• Bergamo,bimba azzannata da cane:è grave

    www.rainews.it
  • Napoli, il no di Verdi è un colpo di fortuna

    napoli.repubblica.it
  • Torino, maestra d'asilo arrestata per insulti e minacce

    www.quotidiano.net
  • Ucciso Oscar Perez, l'ex poliziotto che sfidò Maduro in Venezuela

    www.ansa.it
  • Non si accorge perdita gas,sgombero casa

    www.larena.it
  • Milano, inchiesta sulla piastra di Expo. La Pg pronta a chiedere il giudizio

    milano.corriere.it
  • Colombia, crolla il ponte sospeso nel vuoto: 10 operai morti

    www.ilmessaggero.it
  • Quattro vaccini sì, dieci troppi. Salvini e Dibba uniti nella battaglia contro la legge Lorenzin

    www.huffingtonpost.it
  • L'importante politico serbo kosovaro Oliver Ivanovic è stato ucciso oggi a Mitrovica, in Kosovo

    www.ilpost.it
  • Napoli, baby gang accerchia i soldati sul Lungomare

    www.tgcom24.mediaset.it
  • L'Ue indossa l'elmetto contro Di Maio

    www.huffingtonpost.it
  • Cafasse, muratore ucciso dal muro della casa che crolla di schianto

    torino.repubblica.it
  • Lombardia, Salvini difende Fontana dopo le dichiarazioni sulla razza bianca: "Passo indietro? Figurarsi"

    milano.repubblica.it
  • Roma, uomo trovato morto su binari della Roma-Lido

    roma.repubblica.it
  • Idraulico mestiere senza crisi: sì all'assegno all'ex

    www.ilsole24ore.com
  • Diciottenne italiana mette allʼasta la sua verginità, offerto un milione di euro

    www.tgcom24.mediaset.it
  • Esplode pizzeria italiana ad Anversa: estratte dalle macerie due persone morte, 14 feriti

    www.repubblica.it
  • Da anni tenevano i 13 figli in catene e senza cibo, arrestata coppia di genitori in California

    www.huffingtonpost.it
  • "Concorso in omicidio". Nogarin sotto inchiesta

    www.ilgiornale.it
  • È morta Dolores O'Riordan, la cantante dei Cranberries: aveva 46 anni

    www.corriere.it
  • Patrizia Pellegrino: “Ho amato il principe Alberto. Mi lasciò per un topless”

    Patrizia Pellegrino mancata principessa di Monaco? La showgirl ospite di Pomeriggio 5 ha infatti raccontato di aver avuto una storia con il principe Alberto di Monaco, trent’anni fa. Otto mesi d’amore ai quali in principe avrebbe messo fine perché Patrizia aveva uno stile di vita che poco si conciliava con il suo: “Era una relazione a […] L'articolo Patrizia Pellegrino: “Ho amato il principe Alberto. Mi lasciò per un topless” proviene da Il Fatto Quotidiano.

    “Affidamento diretto alla Mantovani per 6 mila alberi all'Expo”. Chiesto rinvio a giudizio per Sala

    La Procura generale ha chiesto il rinvio a giudizio per il sindaco di Milano Giuseppe Sala, in qualità di ex ad di Expo, per la nuova accusa di abuso d'ufficio contestata a dicembre nell'inchiesta sulla Piastra dei Servizi. Il primo cittadino risponde, in concorso con l'ex manager Angelo Paris, dell'affidamento diretto alla Mantovani spa della fornitura di 6mila alberi per l'evento, parte del capitolo 'verde' dell'appalto. Sala è già a processo per falso, mentre è stata chiesta per lui l'archiviazione per la turbativa d'asta. Da quanto si è saputo, la procura generale ha avanzato la richiesta di processo al gup Giovanna Campanile e le difese sono in attesa dell'atto con cui si fissa anche l'udienza preliminare per questa nuova contestazione, ovvero l'abuso di ufficio. Udienza che si dovrebbe tenere il prossimo 2 febbraio, giorno in cui si tiene il procedimento per gli altri imputati nel filone principale e nel quale Sala è stato stralciato in quanto lui stesso ha chiesto e ottenuto il giudizio immediato. I due sostituti procuratori generali, Gaballo e Calia inoltre hanno fatto sapere ai legali che la loro intenzione è riunire il nuovo procedimento a carico di Sala e Paris con quello principale. Riguardo al giudizio in immediato per il sindaco di Milano, il procedimento si aprirà il prossimo 20 febbraio.

    Ex gieffini, ecco che fine hanno fatto i concorrenti

    Gli ex gieffini Filippo Nardi (Gf 2) e J onathan Kashanian (Gf 5) sono pronti a naufragare all'Isola dei Famosi, ma che ne è stato dei loro colleghi di reality? Alcuni hanno sfondato con successo nel mondo dello spettacolo come Luca Argentero, attore corteggiato dal grande schermo, mentre altri in questo ambiente hanno trovato l'amore come Flavio Montrucchio (sposato con l'ex velina Alessia Mancini). Non per tutti sono rimasti accesi i riflettori. Lo sa bene la prima vincitrice, la bagnina Cristina Plevani, che dopo gli anni di popolarità ora fa la cassiera in un supermercato e difende con orgoglio la sua scelta sui social: "Sono Libera di essere una bagnina, una cassiera in un supermercato, la vincitrice di un reality e di essere altro quando me ne capiterà l'occasione". Anche la vincitrice della dodicesima edizione Sabrina Mbarek è tornata alla vita di sempre, così come Mauro Marin che dopo la vittoria nel 2010 ha ripreso a lavorare in salumeria.

    Addio a Edwin Hawkins, divenne star reinventando il classico "Oh Happy Days"

    Si è spento Edwin Hawkins, musicista gospel, pianista, compositore. Aveva 74 anni e soffriva di cancro al pancreas. Era conosciuto soprattutto per il suo arrangiamento del 1969 di "Oh Happy Day" , vecchio inno religioso risalente a un paio di secoli prima. La canzone, oltre ad essere inclusa nella lista delle "Songs of the Century", ha fatto vincere alla sua band, Edwin Hawkins Singers, il premio Grammy “Best soul gospel performance”.

