Muore di cancro al Pronto Soccorso del San Camillo, il figlio scrive una lettera di denuncia al Ministro Lorenzin - News Italiane

Morto in condizioni davvero incredibili Marcello Cairoli, senza alcuna dignità nei corridoi del Pronto soccorso del San Camillo di Roma, tra gli sguardi indiscreti e tossicodipendenti in attesa di prendere il metadone. E' questo quanto denunciato dal ...

Morto di cancro in pronto soccorso, la replica dell'ospedale: "I nostri medici lavorano con umanità" - Today

"L'azienda ospedaliera San Camillo-Forlanini esprime profondo rammarico e dolore umano per quanto accaduto nel suo Pronto Soccorso e raccontato dai famigliari del Sig Marcello Cairoli. La scomparsa di una persona cara è la sofferenza più grande che ...

Roma, muore di cancro al pronto soccorso. Il figlio scrive a Lorenzin: "Nessuna privacy né dignità" - La Repubblica

Una morte nel pronto soccorso del San Camillo tra tossicodipendenti e gli sguardi indiscreti di visitatori rumorosi. È successo al padre di un giornalista di Askanews, Patrizio Cairoli, che ha deciso di scrivere una lettera alla ministra della Salute ...

San Camillo. Gelli (Pd): “Il paziente doveva essere indirizzato verso un Hospice. Ancora poco conosciuta legge su cure ... - Quotidiano Sanità

Così il responsabile sanità del Pd interviene sulla vicenda del malato terminale lasciato morire in barella, nel caos, dopo 56 ore di Pronto Soccorso. "Non è possibile che nessuno, in tutte quelle ore di attesa, abbia informato il malato ed i suoi ...

Roma, morto dopo 56 ore al pronto soccorso. Il racconto del figlio Patrizio Cairoli: "Abbandonati tra urla e risate" - Il Fatto Quotidiano

Un maglioncino con lo scotch tenuto sospeso tra il muro e il paravento, e i corpi dei familiari per tutelare gli ultimi istanti di una vita al suo termine. È stata questa l'unica forma di privacy concessa per morire a un malato terminale, dopo 56 ore ...