pezzo da cui è nato il progetto che diventerà un disco live e un programma tv. Poi tanta ricerca nel passato

    Sudafrica, choc a poche ore dal funerale: donna morta da dieci giorni partorisce suo figlio

    Una tragedia nella tragedia. Per una famiglia sudafricana un dolore senza fine per la perdita di una mamma 33enne, incinta al nono mese, al quale si è aggiunta la notizia che un bambino senza vita era stato “messo al mondo” da quella donna morta ormai da dieci giorni. È un caso che in medicina è conosciuto come “parto nella bara” quello che ha lasciato sbigottita la comunità di Mthayisi, villaggio vicino a Mbizana, nella provincia orientale del Sudafrica. Come riporta il giornale Times Live, Nomveliso Nomasonto Mdoyi, 33enne madre di 5 bambini, si era improvvisamente sentita male in casa: non riusciva a respirare, si è accasciata ed è morta. La famiglia, distrutta per la perdita, ha consegnato il cadavere a un'azienda di pompe funebri che aveva fissato il funerale a 10 giorni dalla morte: è stato il giorno prima dell'ultimo saluto, mentre stavano traslando il corpo nella bara, che si sono accorti di un feto tra le sue gambe. «Il piccolo era già morto - ha raccontato Fundile Makalana, direttore della Lindokuhle Funeral - Eravamo così spaventati e sotto choc che non avevamo il coraggio di  guardare il sesso del bambino. Lavoro nel settore da oltre 20 anni e non ho mai sentito parlare di una donna morta che partorisce».

    Depay al 94': il Lione batte 2-1 il Psg

    Depay al 94': il Lione batte 2-1 il Psg. In casa l'Olympique batte la capolista e arriva ad otto punti di distanza dalla vetta. Decide una rete di Memphis Depay in extremis. Contatto shock tra Lopes e Mbappe, ma per l'attaccante non sembra nulla di grave. LIGUE 1, LA CLASSIFICA E TUTTI I RISULTATI. Parole chiave: ligue 1 , lione , psg

    Mussolini contro Gnocchi: "Con la battuta sul maiale non rispetta le donne"

    Chiara Sarra Alessandra Mussolini da Giletti: "Basta con l'associazione 'se è maiale allora è femmina'. Anche perché ci sono certi porci...". E Ferrero lo difende. "Bisogna rispettare le donne e non bisogna fare subito l'associazione: 'maiale? Allora è femmina'. Anche perché in giro ci sono tanti porci...". Alessandra Mussolini torna in tv a parlare della criticatissima gag di Gene Gnocchi che ha paragonato il maiale di Roma reso celebre da Giorgia Meloni a Claretta Petacci. "Nessuno vuole imbrigliare la satira", dice nel salotto di Non è l'Arena, ribadendo però che si è trattata di una battuta di pessimo gusto che non fa ridere. "E spero che non fosse scritta", aggiunge, "C'è soltanto una cosa che mi ha fatto innervosire più della battutaccia di Gnocchi - ha affermato -: la risatina di Giovanni Floris. Ma che cacchio ti ridi?". In studio c'era anche Paolo Ferrero (Potere al Popolo), che pur ammettendo che quella di Gnocchi non è stata una battuta felice, ha ridotto il tutto a satira, sostenendo che il comico intendesse dire che la Meloni cercava i suoi antenati.

    In Edicola sul Fatto Quotidiano del 22 gennaio:

    Di Maio getta l’amo ai partiti. Programma di 20 punti, candidati e apertura a intese post-voto. L'articolo In Edicola sul Fatto Quotidiano del 22 gennaio: proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Pugno a Stefano Gentile, interviene il fratello Alessandro, espulso. Fuori anche due di Trento

    Inizia il girone di ritorno di serie A e la giornata sarà ricordata per la rissa che porta all’espulsione di Alessandro Gentile. La Virtus Bologna batte Trento grazie ai 25 punti di Slaughter (38 di valutazione), nel terzo quarto sotto di 18 punti la Trento vicecampione d’Italia e al momento fuori dai playoff si innervosisce. Il basket diventa catch, in campo si pensa solo a fare a botte e tutto nasce incredibilmente per una palla a due. Gutierrez innesca la scaramuccia dell’anno, l’ex capitano di Milano interviene per difendere il fratello Stefano, anche da Sutton. Vengono espulsi il minore dei fratelli Gentile e gli stessi Gutierrez e Sutton, per una rissa sedata a fatica, sotto il canestro della Virtus. Gli arbitri controllano i filmati e decide per il triplo provvedimento, unico, ma erano coinvolti anche altri giocatori. E’ Gutierrez a rifilare un pugno al volto a Stefano Gentile, in cui soccorso accorre il fratello più fisico.  In vetta, Brescia raggiunge Avellino perchè la capolista perde a Reggio, mentre la Germani batte Pesaro grazie ai 21 punti di Moore e ai 15 di Landry. I marchigiani restano solo in coda, poichè Varese incredibilmente passa a Venezia per 63-75, mentre Pistoia aggrava la crisi di Capo d’Orlando. Anche Brindisi lascia l’ultima posizione, guasta il ritorno in panchina di Charlie Recalcati a 72 anni, a Torino: risolve il 19-0 del terzo per la squadra dell’ex Frank Vitucci, sospita da Moore (26 punti) e Mesicek (18). Stasera Milano dovrebbe tornare in testa, in Eurolega viene da due successi, non può perdere al Forum contro Cremona, ma il ct Meo Sacchetti contro l’Olimpia è sempre motivatissimo. © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Dolores O'Riordan, migliaia di fan la omaggiano nella sua città natale prima del funerale. La commovente dedica dei Cranberries - FOTO