    Australian Open, impresa Sonego: avanti anche Fognini e Giorgi

    Impresa di Lorenzo Sonego, attuale numero 218 del ranking mondiale (ma ora è già salito al numero 169), che alla sua prima apparizione nel tabellone principale di uno Slam ha battuto...

    Simone Biles, star della ginnastica Usa: «Anche io abusata»

    La pluricampionessa olimpica e stella della ginnastica mondiale Simone Biles ha rivelato di essere stata abusata sessualmente dall’ex medico della nazionale Usa, Larry Nassar. L’uomo, condannato il mese scorso a 60 anni di galera per possesso di materiale pedopornografico, verrà processato a breve per la parte principale del caso che riguarda le accuse di violenza sessuale su 125 atleti. «Molti di voi mi conoscono come una ragazza felice, sorridente e piena di vitalità» ha scritto la campionessa 20enne con una nota pubblicata sul suo account Twitter. «Di recente però mi sentivo a pezzi e più cercavo di far tacere la voce nella mia testa, più mi risuonava. Non ho più paura di raccontare la mia storia. Anch’io sono una delle tante persone che sono state abusate sessualmente da Larry Nassar», ha aggiunto la ginnasta texana quattro volte oro olimpico. Dopo i trionfi a Rio si era presa quindici mesi sabbatici, per tornare poi ad allenarsi lo scorso novembre, in attesa di competere nei Campionati del Mondo 2018. shadow carousel«È molto difficile rivivere queste esperienze e mi spezza il cuore pensare che se devo lavorare per raggiungere il mio sogno di partecipare alle Olimpiadi di Tokyo 2020, allora dovrò continuamente tornare in quella struttura dove ho subito gli abusi», ha spiegato. «Ci sono molte ragioni per cui ho esitato a condividere la mia storia, ma ora so che non è colpa mia», continua la ginnasta. «Non è normale che un medico di fiducia si comporti così». Un comportamento, scrive ancora Biles, «completamente inaccettabile, disgustoso e abusivo, in special modo da parte di qualcuno di cui mi era stato detto di fidarmi». «Per troppo tempo mi sono chiesta se fossi troppo ingenua, se fosse stata colpa mia. Ora conosco la risposta a queste domande. No, non è stata colpa mia. No, non voglio e non devo portare la colpa che appartiene a Larry Nassar, alla Federazione americana e...

    Il commissario Ue, Pierre Moscovici: «Il voto italiano è un rischio politico per l’Ue»

    Il commissario Ue: «La proposta di Di Maio di sfondare il tetto del 3% nel rapporto tra deficit e Pil è un controsenso». E su Fontana: «Parole sulla razza bianca scandalose»

    L'attore di 50 sfumature di nero: "Ho quasi vomitato mentre i miei genitali entravano in quella cosa"

    Anna Rossi Intervistato da Elle Usa, Jamie Dornan ha rivelato alcuni aneddoti su 50 sfumature di rosso: "Non vedrete mai un nudo integrale" L'8 febbraio nelle sale uscirà 50 sfumature di rosso, il capitolo conclusivo della trilogia tratta dai romanzi di EL James. I due film precedenti hanno dato molto di cui parlare e ora il protagonista Jamie Dornan, che nel film interpreta Christian Grey, vuole mettere i puntini sulle "i". Intervistato da Elle Usa, l'attore si sofferma su aneddoti piccanti e sulla tanto attesa (e richiesta) scena di nudo integrale. Nei tre film, infatti, non c'è mai un nudo integrale dei due protagonisti. E qualche mese fa si era diffusa la voce che la produzione avrebbe addirittura offerto a Dornan 1,5 milioni di dollari, da aggiungere al cachet, per mostrarsi come mamma l'ha fatto. Notizia smentita categoricamente. "Mi hanno offerto 30 milioni per un mostrare un solo testicolo (ride, ndr). No, questa cosa secondo cui mi avrebbero offerto quella cifra per il nudo frontale non è accaduta. Non so se ho detto che non lo avrei fatto. In fondo si vede parecchio il mio sedere e questo non mi infastidisce. Vedete in molte occasioni anche le tette di Dakota (Johnson, interprete di Anastasia Steele, ndr). Mostrerei anch'io le mie tette se le avessi! Ho pensato semplicemente che non è necessario mostrare il resto se non è essenziale per la storia. Non stiamo facendo porno, a differenza di quanto molta gente pensa…", spiega Jamie Dornan. E tra un chiarimento e l'altro, Mr Grey si lascia andare a un racconto davvero surreale. L'attore di 50 sfumature di rosso rivela un aneddoto sul modesty-pouch, cioè sul "calzino" usato dagli attori per coprire le parti intime sul set. "Lascia che ti racconti una storia su un modesty-pouch - dice Jamie Dornan -. Me ne hanno forniti di diversi tipi e dimensioni. Tutti color pelle, di un colore da malati, come se avessi avuto l’itterizia. Quando sono tutti usciti ne ho scelto uno, ma al momento di indossarlo ho letto un'etichetta cucita all'interno: OSPITE NR 3. Era usato! Ho quasi vomitato. Mentre i miei genitali entravano in quella cosa, pensavo che qualcuno l’aveva già indossata. Ho chiamato il mio assistente costumista e gli ho detto 'Ma che cazzo? È di seconda mano?'. Lui mi fa: 'No fidati'. Beh, non mi fido più di lui".

