Mdp chiude la porta in faccia al Pd: "Non trattiamo, tempo scaduto"

Raffaello Binelli Dopo il vertice tra i rappresentanti di Mdp, Sinistra italiana e Pd, svoltosi a Montecitorio, sfuma l'ipotesi di un accordo politico prima delle elezioni. Niente da fare, la sinistra resta divisa. "Non abbiamo dato disponibilità ad una trattativa", ha detto Maria Cecilia Guerra, capogruppo di Mdp al Senato, al termine dell’incontro con il Pd che si è svolto a Montecitorio. "Il tempo è scaduto. Non c’è margine per un’intesa. Siamo fuori tempo massimo. Faremo una lista unitaria con Mdp-Si-Possibile", hanno spiegato i capigruppo di Sinistra Italiana e Articolo1-Mdp Giulio Marcon e Guerra lasciando l’incontro con il Pd. "Pietro Grasso sarà il nostro leader", ha detto la Marcon. "A me verrebbe una battuta: c'è la mucca nel corridoio ma qualcuno dice che bisogna vedersi dopo il voto". Il vicesegretario del Pd, Maurizio Martina, usa una battuta in stile Bersani. "Secondo me è un errore - prosegue - e sinceramente penso che di fronte alla disponibilità concreta che abbiamo dimostrato anche oggi con questo confronto, si è risposto con un muro. Noi continuiamo a lavorare per un centrosinistra aperto, plurale, largo, competitivo con destra e M5S". "Sono rammaricato per la volontà espressa di non proseguire il confronto nonostante la validità delle proposte", ha detto Piero Fassino lasciando l’incontro con la delegazione di Mdp. "La rottura non si è consumata oggi - scrive sul suo blog Pippo Civati, deputato e segretario di Possibile - ma nel corso di una lunga legislatura, tra presunte riforme del lavoro e della scuola, leggi di riforma costituzionale bocciate dagli elettori, sistemi elettorali offensivi nei modi e nella sostanza, scelte economiche di sapore squisitamente elettorale, politiche ambientali timide o addirittura fossili, innalzamento della soglia del contante, regali fiscali ai più benestanti, Verdini e Nazareni che hanno fatto risorgere la destra. Non si è consumata ora quella rottura - conclude Civati - ma nel voto degli italiani, nella forte disillusione e nel continuo attaccare la sinistra, che è stata la cifra di tutta la retorica politica di Renzi, di cui il suo ultimo libro è una limpida testimonianza. Una legislatura contro i cittadini e contro la sinistra. Questa è la rottura".

Delfini, il corteggiamento quasi umano dei mammiferi: regali e serenate

Un corteggiamento quasi umano. Un nuovo studio australiano, dopo 10 anni di osservazioni, rivela sorprendenti rituali di una specie locale di delfini, che per conquistare le femmine offrono regali: non mazzi di fiori ma grandi e variopinte spugne marine divelte dal fondo marino. Sono anche stati visti, e filmati, a ‘lanciare’ col muso la spugna […] L'articolo Delfini, il corteggiamento quasi umano dei mammiferi: regali e serenate proviene da Il Fatto Quotidiano.

Uefa, "Squadra dell'anno": in corsa Buffon, Bonucci e Chiellini

ROMA - Buffon, Bonucci e Chiellini sono gli italiani in lizza per un posto nella "Squadra dell'Anno" che verrà votata dagli utenti di Uefa.com per il 2017. Sono in tutto 50 i calciatori candidati per essere inseriti nella top undici dell'anno (5 portieri, 15 difensori, 15 centrocampisti e 15 attaccanti) e tra questi, oltre ai tre azzurri, troviamo anche Alex Sandro, Dybala, Pjanic e Mertens. PROCLAMAZIONE L'11 GENNAIO - Le votazioni si protrarranno sino al 9 gennaio e la formazione vincitrice verrà invece proclamata due giorni dopo. Il Real Madrid ha in lizza ben 11 candidati, tra cui Cristiano Ronaldo, che fa parte dell'elenco per la 14esima volta (un record). Come detto, sono cinque i calciatori della Juve (a cui bisognerebbe aggiungere Dani Alves e Bonucci, in bianconero per metà 2017) mentre quattro sono i giocatori provenienti dal Manchester United che ha vinto l'Europa League.

Flaherty sotto le coperte, dopo l'armadio Mai Dire GFVip svela un altro retroscena hot Video

Una capanna costruita con le lenzuola e le ginocchia consentirebbe di soddisfare alcuni bisogni fisiologici. Dopo il presunto sesso orale nell'armadio e i baci rubati sotto le tende, al Grande Fratello Vip è tempo di autoerotismo. Ed è il M ai Dire Grande Fratello a svelare il retroscena hot. Lorenzo "Mano Calda" #22novembre #GFVip #MaiDireGFVip ➡ https://t.co/rG88biHS0r pic.twitter.com/ORzrubTXOR — Mai Dire GFVIP (@maidireofficial) 22 novembre 2017   Protagonista è Lorenzo Flaherty beccato con le luci infrarossi della camera da letto, ma sembra che l'abitudine sia diffusa. L'attore sotto le coperte avrebbe sfogato i suoi istinti. In bagno non sempre è possibile e quindi si procede con ginocchia alte, lenzuolo teso e "manina calda", come dicono i Gialappi. Nel filmato si vede Luca Onestini avvicinarsi e capire le intenzioni da "bomber".

Grande Fratello Vip, Cecilia: “Per Ignazio ho perso la testa”

Scoop a Mattino Cinque. Secondo quanto rivelato da Valerio Palmieri, giornalista ospite della trasmissione, durante le registrazioni di “Casa Signorini”Cecilia Rodriguez ha ammesso in un fuori onda, proprio al direttore di “Chi" , che avrebbe proprio perso la testa per Ignazio. La rivelazione inaspettata di Palmieri lascia il pubblico e gli ospiti a bocca aperta: “Alfonso in un fuori onda durante la registrazione della puntata di Casa Signorini è riuscito a farsi spiegare da Cecilia cosa prova in realtà per Ignazio Moser. Lei avrebbe detto che per il bel ciclista avrebbe preso proprio una botta in testa e che la sua scelta non è dovuta alla voglia di scrollarsi di dosso il suo ex Francesco Monte”. Intanto la vita di Ignazio nella casa continua senza la sua Cecilia, e a quanto si vede non sembra soffrire troppo la mancanza della Rodriguez. Sempre secondo il giornalista Valerio Palmieri ci sarebbe anche un altro scenario: “Cecilia e Monte potrebbero rivedersi presto per chiarire, e chissà se la storia con Ignazio durerà fino al panettone”. In studio invece il parterre di Mattino Cinque si divide tra chi sostiene la coppia e chi dice che invece scoppierà presto.

