Shop With US Online NewsJS
  • Latina, l'auto esce di strada e finisce nel canale: morta una ragazza, grave l'amica

    www.ilmessaggero.it
  • Ballottaggi: domani voto per quasi 3 milioni

    www.ansa.it
  • Camorra, sequestrato arsenale a Napoli: armi da guerra in auto

    www.tgcom24.mediaset.it
  • Reddito di cittadinanza M5S troppo generoso e senza eguali in Europa

    www.ilsole24ore.com
  • Roma, «chef nato, ma soprattutto era un ragazzo eccezionale»

    roma.corriere.it
  • YONGHONG LI LASCIA IL MILAN?/ La famiglia Ricketts allo scoperto ma ci sarebbe un altro investitore in pole

    www.ilsussidiario.net
  • Germania sotto shock: trovata morta in Spagna attivista Spd

    www.tgcom24.mediaset.it
  • Ecco la formula segreta dello strapotere di Salvini

    www.ilgiornale.it
  • Aemilia: nuovo colpo al clan, sequestro da 8 mln ai Sarcone

    www.ansa.it
  • Riunione famiglie migranti: voli gratis

    www.zazoom.it
  • Tortu: "Il sogno di un bambino che diventa realtà"

    www.gazzetta.it
  • VACCINI, SALVINI: “STO CON LA GRILLO”/ Dopo Burioni attacca Lorenzin: “Vuole distrarre da caso Saviano”

    www.ilsussidiario.net
  • Matteo Cagnoni condannato all'ergastolo per l'omicidio della moglie Giulia Ballestri - VIDEO

    www.ravennatoday.it
  • Lifeline, "no" di Malta all'Italia: "Nave Ong non attracca da noi"

    www.ilgiornale.it
  • 'Slime' può essere cancerogeno: il ministero della Salute ordina il ritiro del gioco

    it.blastingnews.com
  • Vertice Ue senza accordo

    www.huffingtonpost.it
  • Grazia, ripudiata dai testimoni di Geova per una trasfusione: “È una setta che sacrifica vite”

    www.fanpage.it
  • Maturità 2018, tracce seconda prova: Aristotele per Greco, matematica allo scientifico

    www.ansa.it
  • Schianto allo svincolo della A57, coinvolti un camion e 6 auto: tre feriti

    www.ilgazzettino.it
  • Virginia Raggi e le mazzette degli onesti: per la sindaca finire il mandato sarebbe un miracolo

    espresso.repubblica.it
  • Livorno, bocciatura di massa in due classi: zero promossi. “Risultati insufficienti”

    È successo all’istituto Trasporti e Logistica “Cappellini” e al professionale “Orlando” di Livorno, un polo che accomuna tre istituzioni scolastiche dirette dallo stesso preside. Ma cercare di capire cosa sia successo non è facile. L'articolo Livorno, bocciatura di massa in due classi: zero promossi. “Risultati insufficienti” proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Cristoforo Colombo, le radici uccidono ancora: 36enne muore sbalzato dalla sua moto

    E' morto sbalzato dalla sua moto. Catapultato contro un'auto a forte velocità questa notte, lungo la Cristoforo Colombo, all'altezza di Ostia. E la causa di questa ennesima tragedia della strada è ancora una volta il dissesto del manto stradale. Per la precisione le radici degli alberi che hanno solelvato l'asfalto, così come è stato per Noemi Carrozza, la campionessa di nuoto sincronizzato morta venerdì scorso cadendo dal suo scooter sempre in questo tratto di strada. LEGGI ANCHE: La morte di Noemi, la Procura indaga per omicidio stradaleLEGGI ANCHE: Colombo e strade killer: un morto su 3 per le buche

    L’uscita dalla Borsa è più vicina

    Uscire dalla Borsa è uno degli obiettivi a medio termine della Roma e l’ultimo aumento di capitale avvicina il traguardo. L’adesione del mercato non è stata totale e inferiore al previsto, mentre la proprietà, convertendo in capitale i finanziamenti effettuati nei mesi scorsi, ha coperto interamente la propria quota. Prima dell’ultimo aumento, la Neep era titolare del 19,004%, l’altra società di Pallotta, AS Roma SPV, LLC aveva il 3,124%. L’82% complessivo si avvicina alla quota 90%, che obbligherebbe la società ad uscire. Lo riporta il quotidiano Il Tempo.

    Milan, famiglia Ricketts: "Interessati all'acquisizione del club" AC MILAN NEWS

    La famiglia Ricketts conferma l'interesse per il Milan. "La famiglia Ricketts (non solo Tom) è interessata ad acquisire uno stakeholder di controllo nell'AC Milan. Mentre Tom è la persona di riferimento, l'intera famiglia e le intere risorse finanziarie della famiglia sono coinvolte in questa vicenda, proprio come la proprietà dei Cubs. La famiglia Ricketts ha portato un campionato ai Chicago Cubs attraverso investimenti a lungo termine ed essere stati grandi amministratori del club. Porterebbero lo stesso approccio al Milan. (Non ci sarebbero modifiche rapide ma investimenti a lungo termine per assicurare un successo duraturo)". Milan: Yonghong Li non completa l'aumento di capitale. Elliott interviene. AC MILAN NEWS Yonghong Lì non ha completato l'aumento di capitale del Milan entro il termine fissato oggi: Elliott, sollecitato dall'amministratore delegato rossonero Marco Fassone, interverrà in surroga, versando i residui 32 milion i. Il proprietario del Milan, che ha già un debito di 303 milioni con il fondo americano, deve restituire i 32 milioni entro 7-10 giorni, oppure si avvierà l'iter per l'escussione del pegno da parte di Elliott, davanti al tribunale del Lussemburgo, dove ha sede Rossoneri Sport Investment Lux, società veicolo con cui Yonghong Lì ha rilevato il Milan. Intanto sembra che Han Li sia a New York a incontrare Thomas Ricketts, amministratore delegato dell'investment bank di Chicago Incapital Llc e patron dei Chicago Cubs. Non viene escluso che Yonghong Li non abbia provveduto al versamento richiesto proprio perché sicuro di chiudere una trattativa in questi giorni, restituendo così i 32 milioni a Elliott,...