    Mai più casi Mertens e Bernardeschi. La nuova linea Var rasserena i tecnici

    La Repubblica (M.Pinci) – Cento secondi per una Serie A senza errori. O quasi. Le conseguenze del Var sul campionato non sono solo l’ondata di polemiche delle settimane prima della sosta. Quello che dopo metà campionato è evidente, è la rivoluzione gentile della moviola in campo. Una nuova Serie A, con meno rigori e con tanti saluti alle proteste. Forse piace anche agli allenatori, se tutti hanno risposto presente (unici a mandare un delegato: Sarri, Di Francesco, Mazzarri e Zenga) e persino Inzaghi, ricordando di non amarla troppo, ammetteva che « si deve andare avanti così». Chi non vorrebbe un campionato con appena l’1% di errori? Su 1078 episodi visionati, 60 decisioni cambiate e appena 11 decisioni sbagliate. Senza tecnologia, sarebbero state 54. A correggere una decisione al monitor ci vuole sempre meno: 2 minuti e 35 secondi a inizio torneo, oggi bastano 100 secondi. Solo 40 invece per confermarla. E senza scalfire il tempo di gioco, visto che i recuperi sono aumentati di appena 10 secondi e il tempo effettivo di 40. in questa Serie A più giusta – anche Spalletti ha notato che « quando oggi guardi i campionati esteri sembra che lì manchi qualcosa… » – a convincere davvero gli allenatori sono gli effetti sulle loro squadre. Da quando sono “spiati”, i giocatori prendono meno cartellini gialli, calati di 175 in un anno, più o meno uno a partita. Che vorrebbe dire oltre 300 ammoniti in meno a fine campionato, con una valanga di giornate di squalifica risparmiate alle stelle del torneo. Ridotti del 21% i “rossi”, sono del tutto sparite le espulsioni per proteste: 5 lo scorso anno, nessuna oggi. Il perché lo hanno capito i tecnici quando la coppia Rosetti-Rizzoli – responsabile del progetto Var in Italia e designatore arbitrale –...

    Torino, maltrattamenti su bambini: arrestata maestra d'asilo

    Una maestra d'asilo di 59 anni è stata arrestata dai carabinieri di Susa, nel Torinese, con l'accusa di maltrattamenti sugli alunni. Le indagini, partite dopo la denuncia di un'operatrice scolastica, hanno accertato che l'insegnante in alcune circostanze ha offeso, strattonato e colpito alcuni bambini, senza comunque procurare loro lesioni.

    Stefano De Martino e Gilda Ambrosio, prima uscita pubblica da fidanzati a Milano

    L’ex marito di Belen e la fashion blogger non erano mai stati pizzicati assieme. Ma ora, ufficializzano così il loro amore Stefano De Martino e Gilda Ambrosio fanno davvero sul serio. E questo lo si sapeva. Ma ora, alla vigilia della partenza dell’ex marito di Belen Rodriguez per l’Isola dei Famosi (GUARDA), eccoli insieme per la prima volta in pubblico. Immagini che suonano da fidanzamento ufficiale… – FOTO | VIDEO

    Rinnovo subito e addio a giugno, De Vrij fa un 'favore' alla Lazio

    ROMA - Non ha firmato, ma lo farà. Stefan de Vrij alla fine ha optato per la scelta di cuore, evitando al club biancoceleste di perderlo a zero a fine stagione. A lui economicamente sarebbe convenuto, di società pronte a ricoprirlo d'oro e garantirgli stipendi molto più alti di quello che percepirà a Roma non mancavano di certo, ma l'olandese ha deciso di mostrare tutta la sua riconoscenza alla Lazio, che lo ha lanciato nel calcio che conta e gli ha permesso di crescere sia a livello umano che tecnico.  DE VRIJ HA SCELTO, RINNOVO DI UN ANNO E CLAUSOLA A 25- E così ha scelto di rinnovare il suo contratto, seppur di un solo anno (fino al 2019), in modo di consentire al club di Lotito di raccogliere almeno 25 milioni dalla sua probabile cessione la prossima estate. È questa infatti la cifra sulla quale le parti hanno raggiunto un accordo per stabilire la clausola rescissoria del difensore olandese, niente di insormontabile insomma per quei top club che avevano mostrato interesse per lui fiutando l'occasione del parametro zero. Così de Vrij quando partirà lo farà per approdare in un nuovo club che avrà voluto investire su di lui a prescindere dal contratto in scadenza. E in attesa si godrà la sua avventura con la maglia della Lazio con un nuovo contratto da top player per il club (percepirà 2,5 milioni a stagione nel prossimo anno e mezzo), senza...

    La baby gang di Montesanto: il manifesto su Facebook con pistole, coltelli e tirapugni

    Facciamo paura, QS», scrive. E’ il loro motto. E poi la sigla della zona di appartenenza: QS, cioè  Quartieri Spagnoli. Sul profilo del bambino foto del cugino latitante con dichiarazioni di fedeltà: “Mi manchi”.  Una foto con Cristina Donadio, il volto di Chanel di Gomorra e foto del bimbo che fuma sigarette e canne.  Tra i commenti emoticon di  pistole, bombe, coltelli.16 gennaio 2018 Seguici su Facebook per essere sempre aggiornato sulle ultime notizie dalla città e dalla regione

    Guarda Nick Cave, Sinéad O'Connor, Bono e Johnny Depp esibirsi in onore di Shane MacGowan dei Pogues – VIDEO / FOTO

    Ieri sera alla National Concert Hall di Dublino, diversi artisti si sono riuniti per onorare Shane MacGowan, cantante e autore della maggior parte delle canzoni dei Pogues, in occasione del suo sessantesimo compleanno. Durante la serata si sono esibiti numerose star della musica irlandese e non solo: Sinéad O'Connor, Bono, Nick Cave, Johnny Depp, Bobby Gillespie dei Primal Scream, Glen Hansard e molti altri.