Stadio della Roma, Marroni: “Un progetto nato male, su aree inadeguate ambientalmente e che rischia di finire peggio”

“ Il nuovo progetto del presunto Stadio della Roma è incompatibile con la necessaria previsione di un adeguato sistema di mobilità.  Premesso che il Ponte dei Congressi e’ un’opera pubblica strategica per la città, finanziata dal CIPE, con funzione totalmente diversa da quella di servizio del futuro Stadio, sarebbe una cosa assurda, anzi una beffa se un’opera pubblica, pagata da fondi pubblici, fosse ‘dirottata’ al servizio di lottizzazioni private. Non prevedendo peraltro ulteriori infrastrutture per la mobilita’ a carico dei costruttori che verrebbero quindi favoriti, alleggerendo gli oneri a loro carico, e con seria complicazione della mobilita’, in un tratto urbano già pesantemente colpito dal traffico quotidiano. Un progetto nato male, peraltro su aree inadeguate ambientalmente e che rischia di finire peggio. Spero che la Regione Lazio faccia rispettare le previsioni del Piano Regolatore di Roma” . Lo dichiara in una nota il deputato PD Umberto Marroni, membro della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati. Ansa

Lodi, progettava attentato terroristico: arrestato un 15enne

Marianna Di Piazza "Voglio mettere una bomba su un treno o su un pullman. O alla stazione di Lodi dove non ci sono controlli" Progettava un attentato terroristico con un drone. Un 15enne, residente nel lodigiano, è stato arrestato con l'accusa di terrorismo internazionale. "Voglio mettere una bomba su un treno o su un pullman. O alla stazione di Lodi dove non ci sono controlli". Il ragazzo, conosciuto come Momo al Italy, faceva parte degli adepti di Lone Mujahid, il sedicente lupo solitario del califfato che da gennaio fa proseliti su Telegram. A lui il giovane ha detto di non avere paura"della polizia o dei miscredenti". Momo, secondo quanto riporta Repubblica, si proponeva infatti al suo referente per un attacco terroristico, progettava di usare un drone e si informava su come utilizzarlo. "Come si fa a preparare una bomba con un drone?", scriveva sulla chat a Mujahid. Chiedeva informazioni sugli attentati precedenti, come quello di Parsons Green a Londra, e si dimostrava forte sostenitore del califfato. La famiglia "Sono arrivato nel 1992 a Catania da Khenifra, il mio paese, e siamo rimasti in Sicilia 14 anni. Momo e il secondo filgio sono nati lì. Poi mio cognato mi ha trovato una casa e un posto da magazziniere qui al Nord", ha raccontato il padre di Momo. "Mai m'è sembrato insofferente all'Italia o ai cristiani". Quando la polizia lo ha arrestato, Momo ha dichiarato di essere solo "curioso", ma secondo gli inquirenti le chat intercettate dalla Digos sono troppo esplicite. Un chat sempre più fitta dove riceveva link a video di esecuzioni, tutorial di addestramento e canti di guerra dell'Isis. Le reazioni politiche "Questa vicenda conferma che arresti ed espulsioni di soggetti radicalizzati non servono se non estirpa alla radice il male del fondamentalismo", ha dichiarato Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda. "In Italia c'è necessità di leggi rigide, per il contrasto e la prevenzione della jihad, perché per bloccare i jihadisti occorre fare terra bruciata ai loro finanziatori, ai cattivi maestri, agli imam predicatori di odio".

"Nut Job - Tutto molto divertente", Spocchia e Buddy contro il luna park

Il gruppo di roditori capitanato da Spocchia e dal topo muto Buddy è minacciato dal progetto del sindaco di trasformare il loro parco in un luna park. I due guideranno la rivolta degli animali al ritmo di "andiamo a comandare" e Spocchia troverà anche l’amore con la scoiattolina Andie. " Nut Job - Tutto molto divertente" arriva al cinema da giovedì 23 novembre, Tgcom24 offre una clip esclusiva. Tutto inizia con lo scoiattolo Spocchia (con la voce di Will Arnett), il suo amico Carlino Sottiletta (Maya Rudolph) e il suo migliore amico Buddy, il topo che vive nel negozio di noccioline recentemente chiuso. Il cibo è abbondante e la vita è tranquilla... Fino a quando il negozio di noccioline esplode a causa di uno strano incidente! Dopo che la ricerca di cibo in città era andata male, Spocchia torna a Liberty Park. Andie (che ha la voce di Katherine Heigl) è felice che tutti gli animali vivano insieme nel parco, così come dovrebbe essere in natura.

Squadra dell'anno 2017: c'è anche Mertens tra i candidati Uefa

Leo Messi, Neymar, Cristiano Ronaldo. Si, ma anche Dries Mertens. Il belga del Napoli è stato infatti inserito dall'UEFA tra i candidati alla «Squadra dell'anno 2017», per premiare i migliori calciatori dell'ultimo anno in giro per il continente. Vista l'esplosione dell'ultimo anno, con 34 gol e 15 assist raggiunti, e gli ottimi risultati già conseguiti in questi primi mesi della stagione (già 13 gol e 9 assist nelle prime venti partite giocate), Dries si è fatto spazio tra i migliori d'Europa ed ora i tifosi azzurri potranno sceglierlo al pari dei grandi campioni. La punta belga è l'unico rappresentante di un Napoli che lo scorso anno ha saputo farsi notare fino alle sfide con il Real Madrid di Zidane. Ma l'Italia è ben rappresentata: oltre a Gigi Buffon tra i pali, anche Chiellini, Alex Sandro e Bonucci figurano tra i difensori, con Pjanic tra i centrocampisti, risultato di quanto fatto vedere nella scorsa stagione da una Juventus capace di arrivare fino in finale e di arrendersi solo all'onda d'urto di Cristiano Ronaldo e delle merengues.