    Il fascismo si archivia studiandolo Così ad esempio

    Luca Gallesi Come il convitato di pietra del Don Giovanni o il fantasma di Banquo nel Macbeth, il Fascismo è una presenza ricorrente, e ingombrante, sulla scena politica del nostro Paese. Evocato, maledetto, esorcizzato, vituperato ma soprattutto citato quasi sempre a sproposito, il Ventennio è l'esempio più classico di un passato che non vuole passare. Basta scorrere il reparto di Storia in una qualsiasi libreria per accorgersi che la quantità di volumi dedicati al periodo tra le due guerre supera notevolmente quella di ogni altro argomento. Sarebbe dunque il caso, avvicinandosi la fatidica scadenza del centenario di fondazione dei Fasci di combattimento - fra meno di un anno - di deporre il moschetto, mettendo fez e orbace nell'archivio della storia patria. A questo proposito, giunge opportuna la pubblicazione di un agile volume di Luciano e Simonetta Garibaldi, autori di Eventi e protagonisti del ventennio fascista (Mattioli 1885, pagg. 200, euro 18; serie Archivio Storia). Si tratta di un tentativo, riuscito, di storicizzare il periodo più discusso della nostra storia, analizzandone, con stile giornalistico, i fatti e i personaggi più salienti. Diviso in brevi capitoli autonomi, come in una sorta di enciclopedia, permette al lettore di assistere allo scorrere degli eventi da piazza San Sepolcro alla Marcia su Roma, dalla Guerra d'Etiopia alla tragedia di Dongo, seguiti dai profili di un centinaio di personalità, che vanno dai quadrumviri della Marcia su Roma ai giornalisti schierati come Appelius o critici come Maccari, passando per gli oppositori come De Gasperi. Non si tratta, ovviamente, di un semplice elenco di vite e vicende raccontate per l'ennesima volta, ma di un riuscito tentativo di coniugare la scorrevolezza giornalistica con l'autorevolezza delle ultime scoperte storiche. A questo proposito, spicca l'acuta e, sembra definitiva ricostruzione della fine del Duce: il libro smonta il falso storico della vulgata, ormai archiviata da tutti i ricercatori in buona fede, portando nuovi elementi alla tesi della cosiddetta «pista inglese», che vide Churchill riappropriarsi del carteggio segreto, lasciando che i comunisti si tenessero i soldi e gli altri documenti mai più ritrovati.

    Pechino Express, nel cast le signore della tv: Maria Teresa Ruta e Patrizia Rossetti. Ecco tutti i concorrenti

    Pechino Express nuova edizione, il cast è pronto a partire. Dopo l'esclusione di Eleonora Brigliadori per le dichiarazioni choc su Nadia Toffa, emergono le ultime novità sul reality di Rai2. L'ultima coppia vip ad aggiungersi al resto della "ciurma" è quella composta da Maria Teresa Ruta e Patrizia Rossetti. Le due conduttrici saranno "Le Signore della tv" e si contenderanno la vittoria del programma condotto da Costantino della Gherardesca con le altre agguerritissime coppie.

    Sui traghetti per studiare lo stato di salute del Mediterraneo: dalla Bicocca gli scienziati del Dna del mare

    Partito a giugno il progetto di un team di ricercatori dell'ateneo milanese sui pericoli dell'inquinamento sulla fauna marina e la nascita di specie "aliene"

    Maradona fa felice Daniyar: al Mondiale l'incontro col super tifoso

    Nel giorno in cui si ricordano i trentadue anni passati dalla famosa «Mano de Dios», Diego Armando Maradona non vuole saperla di non essere protagonista al Mondiale di Russia.

    Noa compie oggi 49: i suoi migliori duetti con gli artisti italiani

    C'è una donna forte dietro la voce - fortissima, in tutti i sensi - di Noa. Una donna che ha saputo far fronte a una crisi di identità - lei, ebrea di origini yemenite nata in Israele ma trapiantata giovanissima a New York, "né nera né bianca" - e al martirio che da decenni strazia il suo paese, che ha sempre amato incondizionatamente, pensando al bene di chi lo abita piuttosto che a scegliere da che parte della barricata stare. Achinoam Nini, che oggi compie 49 anni, odia una cosa sola: i confini. Geografici o artistici che siano. Ecco perché, per festeggiare il suo compleanno, abbiamo scelto di proporvi le sue migliori collaborazioni con artisti nostri connazionali: Noa ha sempre amato il nostro Paese, e fortunatamente è stata ricambiata dai tanti talenti che lo popolano e che l'hanno popolato. Ecco, nelle pagine che seguono, i frutti di questo amore. Buon ascolto!

    Padre ammazza figlio e moglie a colpi di fucile Poi si suicida

    Redazione Orrore in un casolare e Capua. Un uomo giovedì sera ha ucciso la moglie e il figlio, con cui da tempo non andava d'accordo, e si è tolto la vita. A trovare i tre cadaveri, quello di Francesco Fioretti, settantasei anni, di Angela Barotta, sessantatré e di Felice, quarantaquattro anni, titolare di uno studio di commercialista a Santa Maria Capua Vetere e molto conosciuto, è stato un cittadino romeno che per primo ha sentito gli spari e ha dato l'allarme ai carabinieri. Il duplice omicidio-suicidio è avvenuto all'interno della tenuta agricola di famiglia. Secondo la ricostruzione dei militari, l'anziano avrebbe sparato, con un fucile legalmente detenuto, per primo contro Felice, con cui da un anno aveva screzi per la gestione dell'azienda. Dissapori, che con il tempo erano diventati molto più duri e frequenti, come hanno riferito parenti e amici delle tre vittime. Anche prima degli spari gli operai, che da tempo lavoravano per loro, hanno sentito i due uomini litigare ed urlare. La moglie, invece, sarebbe stata uccisa, secondo gli inquirenti, perché era solita prendere le difese del figlio. Quando i carabinieri della compagnia di Capua, coordinati dal capitano Francesco Mandia, insieme al pm Francesco Regine, sono giunti sul posto, hanno trovato una scena raccapricciante, con sangue sui muri e a terra i tre corpi senza vita, vicino al fucile. Sull'arma nelle prossime ore saranno compiti gli accertamenti, anche se è indubbio che sia quella usata per compiere la mattanza.