    Australian Open, Djokovic e Wawrinka al secondo turno

    Novak Djokovic e Stan Wawrinka rientrano in modo vincente nel circuito dopo un'assenza lunga sei mesi superando il primo turno degli Open d'Australia. Il 30enne serbo ha agevolmente disposto dello statunitense Donald Young: 6-1 6-2 6-4 il punteggio in favore dell'ex n.1 del mondo, sceso al 14/o posto del ranking a causa del periodo di inattività per l'infortunio al gomito destro. Il 32enne svizzero, attualmente n.9 del ranking, ha lottato quattro set per avere la meglio del lituano Ricardas Berankis, piegato per 6-3 6-4 2-6 7-6(2). Sono serviti 4 set anche al belga David Goffin, n.7 del ranking, per imporsi sul qualificato tedesco Matthias Bachinger: 6-7 6-3 6-2 6-4. Fuori lo spagnolo Roberto Bautista Agut, 20/a testa di serie, eliminato dal connazionale Fernando Verdasco (6-1 7-5 7-5). Esce subito anche Milos Raonic: il canadese, 22esima testa di serie, ha perso 6-7 7-5 6-4 7-6 contro lo slovacco Lukas Lacko. © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Roma, venduta a 36 milioni la vecchia sede di Forza Italia in via dell'Umilità: diventerà un hotel extra-lusso

    A due passi dalla Fontana di Trevi, le stanze in cui un tempo si discuteva di politica diventeranno un rifugio extralusso per turisti e vacanzieri. Addio alla vecchia sede nazionale di Forza Italia in via dell'Umiltà, nel cuore di Roma. L'immobile - più di 6.500 metri quadri divisi su otto piani, di cui uno interrato - è stato acquistato da Antiorion Sgr per 36 milioni di euro. La  sede che ha ospitato la formazione "azzurra" del partito di Silvio Berlusconi (fu inaugurata il 15 dicembre 1993) era ormai chiusa da diversi anni, da quando cioè nel giugno del 2013 il partito trasferì il proprio quartiere generale a piazza San Lorenzo in Lucina, risparmiando sul contratto di locazione.

    Bella Hadid non sente il freddo di Milano, ecco cosa ha indossato per andare in pizzeria

    Un look da brividi. The post Bella Hadid non sente il freddo di Milano, ecco cosa ha indossato per andare in pizzeria appeared first on News Mtv Italia.

    Inter-Roma, il doppio ex. Prohaska: «Il pari non serve»

    Il Romanista (S.Pettoni) – È riuscito a entrare nella storia della Roma con una sola stagione passata all’ombra del Colosseo, facendo ricredere tutti coloro che avevano storto bocca e naso...

    Simone Biles: «Larry Nassar, il medico della Nazionale, ha abusato di me»

    Choc nel mondo della ginnastica statunitense: Simome Biles, quattro volte oro olimpico, ha denunciato di essere stata abusata dall'ex medico della nazionale americana.

    Al teatro Nino Manfredi di Ostia, un week end con Dracula, Frankenstein e altri mostri

    La compagnia  ?Un Teatro da Favola? sbarca al teatro Nino Manfredi di Ostia, con una nuova, esilarante commedia interattiva,  "La Famiglia Transylvania".

    Australian Open, esordio vincente per il re svizzero Federer

    Il campione in carica Roger Federer ha superato il primo turno dell'Australian Open, prima prova stagionale del Grande Slam in corso di svolgimento a Melbourne Park.

    Film di Spielberg taboo a Beirut perché il regista è pro-Israele

    Lucio Di Marzo Un trio da favola illumina il lato oscuro del giornalismoUn capolavoro da proiettare nelle scuole Il film-evento The Post è stato bandito prima ancora di arrivare nelle sale. Non ha fatto in tempo ad arrivare nei cinema il nuovo film di Steven Spielberg, che già sta causando un putiferio. Succede in Libano, dove le autorità hanno chiesto di fermare The Post, la pellicola con Tom Hanks e Meryl Streep che racconta di come i Pentagon Papers, carte segrete del governo americano sul Vietnam, finirono prima al New York Times e poi al Washington Post diretto all'epoca da Katharine Graham. La motivazione non è direttamente legata al film, ma piuttosto alle idee politiche del regista, considerato vicino a Israele. Una decisione con cui Beirut si allinea al boicotaggio da parte dei membri della Lega Araba, secondo quanto ha spegato Nabil Hanoun, il generale che fa da portavoce all'organo della censura, ma presa comunque da quello che è considerato uno dei più liberi tra gli Stati della regione. Spielberg, figlio primogenito di una famiglia ebrea, ha il suo nome in una "lista nera" di persone invise alla Lega araba, dopo avere donato un milione di dollari a Israele durante la guerra del 2006 contro Hezbollah, ma secondo lo stesso Washington Post i suoi film non avevano mai incontrato particolari problemi, se non per Le avventure di Tintin, le cui locandine non riportavano il suo nome.

    “Charlotte d’Inghilterra comanda il fratello George”: parola di regina Elisabetta

    Sua maestà la bisnonna si lascia andare a una rara rivelazione sui principini. E la secondogenita di Will e Kate si conferma una piccola boss Charlotte d’Inghilterra ha la stoffa della bisnonna. E proprio la regina Elisabetta rivela un aspetto inedito del suo caratterino: la secondogenita di Kate Middleton e William d’Inghilterra è una “boss”. E fa la comandina con il fratello grande George – FOTO | VIDEO

    Conte-Chelsea: ancora nubi a causa del mercato

    Un'altra sessione di mercato, e riaffiora puntuale la frustrazione di Antonio Conte per l'immobilismo del Chelsea. Nonostante le esplicite richieste avanzate dal tecnico italiano, e le puntuali rassicurazioni della dirigenza, finora allo Stamford Bridge è arrivato un solo rinforzo, il centrocampista Ross Barkley, peraltro infortunato. Nelle ultime ore, dopo che il Manchester City si è ritirato dalla corsa per Alexis Sánchez, il Chelsea ha intensificato i contatti con l'Arsenal. Senza però garanzie che alla fine l'attaccante cileno non sceglierà il Manchester United. Da qui il malumore di Conte, che già la scorsa estate aveva protestato apertamente per il mancato rafforzamento della squadra. Entro la fine di gennaio i Blues giocheranno altre otto partite, dopo averne disputate quattro nello spazio di 11 giorni a cavallo del nuovo anno. Un tour de force che ha spossato la squadra, incappata in una striscia di quattro pareggi consecutivi in tutte le competizioni. La priorità di Conte è un'alternativa per l'attacco, dove Alvaro Morata - dopo un inizio di stagione ricco di gol - sta incontrando più di una difficoltà. Se Michy Batshuayi non ha mai convinto il tecnico italiano, Andy Carroll (West Ham) e Christian Benteke (Crystal Palace) sono considerati due ripieghi, pieni di incognite. © RIPRODUZIONE RISERVATA