"Io, vittima di stalking quando da adolescente, ho raccontato il mio inferno nella tesi di laurea"

Silvia Palmerini era un'adolescente come tutte le altre: gli amici, la scuola, la parrocchia. Un giorno, però, la sua vita è stata stravolta del tutto. Un ragazzo ha iniziato a perseguitarla, giorno e notte: messaggi, telefonate, appostamenti sotto casa. Silvia aveva paura di uscire, di andare a scuola. Per sfuggire a quest'incubo - scrive Il Corriere del Veneto - è stata costretta anche a lasciare il suo paese, Thiene, in provincia di Vicenza. A Bologna, dove ha studiato e si è laureata, è riuscita a superare l'inferno dello stalking ma ha sentito la necessità di raccontare questa storia nella sua tesi di laurea. Paura di uscire di casa, di andare a scuola, di camminare per strada. Tre denunce, un'intimazione del tribunale, l'intervento della famiglia e dei carabinieri non sono riusciti a tenere lontano quel ragazzo che la molestava giorno e notte. Silvia è stata costretta a sparire, è andata a Bologna a vivere dai nonni e a frequentare l'Università. Oggi Silvia ha 22 anni e, il 14 novembre 2017, si è laureata in comunicazione sociale. Ha presentato alla commissione di laurea un lavoro che prendeva spunto proprio dalla sua storia. Per aiutare le altre ragazze che hanno vissuto il suo stesso incubo, ma anche per fare in modo che le vittime di stalking siano sempre di meno, ha deciso di raccontare a tutti quello che è stata costretta a subire quando era solo un'adolescente. Davanti alla commissione ha parlato di stalking e ha presentato un lavoro che è una riflessione sulla cultura maschile della prevaricazione, con un'analisi semiotica che ha analizzato stereotipi e atteggiamenti sessisti nella pubblicità, attraverso la campagna per la parità di genere «Punto su di te». Ci tiene a raccontarlo Silvia, proprio in vista del 25 novembre, la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Esce allo scoperto, testimonia con il suo volto e la sua storia la forza di ribellarsi, combattere, spezzare la catena di violenza. Per combattere fenomeni come lo stalking, secondo Silvia è fondamentale abbattere gli stereotipi di genere ed educare gli adolescenti al rispetto e alla parità: Quello che Silvia ha deciso di fare è dedicarsi a combattere la violenza contro le donne. Vuole andare in scuole e parrocchie (ha già iniziato a farlo) a testimoniare a bambini e ragazzi quello che è accaduto a lei. Educarli alla parità e al rispetto, a riconoscere stereotipi, sessismo e violenza. "Perché è da lì che nasce tutto. Da lì ha origine anche ciò che ho subito io".

Gigi D'Alessio choc: "Con Anna non ci siamo mai lasciati"

Dopo mesi dall'annuncio di una crisi di coppia con Anna Tatangelo, il cantante conferma che i due non si sono mai lasciati. Una rivelazione davvero clamorosa che ha riacceso la speranza, in numerosi fan, di un ritorno imminente della coppia Leggi qui l'articolo

Basket, Italia; Luca Vitali: ''Io nuovo leader? Sono pronto''

Incoronato da coach Sacchetti come uomo chiave della nuova Italia che venerdì affronterà la Romania nel primo impegno delle qualificazioni mondiali,...

Napoli, Hamsik crede nella qualificazione agli ottavi di Champions: "Pensiamo a battere il Feyenord. Il City? Può vincere contro lo Shakhtar"

“Siamo felici di aver battuto lo Shakhtar Donetsk. Solo la vittoria ci avrebbe dato la possibilità di qualificarci agli ottavi di Champions League e siamo soddisfatti”. Marek Hamsik ha commentato così il 3-0 agli ucraini che ha riacceso la speranza di passare il turno. “Nel primo tempo non abbiamo creato molto, lo Shakhtar era molto organizzato. Nella ripresa siamo stati capaci di aumentare il ritmo e dopo la rete di Insigne, la partita è cambiata. Abbiamo giocando meglio con tante occasioni”.

Natale: 8 consigli in GIF per sopravvivere all’ansia da feste

Se ti diciamo che manca più o meno un mese a Natale, la tua reazione è questa? Niente paura: con un pizzico di organizzazione, riuscirai a sopravvivere al nuovo giro di cene in famiglia, carole che ti si appiccicano in mente, regali poco apprezzati, raduni tra cugini e spese matte per i doni. Ecco la guida - rigorosamente in gif - per prepararti al Natale 2017!

Milan, Montella: «Noi dobbiamo pensare solo al campo. Possiamo mettere al sicuro la qualificazione»

Il Milan spera di staccare pass per i sedicesimi nella sfida di domani sera contro l'Austria Vienna: "Se raggiungiamo questo obiettivo, potremo pensare al campionato",...

Papa Francesco: «La messa non è uno spettacolo, basta selfie e chiacchiere»

Città del Vaticano Il Papa dei selfie si è stancato di vedere sempre più fedeli a messa estrarre il cellulare per fare click e postare una foto sul facebook.

Madonna all'asta: in vendita online scatti inediti in cui ballava nuda a 18 anni

È una Madonna giovanissima e nuda quella che compare in un centinaio di scatti inediti pubblicati sul sito gottahaverockandroll.com. Capelli neri cortissimi, la popstar italoamericana si mostra senza veli, durante una lezione di danza, nella bellezza selvaggia dei suoi diciotto anni, una bellezza che, d’ora in poi, chi vorrà ammirare quotidianamente dovrà pagare a caro prezzo. Le foto dell’interprete di Frozen, realizzate nel 1977 da Cecil Taylor nel periodo in cui la futura Material Girl studiava all’ Art Worlds Institute of Creative Arts di Ann Arbor, nel Michigan, saranno infatti battute all’asta prossimamente con valutazioni di partenza che vanno dalle 800 alle 1200 sterline.