    Xhaka-Shaqiri: esultanza e provocazione ai serbi

    Xhaka-Shaqiri: esultanza e provocazione ai serbi. Polemiche dopo Serbia-Svizzera. La FIFA potrebbe prendere provvedimenti dopo che Xhaka e Shaqiri, entrambi di origini kosovare e in gol nel 2-1 di Kaliningrad, hanno esultato con il gesto dell'aquila in modo provocatorio verso gli avversari. RUSSIA 2018: IL CALENDARIO. CLASSIFICA GIRONE. Parole chiave: svizzera , serbia

    How It Ends: trailer e poster dell'action-thriller apocalittico con Theo James e Forest Whitaker

    How It Ends: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sull'action-thriller apocalittico di Netflix disponibile dal 13 luglio 2018. Una misteriosa apocalisse causa la diffusione di disinformazione e violenza nel nuovo trailer dell'action-thriller apocalittico How It Ends di Netflix. Forest Whitaker è al fianco di Theo James in questo primo intenso trailer che suggerisce che ci sia qualcos'altro che si cela dietro al caos e alla devastazione che vediamo su schermo. Disastri naturali estremi si verificano mentre il Tom di Whitaker e il Will di James corrono attraverso il paese per salvare la moglie incinta di Will, che è anche la figlia di Tom. La storia di "How It Ends" inizia con un evento sismico in California mentre Will è al telefono con sua moglie, a tremila chilometri di distanza. In un primo momento non è facile dire cosa sta succedendo esattamente, ma l'evento porta alla violenza diffusa e al caos in tutti gli Stati Uniti, mentre i disastri naturali iniziano a verificarsi ovunque. Gli uccelli perdono il senso dell'orientamento ci sono black-out in tutto il Nord America. Per tutto il tempo i caccia F-22 stanno sfrecciano in cielo e il governo tace, un silenzio che crea il sospetto su chi o cosa sia responsabile del caos.

    Savona, CasaPound sfida la roccaforte rossa di Villapiana

    Savona - A Villapiana, tradizionalmente roccaforte “rossa” della città, aprirà la sede provinciale di CasaPound. Un partito politico di estrema destra che alle ultime elezioni politiche si è presentata anche nei collegi savonesi. La notizia, nell’aria da un paio di settimane, ha destato forte tensione in un quartiere considerato di sinistra per antonomasia. Anche se dalle ultime tornate elettorali, il “giallo” dei Cinque Stelle abbia minato il monocolore rosso. Ora, è il nero di CasaPound, sul cui simbolo è rappresentata una tartaruga, a farsi strada nel quartiere operaio, dove le radici del Pci un tempo e oggi del mondo della sinistra sono rimaste comunque ben radicate. Al punto da spingere i cittadini a organizzare una riunione, che si terrà martedì sera alle 21, alla società di mutuo soccorso La Generale, in via San Lorenzo. Lo scopo è fare chiarezza sulla situazione e ad avviare, “se necessario” dicono i firmatari, i “movimenti politici antifascisti” del quartiere, per frenare l’apertura.

    Messi, le lacrime di una campione che non si lega al Mondiale

    Triste, solitario y final. Niente meglio del titolo del romanzo di Osvaldo Soriano, scrittore argentino, può rendere l’idea dello stato d’animo di uno straordinario campione che non riesce a superare il suo ricorrente psicodramma nazionale. Sono asciutte le lacrime di Messi. Non è certo uno che ami esternare le sue emozioni. Mai un gesto fuori misura, mai un’intervista gridata, un uso dei social tutto casa, famiglia e opere di bene, soltanto gli sponsor ogni tanto lo convincono a uscire un po’ dalle righe,... © RIPRODUZIONE RISERVATA CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO: Accesso illimitato agli articoli Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:

    Lucca Summer Festival, un mese di stelle con l'evento Roger Waters

    Si alza sabato 23 giugno il sipario sull'edizione 2018 del Lucca Summer Festival che per il ventunesimo anno consecutivo porterà nel cuore della Toscana il meglio della musica Internazionale. Nel cartellone spiccano il primo concerto in Italia dei Gorillaz, i ritorni di Lenny Kravitz, Nick Cave e Norah Jones e l’arrivo di Ringo Starr. Ma sarà soprattutto l’anno di Roger Waters con il suo mega show Us+Them. L'ex leader dei Pink Floyd ha scelto Lucca come una delle tre città europee in cui andrà in scena la versione open-air del suo mega show, già passato per i palazzetti italiani questa primavera. Curiosità poi per l'arrivo della superstar cinematografica Johnny Depp con i suoi Hollywood Vampires, gruppo che vede tra le fila Alice Cooper e Joe Perry (ex Aerosmith).

    Germania sotto shock: trovata morta in Spagna attivista Spd

    La 28enne Sophie Losche, ex leader dei giovani socialdemocratici tedeschi in Baviera, era scomparsa da Lipsia da una settimana. Il suo corpo a 1.800 chilometri di distanza. Arrestato il camionista che le aveva dato un passaggio

    Ora è la Roma di Monchi

    Nella sua seconda campagna acquisti estiva, Monchi sta lasciando la sua impronta. Come scrive Il Tempo, malgrado si parli solo di cessioni, il ds ha già acquistato Pastore , Kluivert (ufficializzato ieri) , Cristante, Marcano, Coric, Santon, Zaniolo, Mirante e Bianda, sistemando i conti giallorossi con la vendita di Nainggolan all’ Inter, lo scambio di portieri con il Bologna, nel qale è rientrato Skorupski, e la cessione di Tumminello all’ Atalanta per 5 milioni più diritto di recompra. Entra nel vivo la questione legata al futuro di Alisson, con la Roma che sta sondando il terreno per acquistare un eventuale sostituo.

    Cesare Cremonini, all'Olimpico si accende la festa

    Dopo una lunga attesa, e con oltre 70 mila biglietti andati via già nella prima settimana di apertura delle prevendite (come dire una serie record di sold out), arriva stasera allo...