    WhatsApp rivoluziona i gruppi. ​Presto saranno meno stressanti

    Rachele Nenzi WhatsApp si aggiorna e con la nuova versione renderà la vita nelle chat di gruppo più tranquilla. Un gruppo per il lavoro, uno per gli amici, uno per la scuola o per i genitori degli alunni e chi ne ha più ne metta. Le chat di gruppo di WhatsApp sono una delle piaghe che affliggono tutti i possessori di smartphone. Ora la società dal 19 febbraio 2014 del gruppo Facebook Inc. sta pensando di risolvere questo cruccio. Le novità Secondo il sito WABetaInfo, con il prossimo aggiornamento dell'applicazione di messaggistica istantanea per smartphone creata nel 2009 i tanto odiati gruppi diventaranno meno rumorosi e invadenti. Basta notifiche a tutte le ore e centinaia di messaggi da leggere, con la nuova versione gli utenti avranno la possibilità di trovare e leggere solo i messaggi in cui si è stati menzionati, come riporta Ansa. La nuova funzionalità permetterà di evitare la lettura di tutta la conversazione, ma tramite un comando presente nella parte bassa a destra si potrà scovare il messaggio in cui si è stato menzionati senza perdere tempo a scorrere chissà quante righe di testo che probabilmente non interessano.

    Dua Lipa, cantante da record: donna più nominata di sempre ai Brit Awards

    Ha solo 23 anni ed è già un'artista da record. Lei è Dua Lipa, cantante e modella britannica di origini kosovare, che è appena entrata nella storia dei Brit Awards. Non solo è l'artista che ha ricevuto più nomination quest'anno, ma è anche la donna che ha ricevuto più candidature da sempre. Sono 5, infatti, i premi per cui è in lizza: Album Of The Year; British Single; British Artist Video; British Breakthrough; British Female. Dopo essere stata la prima cantante femminile, dopo Adele nel 2015, ad aver raggiunto la vetta delle classifiche inglesi con 'New Rules' ed essere stata inserita dalla rivista TIME tra i protagonisti di #NextGenerationLeaders2017 per il suo attivismo per il Kosovo e i diritti delle donne, Dua continua la sua ascesa come super star internazionale, tanto da essere la donna più ascoltata in UK nel 2017 su Spotify con oltre 2 miliardi di stream complessivi.

    Machach socializza coi compagni, ma c'è il Crotone che lo aspetta

    È arrivato da poche ore a Napoli ma già pare essersi ritagliato il suo spazio nel gruppo: non è stato difficile socializzare con i nuovi compagni per Zinedine Machach,...

    Miss Italia, a Roma il casting nazionale per la ?Miss 365?. Gli Actual in giuria con Alice Rachele Arlanch

    Saranno gli Actual, il duo comico tutto romano da milioni di follower per gli esilaranti video su Youtube, a decretare le 16 bellissime, più social che mai, che a fine mese, in una...

    Il Bologna riabbraccia Verdi: «Mai spinto perché andasse via»

    La fine della telenovela dell’inverno. Non sarà Simone verdi il prossimo acquisto del Napoli. A confermarlo è stato l’amministratore delegato del Bologna Claudio Fenucci ai microfoni di Sky Sport: «Avevo già detto che volevo mantenere l’ossatura della squadra, abbiamo ricevuto un’offerta importante del Napoli anche se le cifre circolare erano sbagliate. Ne abbiamo parlato anche con il giocatore, ma non si sono verificate tutte le condizioni e siamo felici di mantenere il ragazzo con noi. Noi non abbiamo fatto pressione sul giocatore affinché accettasse l’offerta del Napoli». © RIPRODUZIONE RISERVATA

    L'indiscrezione: "Dayane Mello è incinta"

    Anna Rossi Stando a quanto rivelato dal settimanale Novella 2000, Dayane Mello starebbe aspettando un figlio dal giovane compagno Carlo Gussalli Beretta. Dopo la breve parentesi con Stefano Bettarini finita l'Isola dei Famosi, Dayane Mello ha ritrovato il sorriso con Carlo Gussalli Beretta. La modella, 28 anni, e il rampollo della famosa dinastia di fabbricanti d'armi, 20 anni, vivono il loro amore alla luce del sole dal luglio scorso. Dayane Mello e Carlo Gussalli Beretta, infatti, non soffrono nel mostrarsi insieme in giro e per loro potrebbe essere in arrivo un lieto evento. Secondo quanto rivela in esclusiva il settimanale Novella 2000, la coppia sarebbe già in attesa di un bebè, il secondo per Dayane Mello. Al momento, però, l'indiscrezione non è stata confermata dai diretti interessati né dall'agente di lei, Paola Benegas, contattata da TgCom24. Quel che è certo, però, è che i due sono più uniti che mai. Secondo alcuni rumors, poi, Dayane e Carlo starebbero convivendo da qualche tempo a Desenzano del Garda, dove lei si sarebbe trasferita da Milano.

    Var, «nascosto» il video del fallo di Bernardeschi

    C'era l'audio di Mariani che parla con Doveri durante Crotone-Napoli e urla la sua convinzione: «Mertens ha il braccio troppo attaccato al corpo, non è rigore!».

    Halsey e G-Eazy che cantano insieme dal vivo “Him & I” sono la cosa più più aww che vedrai oggi

    Una bellissima coppia. The post Halsey e G-Eazy che cantano insieme dal vivo “Him & I” sono la cosa più più aww che vedrai oggi appeared first on News Mtv Italia.

    L’agente di Lafont a PR: “Non ho avuto contatti con la Roma e non ho parlato con Monchi”

    Pagine Romaniste (F.Biafora) – Tra i migliori prospetti del calcio europeo c’è sicuramente il nome di Alban Lafont. Il portiere, classe 1999, è il titolare fisso del Tolosa dal novembre 2015 e per la sua precocità (è il più giovane debuttante nella storia della Ligue 1) è stato definito da molti il “ Donnarumma francese“. L’estremo difensore nei mesi scorsi è stato accostato ad Arsenal e Watford, mentre è più recente un presunto interesse della Roma. La redazione di Pagine Romaniste ha contattato il suo agente, Stephane Courbis, che ha però smentito i contatti con Monchi. Queste le parole del procuratore: E’ vero l’interesse della Roma per Lafont? Per Lafont non ho avuto alcun contatto con la Roma.