    Il corpo di Dolores O'Riordan, riposto in una bara aperta, è stato oggi esposto nella chiesa di St. Joseph, nella sua città natale, Limerick (in Irlanda), per permettere ai fan di dare l'ultimo saluto alla cantante dei Cranberries: si tratta di un privilegio che viene solitamente concesso solamente a presidenti, papi e alte cariche dello stato, fa notare il quotidiano irlandese The Irish Times. La contea di Limerick ha proclamato tre giorni di lutto che si concluderanno martedì 23 gennaio, giorno in cui verrà celebrato il funerale di Dolores O'Riordan. La chiesa di St. Joseph è stata per l'occasione decorata con rose bianche e fotografie della cantante, compresi gli scatti che la ritraggono insieme a Papa Giovanni Paolo II, che Dolores aveva incontrato in Vaticano due volte. Le canzoni incise dalla cantante nel corso della sua carriera hanno invece fatto da sottofondo musicale.

    Elezioni, Meloni: "Nostri candidati firmeranno vincolo di mandato"

    "In questa legislatura un parlamentare su tre ha cambiato partito. Ci sono stati ben 564 cambi di casacca. Noi vogliamo che i nostri candidati giurino davanti agli italiani che il loro mandato non sarà tradito". Lo ha scritto su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, annunciando che i suoi candidati "firmeranno assieme al nostro programma anche un impegno al rispetto del vincolo di mandato".

    Inter-Roma, solo crampi per Gerson ed El Shaarawy

    Stephan El Shaarawy e Gerson sono usciti malconci dalla sfida di San Siro contro l’ Inter di Luciano Spalletti. I due giocatori giallorossi sembrano però non aver accusato niente di serio se non dei semplici crampi.

    Ostia, il bagno nel mare d'inverno: in acqua il 21 gennaio

    Il mare d'inverno non ha spaventato alcuni bagnanti sulla spiaggia di Ostia: favorito anche dalle temperature insolitamente miti della terza domenica di gennaio c'è chi ha indossato...

    Serie A: Inter-Roma 1-1

    ROMA, 21 GEN - Finisce 1-1 il posticipo della 21/a giornata tra Inter e Roma. Un vero e proprio spareggio in chiave Champions tra i nerazzurri e i giallorossi che alla fine si dividono la posta. Roma in vantaggio alla mezzora del primo tempo con un gol di El Shaarawy: il 'faraone' approfitta di un e

    Inter-Roma 1-1: Vecino risponde a El Shaarawy, giallorossi restano dietro

    MILANO - Apre El Shaarawy, chiude Vecino. Il big match della 21/a giornata di serie A si chiude con un pareggio. A San Siro la sfida Champions tra Inter e Roma finisce 1-1 al termine di una partita che ha visto come protagonista assoluto il brasiliano Alisson. L'estremo giallorosso ha parato l'impossibile alzando bandiera bianca solo nel finale all'ex viola. Una gara che ai punti l'avrebbero meritata i nerazzurri, adesso terzi a pari merito con la Lazio. La Roma, invece, resta con l'amaro in bocca per aver cullato a lungo il sogno dei tre punti, ma che ha lasciato il pallino del gioco agli avversari per tutta la ripresa. Adesso il recupero con la Sampdoria, un'altra occasione per gli uomini di Di Francesco per poter agganciare i nerazzurri. MEGLIO L'INTER NELLA RIPRESA - Ancora a secco di vittorie, quindi, l'Inter che non vince in campionato da sei giornate, ma per Spalletti i segnali sono incoraggianti. La rete è arrivata da un errore del singolo (Santon) e non di squadra e la reazione è stata prepotente, soprattutto nella ripresa quando gli uomini di Di Francesco hanno deciso di assentarsi. I capitolini, infatti, hanno perso da subito le redini del centrocampo e l'ingresso di Brozovic per un impalpabile Gagliardini ha dato la marcia in più ai padroni di casa che, col croato da una parte e con Cancelo dall'altra, hanno spesso trovato la superiorità numerica sulle fasce. Male alla distanza Kolarov, malissimo Bruno Peres dopo il suo ingresso. Il brasiliano prima lascia crossare facile Brozovic in occasione del gol di Vecino, poi (completamente in bambola) consegna a Icardi un pallone che l'argentino non sa sfruttare. Di Francesco dovrà subito rivedere...