    L'argine di Forza Italia ai progetti illiberali dei grillini

    Marta Fascina Negli ultimi giorni, stampa e Tv focalizzano la propria attenzione sulla debolezza politica di Forza Italia e della coalizione di centrodestra. Nessuno tende a minimizzare la difficile situazione venutasi a creare a seguito del voto del 4 marzo quando per poche decine di migliaia di voti il centrodestra non ha raggiunto la maggioranza dei seggi in Parlamento. Forza Italia ha prima tentato di proporre un incarico per il leader della forza politica arrivata prima all'interno della coalizione e solo di fronte al diniego da parte del capo dello Stato, con in atto una crisi istituzionale senza precedenti, decideva di fare un passo di lato agevolando la nascita dell'attuale governo. Questi i fatti delle ultime settimane che hanno offuscato l'immagine del nostro partito a favore, come prevedibile, di un alleato della coalizione che invece ha deciso di intraprendere la strada del governo (con la ribalta mediatica che ne è derivata) alleandosi con una forza politica distinta e distante da Forza Italia per storia, cultura, agenda programmatica, valori, idea della democrazia. Una scelta, quella della Lega, legittima ma ovviamente divisiva in quanto ha portato ad un allontanamento momentaneo della collocazione politica di alleati storici. Ciononostante, a conferma del fatto che tale ingarbugliata situazione resta un mera (e mi auguro) breve parentesi nello scenario politico, il centrodestra ha vinto le successive elezioni regionali in Molise e Friuli Venezia Giulia, strappato numerosi comuni governati dalla sinistra alle elezioni amministrative e si appresta a vincere ai ballottaggi di domenica. Dunque il centrodestra c'è ed esiste in tutte le sue componenti perché rappresenta un'area politica e culturale maggioritaria nelle preferenze dei cittadini. Per quanto attiene il contratto di governo gialloverde il giudizio di Forza Italia è assolutamente negativo. In tema di misure economiche, il reddito di cittadinanza è l'emblema di quanto più diverso e distante ci sia dalla rivoluzione liberale di cui avrebbe bisogno il nostro Paese. Una misura assistenzialista, che invece di stimolare i nostri giovani a una valida formazione funzionale alla ricerca di un lavoro stabile, induce a ritardare l'uscita dalla casa genitoriale. Ci saremmo aspettati proposte efficaci, come quelle contenute nel nostro programma, a partire dalla decontribuzione per le imprese che assumono giovani, un grande piano per la crescita e lo sviluppo di un Sud che arranca e l'introduzione dell'autocertificazione preventiva delle iniziative in ambito privato. Anche in tema di giustizia, le anticipazioni dei propositi grillini sono quanto di più reazionario e illiberale ci si possa aspettare in uno Stato democratico. Agente provocatore e intervento massiccio per l'allungamento dei tempi della prescrizione sono l'esempio dell'idea da «Stato di polizia giudiziaria» che questo governo ha in mente. Per non parlare del paventato blocco delle grandi infrastrutture, dei limiti all'obbligo vaccinale, dell'isolamento internazionale (cui stiamo assistendo anche in questi giorni) e che rappresentano rischi concreti che il nostro Paese sta correndo sotto l'attuale guida governativa. Pertanto il ruolo di Forza Italia non potrà che essere quello di un'opposizione repubblicana, responsabile, intelligente pronta a sostenere le misure assunte nell'interesse degli italiani e a contrastare duramente quelle nocive per i nostri concittadini e confliggenti con i valori liberali di cui da sempre siamo strenui difensori. Il nostro partito, sezione italiana della grande casa della democrazia e della libertà rappresentata dal Ppe, e che già nelle prossime settimane avvierà un profondo rinnovamento della sua classe dirigente, è e resterà l'argine moderato, liberale, europeista della politica italiana sotto la guida indiscussa (e tornata assolutamente competitiva dopo la riabilitazione) del suo presidente Silvio Berlusconi. Marta Fascina, deputata di Forza Italia.

    Un Brasile da piangere Ma le lacrime di Neymar riaccendono il sogno

    Marcello Di Dio Coutinho segna ancora e scaccia la paura L'asso del Psg raddoppia e cede alla tensione. Rimanere attaccati al Mondiale val bene qualche lacrima in più. Quelle di Neymar al fischio finale sono di felicità e di sollievo: qualche minuto prima, lui e il Brasile stavano per pareggiare anche la seconda partita dell'avventura iridata, con il rischio di doversi giocare la qualificazione contro l'ostica Serbia. Un altro numero 10 illustre (Messi) è già sull'orlo del baratro, la stella del Psg e del gruppo di Tite, nervosissimo durante il match (sarà pure ammonito), iniziava a vedere fantasmi ovunque. Il suo primo gol in Russia è arrivato, ma solo allo scadere e quando il pericolo era ormai scongiurato. In un Mondiale al contrario, dove le big soffrono e rimediano figuracce, anche la Seleçao ha vissuto un pomeriggio da incubo. Tanto che al gol di Coutinho, quando era iniziato il primo giro di lancette del recupero infinito concesso da Kuipers, si è scatenata la Torcida, l'acceso tifo brasiliano, e la gioia di capitan Thiago Silva e compagni. Quanta fatica a battere una Costarica ordinata, essenziale nel suo schema ultradifensivo, brava in qualche ripartenza nei primi 45', fallosa a tratti ma motivata a non lasciare una competizione che quattro anni fa le regalò altre soddisfazioni (ne sa qualcosa l'Italia, mandata a casa in anticipo proprio dai Ticos). Partita spigolosa, non certo spettacolare, soprattutto nel primo tempo. Che ha confermato la grande fatica del Brasile a fare gol in una rassegna con tante vittorie di misura. Tite insiste con i quattro attaccanti, sistemati in campo in maniera diversa rispetto alla gara d'esordio con la Svizzera, ma che tendono a pestarsi i piedi. Una Seleçao non ancora bella a vedersi e che non fa così paura come direbbe l'etichetta di favorita numero uno del Mondiale, ma la differenza con la gara d'esordio è che stavolta il muro degli avversari è crollato almeno nei minuti di recupero. Il bomber del gruppo è diventato il Coutinho scartato anni fa dall'Inter: sua la perla contro gli elvetici, suo il guizzo in area già oltre il 90'. Neymar confinato a destra finisce per incaponirsi in tanti duelli uno contro uno persi e si vede prima assegnato dall'arbitro Kuipers, poi negato dal Var (al quale sfugge però una manata di Marcelo a un avversario) un penalty che voleva conquistarsi con astuzia. Meglio un Brasile con Douglas Costa (che dà un buon cambio di ritmo ai compagni e firma l'assist finale per O Ney) e Firmino che si candidano per una maglia da titolare nell'ultima sfida del girone. Il 72 per cento di possesso palla della Seleçao dice tutto sull'andamento della sfida, peccato che di tiri in porta se ne vedono con il contagocce. La traversa di Gabriel Jesus sembra segnare la svolta, ma bisognerà attendere l'«overtime» per dare ossigeno alle coronarie dei tifosi verdeoro. E per evitare il secondo dramma sudamericano in un Mondiale nel quale le sorprese sono sempre dietro l'angolo. Ma quella di un Brasile già con le valigie in mano dopo 9 giorni sarebbe stata troppo grossa. Speciale:  Russia 2018 focus

    Gigi Buffon e Alena Seredova, volti scuri all'incontro per i figli a 4 anni dalla separazione

    Dopo un matrimonio durato nove anni, Gigi Buffon e Alena Seredova si sono detti addio nel 2014 e da allora le loro strade si sono separate. Lei è fidanzata col manager Alessandro Nasi, mentre...