    Si va alle urne: "Dalla vostra parte" diventa "Verso il voto"

    "Dalla vostra parte", la trasmissione di approfondimento di Rete 4 resta sulla notizia e in vista delle prossime elezioni (politiche e regionali) si trasforma in " Dalla vostra parte verso il voto". Dal lunedì al venerdì, dalle 20.30 alle 21.15, Maurizio Belpietro ospiterà in diretta i big della politica e i candidati premier per affrontare i temi della campagna elettorale. Al sabato Marcello Vinonuovo si concentrerà invece sulle storie della gente comune. In studio con Belpietro ci saranno giornalisti, direttori di giornali ed esperti vari che con lui intervisteranno gli ospiti politici sui temi caldi della campagna, cercando di andare a fondo a programmi e promesse elettorali.

    Elezioni Figc, De Laurentiis ha deciso: sta con Sibilia, candidato dei dilettanti

    Lotito è out. Anche se proverà a rientrare il 22 gennaio facendosi eleggere nel consiglio federale (servono 12 voti su 20). In corsa per la presidente della Federcalcio sono in tre: Sibilia, Tommasi e Gravina. Gravina, manager di lungo corso, amico dell’ ex presidente Giancarlo Abete e presidente della Lega di serie C parte dal 17% della sua Lega e pare sia il preferito dei grandi club (a partire da Juventus e il Torino di Urbano Cairo) e può trovare altri alleati sulla sua strada. De Laurentiis, invece, non sembra avere dubbi: voterà il 29 Gabriele Gravina, manager di lungo corso, amico dell’ ex presidente Giancarlo Abete e presidente della Lega di serie C parte dal 17% della sua Lega e pare sia il preferito dei grandi club (a partire da Juventus e il Torino di Urbano Cairo) e può trovare altri alleati sulla sua strada. De Laurentiis, invece, non sembra avere dubbi: voterà il 29 gennaio per Cosimo Sibilia, con cui nelle ultime ore ha anche già avuto uno scambio di pareri. Nei prossimi giorni potrebbe esserci anche un incontro tra il presidente dei Dilettanti e il patron del Napoli. De Laurentiis potrebbe portarsi dietro oltre il Genoa (Preziosi ha già detto che voterà Sibilia), la Sampdoria, il Chievo, l’ Udinese, l’ Atalanta e il Crotone. Anche l’ Avellino voterà per Sibilia mentre due campane di serie C (Juve Stabia e Paganese) sono per Gravina mentre la Casertana ha ancora qualche dubbio. Che ieri è stato tra i più attivi perché è alla ricerca di un’ alleanza con la componente dei calciatori e quella degli allenatori. Infatti ieri ha strizzato l’ occhio prima a Tommasi e poi a Ulivieri: «Con il presidente di calciatori c’ è un dialogo costante e continuo, non è un rapporto conflittuale, ci sono delle...

    NeroArgento: la versione #NoFilter di 'Heisenberg' lancia il nuovo album - VIDEO

    Alessio Ferrero, in arte NeroArgento, cantante, polistrumentista e produttore musicale, ha deciso di regalare a Rockol una versione #NoFilter del brano "Heisenberg", estratto dal suo nuovo album "One Against All", uscito pochi mesi fa in tutto il mondo. In esclusiva assoluta, NeroArgento si è seduto ai piedi del divano di casa sua e ha cantato per Rockol una versione inedita di "Heisenberg".

    Napoli a caccia di un attaccante: come cambia la strategia di ADL

    Giuntoli aveva cominciato a capire tutto già da domenica, dopo il rientro dalla vacanze a Dubai e dopo lo strano silenzio del suo agente Orgnoni. Il ds aveva compreso che aveva puntato sul cavallo sbagliato. Perché quel silenzio col passare delle ore non poteva essere altro che un rifiuto. Ieri sera lo ha compreso anche De Laurentiis che la telenovela Simone Verdi si stava trasformando in un vero giallo. De Laurentiis a un certo punto ha provato a fare pressione anche col suo veccho ds, Bigon, ora al Bologna. Ma il dirigente veneto ha allargato le braccia: se Verdi non vuole, noi non possiamo costringerlo. Era un affare per il Bologna, 20 milioni di euro, ma in realtà sarebbe stato anche un guaio l'addio dell'attaccante, anche perché la piazza ribolliva per la rabbia.

    La Scelta, l'"Alieno" è un ritorno all'infanzia e alla fantasia

    Si intitola " Alieno" il nuovo singolo de La Scelta estratto dall’album "Colore alieno", disponibile dal 10 novembre 2017. Nel mondo l'alieno è ciò che ci spaventa perché lo si avverte come negazione di noi stessi. Il videoclip, che Tgcom24 vi presenta in anteprima, è un ritorno a un'infanzia nella quale l'alieno è un mistero emozionante che si indaga con meraviglia e fantasia. La band romana è composta da Mattia Del Forno (voce, piano, synth), Francesco Caprara (batteria percussioni), Emiliano Mangia (chitarre) e Marco Pistone (basso). Dal 2014 hanno una collaborazione consolidata con Ron: il brano “Sing In The Rain”, con cui l’artista partecipa al Festival di Sanremo di quell’anno, è firmato da Mattia Del Forno, così come altre quattro tracce presenti nel disco del cantautore “Un Abbraccio Unico”. Seguirà un tour estivo durante il quale La Scelta partecipa come ospite all’interno dello spettacolo. A febbraio 2015 inizia un lunghissimo tour che vede La Scelta e Ron insieme sul palco per otto mesi di concerti in tutta Italia.