    Un cane ?assunto? dal Museum of Fine Arts di Boston: identificherà tarme e parassiti

    Il Museum of Fine Arts di Boston avrà presto un “naso” molto speciale per difendere i suoi capolavori da tarme e altri parassiti. Riley, un cucciolo di Weimaraner, è stato “assunto” con il ruolo unico al mondo di «conservatore a quattro zampe» e verrà addestrato specificamente nella lotta agli insetti che potrebbero danneggiare le collezioni. «È un progetto pilota, un esperimento», ha detto la vice direttrice del museo Katie Getchell al lancio dell'iniziativa fondata sul fatto che nessuna tecnologia è potente quanto l'olfatto canino. Che addirittura è in grado di effettuare la diagnosi precoce di alcuni tumori. Secondo Pepe Peruyero, padrone dell'agenzia di addestramento dei cani Pepedogs, il piano del Museum of Fine Arts è assolutamente plausibile: Pepedogs ha addestrato cani a identificare uova di tartarughe marine sepolte sotto un metro di sabbia e trovare larve sui campi di golf sei mesi prima che si schiudano e distruggano l'erba. Mai però finora le narici del miglior amico dell'uomo erano state impiegate in un museo: a proteggere da infestazioni opere come il prezioso trittico ligneo attribuito a Duccio e bottega, la Madonna delle Nuvole di Donatello e oltre 27 mila tessuti, tra ricami a piccolo punti dei primi coloni americani agli arazzi europei, tappeti orientali e capi di alta moda. Se Riley si dimostrerà all'altezza dopo l'addestramento, il museo condividerà l'esperimento con altre istituzioni.

    M5s, Di Maio annuncia i candidati: ci sono De Falco, Carelli, Paragone, Lannutti e Zoccano

    Cinque candidati esterni di cui tre, Gregorio De Falco, Emilio Carelli e Vincenzo Zoccano, che a meno di colpi di scena, guideranno i collegi uninominali.

    Sanchez "spoilerato", ecco la nuova 7 dello United

    Sanchez "spoilerato", ecco la nuova 7 dello United. Su Twitter è apparsa un'immagine del nuovo giocatore del Manchester United con la sua nuova divisa. Secondo la foto vestirà la maglia numero "7" che nel passato è stata indossata da George Best, Eric Cantona, David Beckham e Cristiano Ronaldo. CALCIOMERCATO: TUTTE LE TRATTATIVE LIVE. Parole chiave: calciomercato , manchester united , alexis sanchez , premier league

    Sfera, re della trap: è il primo italianoa entrare nella top di Spotify

    Uscito venerdì, «Rockstar», il nuovo album del rapper, viaggia attorno agli 8 milioni di stream al giorno. «Da noi c’è rancore verso chi ce l’ha fatta»

    Milan, Berlusconi: "Non lo guardo più giocare"

    Berlusconi fredda i tifosi milanisti, sempre in attesa di una rinascita. Ospite di "Non è l'Arena" su La7, a domanda sulla squadra risponde così: "Io non lo guardo più perché il modulo di gioco è contrario a tutti i  miei principi calcistici con cui sono diventato il presidente più premiato della storia. Non hanno sentito i miei consigli. L'acquirente cinese con noi ha sempre mantenuto la parola". Un affondo nel giorno in cui il Milan ha vinto in trasferta a Cagliari. Per Berlusconi la squadra allenata da Gattuso proprio non va. A chi gli fa notare che forse la più competitiva è la Juve, Berlusconi aggiunge: "La Juve riesce ad essere in testa, ma finora non ha vinto la Champions".

    Ronaldo segna di testa ma si ferisce: poi col cellulare un selfie per controllare i danni

    Fuori programma per Cristiano Ronaldo protagonista di un quanto imprevisto durante Real Madrid-Deportivo La Coruna. Il portoghese è rimasto ferito dopo il tuffo con il quale ha segnato uno splendido gol di testa. Lo scarpino di Schar gli ha lacerato la fronte rendendo necessario l'ingresso in campo dello staff medico. L'attaccante si è alzato con il viso insaguinato, tamponandosi il volto. Poi ha chiesto al medico il telefonino e l'ha usato nella modalità fotocamera per specchiarsi e vedere la ferita. Sui social è impazzata la caccia alle foto che Ronaldo avrebbe potuto postare. Il bomber, nonostante la disavventura, ha segnato una doppietta consacrando una vittoria con un punteggio di 7-1 al Real Madrid.