    Camorra, sequestrato arsenale a Napoli: armi da guerra in auto

    Colpo alla camorra nel quartiere Miano di Napoli. Nel corso di perquisizioni i carabinieri hanno scoperto un arsenale nascosto dentro un'automobile. Sono state sequerstrate armi da guerra e da caccia, riconducibili al clan camorristico dei Lo Russo che esercita il controllo sugli affari illeciti della zona. Tra le armi sequestrate anche 3 kalashnikov, un fucile a pompa rubato in un'abitazione e due mitragliette.

    De Laurentiis: «In porta Areloa, Meret o altri tre. Sarri? Sicuro che vada al Chelsea?»

    De Laurentiis ha preso parte a un vertice in prefettura in vista dei lavori allo stadio San Paolo. Ha parlato anche per qualche istante del mercato azzurro. "Areola?

    Ruta e Rossetti sostituiscono la Brigliadori

    Redazione Immediato il cambio nel cast di Pechino Express dopo l'espulsione di Eleonora Brigliadori (anche perché i concorrenti partono tra poco per l'Africa). Al posto suo e del figlio ci saranno le storiche conduttrici Patrizia Rossetti e Maria Teresa Ruta (nella foto), che costituiranno la coppia «Signore della tv». La Brigliadori è stata esclusa dalla Rai dopo le parole twittate su Nadia Toffa in riferimento al tumore che si sta curando. «Chi è causa del suo mal pianga se stesso», ha detto l'attrice riferendosi ai tipi di cura. A completate il cast ci sono Le Coliche (Fabrizio e Claudio Colica); I Mattutini (Adriana Volpe e Marcello Cirillo); I Promessi Sposi (Roberta Giarrusso e Riccardo Di Pasquale); Le Mannequin (Linda Morselli e Rachele Fogar); I Poeti (Mirko Frezza e Tommy Kuti); I Surfisti (Andrea Montovoli e Francisco Porcella) e I Ridanciani (Tommaso Zorzi e Paola Caruso).

    Genio elettorale, disastro politico: ecco perché Salvini (finora) le ha sbagliate tutte

    Il braccio di ferro sui migranti rischia di trasformarsi in un boomerang, le battaglie contro Saviano e per l’uso indiscriminato del contante sono un regalo alle mafie. E il silenzio sui dazi di Trump, un disastro per le nostre imprese. Ecco perché il salvinismo non è sovranista, ma anti-italiano.

    Neymar, dietro le lacrime il disagio per un popolo che non lo ama

    «Piangi pure, solo tu sai cosa hai dovuto passare per essere a questi Mondiali». Il Brasile ha appena vinto 2-0 contro il Costa Rica e Thiago Silva consola il compagno Neymar, inginocchiato, in lacrime, al centro del Saint Petersburg Stadium. È il consiglio di un collega di club, è la concessione del capitano della Seleção al suo più grande talento, ma è soprattutto il punto di vista di chi ci è già passato. Era il 2014 quando Thiago Silva, pur essendo capitano, chiese in... © RIPRODUZIONE RISERVATA CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO: Accesso illimitato agli articoli Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:

    Stasera in tv: "Innamorato pazzo" su Rete 4

    Rete 4 stasera propone "Innamorato pazzo", commedia del 1981 diretta da Castellano e Pipolo e interpretata da Adriano Celentano e Ornella Muti. Adriano Celentano: Barnaba Cecchini Ornella Muti: Cristina Adolfo Celi: Re Gustavo Milla Sannoner: Betsy, moglie di Re Gustavo Enzo Garinei: Console e segretario di Re Gustavo Corrado Olmi: Sindaco Franco Diogene: Capo cameriere Dino Cassio: Vigile Tiberio Murgia: Venditore arabo di tappetti in spiaggia Silvia Ferluga: Cartomante Luigi Castejon: Segretario ambasciatore Fulvio Mingozzi: Guardiano del Foro Romano Enzo De Toma: Uomo tamponato da Barnaba con l'autobus Gerry Bruno: Il cameriere Renato Oliverio: Mario Alfio Patanè: Chef Jimmy il Fenomeno: Benzinaio Antonio Ballerio: Bernardo Malacrida: Onorio Mantovani: Proprietario dello stand dei TIR Valentino Simeoni: Uomo che trasporta i televisori con l'Apecar (non accreditato) Raf Di Sipio: Uomo a tavola al ricevimento (non accreditato) Sasha D'Arc: Guardiaspalle (non accreditato) Ettore Martini: Uomo che guarda la Tv al bar (non accreditato) Francesco Anniballi: (non accreditato) La trama Cristina (Ornella Muti), principessa del piccolo regno di Saint Tulipe, è in visita a Roma con tutta la famiglia reale che ha promesso in sposa la ragazza ad un ricco miliardario per trovare supporto finanziario per il regno che è prossimo alla bancarotta.

    Il nuovo portiere viene da Parigi. Areola è il favorito su Trapp

    In attesa dell’offerta giusta per Alisson Becker da parte di Real Madrid o Chelsea, Monchi continua il casting per il ruolo di portiere nella Roma. Non si farà trovare impreparato, all’addio del portiere della Roma, arriverà il sostituto. Come riporta il Corriere dello Sport, il ds Nei giorni scorsi lo spagnolo ha lavorato molto sull’asse Roma-Parigi e oggi le opzioni sono due: Areola e Trapp, con il primo in netto vantaggio e con un costo di cartellino più alto.

    I Pearl Jam, lo spirito di una band e del suo pubblico: la recensione del concerto di Milano

    “Stasera cantate con me, stasera fate parte della band”, dice Eddie Vedder, in Italiano, ai 60.000 spettatori di Milano. Nessun pubblico dei Pearl Jam canta come quello italiano, come quello di Milano in particolare: i concerti  passati in città hanno regalato momenti memorabili di unione tra la band, il cantante e la folla. E stasera Eddie sa di averne bisogno più del solito. Il pubblico e la band rispondono, regalando una serata memorabile di calore, emozione e unione totale. GUARDA LA FOTOGALLERY DEL LIVE DEI PEARL JAM Solo qualche giorno fa, il secondo concerto di Londra era stato annullato: Eddie aveva completamente perso la voce dopo la prima serata. Lo show milanese era stato confermato da subito, ma c’era un po’ di preoccupazione. L’inizio della serata non aveva diradato i dubbi, con le prime canzoni cantate in maniera debole. I Pearl Jam erano saliti sul palco alle 9 e un quarto, dopo una lunga giornata iniziata alle 3 con Omar Pedrini, con dagli Stereophonics a scaldare la folla poco prima delle 8. Ma tutti erano lì per i Pearl Jam, con il concerto previsto non nell’anfiteatro degli altri giorni degli iDays, ma nel campo a fianco, per contenere più gente. L’entrata era stata epica: un breve discorso in Italiano, per ricordare il primo concerto milanese, nel ’92, e riproporre la prima canzone suonata in Italia, “Release”, per l’occasione modificata...