Youth League, Atletico Madrid-Roma: le probabili formazioni. Cappa, Celar e Antonucci davanti

Pagine Romaniste (dalla Ciudad Deportiva Cerro del Espino F.Biafora – Cronaca Y.Oggiano) – La Roma Primavera vuole mettersi alle spalle il prima possibile il l’ennesimo k.o.

"Ragazza", ma è un transgender: professore sospeso

Francesco Boezi Un professore chiama "ragazza" un transgender. Sospeso da una scuola brittanica, adesso starebbe rischiando il posto di lavoro. Un professore britannico starebbe rischiando il posto di lavoro per aver chiamato "ragazza" uno studente transgender. L'insegnante - intanto - è stato sospeso dalla scuola. Due, in realtà, le versioni sul caso. Secondo Il Messaggero, questo professore di matematica avrebbe detto rivolgendosi direttamente all'adolescente "Ben fatto, ragazza". Il settimanale cattolico Tempi - invece -riporta che Joshua Sutcliffe, insegnante ventisettenne presso la Cherwell School, avrebbe detto: "Ben fatto, ragazze!" ad un gruppo all'interno del quale era presente anche uno studente transgender. Qualunque sia la versione corretta dei fatti, la sostanza non cambia: Sutcliffe, per aver sbagliato genere, sarà sottoposto ad un procedimento disciplinare per "cattiva condotta". La fattispecie per cui è accusato è genericamente denominata: "misgendering". Essenzialmente "sbagliare genere". La madre del transgender in questione - infatti - ha presentato un richiamo scritto per l'accadimento e sei mesi dopo l'evento Sutcliffe è stato sospeso. L'accusa è relativa al fatto che - non avendo chiamato lo studente per nome o col pronome corretto - il professore avrebbe violato le politiche sull'uguaglianza. Il professore si sarebbe scusato immediatamente dopo l'accaduto, sostenendo che il tutto era stato frutto di un mero "incidente". L'insegnante - tra l'altro - ha dichiarato di essere sempre stato attento ad utilizzare il giusto pronome nel chiamare lo studente coinvolto nella vicenda. Ad infoltire la questione c'è il fatto che Sutcliffe è sì un matematico, ma anche un fervente cattolico. Il protagonista di questa storia ha sottolineato che: "il modo aggressivo in cui l’ideologia transgender viene imposta sta sminuendo la mia libertà di credo e di coscienza così come quella di chiunque in questo paese ritenga che il genere venga assegnato alla nascita". E ancora, però, di aver sempre cercato di "bilanciare le sue convizioni" per il tramite della responsabilità "di insegnante e di cristiano", trattando tutti gli alunni "con rispetto e dignità": "Non ho mai cercato di imporre le mie convinzioni agli altri, cerco solo di vivere seriamente il vangelo della pace", ha chiosato il professore che lavora alla Cherwell School dal 2015. Alcuni media inglesi si sono schierati sulla vicenda. Il presentatore televisivo Phillip Schofield ha detto di trovare ripugnanti le convinzioni di Sutcliffe: "Torneremo allo show e torneremo al 2017 anziché alla Gran Bretagna medievale". Il medioevo, per il presentatore, sarebbe in qualche modo rappresentato dall'insegnante e dalle sue idee.

Guarda i Maroon 5 suonare in incognito nella metropolitana di New York - VIDEO

Adam Levine e compagni si sono recati a sorpresa nella metropolitana di New York dove, strumenti alla mano, con cappelli, finte barbe e grossi occhiali da sole hanno suonato  “Crazy Little Thing Called Love” dei Queen e “Sugar” dal loro quinto album in studio “V”. Insieme ai Maroon 5, dietro al tamburello, l’artefice dello scherzo: Jimmy Fallon, l’anima del Tonight Show, che ha organizzato la performance. Non è la prima volta che lo show di Fallon spinge gli artisti a improvvisarsi buskers tra il pubblico nello stupore generale.

Droni per spiare gli avversari: Gremio sotto accusa

Gremio nella bufera per l'uso di droni per spiare gli allenamenti delle squadre avversarie in campionato ma anche in Coppa Libertadores. A far scoppiare il caso le rivelazioni di Espn Brasile secondo cui i due volte vincitori del campionato verdeoro farebbero un uso sistematico di droni e telecamere nascoste tra gli alberi per studiare tattiche e schemi degli avversari. Ultimo episodio in ordine di tempo un allenamento a porte chiuse del degli argentini del Lanus avversari del Gremio nella finale di Libertadores che questa notte vedrà la gara di andata in Brasile, lo stesso trattamento sarebbe stato adottato per carpire informazioni sul Botafogo eliminato nei quarti. Interpellato sull'argomento, il tecnico Renato Gaucho ha minimizzato l'accaduto: «Sono cose che succedono da anni. Tutti i club, persino le nazionali, hanno delle spie ma sulla vicenda dei droni non so rispondere. Mi sembra curioso che si alimenti una tempesta in un bicchiere d'acqua il giorno prima di una finale di Coppa. Come si vince una guerra? Con tutti i mezzi a disposizione, con un drone, un elicottero, un aereo...». Da parte sua la società, che avrebbe ingaggiato una ditta specializzata in droni, non conferma e non smentisce. A stemperare il clima arroventato prima della finale di Coppa è stato il presidente del Lanus, Nicolas Russo: «Non c'è nulla di provato e non sappiamo nulla. Va bene così. Adesso pensiamo a giocare a pallone. Non c'è alcun problema». A quanto rivela Espn Brasile il Gremio, secondo in campionato quando mancano due giornate al temine, ha usato i piccoli velivoli telecomandati a distanza per controllare anche alcune squadre del Brasileirao. La scorsa settimana era stato il ct dell'Honduras, Jorge Luis Pinto, ad accusare di spionaggio l'Australia prima della gara di ritorno dello spareggio per i playoff mondiali