    Il fascino della scoperta del sessonel racconto di una dolce estate

    È una storia d’amore, ma è anche qualcosa di più: il racconto di una vacanza estiva, la scoperta di un diverso se stesso, il sogno di un mondo accogliente e comprensivo. E la prova di una nuova maturità per Guadagnino, che qui abbandona i toni sempre un po’ troppo sottolineati delle sue opere precedenti per una messa in scena più trattenuta e sussurrata, a volte quasi distratta, divagante, ma proprio per questo perfetta nel restituire un’atmosfera prima che una storia. A cui non è estranea la scelta di un cast di attori eccellenti ma per niente star, che non hanno bisogno di dimostrare a ogni scena come sono bravi (che invece mi sembrava il difetto del precedente A Bigger Splash). Ambientato nell’estate del 1983, «da qualche parte in Nord Italia» (è la campagna nei pressi di Crema, molto familiare al regista), Chiamami col tuo nomeusa lo stratagemma dell’arrivo di un estraneo, il ricercatore universitario americano Oliver (Armie Hammer), all’interno di una comunità rilassata e vacanziera non per accendere tensioni o conflitti ma piuttosto per offrire a ognuno degli altri protagonisti l’occasione per scoprire o rivelare qualcosa di sé. È un’abitudine dei padroni di casa, il professor Perlman (Michael Stuhlbarg) e sua moglie Annella (Amira Casar), di invitare ogni estate un dottorando, più che per avere un aiuto nelle ricerche archeologiche di lui per generoso spirito di servizio, mettendo a disposizione di un estraneo un accogliente angolo di tranquillità. Come fa anche il figlio Elio (Timothée Chalamet) con amici e amiche, che spesso animano i prati e la villa di famiglia.

    M5S, diffuse le liste dei candidati per i collegi plurinominali.

    Pescara - Sul blog di Beppe Grillo sono uscite le liste dei vincitori delle parlamentarie M5S. I candidati, si legge, saranno presenti nei collegi plurinominali. I «big» del M5S, stando alle liste dei vincitori delle parlamentarie, risultano tutti capolista ai plurinominali. Probabile - anche se c’è da considerare il fattore quote rosa - che gli esponenti siano stati anche i più votati.

    Inter, Miranda: “Il pareggio ci sta: abbiamo avuto occasioni e purtroppo solo un gol. Alisson è un grandissimo portiere”

    Miranda, difensore dell’Inter, al termine della partita di campionato contro la Roma ha rilasciato alcune dichiarazioni. Queste le sue parole: MIRANDA A MEDIASET Si può ripartire dopo oggi…

    «Quattro ristoranti», le recensioni trasformate in un racconto tv

    Successo per il programma di Alessandro Borghese che è riuscito a trasformare in racconto televisivo una tendenza della società moderna: la mania della recensione

    Inter, Spalletti: «Dobbiamo avere più coraggio, con il timore non andiamo da nessuna parte»

    «Siamo l'Inter e dobbiamo avere il coraggio di lottare contro squadre di grande livello per arrivare nelle prime quattro posizioni. Se andiamo in campo col timore non facciamo niente, noi dobbiamo essere quelli che fanno accadere le cose per fare la nostra strada. Quelli che hanno timore devono farsi da parte perché noi vogliamo passare per arrivare in fondo»: così l'allenatore nerazzurro Luciano Spalletti commenta a Premium Sport il pareggio con la Roma. «Non abbiamo subito per 70 minuti, Handanovic non ha fatto le parate che ha fatto Allison, quindi significa che qualcosa abbiamo fatto - sottolinea - Poi abbiamo sbagliato a volte nelle ultime scelte, dovevamo essere più veloci perché l'avevamo preparata in quel modo. Dobbiamo basarci sulla nostra forza, dobbiamo far vedere chi siamo. Santon? Lui non deve chiedere scusa a nessuno, ha commesso un errore ma può succedere se giochi a calcio. Se non giochi a calcio non sbagli». © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Casa Sanremo, torna l'hospitality del Festival

    Festival di Sanremo è anche l’hospitality di Casa Sanremo. Dal 4 al 10 febbraio sarà per l’undicesimo anno, contenitore di eventi satelliti alla kermesse canora, con eventi, degustazioni, live session. A tagliare il nastro, Elisa Isoardi. Tra le novità di quest’anno, la sala dedicata a Ivan Graziani, le iniziative contro il femminicidio e una festa per celebrare l’arte del pizzaiolo napoletano patrimonio UNESCO. E una Luxury Room (di oltre 600 mq), luogo di accoglienza riservato della Casa destinato ai soli artisti, accompagnatori e giornalisti; il format “L’Italia in vetrina. Viva Sanremo”, il talk condotto da Cataldo Calabretta e Roberta Morise con ospiti e interviste che racconteranno le serate del Festival e le attività della Casa;  iniziative sociali con un’attenzione particolare rivolta a “Musica contro le mafie”, Unicef e all’Associazione “Divieto di femminicidio”. Ed ancora, un ricordo di Pepi Morgia, Bud Spencer, Rino Gaetano, Sergio Endrigo e un omaggio a Francesco Nuti.  Martedì 6 febbraio alle 18.00 Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, già Ministro delle Politiche Agricole e dell’Ambiente, promotore della petizione mondiale #pizzaUnesco sarà al Palafiori con Jimmy Ghione, testimonial della campagna #pizzaUnesco e da anni impegnato con Striscia la Notizia nella lotta al falso Made In Italy, Sergio Miccù, nel comitato che ha promosso l’iniziativa con l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani di cui è Presidente, ed Antonio Pace, Presidente e Fondatore dell'Associazione Verace Pizza Napoletana per brindare al prestigioso risultato. Con loro,  6 maestri pizzaioli, tutti campani, talentuosi e molto social. Capitanati da Angelo Pezzella, i giovani hipster della farina Valentino Libro, Vincenzo Capuano, Pino Celio, Salvatore Lioniello, Gennaro Russo, saranno protagonisti a partire dal 4 febbraio all’interno del Roof, l’esclusivo ristorante riservato agli ospiti VIP della Casa.