    Con lo stop allo Stadio Roma perde 1,2 miliardi

    Pur non essendo emersi dubbi in merito alla validità degli atti sul progetto Stadio della Roma, spuntano una serie di incognite che potrebbero rallentare ulteriormente l’iter.

    Billie Joe Armstrong a Viggiano: «E' la terra dei miei trisnonni»

    BillieJoe Armstrong a Viggiano, piccolo paese di tremila abitanti in provincia di Potenza, alla scoperta delle sue radici del Sud Italia. Era lo scorso febbraio quando il leader dei Green Day pubblicò sui Instagram un certificato di nascita dei suo avi di origine italiana, chiedendo aiuto sul web per risalire al paese natio. La scoperta che i suoi trisnonni italiani emigrarono da Viggiano verso gli States lo aveva incuriosito a tal punto da desiderare di visitare il piccolo paese lucano della Val d’Agri, in provincia di Potenza: «I would love to vistit Viggiano!», esclamava un post. Dopo l’invito ufficiale del sindaco, Amedeo Cicala, la rockstar californiana è arrivata in Basilicata giovedì sera, proveniente da Cannes. Billie Joe, atterrato all’aeroporto di Capodichino, Napoli, giovedì pomeriggio si è diretto subito verso la Val D’Agri per visitare Viggiano e la casa dei suo trisnonni, Pietro Marsicano (nato a Viggiano il 17 agosto 1831) e Teresa Nigro (nata a Viggiano il 2 dicembre 1833). I trisnonni dell'uomo di «Dookie» e «American idiot» partirono in cerca di fortuna dalla cittadina lucana trasferendosi a  Berkeley, in California, intorno al 1869. Andrew Marsicano, il loro primogenito, ebbe una figlia che chiamò Frances Myrtle e che dette alla luce Andrew Marsicano Armstrong, padre di Billie Joe. Strada facendo il musicista non ha mancato di tweettare foto che indicassero il suo percoerso e la sua meta.

    Radja nel buio

    E’ finita senza addii, arrivederci con abbracci strazianti. Nainggolan è andato via con la delusione, la stessa che i tifosi hanno quando lo pensano con la maglia nerazzurra.

    "L'intelligenza non basta Sono le emozioni i veri motori della cultura"