Treviso, l'auto non è assicurata: la polizia blocca il funerale

Stava accompagnando la madre in chiesa per l’ultimo saluto. La sua era la prima macchina dopo il carro funebre. Peccato che fosse sprovvista di assicurazione. E, proprio nel bel mezzo del corteo, gli occhi elettronici del targa system installati lungo la strada se ne sono accorti. E' quanto accaduto a Preganziol, in provincia di Treviso. Gli agenti della polizia municipale hanno dovuto bloccare il funerale e fermare il figlio della defunta, che guidava un’auto “fuori legge” da luglio. Il corteo funebre è ripartito dopo circa dieci minuti. Le esequie, poi, si sono svolte regolarmente. Lo riporta La Tribuna di Treviso. Il targa system non perdona - Il corteo era partito dall’ ospedale di Treviso per raggiungere un paese della provincia. A circa metà tragitto, gli agenti della polizia locale hanno dovuto bloccarlo perché sul loro tablet è comparsa la targa dell’auto dell’uomo. Il motivo? La mancata copertura assicurativa, appunto. Il targa system non perdona. “Il nostro Comune ha installato una serie di varchi che scansionano le targhe dei veicoli in transito lungo la rete stradale, verificando se sono in regola con gli adempimenti di legge, in particolare revisioni e assicurazione», ha spiegato Rudi Sottana, comandante della polizia locale di Preganziol e Casier, che ha poi difeso i colleghi dicendo: “Hanno fatto il loro lavoro: e se con quell’auto senza assicurazione l’uomo avesse avuto un incidente?”.

Melita Toniolo incintissima, è cominciato il conto alla rovescia: il figlio Daniel è in arrivo!

L’ex Diavolita è pronta a diventare mamma. E condivide questo magico momento con i followers Melita Toniolo incinta anzi incintissima è al conto alla rovescia: la data ultima del parto è il 7 dicembre. Ma il figlio Daniel nel pancione… è scatenato. Guarda le ultime foto prima del parto – FOTO | VIDEO

Il Real piomba su Icardi: l'Inter lo blinda rivedendo la clausola rescissoria

Marco Gentile La dirigenza dell'Inter starebbe parlando con Wanda Nara, moglie-agente di Icardi, per ritoccare il contratto del 24enne di Rosario, aumentando la clausola rescissoria da 110 milioni di euro valida solo per l'estero. Mauro Icardi è uno degli attaccanti più forti del mondo e lo sta dimostrando a suon di reti con la maglia dell'Inter. Il capitano nerazzurro è già arrivato a quota 94 centri in Serie A, a soli 24 anni, di cui 84 con la Beneamata e 10 con la Sampdoria. Le presenze con l'Inter sono 159 e le reti 91 di cui appunto 84 nella massima serie, 6 in Europa League e una in Coppa Italia. Icardi sta letteralmente trascinando la squadra di Luciano Spalletti che è seconda in classifica a meno due dal Napoli di Sarri. I nerazzurri stanno dimostrando di avere un'identità, grande personalità e soprattutto il gioco sta iniziando a farsi vedere con buone trame e movimenti studiati ad hoc dal tecnico toscano. Il contratto di Icardi andrà in scadenza il 30 giugno del 2021 e l'ultimo ritocco, con inserimento della clausola rescissoria da 110 milioni di euro valida solo per l'estero entro il 20 luglio del 2018, è stato siglato l'ottobre del 2016. Secondo quanto riporta il quotidiano spagnolo El Mundo Deportivo, il Real Madrid di Florentino Perez starebbe pensando seriamente di portare Icardi alla corte di Zinedine Zidane nella prossima stagione e per questa ragione l'Inter si starebbe cautelando discutendo con Wanda Nara l'ipotesi di ritoccare ancora il contratto del 24enne di Rosario, allungandolo, adeguandolo e aumentando naturalmente vertiginosamente il valore della clausola rescissoria. Icardi, proprio ieri, ha dichiarato di voler diventare la bandiera dell'Inter: "Non mi interessa del mio valore di mercato, voglio diventare una bandiera qui". Difficile, dunque, che l'argentino possa lasciare Milano quest'estate, ma il valore della clausola rescissoria parla chiaro e Ausilio e Sabatini dovranno fare in modo di aumentarla per respingere definitivamente gli attacchi del Real Madrid e delle altre big europee.

Jugoslavia, condannato all'ergastolo Ratko Mladic: il "Macellaio dei Balcani"

Il Tribunale penale internazionale per i crimini in Jugoslavia ha condannato all'ergastolo l'ex generale dell'esercito serbo-bosniaco Ratko Mladic per genocidio, crimini di guerra e contro l'umanità durante il conflitto in Bosnia (1992-95). Secondo il giudice Mladic, soprannominato anche il " Macellaio dei Balcani", volle portare avanti "una campagna micidiale di bombardamenti e cecchini a Sarajevo e una campagna di sterminio a Srebrenica".

Forbes: c'è Beyoncé in vetta alla classifica delle artiste più pagate

Forbes: c'è Beyoncé in vetta alla classifica delle artiste più pagate. Come ogni anno, Forbes ha pubblicato la classifica delle artiste più pagate al mondo. A sbaragliare l’agguerrita concorrenza, questa volta, è stata la potente e ricchissima Beyoncé. Parole chiave: adele , taylor swift , forbes , beyonce

Figc, Lotito: l'alleato che non si vede, ma che ancora c'è

Claudio Lotito c'è ma non si vede. Negli ultimi mesi in tanti si sono chiesti dove fosse finito il presidente della Lazio. Molti avevano spinto per un suo ridimensionamento all'interno della Figc. Lontani i tempi in cui si faceva vedere con la felpa dell'Italia al seguito della Nazionale. A Milano, per Italia-Svezia, pare ci fosse ma nessuna foto. Claudio ha fatto un passo indietro, meno visibilità. Ma la realtà è che Lotito continua ad avere un peso specifico enorme sia in via Allegri sia in via Rosellini. Dove sanno che è il più bravo di tutti quando si parla di elezioni, norme e regolamenti. Sulle riforme statutarie c'è la sua impronta e soprattutto c'è la sua firma su molte delle idee portate in Assemblea e approvate dagli altri presidenti. PACE FATTA Solo qualche tempo fa si agitavano i forconi per cacciarlo, è bastato farsi leggermente da parte per acquisire ancora più potere. Pace fatta con il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, il Collegio di Garanzia del Coni non ha dichiarato incompatibili le cariche di consigliere di Lega e consigliere federale. Un assist importante. Qualcuno vocifera che l'idea di cambiare l'ordine del giorno dell'assemblea di serie A sia proprio la sua. In questa vacatio il numero uno biancoceleste si muove con destrezza per arrivare a meta. Sorride. È stato messo in disparte ma continua a essere determinante, e questo in via Allegri lo sanno tutti e dovranno farci i conti. Meglio alleato che nemico. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Nick Carter, il Backstreet Boy accusato di stupro