    Allenamento Roma, domani la ripresa alle ore 11. Martedì la conferenza di Di Francesco per la Sampdoria

    La Roma non vuole perdere tempo dopo la sconfitta con l’Inter e tornerà ad allenarsi domani alle ore 11. La squadra giallorossa non si allenerà al consueto centro sportivo di Trigoria, ma in un impianto presso “Settimo Milanese”visto che raggiungerà Genova senza passare dalla Capitale per il match contro la Sampdoria di mercoledì. La conferenza stampa di Eusebio Di Francesco per la gara con i blucerchiati è in programma per martedì verso l’ora di pranzo.

    Milano, Grosvenor talentuoso pianista a La Scala

    Sarà Benjamin Grosvenor il protagonista del concerto della stagione Filarmonica diretto da Riccardo Chailly alla Scala il 22 gennaio. Il giovane pianista britannico, classe ’92, considerato un talento della scena musicale internazionale, eseguirà Concerto per pianoforte di Edvard Grieg e sarà a Londra del 24 gennaio al Barbican Centre di Londra a inaugurare la tournée invernale. In programma, oltre Grieg, la Suite op. 29a da Lady Macbeth di Šostakovič, prevista per il concerto d’inaugurazione del 6 novembre e sostituita dalla prima esecuzione scaligera del ritrovato Chant funèbre di Stravinskij e la Quarta Sinfonia di Čajkovskij.  La sua seconda volta a La Scala. «È splendido essere di nuovo qui. Mi è piaciuto molto quando due anni fa abbiamo suonato Liszt con l’Orchestra. E sono molto emozionato adesso con la partitura di Grieg. C’è un’atmosfera, una storia, un edificio fantastico».

    Inter, Valero: “Abbiamo fatto solo noi la partita, ma il pari ci dà fiducia per le prossime. Veniamo da un periodo difficile nel quale non vinciamo, ma stasera abbiamo dimostrato di avere belle cose”

    Borja Valero, centrocampista dell’Inter, al termine della partita di campionato contro la Roma ha rilasciato alcune dichiarazioni. Queste le sue parole: BORJA VALERO A INTER TV Commento sulla gara?

    Tv, torna su TimVision la serie ?The Handmaid's Tale? ispirata al romanzo di Atwood

    Ha stregato la critica e incantato il pubblico, ha raccolto una pioggia di premi, i più prestigiosi per una una serie televisiva: «The Handmaid's Tale», targata MGM...

    Alisson: “Quando fai una bella partita e prendi gol è come non farla. E’ un pareggio che ci porta indietro: abbiamo smesso di giocare e contro l’Inter non te lo puoi permettere”

    Alisson, portiere della Roma, al termine della partita di campionato contro l’Inter ha rilasciato alcune dichiarazioni. Queste le sue parole: ALISSON A MEDIASET Hai parato quasi tutto, peccato per l’ultimo intervento…

    ?Britannia? nuova produzione torna su Sky

    Giulio Cesare ha fallito nell'impresa, ma i romani sono determinati a conquistare la Britannia. Le tribù e i druidi sono così costretti ad unire le forze per difendere la loro terra. La storia della campagna più avvincente dell'esercito romano è al centro della produzione originale Sky 'Britannià, da domani alle 21.15 su Sky Atlantic HD e disponibile su Sky On Demand. Quando i romani invadono la Britannia nel 43, Kerra (Kelly Reilly), figlia del re dei Cantii, è costretta a mettere da parte le divergenze con l'arci-rivale la regina Antedia (Zoe Wanamaker) per affrontare gli invasori. I Romani, guidati dal generale Aulus Plautius (David Morrissey), sono determinati ad avere successo laddove Giulio Cesare ha fallito e conquistare questa mitica terra all'estremo nord dell'impero romano. Aulus è un leader forte e resiliente, ma nasconde un profondo segreto che minaccia la sua missione. E mentre le tribù e i druidi si uniscono per combattere i Romani, Kerra affronta il ruolo più importante della sua vita mentre guida la resistenza contro la potenza dell'esercito romano. Britannia è una co-produzione Sky e Amazon US, realizzata da Vertigo Films in collaborazione con la Neal Street Productions e All3Media company, scritta dal pluripremiato Jez Butterworth (Jerusalem, Spectre), la serie è interpretata da Kelly Reilly (True Detective, Sherlock Holmes), David Morrissey (The Walking Dead, The Hollow Crown), Zoë Wanamaker (Harry Potter e la Pietra Filosofale , My Family) e Stanley Weber (Outlander). Il cast vanta anche di una partecipazione italiana: Fortunato Cerlino veste...