    Eleonora Barbieri Il neuroscienziato autore di «Lo strano ordine delle cose»: «I sentimenti sono arbitri delle scelte» Eleonora Barbieri. nostro inviato a Lignano Sabbiadoro (Udine) Antonio Damasio è uno dei più grandi neuroscienziati contemporanei. Nato a Lisbona, insegna alla University of Southern California ed è diventato famoso, ventiquattro anni fa, per il saggio L'errore di Cartesio. Oggi torna a raccontare il cervello, gli esseri umani, la storia dell'evoluzione e soprattutto della cultura a modo suo, secondo quello che è Lo strano ordine delle cose. Così si intitola il suo nuovo libro, appena pubblicato da Adelphi, che lo studioso presenta oggi a Lignano Sabbiadoro, in occasione del Premio Hemingway che riceve questa sera (ore 18, CinemaCity). Ne parlerà anche domani a Milano, nell'ambito della Milanesiana, con Carlo Rovelli (Piccolo Teatro Grassi, ore 21). Professor Damasio, che cosa ha di «strano» la sua spiegazione dell'evoluzione della cultura? «Ci sono due aspetti molto diversi dalla tradizione, che rendono questa prospettiva rivoluzionaria, anche se non amo usare questa parola. Innanzitutto faccio cominciare l'avventura della cultura molto prima, con creature non umane, molto più semplici di noi, perfino senza sistema nervoso». I batteri, e poi insetti come formiche, api... «Di solito si pensa che la cultura - l'arte, la scienza, la politica, la religione, la tecnologia, i sistemi morali, l'economia - derivi dai risultati spettacolari raggiunti dalla nostra intelligenza, e che prima non sia esistito niente. E che abbia fatto tutto l'intelligenza, da sola». Non è così? «No. E questo è il secondo aspetto rivoluzionario. In questo libro faccio emergere l'importanza della vita e dei sentimenti nel creare la cultura. L'intelligenza è stata necessaria, ma non sarebbe mai stata sufficiente senza la motivazione ad agire. E la motivazione è data dalle emozioni, positive o negative che siano: rabbia, paura, dolore, piacere, amore...». Motivazione in che termini? «I sentimenti sono gli arbitri delle scelte, anche di quelle culturali. Per esempio, quando i primi uomini provavano dolore e andavano dal dottore dell'epoca, come sapevano che una cura funzionava? Perché il sentimento di dolore si trasformava in benessere. Il sentimento ci dà tantissime informazioni: senza, non avremmo né conoscenze, né cultura». Come avviene lo stimolo? «Le emozioni sono l'equivalente mentale dell'omeostasi. Per capire che cosa sia, bisogna considerare innanzitutto che la vita è pericolosa. La vita, diciamo, è innaturale: è come il lavoro di un giocoliere, basta un errorino e crolla tutto». L'omeostasi che cosa fa? «È un sistema di regolazione, fa sì che la vita sia mantenuta. I batteri non hanno sistema nervoso, ma hanno l'omeostasi. Se poi hai anche un sistema nervoso e una mente, allora il corrispondente dell'omeostasi sono i sentimenti: ci dicono se l'omeostasi è regolata bene o male». Quando ha iniziato a interessarsi ai sentimenti? «Alla fine degli anni '80. E ho capito che erano ben poco compresi dalla scienza». Come mai sono così trascurati? «Per via del grande successo della fisica, della matematica, dell'informatica diamo ormai valore solo a ciò che è collegato a procedimenti razionali. Dopo la seconda guerra mondiale e le scoperte di Turing, uno dei mentori delle neuroscienze è stato, per tutti noi, Warren McCulloch». Che cosa ha fatto? «Ha stabilito il ponte fra linguaggio dei computer e sistema nervoso. Da allora, il cervello è studiato e inteso come un computer, e tutto quello che ha a che fare con i sentimenti è stato messo da parte. Ma oggi le cose stanno cambiando: mi aspettavo che il libro venisse attaccato, e invece no...». In questa sua visione, il cervello è meno importante? «Non è che non sia importante, è che il corpo è molto importante. E cervello e corpo cooperano completamente. Emozioni come il piacere e il dolore riflettono la nostra vita». Perché dice che il sistema nervoso è al servizio del corpo e non viceversa? «Il sistema nervoso è nato per coordinare le diverse parti dell'organismo, il quale, così, è potuto diventare sempre più complesso. Poi, con l'evoluzione, ci siamo sviluppati fino ad avere sentimenti, rappresentazioni mentali e, da lì, si è spalancato un mondo tutto nuovo: quello della mente e, alla fine, dell'intelletto». È stato uno sviluppo ulteriore, diciamo. «Il sistema nervoso non è nato per farci parlare, dipingere, scrivere poesie, fare filosofia. È sorto per aiutare la vita nel suo mestiere... E così anche la cultura ha la stessa ragione: aiutarci a rimanere vivi». E come? «Beh, i Dieci comandamenti che cosa sono, se non un modo inventato per rendere la vita migliore, nell'ambito della società?». Così ricompone l'errore di Cartesio, e riavvicina le idee e il mondo? «Certo. Il motivo per cui esistono i sentimenti è positivo. Anche se si tratta di sentimenti negativi, come l'aggressività, la rabbia o la paura: nella giungla erano utili». Qualcuno la accusa di riduzionismo. «Non riduco l'umanità ai batteri, non riduco niente. Anzi, elevo i batteri fino al livello dell'umanità, per mostrare che siamo fatti di componenti semplici e intelligenti insieme». A un certo punto spiega che l'intestino, o meglio il sistema nervoso enterico, è considerato un secondo cervello, che influenza il nostro benessere e il nostro umore. Che significa? «In realtà dovrebbe essere chiamato il primo cervello. È stato proprio lo sviluppo del sistema digestivo a fare sviluppare il sistema nervoso. Ottenere risorse energetiche era fondamentale per la vita: è un altro aspetto inatteso dello strano ordine delle cose...». Perché è contro la visione algoritmica del cervello? «Non sono d'accordo con l'idea che il cervello possa essere ridotto solo alla sua parte razionale. Se gli sviluppi dell'intelligenza artificiale puntano solo sugli aspetti cognitivi, il risultato saranno strumenti e creature estremamente intelligenti, ma che non avranno i sentimenti che impediranno loro di compiere errori, o provare pietà, giustizia, o rispettare i valori morali, che si basano su emozioni come il dolore e la sofferenza». È vero che il più grande neuroscienziato è Shakespeare? «Assolutamente. Shakespeare è riuscito a guardare dentro la mente, a livello di intelligenza e di sentimenti, e ad analizzare il comportamento umano in profondità. Shakespeare fa grandi osservazioni sui meccanismi del cervello». Per esempio? «Sapeva che il corpo era cruciale. Notava le interazioni fra mente e corpo. Amleto dice: La coscienza ci rende tutti codardi. Aveva individuato la relazione fra la coscienza, la paura e i valori morali. Credo che, come tutti i grandi scrittori, poeti e filosofi, sia passato attraverso molte sofferenze, e molta gioia».

    Kluivert: «Qui per lo scudetto»

    Ha le idee chiare Justin Kluivert. Il suo acquisto è stato uficializzato ieri dalla Roma e l’olandesino ha rilasciato subito dichiarazioni importanti: « Sono in un club incredibile, che mi piace molto. Non vedo l’ora di iniziare. Credo che la Roma sia la squadra ideale per la mia crescita, mi permetterà di giocare ad altissimi livelli. Sono venuto per vincere lo scudetto e altri trofe i». Il suo acquisto è costato alle casse giallorosse 17,25 milioni di euro più 1,5 di bonus. A riferirlo è il Corriere dello Sport.

    Stasera in tv: "Ti va di ballare?" su Canale 5

    Canale 5 stasera propone Ti va di ballare? (Take the Lead), dramma musicale del 2006 diretto da Liz Friedlander e interpretato da Antonio Banderas, Rob Brown, Alfre Woodard, Jenna Dewan e Lauren Collins. Antonio Banderas: Pierre Dulaine Rob Brown: Rock Yaya DaCosta: LaRhette Alfre Woodard: Augustine James Dante Basco: Ramos Jenna Dewan: Sasha Laura Benanti: Tina John Ortiz: Mr. Temple Katya Virshilas: Morgan La trama Il maestro di ballo Pierre Dulaine (Antonio Banderas) ha deciso di mettersi al servizio della comunità e in particolare di un gruppo di ragazzi problematici che subiscono, per problemi legati alla disciplina, alcune ore extra dopo le lezioni scolastiche.

    Difensore cercansi. C’è l’idea Lenglet

    La Roma cerca un difensore centrale. Le mire del Chelsea per Manolas hanno spaventato la dirigenza giallorossa, che ha bisogno di cercare un sostituto all’altezza.

    Orietta Berti ed Enrico Papi: il duo inedito a Sanremo 2019?

    Il conduttore di Guess My Age sogna l'Ariston con l'usignolo di Cavriago. Da qualche giorno si è buttato nuovamente sul mercato musicale con ed è pronto a tornare a fine agosto con su Tv8: è Enrico Papi, conduttore che negli ultimi anni si è dedicato ai talent show - è stato concorrente di   e - e al canto, tanto da sognare ora la partecipazione al Festival di Sanremo 2019, giunto alla sessantanovesima edizione e capitanato per il secondo anno di fila da Claudio Baglioni. Intervistato da , Papi ha mostrato compassione per il cantautore romano, uno dei suoi miti, a cui dovrà sottoporre il malsano progetto musicale che ha intenzione di portare sul palco dell'Ariston.