    Fantasmi in casa? Helen Mirren abbandona la masseria

    Finestre chiuse da tanto tempo nella cinquecentesca masseria Matine di Tiggiano di Helen Mirren. E' avvolta nel mistero l’improvvisa “fuga” dell’attrice, che fino a poco tempo fa diceva di voler trascorrere il suo tempo libero proprio in quell'antica dimora. Nel paese si vocifera che si sia talmente suggestionata durante le riprese del suo ultimo film thriller sovrannaturale "La Vedova Wincherster" da convincersi che anche nella sua tenuta accadeva qualcosa di “strano”. Rumori sospetti, oggetti spostati e improvvisi e inspiegabili black-out. L'attrice inglese premio Oscar non si sarebbe più sentita a sua agio nella splendida dimora della sua amata Puglia dove aveva deciso di vivere nei periodi in cui non sarebbe stata impegnata sui set di tutto il mondo. Aveva deciso di acquistare questa fattoria circondata da terreni, ristrutturarne gli edifici e ripulirne i campi.

    Ilenia Pastorelli: dal gf ai film. 5 motivi per amarla alla "follia"!

    Dal GF al grande schermo mantenendo la sua personalità: ecco perché Ilenia Pastorelli ci ha conquistato tutti. Ilenia Pastorelli ha due caratteristiche che ci spingono ad apprezzarla: è una persona semplice, è brava. Una bella donna che ha scavallato i 30 in perfetta forma, come si confà ad una star del cinema, probabilemnte anche grazie alla disciplina che tanti anni di danza classica le hanno insegnato.. Sì, perché lei è una vera e propria star con tanto di riconoscimenti: nel 2016 ha vinto il David di Donatello come migliore attrice protagonista con il suo film d'esordio " Lo chiamavano Jeeg Robot". Era il suo primo film, e ha vinto. La cosa che più ci piace di Ilenia pastorelli e che riusciamo ad immaginarla nella vita di tutti i giorni, perché quando appare pubblicamente ci sembra molto naturale. Non avremmo di certo bisogno di questa app con lei :

    Bitcoin segna nuovo scivolone e finisce sotto i 12mila dollari

    Nuovo scivolone del Bitcoin, improvvisamente finito sotto quota 12mila dollari portandosi ai valori più bassi da oltre un mese e mezzo a questa parte. La cosiddetta cripotovaluta ha segnato un minimo a 11.182 dollari, mostrando una ripresa della accentuata volatilità che la caratterizza. Lo scorso dicembre il Bitcoin aveva registrato una riaccelerazione dopo una protratta fase di rialzi, fino a superare quota 19mila dollari. Da allora ha segnato ripetute e pesanti correzioni ribassiste, pur mantenendo quotazione ben superiori a quelle dei mesi precedenti. Basti ricordare che a settembre si attestava al di sotto dei 5.000 dollari e un anno fa, a gennaio 2017, sotto i 1.000 dollari.

    Vaccini, perché gli operatori sanitari dovrebbero essere i primi a farli

    Dopo la reintroduzione dell'obbligo vaccinale per i bambini che frequentano nidi, materne e scuole dell'obbligo, adesso lo sguardo di alcune Regioni è...

    Le sagre più buone per il prossimo fine settimana

    I sapori più tipici dell' inverno danno appuntamento ai foodies e agli enoturisti in molte località d'Italia nel fine settimana 19-21 gennaio. Ecco una piccola selezione della sagre più interessanti, tutta dedicata a i prodotti del territorio e ai sapori della tradizione, alla scoperta di tradizioni e di borghi gioiello tutti da scoprire. I CANUNSEI DE SANT’ANTONE - Castelcovati (Brescia) - Specialità gastronomiche, riti e tradizioni in primo piano in questa bella sagra in calendario fino a domenica 21 gennaio per onorare Sant’Antonio Abate. Come spesso accade nelle tradizioni contadini, la festa è l’occasione per riunirsi intorno alla buona tavola, in particolare per celebrare i casoncelli, i deliziosi ravioli locali. Oltre ai riti religiosi e ai piaceri della tavola la festa propone tornei a squadre per i ragazzi, saggi di danza , mostre fotografiche, letture di storie per i bambini e tombolate. www.comune.castelcovati.bs.it .

    Project Linda è il concept Razer più premiato a CES 2018

    Project Linda, il prototipo di ibrido telefono/laptop Android di Razer si è aggiudicato 20 riconoscimenti “Best of CES”, battendo i precedenti record dell’azienda ottenuti con concept quali Project Valerie (2016), Project Ariana (2016), Project Fiona (2012) e Razer SwitchBlade (2011).   Project Linda è un laptop ultraportatile alimentato dal Razer Phone che, operando dalla dock sorgente di alimentazione, offre la […] Project Linda è il concept Razer più premiato a CES 2018 I Love Videogames – Notizie sui giochi per PC, Console e Mobile.

    Detroit 2018, Marchionne: “Non ci servono partner. Nuovi suv per Alfa Romeo e Maserati”

    “Siamo indipendenti e non abbiamo bisogno di partner. Stiamo sviluppando sia i marchi che le singole regioni da soli, dunque non serve più nessuno. Neanche i cinesi, con cui non esistono trattative e a cui non darò nulla (nei mesi scorsi erano circolate voci di un interessamento della Great Wall per Jeep, ndr)”. Il vento […] L'articolo Detroit 2018, Marchionne: “Non ci servono partner. Nuovi suv per Alfa Romeo e Maserati” proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Panzerotti Bites, lo street food pugliese alla conquista di New York