Nick Carter è stato accusato dalla cantante Melissa Schuman di averla aggredito sessualmente e stuprata. L'ex leader del gruppo tutto al femminile Dream ha raccontato i dettagli della violenza sul suo blog: nel 2002 il componente dei Backstreet Boys l'aveva costretta a praticargli del sesso orale e l'aveva infine stuprata nel suo appartamento. La Schuman aveva ai tempi appena 18 anni. La cantante ha raccontato che il primo contatto con Carter avvenne qualche anno prima: le loro etichette discografiche li avevano messi in comunicazione perché volevano una relazione amorosa tra i due. Ma fu un buco nell'acqua. Nel 2002 furono scelti per girare un film insieme e nel corso delle riprese avvennero i fatti raccontati. In una giornata libera il cantante dei Backstreet Boys invitò la Carter nel suo appartamento. All'inizio erano con i rispettivi amici ma a fine serata rimasero da soli. A quel punto lei fu costretta a subire del sesso orale, poi a praticarlo e infine arrivò lo stupro. Melissa era vergine per motivi religiosi, cosa che ribadì più volte al suo aggressore.

Napoli record anche in Champions, Callejon: «Avanti su tre fronti»

Si aspettava una risposta importante dal Napoli contro lo Shakhtar; risposta che è arrivata tuonante: ucraini battuti al San Paolo, con un risultato quasi sopra le aspettative dopo...

Gigi D'Alessio: "Io e Anna Tatangelo non ci siamo mai lasciati"

Anna Rossi Intervistato dal Bergamo Post, Gigi D'Alessio rompe il silenzio e rivela che lui e la sua compagna stanno ancora assieme: "Lei è una ragazza seria" Dopo mesi dalla loro separazione dovuta a una crisi che stavano attraversando, Gigi D'Alessio rompe il silenzio sul rapporto con Anna Tatangelo. Per la prima volta a parlare è il cantautore napoletano e lo fa nel corso di un'intervista a Bergamo Post. "I grandi amori non finiscono? Assolutamente. La verità è che io e Anna Tatangelo non ci siamo mai lasciati. I giornali di gossip scrivono solo cazzate. Le hanno attribuito dieci storie diverse in una settimana, figuriamoci. Anna è una ragazza seria", dice Gigi D'Alessio al quotidiano. Il cantante, quindi, difende con le unghie la sua storia e la sua famiglia. E questa è la prima volta che Gigi D'Alessio confida che con la madre di suo figlio la situazione sarebbe serena. Le voci di crisi, infatti, si rincorrevano da tempo, ma solo lo scorso luglio in una nota congiunta all'Ansa Gigi e Anna avevano dichiarato: "La nostra storia vive un periodo no. Vi preghiamo di rispettare il momento e la nostra privacy. Poi, saranno la vita e il futuro a decidere la strada con serenità". Così i due hanno trascorso le vacanze estive da separati e non si sono più visti insieme né sui social né agli eventi mondani. Ma ora Gigi D'Alessio fa chiarezza sulla sua storia e sostiene che lui e la sua compagna non si siano mai lasciati.

La Dakar dei 40 anni al via da Lima: arrivo per la prima volta a Cordoba

Il celebre rally-raid partirà il 6 gennaio dal Perù e proseguirà per 14 giorni fino in Argentina dove, per la prima volta toccherà la città della provincia...

Lil Peep, il commovente video dell’amico e filmaker Wiggy

Al rapper 21enne venuto a mancare nella notte dello scorso 15 novembre, l’amico e collaboratore Wiggy ha dedicato un video per ricordarlo. Il filmato, non certo il primo realizzato dal filmaker per il rapper, mostra l’artista durante i viaggi in aereo, le pause nel backstage e le performance sul palco. “Are you really surprise you’re here?” è il titolo che è stato scelto: una frase pronunciata dallo stesso Peep nel video mentre si interroga sulla sua carriera. Il giovane rapper è stato rinvenuto senza vita sul suo tour bus poco prima del concerto di Tucson, in Arizona. Come causa della morte, l’ipotesi più accredita sembra essere quella dell’overdose, ma non è stata diffusa alcuna comunicazione ufficiale in merito.

Rally, la Dakar 2018 partirà da Lima il 6 gennaio e si chiuderà a Cordoba

Il rally Dakar 2018 ha già percorso ufficiale. La mitica corsa partirà da Lima in Perù e, per la prima volta da quando si corre in Sudamerica, si chiuderà a Córdoba, dopo 14 giorni di gare. La città argentina sostituirà Buenos Aires come ultima tappa della Dakar dal 2009. Sarà la quinta volta in 10 anni che il raid non terminerà nella capitale argentina. Córdoba si unisce ad altre location che hanno ospitato l'arrivo come Rosario, Valparaíso, Santiago e Lima. Secondo Marc Coma, il direttore sportivo della Dakar, ponendo il traguardo della gara a Cordoba, vicino all'ultima tappa speciale, è un modo per «rendere omaggio alla capitale del motore in Sudamerica», e allo stesso tempo di «consentire alle squadre» di percorrere meno chilometri e mantenere l'interesse sportivo fino all'ultimo chilometro«. Un'altra novità del tour, oltre al ritorno del Perù cinque anni dopo, è il considerevole cambio di date. La Dakar inizierà il 6 gennaio e si concluderà il 20, il che consentirà ai partecipanti europei di trascorrere il nuovo anno con le loro famiglie prima di dirigersi verso il Sudamerica. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Musica, Beyoncé è la cantante più ricca: dopo di lei Adele e Taylor Swift