    Alisson mette fretta alla Roma

    Alisson non vuole più aspettare per conoscere il suo futuro. Come scrive il Corriere dello Sport, il brasiliano ha deciso di voler continuare la sua carriera nel Real Madrid, con il quale ha già trovato l’accordo per l’ingaggio. Da parte sua, la Roma non è però disposta ad accettare cifre inferiori agli 80 milioni di euro e non ha bisogno di cedere il portiere, che ha un contratto con i giallorossi fino al 2021. Intanto a Trigoria, la cessione di Nainggolan permette di sistemare i conti, rendendo non necessaria una separazione forzata da Alisson.

    Lasciamo in pace ?il genio Messi

    Francesco de Core Lasciate in pace Messi. Sì, basta, non tormentatelo più. Fategli saggiare (anche) la vita che rallenta, che si specchia nel mondo rannicchiato tra delusione e tristezza, un esistere che non va solo d’istinto a strappi, intuizioni, guizzi. Fategli vivere una vita da uomo, non da automa. Messi non è e non sarà mai Maradona; Messi è e sarà per sempre diverso da Ronaldo. Messi è Messi anche quando ha lo sguardo perso nel vuoto cosmico che nulla riesce a riempire, non la gloria, non il denaro; è la pulce che ogni cosa ha vinto con il Barcellona ma che nulla, finora, ha saputo scrivere sul libro di storia epica dell’Argentina. Lasciamolo respirare, non chiediamogli quello che non può darci, ossia il carisma oltre le magie. Diceva Camus, scrittore che ha appreso dal calcio il senso dell’etica: «Non voglio essere un genio, ho già problemi a sufficienza cercando di essere solo un uomo». Non distruggiamo Messi nel suo perimetro d’umanità. Lo sentiremo più vicino a noi nelle debolezze, che ci appartengono in egual misura come il pianto di Neymar, piuttosto che nella bellezza dei suoi gesti, inarrivabili come le pennellate di Velázquez.

    CHEESECAKE SALATA CON ZUCCHINE E RICOTTA

    Cheesecake zucchine e ricotta cotta al forno, un antipasto rustico perfetto come antipasto o aperitivo sfizioso! Preparatela per le vostre dcene estive! Questo articolo è di proprietà del blog Mani Amore e Fantasia Clicca sul titolo per leggere la ricetta sul blog, e ricorda che puoi decidere di stamparla tramite il tasto "print friendly".... ti aspetto! :) Lori.

    5 personaggi storici dei fumetti di cui vorremmo vedere il ritorno

    Il detective Dick Tracy e il pistolero Lucky Luke sono pronti a tornare con nuove, inedite avventure firmate da una nuova generazione di autori. Ecco altri protagonisti storici dei comics che non sfigurerebbero al fianco degli eroi contemporanei. The post 5 personaggi storici dei fumetti di cui vorremmo vedere il ritorno appeared first on Wired.

    Dieci paradisi del mondo in cui la natura dà spettacolo

    Molti di questi luoghi sono così belli e fascinosi da essere stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità Unesco: si tratta di angoli del mondo in cui la natura si è davvero divertita a disegnare siti incanevoli, tanto beli che vale la pena visitare, almeno una volta nella vita.

    Africa contemporanea per l’estate del MAXXI

    Fino all'autunno l’arte africana è di casa al MAXXI: due importanti progetti espositivi e un denso programma di eventi nel segno del Continente Nero animeranno il museo romano nei prossimi mesi.

    Sconti videoludici per MediaWorld: prezzo ridotto per il controller PS4 di Razer e per Xbox One

    Questo sito utilizza cookie anche di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra cookie policy.

    Usa, scoperto il "regista" dell'embrione umano: decide destino delle cellule

    E' stato scoperto il " regista" dell'embrione umano, che decide se e quali cellule indifferenziate formeranno pelle o cervello, ossa o muscoli. L'organizzatore che modella gli esseri umani è descritto su Nature dal gruppo dello scienziato Ali Brivanlou, della Rockefeller University di New York. Per motivi etici la ricerca è stata condotta su una versione dell'embrione umano con poche cellule inserito, poi, in un embrione di pollo. "Un laboratorio straordinario per osservare sul nascere la formazione di un tumore" e per sperimentare gli effetti sullo sviluppo embrionale di farmaci o di sostanze presenti nell'ambiente: è soprattutto questo il regista dell'embrione per Carlo Alberto Redi, direttore del Laboratorio di Biologia dello Sviluppo dell'universita' di Pavia. "La scoperta dell'organizzatore dell'embrione umano è un lavoro bellissimo sotto ogni profilo", ha aggiunto riferendosi alla ricerca pubblicata sulla rivista Nature.

    Johnny Depp nei guai: «Ha sperperato 650 milioni di dollari»

    Una fortuna da 650 milioni di dollari andata totalmente in fumo. Secondo Rolling Stone Johnny Depp avrebbe sperperato quasi tutti i guadagni ottenuti da film con incassi miliardari.

    Usa, Trump minaccia dazi sull’auto made in Europe: “Costruitele qui”

    Mentre è in pieno corso di svolgimento la battaglia con Cina ed Europa, Trump apre dunque un nuovo fronte, quello dell'auto. Sempre verso la UE, che a suo dire può evitare lo scontro solo rimuovendo "tariffe e barriere commerciali a lungo imposte sugli Stati Uniti e le sue grandi imprese e lavoratori" L'articolo Usa, Trump minaccia dazi sull’auto made in Europe: “Costruitele qui” proviene da Il Fatto Quotidiano.

    Il marmo diventa smart

    Digitale delle mie brame, chi è il più cliccato del reame? Ricevi un like e il piccolo schermo al centro della scultura di marmo si ... L'articolo Il marmo diventa smart sembra essere il primo su Living.

    Salvini: "Inutili 10 vaccini obbligatori". Ma a stretto giro arriva l'alt di Di Maio e Grillo

    (Teleborsa) - "Dieci vaccini sono inutili e in parecchi casi sono pericolosi, se non dannosi". Così il ministro dell'Interno Salvini in un intervento a RadioStudio54, parlando di sanità.

    Droga, “c’è troppa cocaina nella acque dei fiumi, a rischio l’anguilla europea”

    Secondo lo studio coordinato dalla ricercatrice Anna Capaldo dell’Università Federico II di Napoli e pubblicato sulla rivista Science of the Total Environment, dopo pochi giorni di esposizione alla cocaina è risultato che la droga si è accumulata nel cervello, nei muscoli, nella pelle e in altri tessuti delle anguille. Che rischiano di finire sulle nostre tavole. L'articolo Droga, “c’è troppa cocaina nella acque dei fiumi, a rischio l’anguilla europea” proviene da Il Fatto Quotidiano.