    La ricetta è quella classica della tradizione pugliese, la formula quella ormai insuperabile dello street food. Storia della coppia barese che ha esportato il panzerotto oltreoceano, spopolando nella Grande Mela. La novità Venti posti a sedere, tre tavoli, un divano e qualche poltrona nel piccolo locale di Smith Street a Brooklyn, New York, un'insegna di apertura recente che ha già cominciato a conquistare cuore e palato degli americani. È il gusto autentico della cucina pugliese, fatta di sapori antichi e rispetto delle stagioni, a incuriosire la stampa statunitense e non solo. In particolare, è il panzerotto, uno dei cibi di strada più celebri della tradizione meridionale, il protagonista assoluto di questo locale, nella versione classica ma anche nelle varianti più originali e creative. La storia dietro questa nuova apertura è quella che accomuna gran parte degli italiani che hanno scelto di creare una propria realtà all'estero: il sogno, i dubbi, il calcolo dei rischi, l'azzardo, l'avventura. E, fortunatamente, come spesso accade, il meritato successo. Gli ideatori È la storia di Vittoria Lattanzio e Pasquale De Ruvo, coppia nel lavoro e nella vita che ha scelto di scommettere sulla specialità fritta per portare nella Grande Mela la cultura del mangiare di strada pugliese. Un percorso già battuto da altri giovani imprenditori, come Gianni Perillo, amante della tavola originaria di Altamura che, dopo essersi ritrovato senza lavoro, ha scelto di re-inventarsi una vita trasferendosi nella capitale britannica e aprendo il suo Panzerotto Blues all'interno del mercato di Greenwich. Laurea in lingue straniere lei, barista professionista lui, Vittoria e Pasquale hanno deciso, dopo tanto duro lavoro non ripagato, di lasciare la Puglia e mettersi in viaggio, tentando la fortuna a New York. Il locale Analisi del mercato, costi, opportunità, rischi: grazie all'aiuto di alcuni parenti di Vittoria da tempo residenti negli States, la coppia ha potuto usufruire di un percorso di accompagnamento e startup imprenditoriale che li ha aiutati ad aprire i battenti poco più di due settimane fa. Ma cosa si mangia da Panzerotti Bites? Fagottini di pasta lievitata dalle farce più disparate, dalla tradizionale pomodoro e mozzarella al pesce, dalla ricotta ai funghi, senza dimenticare la versione dolce con le creme spalmabili, il caffè e il cocco. “Il panzerotto è uno dei pochi prodotti culinari che mancava in un quartiere così ricco di specialità come Brooklyn”, spiegano Vittoria e Pasquale. “L'idea ci è sembrata rivoluzionaria”. E in effetti, nonostante l'alta affluenza di ristoranti, bistrot, caffetterie, pasticcerie, gelaterie e format di tutti i tipi all'italiana, il quartiere non è rimasto indifferente a questa novità tricolore, che ha da subito destato l'interesse degli addetti ai lavori, a cominciare da Jennifer Gould Keil del New York Post, che ha dedicato un intero trafiletto al panzerotto sulla sua rubrica “Side Dish”. La tradizione del panzerotto Le materie prime sono tutte italiane, perlopiù pugliesi, e vengono lavorate nella cucina a vista, in modo che tutti i clienti possano seguire la preparazione meticolosa di ogni fagotto. Obiettivo della coppia, infatti, è quello di far conoscere agli americani l'antica tradizione del panzerotto, dalla scelta degli ingredienti alla preparazione dell'impasto, dalla cottura fino alla consumazione. Nel locale il pubblico può leggere persino il modo migliore per mangiare questa specialità: “How to eat panzerotto” è un vademecum per i più golosi in cui sono indicate tutte le modalità per gustare al meglio la prelibatezza made in Puglia. Nel primo minuto, per esempio, “bisogna solo sentire il profumo”, mentre dopo due minuti, è tempo del primo morso, “sporgendosi in avanti di 15 gradi”. La consumazione a tutti gli effetti comincia dal quarto minuto, “chinandosi in avanti di 45 gradi per evitare di scottarsi”. Abolite, ovviamente, le posate: non è street food se non si sporcano le mani. Panzerotti Bites – New York – Smith Street, 235 - +1 347 7200269 - www.facebook.com/PanzerottiBitesBrooklyn/ a cura di Michela Becchi.

    Lucie Koldova: pensiero positivo

    «La mia è una light house», esordisce Lucie Koldova, designer con base a Praga invitata dalla fiera Imm di Colonia a progettare Das Haus: ... L'articolo Lucie Koldova: pensiero positivo sembra essere il primo su Living.

    Prada fa sfilare Ronan & Erwan Bouroullec, Konstantin Grcic, Herzog & de Meuron e Rem Koolhaas

    Konstantin Grcic si è ispirato al gilet di Joseph Beuys per disegnare un grembiule funzionale e altri due pezzi multitasche, capaci di contenere oggetti diversi mentre diventano parte integrante del corpo. Herzog & de Meuron hanno realizzato una t-shirt, una camicia e un cappotto, da portare sovrapposti, con un decoro volutamente poco visibile (un’essenzialità costante in tutta la sfilata). L’ispirazione deriva dalla nostra società sotto costante controllo: per questo all’interno del cappotto sono stampate immagini di persone spiate dall’alto, mentre sulla maglietta e la camicia le stampe sono delle parole – a evidenziare la forza di questo strumento un po’ smarrito. La cartelletta portadisegni di Ronan & Erwan Bouroullec è definita un “contenitore di idee”, dotato di tasche funzionali e in diverse misure (fino al piccolo portadocumenti). Da ultimo lo zaino da portare sul torace di Rem Koolhaas è un volume rigido, con bretelle che si incrociano sulla schiena e fodera bianca (anche il lettering è progettato da OMA).

    Usa, deputato presenta progetto di legge contro Huawei e Zte: «La Cina ci spia attraverso di loro»

    Un progetto di legge presentato da un deputato statunitense, se approvato, vieterebbe alle agenzie governative di acquistare dispositivi e servizi di telecomunicazione di due aziende cinesi, in...

    In Danimarca arriva la "casa biologica" costruita con gli scarti agricoli

    In Danimarca è stata costruita la prima casa fatta interamente di scarti agricoli. Soprannominata la "casa biologica", si tratta di un edificio modulare ed ecocompatibile, con una bassa impronta di carbonio, che può essere smontato e spostato. L'abitazione, che sorge nella cittadina di Middelfart, è realizzata con erba, paglia, gambi di pomodoro e trucioli di legno. L'obiettivo è quello di promuovere la salvaguardia del pianeta attraverso la bioedilizia e la bioarchitettura.