    El Shaarawy: “C’è un po’ di rammarico, potevamo portarla a casa, ora pensiamo alla Sampdoria” – VIDEO

    Stephan El Shaarawy, attaccante della Roma, al termine della partita di campionato contro l’Inter ha rilasciato alcune dichiarazioni. Queste le sue parole: EL SHAARAWY IN ZONA MISTA Come uscite da questa partita?

    Opera di Roma, dopo mezzo secolo tornano I Masnadieri

    Dopo "Fra Diavolo", l' opera comique di Daniel Auber, e "La damnation de Faust" di Berlioz, saranno "I Masnadieri" di Giuseppe Verdi ad andare in scena domenica 21 gennaio all’Opera di Roma, che tornano al Costanzi dopo 46 anni di assenza. La bacchetta, che nel 1972 era stata di Gianandrea Gavazzeni, questa volta è del maestro Roberto Abbado, per la regia lirica di Massimo Popolizio. Era il 1847 quando l’opera verdiana venne rappresentata per la prima volta all’Her Majesty's Theatre di Londra su libretto di Andrea Maffei dalla tragedia omonima Die Räuber di Friedrich Schiller, riscontrando un grande successo di pubblico. L’opera, ambientata in Germania tra il 1755 e il 1757, racconta le vicissitudini della casata dei Moor, dove il giovane Carlo si mette a capo di una banda di briganti (i masnadieri) per sfuggire all’inganno del fratello Francesco che vuole prendere la reggenza e per conquistare il cuore della stessa donna, Amalia.  Le voci sono affidate a Stefano Secco e Andeka Gorrotxategui che si avvicenderanno nel ruolo di Carlo, Artur Ruciński  e Giuseppe Altomare in quello di Francesco, e di Roberta Mantegna Marta Torbidoni in quello di Amalia. Mentre le scene sono di Sergio Tramonti, i costumi di Silvia Aymonino, le luci di Roberto Venturi, i video di Luca Brinchi e Daniele Spanò. Maestro del Coro Roberto Gabbiani.

    Roma, Di Francesco: «Dzeko è importante per noi, ma non faccio io il mercato. Nainggolan rimane qui»

    «Dzeko è al centro del progetto di questa Roma? Sì, altrimenti non l'avrei fatto giocare. È un giocatore importante per noi ma se volete parlare di mercato non dovete chiedere a me. Fino a che ho i giocatori a disposizione li faccio giocare. Il mercato non lo faccio io anche se ovviamente alcune scelte sono condivise. Edin è un giocatore molto importante, infatti è sempre partito titolare con me»: così ai microfoni di Premium Sport, l'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco. «Sicuramente abbiamo fatto un'ottima gara per 65 minuti - dice commentando il pareggio con l'Inter - poi siamo calati. Non avevo grandi cambi da poter fare in mezzo al campo, poi ci sono stati i crampi di El Shaarawy e di Ederson che hanno influito. Ma dovevamo essere comunque più compatti e accorciare meglio. Peccato perché potevamo sfruttare meglio il predominio avuto per gran parte della gara. Siamo rammaricati perché nonostante le assenze volevamo vincere perché in questo campionato abbiamo ottenuto meno di quello che avremmo meritato». © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Roma, Alisson para tutto nella notte gelida di San Siro

    dal nostro inviato MILANO Ha parato tutto e di tutto, Alisson, nella notte gelida dello stadio Giuseppe Meazza. Anche i sentimenti, a volerci scherzare.

    Oroscopo del giorno di oggi, lunedì 22 gennaio 2018

    Oroscopo del giorno, oroscopo di oggi, lunedì 22 gennaio 2018, scopri l'oroscopo di oggi su amore, sesso, lavoro e fortuna per tutti i segni zodiacali.

    Mamoli rilancia la Serie Gio Ponti

    Era il 1953 quando Gio Ponti progetta la rubinetteria con manopola a forma di stella a tre punte. Una struttura che rende l’impugnatura particolarmente ergonomica e si può manovrare con solo tre dita. Mamoli edita questa serie riprendendo fedelmente l’intramontabile linea originale, ma replica il progetto impiegando nuove tecnologie e materiali. La collezione è concepita in un’ottica di risparmio idrico grazie agli aeratori Neoperl di ultima generazione che riducono gli sprechi evitando la dispersione di acqua. Inoltre, è disponibile in tre inedite finiture: cromo, oro 24 carati a spessore e ottone spazzolato Pvd.

    PlayerUnknown Battlegrounds ancora in testa su Steam, ma le sorprese sono Slay the Spire e Human: Fall Flat - Notizia - PC

    Due indie entrano nella top 5 di Steam. Le classifiche di Steam non sono molto cambiate rispetto a un mese fa: PlayerUnknown's Battleground mantiene la vetta della top 10, ma sorprendono i risultati di due indie: Slay the Spire e Human: Fall Flat, rispettivamente secondo e terzo. Slay the Spire è un card battler con elementi roguelike sviluppato da Mega Crit Games e attualmente disponibile in Accesso Anticipato, mentre Human: Fall Flat è un interessante puzzle game a base fisica prodotto da Curve Digital. 01. PlayerUnknown's Battlegrounds 02. Slay the Spire 03. Human: Fall Flat 04. Counter-Strike: Global Offensive 05. ... Notizie giochi PC Windows.