E’ Beyoncé la regina di denari della musica mondiale. Almeno per quanto riguarda l’ultimo anno, un lasso di tempo in cui la popstar americana ha guadagnato più di ogni altra sua collega: in dodici mesi, infatti, secondo i calcoli di Forbes, nelle tasche dell’interprete di Crazy in Love sarebbero entrati la bellezza di 105 milioni di dollari, una cifra astronomica, realizzata con le vendite dei dischi e dei biglietti del suo tour, che le permette di stare in vetta alla classifica 2017 delle artiste della canzone più ricche del pianeta stilata dal celebre magazine statunitense. Dietro Beyoncé, secondo posto in graduatoria per la britannica Adele, che, stando sempre a Forbes, avrebbe portato a casa “solo” 69 milioni, venticinque in più della terza della lista, la travolgente Taylor Swift, “ferma” - si fa per dire - a quota 44.

Siviglia, Berizzo ha il cancro e sarà operato

Il grande entusiasmo del Siviglia per la formidabile rimonta con il Liverpool in Champions, da 0-3 a 3-3, è stata gelata dalla notizia che l'allenatore Eduardo Berizzo è...

Fiorello parla della morte del padre

Luca Romano Un Fiorello inedito che rifltte anche della morte: "Il prossimo anno compirò 58 anni. L'età che aveva mio padre quando morì" Rosario Fiorello si confessa in un'intervista a Vanity fair. Lui che quasi sempre appare col sorriso sulle labbra, questa volta parla di se stesso, ma del lato privato. Un Fiorello inedito che rifltte anche della morte: "Il prossimo anno compirò 58 anni. L'età che aveva mio padre quando morì". Poi un velo di amarezza e di tristezza: "Ci penso, con ansia sottile e malcelata scaramanzia, quasi ogni giorno. Un tempo le persone mi chiedevano gli autografi e dicevano: 'È per me'. Poi siamo passati alle madri, alle zie e alle nonne. Quando arriveremo alle bisnonne capirò che è finita". Poi parla anche del suo futuro. A sorpresa fissa già una data per il "ritiro" e per la fine della sua carriera: "Avevo detto che mi sarei ritirato a 60 anni, ma ci riuscirò? Non vorrei fare come i Pooh che sono stati recentemente premiati per il seicentesimo addio annunciato in carriera. Vorrei invecchiare, ma purtroppo non ci riesco". E forse è questo il suo segreto: una giovinezza senza fine che gli permette di conservare quell'ironia che serve nello spettacolo.

Gf Vip, Jeremias: "Belen non ha condiviso qualche atteggiamento di Cecilia"

Anna Rossi Intervistato dal settimanale NuovoTv, Jeremias Rodriguez ha detto la sua sulla storia d'amore tra Cecilia e Ignazio: "Lui è un ragazzino, lei non lo conosce ancora" Mentre Cecilia passa i suoi primi giorni fuori dalla casa del Gf Vip, sulla sua relazione con Ignazio se ne dicono di ogni. A parlare con il settimanale NuovoTv è il fratello Jeremias Rodriguez. L'ex concorrente del Gf Vip, dopo aver inviato in Casa un messaggio per Ignazio, "quando uscirai dovremo chiarire delle cose", si sfoga con la rivista e definisce Moser un "ragazzino". Jeremias, nonostante abbia molto legato con Ignazio al Gf, sembra cominciare a pensare che non sia l'uomo giusto per Cecilia: "Non sono abituato a conoscere il fidanzato di mia sorella mentre siamo rinchiusi in una casa. In quel contesto sei costretto a vedere tutto e a stare a chiacchierare con lui, magari anche quando non lo vorresti. Cecilia si è lanciata troppo in fretta, sembrano già fidanzati. In realtà lei non sa bene chi è lui. Secondo me, Ignazio è un ragazzino". Nella lunga intervista, Jeremias riporta anche il parere della sorella Belen Rodriguez, anche lei si sarebbe espressa in merito: "Non ha condiviso determinati atteggiamenti di Cecilia e Ignazio". Ma per capire cosa succederà tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez, bisogna aspettare l'uscita del primo. Intanto tutti attendono l'incontro tra l'argentina e il suo ex Francesco Monte. Incontro che arriverà a breve.

Gf Vip, Giulia a Ignazio: "Magari Cecilia sta facendo per l'ultima volta l'amore con Francesco"

Anna Rossi Ignazio Moser si sente sempre più solo nella casa del Gf Vip senza la sua Cecilia e i dubbi lo assalgono ora dopo ora: "Ho paura per quello che potrebbe succedere fuori" L'uscita dalla casa del Gf Vip di Cecilia Rodriguez ha lasciato l'amaro in bocca a Ignazio Moser. L'ex ciclista è preoccupato che la ragazza per cui ha perso la testa all'interno della Casa possa tornare sui suoi passi e finire di nuovo fra le braccia di Francesco Monte. E a complicare le cose, ci si mette pure Giulia. La fidanzata di Andrea Damante, vedendo Ignazio pensieroso, ha deciso di farlo ragionare. Ma tra un pensiero e l'altro, Giulia De Lellis ha detto la sua. Come riporta Ilvicolodellenews, ieri sera, erano circa le tre di notte ed erano tutti a letto ma non dormivano ancora. "Ignazio chiede a Giulia se secondo lei Cecilia avrà già incontrato e fatto chiarezza con Francesco Monte, lei senza malizia gli dice che potrebbe essere accaduto di tutto, di prepararsi anche al fatto che possano aver fatto l’amore per un'ultima volta. Ignazio rimane colpito dalle sue parole, si alza, si riveste…va a fumare e poi si fionda in confessionale del Gf Vip", scrive il sito. Mentre Ignazio Moser sfoga tutte le sue paure nel confessionale, Luca e Raffaello riprendono Giulia per quello che ha detto. "Con le tue parole lo hai ucciso", le dicono. Dopo poco, Ignazio torna dagli altri vip e confessa alla De Lellis di avere "paura di quello che può accadere fuori". Resisterà la storia d'amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez?

FIFA FUT Champions 18: classifica dopo il terzo turno della Weekend League

Prosegue il cammino verso la FIFA eWorld Cup '18, con il terzo e penultimo appuntamento della Weekend League. Sulla console Sony è stato un fine settimana impegnativo per tutti i player: infatti solamente quattro giocatori sono riusciti a conservare la loro imbattibilità. Weekend League: Terzo Turno Mo_Aubameyang passa al comando, collezionando come detto l'ennesimo 40 - 0, che gli garantisce un notevole 120 - 0 complessivo. Seguono da molto vicino xShellz, EpokSnusFC e damieHulk, con una differenza irrisoria di 212 punti skill.

Belén Rodriguez e Andrea Iannone, amore al capolinea

Dopo un anno e mezzo sarebbe finita la storia tra il campione di MotoGp e la showgirl argentina. A mettere il punto, pare sia stata lei. Lui era pronto ad andare a vivere insieme, lei non se la sarebbe sentita. Santiago resta l'unico uomo della sua vita. L'articolo Belén Rodriguez e Andrea Iannone, amore al capolinea proviene da VanityFair.it.

MPS, Barbagallo (Bankitalia): nel 2010 ripetuti richiami a rafforzare il capitale

(Teleborsa) - Nel 2010 la Banca d'Italia ha formulato "ripetuti richiami" a MPS affinché effettuasse un rafforzamento patrimoniale "adeguato all'esigenza di...

Ceramica take way

La ceramica su canvas adesso c’è. , che finalmente diventano resistenti e low cost. L’idea è  a prova di bagaglio a mano. Intatta l’iconografica ... L'articolo Ceramica take way sembra essere il primo su Living.

L'Esorcista: arriva il videogioco in VR, non per deboli di cuore

The Exorcist: Legion VR è un'esperienza in realtà virtuale che consente di rivivere l'indimenticabile esperienza horror del film del 1973 diretto da William Friedkin e tratto dall'omonimo romanzo del maestro William Peter Blatty

Vip in cucina: Tania Cagnotto svela su Oggi Cucino i suoi piccoli peccati di gola

Tania Cagnotto, 32 anni è la più grande tuffatrice della storia che ha annunciato recentemente il suo ritiro. Sulle pagine di Oggi Cucino svela il suo apprezzamento per fritti e sapori forti pur restando attenta a come mangia, vista anche la sua gravidanza.

CNR: Il primo interruttore ultraveloce per onde elettroniche

La lucentezza tipica dei metalli è dovuta agli elettroni che si muovono liberamente all'interno del materiale, riflettendo la luce. Illuminando opportunamente il metallo si possono generare delle ‘onde’ sulla superficie di questo ‘mare’ di elettroni, che vengono dette plasmoni di superficie. Quando la luce è concentrata su un punto di pochi nanometri (un nanometro è un milionesimo di millimetro, circa dieci volte il diametro di un atomo), essa genera onde in miniatura che si propagano sulla superficie del materiale in modo circolare. La plasmonica intende sfruttare queste onde per realizzare dispositivi elettronici compatti e ultraveloci: finora tuttavia non si era trovato un modo per accendere e spegnere tali onde rapidamente. Per la prima volta, ricercatori dell'Istituto nanoscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (Nano-Cnr) e della Scuola Normale Superiore, in collaborazione con l'Università di Regensburg, hanno dimostrato che è possibile accendere e spegnere con velocità elevatissima onde di elettroni. Un risultato che potrebbe portare a interruttori con velocità di commutazione enormemente maggiori rispetto a quelle dei più avanzati transistor attuali e quindi alla possibilità di costruire dispositivi elettronici ultraveloci. Lo studio è pubblicato su Nature nanotechnology.

Napolitaners: trailer e poster del docufilm di Gianluca Vitiello

Il 25 e 26 novembre arriva nei cinema Napolitaners, il documentario di Gianluca Vitiello (speaker di Radio DeeJay) che racconta una nuova ondata di emigrazione 2.0 che parte dalla città...

Mercatini di Natale a Berna, Svizzera

se avete intenzione di visitare la Svizzera in occasione del Natale, fate un salto – oltre che a Zurigo o Ginevra – anche a Berna, dove ogni anno nella piazza centrale vengono allestiti...

BMW tra avventura, scooter e turismo

BMW Motorrad sbarca a Eicma 2017 con tante frecce nellʼarco. Le due nuove GS di media cilindrata ‒ F 750 GS e F 850 GS ‒ rilanciano la tradizione delle Sports Enduro bavaresi, pur con livelli di potenza contenuti a 77 e 95 CV. Il plus è dato dallʼadozione di serie dellʼABS e del controllo di stabilità ASC. Al loro fianco la maestosa granturismo BMW K 1600 Grand America e il nuovo scooterone BMW C 400 X. Partiamo proprio da questʼultimo, che dimostra come BMW tenga non soltanto a produrre grandi moto da viaggio e dʼavventura, ma anche versatili commuter metropolitani. Erede di C 600 Sport e C 650 GT, il nuovo BMW C 400 X è equipaggiato con un moderno motore monocilindrico da 34 CV e con cambio CVT a variazione continua. Grazie a un innovativo cuscinetto del braccio oscillante, assicura vibrazioni minime e dunque massimo comfort. LʼABS è standard e va a coadiuvare il doppio disco freno anteriore, e di serie è pure il Controllo automatico della stabilità ASC, che garantisce maggiore sicurezza durante le accelerazioni, soprattutto su superfici viscide. Lo scooter tedesco è dotato di un robusto telaio tubolare realizzato in acciaio.

Flash Art @ SPRINT _\./_

Siamo lieti di annunciare che Flash Art Books sarà presente alla quinta edizione di SPRINT – Salone di editoria indipendente e d’artista dal 24 al 26 novembre con le ultime pubblicazioni e una selezione di pubblicazioni storiche in edizione limitata.

Primi sei trapianti di flora batterica su bambini in Italia

La terapia sperimentata al Bambin Gesù di Roma su piccoli pazienti con malattie infiammatorie dell’intestino. Fino ad oggi il trapianto fecale realizzato solo su adulti