    Milano e altre 11 metropoli firmano a Parigi il patto anti-smog

    Dodici grandi metropoli mondiali, tra le quali Milano, vogliono trasformarsi in territori senza energie fossili entro il 2030. Al vertice di Parigi gli amministratori di 12 grandi centri, tra cui anche Giuseppe Sala, hanno infatti firmato un patto in cui si impegnano a trasformare una "parte importante" delle loro città in territori a zero emissioni. Coinvolte anche Londra, Barcellona, Vancouver, Seattle e Los Angeles. L'intesa è stata raggiunta nel quadro del vertice annuale a Parigi del cosiddetto C40 "Togheter4Climate", il network composto da 91 metropoli mondiali e presieduto attualmente dal sindaco di Parigi, Anne Hidalgo. La prima cittadina appena due settimane fa espresse la volontà di far scomparire le auto a benzina dalla capitale di Francia entro il 2030.

    Le offerte Amazon e i nostri codici sconto del 21 Gennaio. Scontiamolo.com

    Scontiamolo.com è il nostro originale servizio dove vi segnaliamo le migliore offerte disponibili per un tempo limitato, accessibili tramite uno... L'articolo Le offerte Amazon e i nostri codici sconto del 21 Gennaio. Scontiamolo.com proviene da iSpazio.

    Germania, "Si" di SPD e via libera a Grande Coalizione con Merkel

    (Teleborsa) - Dopo un lungo stallo la Germania avrà probabilmente presto un nuovo governo. Il partito socialdemocratico tedesco (SPD) si è detto infatti d'accordo con il suo leader Martin Schultz e passa cosÏ la volontà d'intesa con l'ex e futura Cancelliera Angela Merkel per una nuova Grande Coalizione. Il congresso straordinario del partito, riunito a Bonn, ha cosÏ deciso con 362 voti a favore e 279 contrari. Immediatamente prima del voto, Martin Schultz aveva comunque dato assicurazione ai delegati di voler ottenere ulteriori concessioni dalla Cdu-Csu su lavoro, sanità e politiche migratorie.. Non tutti all'interno della SPD erano d'accordo e il documento con l'ipotesi d'intesa era contestato da molte federazioni. Soprattutto dagli Jusos, il gruppo dei giovani socialdemocratici guidati da Kevin Kßhnart. Ma nell'ultime ore la situazione è mutata, grazie alla mediazione delle Federazioni del Nord Reno Vestfalia e dell'Assiache unite esprimevano piÚ di un terzo dei 600 delegati. Appunto con un "Si" condizionato a diversi cambiamenti sul testo dell'accordo che Schultz nel suo intervento finale ha provveduto ad assicurare.

    Gabriel Ferrater, il poeta che si uccise perché non voleva puzzare di vecchio

    Oggi voglio farvi conoscere un poeta spagnolo di lingua catalana: Gabriel Ferrater (1922-1972). L’ho conosciuto da poco anche io, ho letto solo alcune poesie su internet che mi hanno colpito, ma la cosa che più mi ha colpito è il suo suicidio e la motivazione di questo atto definitivo: un giorno confidò a un amico […] L'articolo Gabriel Ferrater, il poeta che si uccise perché non voleva puzzare di vecchio proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Trapianti, record di donatori in Italia: +18% in un anno

    Aumentano i donatori di organi in Italia: +18% quest'anno rispetto al 2016, si tratta di un dato record. E' quanto rende noto il Centro nazionale trapianti. Da due anni il trend è sempre in crescita: già lo scorso anno, infatti, si registrava un +15%. La quota dei donatori è di 28,7 casi per milione di abitanti (rispetto al 24,3 del 2016). Molto più generoso il Centro-Nord (35,4 donatori per milione) rispetto al Centro-Sud (19,1). Calano le opposizioni alla donazione. Il numero dei trapianti da donatore ha raggiunto nel 2017 quota 3.688 interventi.

    Tresca! Il locale di street food e pizza italiana che sta spopolando a Londra

    Tre 19enni alle prese con pizza e focacce all'italiana, in un locale tutto da scoprire nel quartiere di Wandsworth, a Londra. La storia di Daniel, Giacomo, Rob, e del loro insolito anno sabbatico da ristoratori.   Gli ideatori Gap year, ovvero anno sabbatico. In Italia non è molto diffuso, ma in Gran Bretagna è una pratica piuttosto comune e una scelta condivisa da tanti giovani diplomati. Non ancora pronti per l'Università o un lavoro fisso, ma al contempo desiderosi di fare esperienza nei campi più disparati, dalla musica all'arte, dallo sport alla moda. Carichi di sogni e speranze come solo a 19 anni si può essere, preparano la valigia e si mettono in viaggio, oppure vanno a fare volontariato, si segnano a un corso di lingua o di pittura. Oppure ancora aprono un'attività. È il caso di Daniel Carino, Giacomo Skeate e Rob Power, tre neo-diplomati accomunati dalla passione per la buona tavola e un legame profondo con l'Italia e la sua cultura gastronomica. Daniel e Giacomo, infatti, sono per metà italiani, e da sempre molto incuriositi dalla complessa cucina tricolore; Rob non ha legami con la Penisola ma nutre comunque un debole per pizza e pasta. Nell'estate del 2017, decidono di vivere il loro “gap year” all'insegna del gusto. La loro idea è quella di puntare tutto sullo street food, cominciando dai mercati londinesi, ma alle volte i piani prendono una piega diversa, inaspettata, che, nei casi più fortunati, si rivela quella giusta.   Il locale Si rendono conto che per la tipologia di proposta che hanno in mente non è sufficiente un banco al mercato. Così, decidono di cercare uno spazio più ampia per la loro attività. Trovare un locale adeguato non è semplice, ma dopo qualche tempo, finalmente, i tre giovani soci approdano nel posto giusto. Un locale vicino al Tamigi a Wandsworth, tra Battersea e Clapham: “Il proprietario si era stancato e non ne voleva più sapere del ristorante. Abbiamo deciso di rilevarlo, nonostante le condizioni pessime in cui si trovava”, racconta Daniel. “Abbiamo dovuto ristrutturare l'intero spazio, ripensarlo da zero per dargli una nuova vita: siamo soddisfatti del risultato”. Dopo tre mesi di lavori ha aperto i battenti Tresca!, l'insolita pizzeria gestita da quelli che molto probabilmente sono attualmente i più giovani ristoratori del Regno Unito. Un'insegna tutta da scoprire, originale anche nel nome: “Volevamo chiamarla Tasca, come il nostro prodotto di punta”, spiega Giacomo, “ma c'è già un ristorante spagnolo con quel nome. Quando ho detto a mia madre che stavamo pensando di cambiarlo in “Tresca”, si è messa a ridere e, una volta scoperto cosa significasse in italiano, l'abbiamo trovato molto divertente anche noi”.   L'offerta Ma cosa si mangia da Tresca? Pizze tonde, dalla Margherita alla Marinara, dall'Ortolana alla Diavola, da consumare in loco o a portar via. E poi fritti, torte fatte in casa, dolci della tradizione italiana come il tiramisù, la crostata, i semifreddi.  Birre artigianali locali, vini italiani e cocktail. Specialità della casa però è la tasca, “un'idea che abbiamo avuto a Roma, traendo ispirazione da format già collaudati”. Si tratta di una focaccia bianca morbida ripiena con sughi e ricette della cucina di casa: pollo alla cacciatora, polpette al sugo, parmigiana di melanzane, moscardini al sugo. A fornire i prodotti da forno, Il Mulino, “una panetteria di stampo italiano che si trova qui vicino e che serve prodotti di prima scelta, che acquistiamo freschi ogni giorno”. Le altre materie prime provengono dai mercati e dalle botteghe sparse per la città.   Progetti per il futuro L'attività sembra già aver ingranato bene, e i tre amici ne parlano con entusiasmo ed emozione. Perché se è vero che l'idea dell'Università non è stata completamente accantonata – specialmente da Rob – altrettanto vero è che il lavoro al ristorante si fa sempre più intenso, la clientela aumenta, così come il coinvolgimento da parte dei tre giovani, la loro passione e l'interesse verso questo settore. E soprattutto la voglia di crescere. “Abbiamo comunque intenzione di arrivare nei mercati: lo street food va assaporato all'aperto, fra i banchi del mercato, su una panchina, passeggiando fra le vie dei negozi. E deve arrivare a tutti”. E poi? “Per il momento, siamo felici con quello che abbiamo, e vorremmo continuare a concentrarci su Tresca!”. Nulla di definitivo, ancora, ma non possiamo che auspicare a questi giovanissimi imprenditori tanta fortuna. Qualunque sia la strada che sceglieranno di percorrere.   Tresca! - Londra - York Road, 220 - trescarestaurant.com.   a cura di Michela Becchi.

    Marchionne scarica Renzi. Avanti il prossimo

    di Carblogger “Quello che è successo a Renzi non lo capisco. Quel Renzi che appoggiavo non lo vedo da un po’ di tempo”. Dalla gelida Detroit, Sergio Marchionne ha scaricato tiepidamente l’ex presidente del Consiglio. Un po’ facile di questi tempi, a dire il vero. A valanga: se l’ingegner De Benedetti si è presentato in tv da Lilli […] L'articolo Marchionne scarica Renzi. Avanti il prossimo proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Donnavventura: una puntata speciale per augurare Buon Natale

    Il 25 dicembre su Rete4 alle 14 le inviate del programma presentano una collezione delle mete più amate dal pubblico e alcune anticipazioni della nuova serie che partirà il 14 gennaio 2018.